E-mail   Password        Password dimenticata? Come ordinare   Trova la tua Libreria-Point   Registrati    Contatti   Privacy Policy
 
     
> Ricerca avanzata Borsa della spesa Visualizza
 
  € 20,00
 
 
       
 
 
 
 
ISBN   8388765463493
     
Disponibilità   In commercio, reperibilità non immediata

Cerca la libreria più vicino a casa!
Digita la città o la sigla della tua provincia.
 
       
Recensione a cura di: Tic Edizioni Com'è una donna coricabile? E cos'è uno stimogastrico? Una bevanda può essere definita frescalda? Dove possiamo ordinare un traidue? Forse in un quisibeve?

I futuristi erano dei giocherelloni e giocavano con la lingua (patapluum), reinventandola (graang).

Abbiamo selezionato quasi 600 tra onomatopee, neologismi e parole ricorrenti nella letteratura futurista, ispirandoci anche alle innovazioni contenute nel "Manifesto tecnico della letteratura futurista" di Marinetti.

Questo cofanetto di parole magnetiche è dedicato a quanti si divertono:
a sfidare il senso comune sulla lingua italiana;
a scombinare la sintassi in nome dell'immaginazione senza fili;
a inventare parole nuove combinando le preesistenti;
a uccidere la solennità;
a sperimentare variazioni arditissime (come la soppressione dei modi verbali in favore dell'infinito);
a creare "analogie vastissime" per raggiungere "uno stile orchestrale, ad un tempo policrono, polifonico e polimorfo";
a sostituire la psicologia dell'uomo con l'"ossessione lirica della materia".