Il tuo browser non supporta JavaScript!

Castelvecchi: Nodi

Etica della Madre Terra. Come prendersi cura della Casa comune

di Leonardo Boff

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 138

Il rapporto tra l'essere umano e la Terra ha superato un limite sistemico: le risorse naturali non sono infinite, né possiamo supporre un progresso infinito. L'umanità è costretta a confrontarsi con una questione globale dal valore etico più che scientifico. Per questo è urgente elaborare un'etica della Terra che sia in grado di restituire alla grande Madre comune la vitalità che il nostro agire le ha sottratto. Quest'etica, però, non sarà possibile senza una spiritualità profonda, che possa risvegliare in noi un serio impegno di amore, di responsabilità e di cura nei confronti della Casa comune che abitiamo.
17,50

Politica della caverna. La controrivoluzione di Bolsonaro

di Ricardo Antunes

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 64

Già dal 2016, con l'impeachment di Dilma Rousseff, si preparava il terreno per la vittoria elettorale di Jair Bolsonaro. Presidente del Brasile dal 2019, le sue politiche neoliberiste stanno compromettendo l'economia del Paese. Le principali vittime della sua «controrivoluzione preventiva», volta a sedare sul nascere qualsiasi forma di dissenso, sono le minoranze, le donne, i giovani. Com'è stato possibile che questa miscela di potere autocratico, neoliberismo senza freni e forte presenza militare arrivasse al potere? Ricardo Antunes cerca la risposta riflettendo sull'ultimo mezzo secolo di storia brasiliana, sugli errori commessi dai governi del Partido dos Trabalhadores e sulla tendenza ad arrendersi comune alle sinistre di tutto il mondo. Invita poi i sindacati, i partiti all'opposizione, i movimenti sociali a unire le forze per intraprendere un cammino che sia davvero solidale e in grado di contrastare l'ascesa dell'estrema destra.
9,00

La minaccia populista alla democrazia liberale

di William A. Galston

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 150

Il Novecento ci ha convinto che la democrazia liberale rappresentativa sia il migliore sistema politico cui tendere. Negli ultimi anni questa pacata sicurezza è stata però messa in crisi da un'ondata globale di movimenti populisti, che ha creato tanto più scompiglio in quanto del tutto sottovalutata. La rigorosa e lucida analisi di William Galston smentisce infatti che il populismo sia una reazione antidemocratica semplice ed emotiva, priva di una raffigurazione politica della realtà. Al contrario, alla sua base vi è un'ideologia arcidemocratica ben definita. A due anni dalla pubblicazione americana, la lettura di Galston appare tuttora incisiva: per poter preservare il pluralismo della nostra società è necessario comprendere bene quali aspetti siano messi in crisi dal dirompente populismo e, non di meno, serve avere coscienza dei compromessi su cui si fondano le democrazie liberali in cui viviamo.
17,50

14 tesi di etica

di Enrique Dussel

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 236

In un mondo alienato abituato a considerare le persone come cose, che fare affinché l'Altro si riveli come essere umano? L'etica critica di Dussel, decostruendo la morale vigente che aderisce al liberismo e al capitalismo, apre all'incontro con il volto dell'Altro, irriducibile al dominio della violenza e dell'ingiustizia. La sua straordinaria etica della liberazione, che si annoda in modo suggestivo al pensiero di Marx, Freud, Benjamin e Lévinas e pone al cuore dei rapporti umani il faccia a faccia (paním el paním) di biblica memoria, si sviluppa come una lotta in favore degli umili, degli oppressi, dei vinti dalla storia. Fare giustizia al povero, allo straniero, all'orfano e alla vedova: si tratta di desiderare e organizzare un'alternativa praticabile, oggi non ancora compiuta, ma già incipiente nelle esperienze creative dei popoli.
22,00

Snaturati. Dalla social-ecologia al populismo. (Auto)biografia non autorizzata del Movimento 5 Stelle

di Marco Morosini

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 240

La parabola del Movimento 5 Stelle, partito digitale, inizia con gli ideali social-ecologici dei primi anni Novanta e Duemila, per i quali Marco Morosini e Beppe Grillo si impegnarono a lungo insieme. Poi subentrarono le speranze politiche dei profeti del digitale, infine i due governi, il primo con la Lega, il secondo con il Partito Democratico e Liberi e Uguali. "Snaturati" racconta il percorso del Movimento dal punto di vista privilegiato di chi ha contribuito a costruirne il profilo critico e culturale, ma che ha anche assistito dall'interno alla sua deriva populista. Questo libro ha due voci: quella dell'analista sociale che considera l'oggetto di studio con distacco e quella del protagonista che ha partecipato alla più innovativa esperienza politica italiana.
17,50

Nostalgia del desiderio. La filosofia che nasce a Napoli

di Giuseppe Ferraro

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 188

Dalla scuola virgiliana di Posillipo - ispirata all'epicureo piacere del vivere -, la filosofia che nasce a Napoli segue le vie del centro storico fino alla casa di Metronatte, dove Seneca non mancava una lezione. Passando per la biblioteca di Tommaso d'Aquino, s'incrociano Giambattista Vico e Benedetto Croce che discutono di dignità e istituzioni seduti in un caffè di piazza San Domenico Maggiore, mentre per via Toledo Giacomo Leopardi è assodo nella sua amarezza. "Nostalgia del desiderio" ripercorre la storia del pensiero che Napoli ha prodotto, andando oltre i confini della città per assumere una forza politica ed educativa, che parla di relazioni affettive e sentimento. Parallelamente, è anche il racconto della filosofia della "napoletanità", del nascere (o diventare) napoletani, perché mai come in questa città è vero e decisivo il legame tra il modo in cui si è e il luogo che si abita, con tutta la sua bellezza e tutte le sue problematiche. E allora «siano perdonati», come scriveva Goethe, «tutti coloro che a Napoli escono di senno».
17,50

Le belle bandiere e il colore perduto del PD

di Mario Barcellona

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 122

L'identità della sinistra, senza più l'orizzonte socialista in cui era cresciuta, si è usurata quasi ovunque in Occidente. Le società contemporanee, frammentate e singolarizzate, hanno dissolto in un'universale liquidità il legame sociale che le teneva unite nel Novecento: élite e popolo si presentano ormai come due pezzi di mondo diversi tra i quali ogni comunicazione si è interrotta. È successo anche in Italia, dove il Partito democratico si è trasformato in un partito di centro, sempre più indifferente verso chi rimane indietro, ai margini del benessere e della sicurezza, e sempre più compiacente verso chi esibisce potere e successo. Nonostante questo, l'anima della sinistra sopravvive, anche se spaesata e senza dimora. Il Pd potrà tornare a esserne la casa solo se ridesterà l'idea che "non ci si salva da soli" e se al posto del singulus tornerà a insediare l'individuo sociale: levando «le belle bandiere», le ragioni della sinistra che ancora parlano all'oggi, agli esclusi, ai precari, a chi non percepisce abbastanza per un'esistenza autentica, serena e rispettabile, a chi chiede dignità e speranza, a chi soffre le solitudini di questo tempo, a chi, non mancando di tutte queste cose, ha tuttavia «fame e sete di giustizia».
16,00

Albania. Tra crimini e miraggi

di Besnik Mustafaj

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 216

Dopo avere vissuto la schiavitù sotto tre Imperi - Romano, Bizantino e Ottomano -, la diaspora nei Balcani e l'occupazione fascista, dal secondo dopoguerra il popolo albanese è stato schiacciato da una delle dittature più anacronistiche e crudeli del secolo, quella dello stalinista Enver Hoxha. L'Albania è riemersa dall'oscurità solo nella primavera del 1991, quando migliaia di migranti albanesi lasciarono i margini della storia europea a bordo di imbarcazioni di ogni tipo: l'Italia scopriva di essere una terra promessa, un miraggio di libertà distante solo un braccio di mare. Besnik Mustafaj è uno degli intellettuali reinventati politici che si sono battuti per la caduta del regime comunista, e che hanno avviato la ricostruzione del Paese dalle sue macerie. In questo libro, scritto a ridosso degli eventi e aggiornato a quasi trent'anni di distanza, l'autore racconta la delicata ma entusiasmante transizione verso la democrazia e analizza gli errori commessi dalla sua generazione, cercando di capire perché l'Albania non è ancora il Paese che sognava di diventare.
18,50

Save the mafia children. Liberi di scegliere. Un modello italiano nella lotta contro la criminalità organizzata

di Giuliana Adamo

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 176

I figli della 'ndrangheta nascono per seguire le orme dei padri, crescono in un clima di violenza e odio - quando non vengono uccisi prima di diventare adulti -, e i loro diritti sono continuamente calpestati in nome dell'"onore" mafioso. Per questo, l'iniziativa "Liberi di scegliere" del giudice Roberto Di Bella è fondamentale: attraverso procedimenti che prevedono la decadenza o la limitazione della responsabilità genitoriale, seguiti da attenti percorsi di reinserimento nella società, i figli di mafia possono finalmente avere la possibilità di vivere una vera infanzia, immaginare un futuro lontano dalla criminalità, dalla violenza e dalla morte. E sono gli stessi giovani a far sentire la loro voce in questo libro ricco di forti e drammatiche testimonianze. Giuliana Adamo racconta la storia di questi ragazzi e delle loro madri con competenza e passione, affinché la coraggiosa iniziativa di Di Bella non svanisca nel nulla e possa anzi essere un esempio per progetti futuri non solo in Italia, ma in tutta Europa. Postfazione di Simonetta Agnello Hornby.
17,50

La nuova Corea del Nord. Come Kim Jong Un sta cambiando il Paese

di Piergiorgio Pescali

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 288

La successione, nel dicembre 2011, di Kim Jong Un al Caro Leader Kim Jong Il ha posto le basi per una profonda ristrutturazione sociale e politica della Corea del Nord, quasi del tutto ignorata dai media occidentali. Il Paese, di cui si tende a parlare per derisori luoghi comuni, vede nascere nelle proprie città nuovi quartieri con servizi più funzionali e organizzati; l'economia, principalmente privata, sta prendendo sempre più piede. Pur rimandendo una dittatura, con l'arrivo della byungjin, la nuova linea politica inaugurata da Kim Jong Un nel 2013, i militari hanno lasciato il posto a una nuova classe di tecnocrati ed economisti che stanno preparando la Corea ad accogliere nuove leggi di mercato. Questo libro ha il merito di tratteggiare con oggettività i vari scenari, interni ed esterni, in cui si trova lo Stato e il popolo nordcoreano, andando oltre gli stereotipi e i cliché preconfezionati.
23,50

Malapuglia. Le organizzazioni mafiose in Puglia

di Andrea Leccese

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 106

Per molto tempo si è pensato che la mafia in Puglia non esistesse. In effetti la storia della Puglia è stata diversa rispetto a quella delle altre regioni in cui il fenomeno mafioso si è affermato, ma negli anni Ottanta una congiuntura tra lo slancio imprenditoriale 'ndranghetista e alcune sconsiderate decisioni pubbliche ha favorito la nascita di società malavitose in tutta la regione. In questo volume Andrea Leccese ne ricostruisce il percorso e le differenze, perché riconoscere gli elementi propri della cultura mafiosa pugliese - senza semplificazioni che la rapportino ad altre categorie o riduzioni all'esperienza criminale della sola Sacra Corona Unita - è stato e continua ad essere il modo principale per contrastarla.
13,50

Prima le persone. Contro il decreto Salvini

di Enrico Rossi, Giovanni Maria Flick

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 96

Il Decreto sicurezza proposto dal ministro dell'Interno Matteo Salvini nega il rilascio di un permesso di soggiorno umanitario a tanti migranti che avrebbero avuto i requisiti per richiederlo: così facendo costringe alla clandestinità sia chi arriva sia chi non vedrà rinnovarsi il visto. Per lo Stato queste persone di fatto scompariranno, a costo di gravi violazioni dei diritti universali e di pericoli per l'integrazione e la salute di tutti i cittadini. I testi di Giovanni Maria Flick, giurista ed ex presidente della Consulta, e di Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, accompagnano il ricorso che la Regione Toscana ha presentato alla Corte costituzionale e la proposta di una legge regionale per i "diritti samaritani".
11,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.