Risultati della ricerca

Fatti veri. Racconti autobiografici

di Ivano Marescotti

Libro: Copertina morbida

editore: Whitefly Press

anno edizione: 2019

pagine: 112

"Fatti veri", prima opera narrativa dell'attore Ivano Marescotti, è una raccolta di racconti autobiografici dal sapore delle storie di una volta. Quelle narrate e tramandate nelle sere d'inverno davanti al camino. Il viaggio nel passato, che vede come indiscussi protagonisti la terra d'origine (la Bassa Romagna), i suoi abitanti e il suo dialetto, si apre con la nascita dell'autore e si chiude con la morte prematura del figlio. Passa dai banchi della scuola elementare e fa tappa sul palco del Teatro Alighieri di Ravenna dove avviene la sua consacrazione ad attore professionista. Nel mezzo, un susseguirsi di aneddoti esilaranti, ricordi sofferti, momenti teneri e ambientazioni surreali. Marescotti, con naturalezza, senza maschere e senza falsi pudori, orchestrando i dialoghi e le narrazioni con la maestria di chi sa muoversi sulla scena, svela la miseria familiare negli anni del dopoguerra, l'insofferenza per il lavoro impiegatizio, gli esordi teatrali dettati dal caso, le passioni amorose e politiche, i viaggi rocamboleschi, i drammi personali. Una saga romagnola che affonda le radici nella cultura dei padri, ma che comunica nella lingua universale dell'arte e della creazione.
15,00

Non sono più mia

di Maria Marchesi

Libro: Copertina morbida

editore: Whitefly Press

anno edizione: 2014

pagine: 64

Una raccolta di versi che è di per sé un romanzo. Un giallo poetico. Un incastro da scatole cinesi tra gli ultimi componimenti della poetessa Maria Marchesi, venuti alla luce dopo anni di silenzio, e il buio che avvolge la vicenda biografica dell'autrice, acclamata e poi subito negletta dai circoli letterari. Una silloge dai toni aspri e ruvidi centrata sulla scissione tra lo spirito e il corpo della poetessa a lungo internata nell'ex manicomio romano di S. Maria della Pietà. Le violenze, gli abusi, le privazioni squadernate ora con disprezzo, ora con distacco, ma sempre con maestria lirica e potenza evocativa. Immagini e parole crude per designare un mondo in cui i veri folli non sono i pazienti. Nella prefazione lo psicoterapeuta Nicola Ghezzani traccia l'identikit della mente (di donna? di uomo?) che si cela dietro i versi. Nella postfazione l'editore svela i dettagli della caccia a un'identità anagrafica a cui attribuire gli inediti. Ne risulta un'appassionante iter "investigativo" in cui pseudonimo, identità reale e fittizia s'intrecciano in una vicenda romanzesca.
10,00

Si tira avanti solo con lo schianto

di Davide Rondoni

Libro: Copertina morbida

editore: Whitefly Press

anno edizione: 2013

pagine: 80

Il titolo della raccolta la dice lunga. Suona più come una dritta, quasi un motto. Suggerisce forse una formula comprovata da manuale di sopravvivenza? Per campare ci vuole roba forte. Roba capace di farti il botto dentro. Tutto sta nel sapere dove andarsela a procurare. Di città in città, di nazione in nazione. Partire solo con gli occhi della poesia in spalla. Avanzare dritti di testa e cercare l'urto. Con il mondo, con la gente. Ogni singolo, minimo incontro è una deflagrazione che sparge schegge grondanti di splendida e dura vita. E quando quelle schegge ti entrano nei tessuti, non c'è più spazio per sentirsi soli. Milano, Roma, Venezia, Caracas, Sao Paulo, New York: sono trasfigurazioni umane fatte di sangue e mattoni. Dentro un carcere, in un ambulatorio medico, in treno, in una sala bingo, al bancone di un bar, dal barbiere, in metropolitana, in un capanno in mezzo alle valli: i luoghi banali del vivere diventano cornice di apparizioni, epifanie. Profane quel tanto che basta per avere insito il germe del sacro. Detenuti, modelle, venditori ambulanti, professori, gommisti e netturbini. Presenze-annunciazioni con l'iPhone in mano e la "zigaretta" tra i denti.
12,00

Odiando Olivia. Una storia d'amore...

di Mark SaFranko

Libro: Copertina morbida

editore: Whitefly Press

anno edizione: 2020

pagine: 268

Odiando Olivia è il racconto, crudo, spietato eppur poetico, dell'ascesa in paradiso e della successiva caduta agli inferi della relazione tra Max Zajack, un aspirante scrittore squattrinato, e Olivia Afrodite Tanga, una bellissima giovane affascinata dalle promesse del Sogno Americano (bei vestiti, bella casa, bella macchina...). Il loro legame, basato su un'insaziabile fame di sesso e un'inappagabile sete di rivalsa, è una folle storia di amore-odio, di dipendenza fisica e mentale, di fusione e isolamento ma, soprattutto, di ossessioni. Ossessione per i soldi che mancano, per i desideri che non si realizzano, per il piacere carnale che allontana, per il tempo di un orgasmo, il pensiero del fallimento. Max e Olivia sono al contempo vittime e carnefici, subiscono e s'infliggono umiliazioni, tradimenti e colpi letali all'autostima e al rispetto di sé. Non possono vivere insieme, senza distruggersi. Non possono separarsi, senza morirne. Attraverso la spirale vertiginosa del loro continuo costruire per poi distruggere, Mark SaFranko delinea un ritratto disincantato della società americana e della sua tendenza a schiacciare l'individualità sotto il peso di ideali prefabbricati.
18,00

Trattato di medicina in 19 racconti e ½

di Arben Dedja

Libro: Copertina morbida

editore: Whitefly Press

anno edizione: 2020

pagine: 144

Nel suo Trattato di Medicina, suddiviso in 19 racconti e ½, non c'è traccia delle centinaia, per non dire migliaia, di pagine che conferiscono "peso" a ogni trattato che si rispetti. Tanto meno si parla di medicina. Ci troviamo davanti a un libricino smilzo che mette il naso in faccende che ci riguardano: i retroscena della formazione universitaria dei futuri Ippocrate, la lotta dei medici per restare umani in una realtà ostile, la tragicommedia in scena nelle sale operatorie, i risvolti di una professione che è passione, missione e ossessione. Storie vere, surreali, paradossali. Quelle che "a volte la realtà supera di gran lunga la fantasia". Dosi massicce d'ironia, cinismo e poesia. Tinte nero-gotico e rosso-splatter. La lettura è consigliata a un pubblico capace di restare appeso al filo della tensione nervosa. Con un'avvertenza: rispettare la posologia suggerita dal medico-scrittore. Commuoversi dolcemente, ridere amaramente. Introduzione di Giulio Mozzi.
15,00

Il suicidio, lo stupro e altre notizie

di Dante Maffia

Libro: Copertina morbida

editore: Whitefly Press

anno edizione: 2020

"Il suicidio, lo stupro e altre notizie" è forse la raccolta poetica più libera e liberatoria di Dante Maffia. A cominciare dal titolo, un tabloid che preannuncia, condanna e denuncia. La cronaca nera, quella più scomoda, è piegata ai modi della lirica nei poemetti dedicati a Genoveffa, la giovane pazza suicida, e ad Adelaide, la ragazzina violentata e uccisa. Carnefice non è solo chi compie l'atto criminale, ma anche chi, con l'ignoranza, il pregiudizio e l'omertà, ne rende il terreno fertile. L'accusa si estende poi all'establishment letterario che non consente a chi davvero ha talento di emergere. Anche Dio non è risparmiato dalle pressanti domande del Poeta che, desideroso di una resa dei conti, esige da lui risposte che motivino la sua assenza e la sua indifferenza alle questioni umane. L'unica consolazione viene dalla consapevolezza della supremazia della Bellezza e della Poesia, custodite come antidoto ai veleni del mondo. Lo stile cangiante, le voci che si sovrappongono, il lessico sconfinato e l'impeto incendiario che caratterizzano questi versi di Maffia, non possono che mettere a nudo le coscienze dei lettori più sensibili alla funzione demistificante della poesia.
18,00

Anatomie comperate

di Gabriella Montanari

Libro: Copertina morbida

editore: Whitefly Press

anno edizione: 2018

pagine: 108

"Anatomie comperate" è una sorta di trattato di fisiologia lirica che non racconta il corpo in "medichese", ma in versi. Il corpo dell'autrice, oggetto di metafore e calembours audaci, ne (r)accoglie molti altri: quello della bambina che è stata, quello dei compagni d'infanzia, quello dei primi e degli ultimi amori, quello dei famigliari, quello dei figli, quello degli Africani. Tanta carne sotto i ferri della poetessa. Carne sublimata in ricordi ora teneri, ora spietati, resa con immagini surreali, crude, volutamente scondite. Organi vitali e superflui si avvicendano in una narrazione che non risparmia parenti, amici, amanti. Il sangue che bonifica il passato si rinnova in ogni parola-cellula del presente, porta in circolo la profana divinità della materia. Si celebra l'esistenza che pulsa sotto l'epidermide. I morti tornano in vita, sani e salvi; i vivi sono sottoposti a check-up di routine. Il dialogo tra queste anatomie comperate con i risparmi di una vita attinge a vari registri: scientifico, colloquiale, forbito. Perché tante sono le lingue che l'uomo impara pur di entrare in contatto con i suoi simili. E lo fa ridendo, piangendo, ascoltando, tacendo. Emozionandosi.
14,00

La Rossa di Bukowski. Memorie di Pamela «Cupcakes» Wood

di Pamela Miller Wood

Libro: Libro in brossura

editore: Whitefly Press

anno edizione: 2014

pagine: 288

Los Angeles, 1975. Impazzano la controcultura, la rivoluzione sessuale e le droghe. Pamela "Cupcakes" incontra per caso Charles Bukowski una sera d'autunno. Lei, 23 anni, cameriera allo sbando. Lui 55, in piena ascesa. Lei dedita alle anfetamine. Lui all'alcol. Dopo più di trent'anni la Miller pubblica queste memorie, in forma di racconto, regalandoci un inedito Bukowski, fuori dai clichés letterari. Un uomo innamorato, sensibile, beneducato, protettivo e tenace nel lavoro. Quasi due anni di relazione. Hank la battezza Little Red, ne fa la sua Rossa. Musa della raccolta "Scarlet" (più tardi diffamata in "Donne. La viziosa Tammie"). Tra i due la chimica funziona. Dentro e fuori dal letto. Ma Bukowski resta un alcolizzato aggressivo e geloso da perdere la ragione. Pam non sa reggere la profondità dei sentimenti di Hank. E puntualmente scappa. Da lui, da se stessa, dalle responsabilità di madre. La relazione si sbilancia, si fa autodistruttiva. Crescono la dipendenza reciproca e il bisogno di allontanamento. Questione di sopravvivenza, per entrambi. La Miller svela come ne sono usciti e salda un conto con se stessa.
20,00

HOTell. Storie da un tanto all'ora. Antologia di racconti

Libro: Libro in brossura

editore: Whitefly Press

anno edizione: 2014

pagine: 312

"Un libro concepito come un albergo a ore. Uno di quelli tornati, oggi, tanto di moda. Al banco della reception, il curatore/portiere assegna una camera a ciascuno dei 34 autori/clienti in cambio di una storia ambientata in un hotel de passe. Poeti e narratori nostrani e internazionali, confermati o esordienti, si sono dati appuntamento nella hall di HOTell. L'amore con i minuti contati è il filo rosso che si srotola lungo i corridoi dell'albergo. Dietro ogni porta, un'esperienza da sbirciare, origliare, intuire. Le stanze diventano teatro di altarini smascherati, apparizioni orgiastiche, iniziazioni all'(auto)erotismo, voyeuristici scatti fotografici, giochi di ruoli e giochi di dadi, incontri surreali ed esoterici, accoppiamenti futuristici, esilaranti perversioni, drammi e miserie umane, romanticherie d'altri tempi, amplessi patrocinati da Facebook... Dalle persiane delle camere filtrano le luci e le ombre dell'eros. L'hotel è al completo. Aprite quelle porte."
18,00

Lezioni di gioia

di Vladan Matijevic

Libro: Libro in brossura

editore: Whitefly Press

anno edizione: 2014

pagine: 160

Mona Aksentijevi non è una prostituta come le altre. Certo, è giovane, bella e spregiudicata ma per lei il sesso è una religione profonda, un credo professato anima e corpo. Ha fede nei propri ormoni e in una libido smisurata. La sua missione è ricevere e dare piacere. Sa creare dipendenza nei suoi clienti. Fa la bambina capricciosa, la donna vissuta, provoca con sarcasmo e sensualità. È orgogliosa della sua pessima reputazione. Non conosce pudori, può sembrare cinica ma è solo appassionata del proprio "lavoro". Le avventure di Mona sono talmente fantasiose ed esilaranti da sforare nel surreale. La "puttanella" impartisce vere e proprie lezioni di gioia, perché godere è innanzitutto gioire. L'orgasmo è vita, e Mona vuole scoppiare di vita! Nel sesso vissuto con devozione non c'è posto per la volgarità. I coiti avvengono a tempo di musica classica, al ritmo della poesia. Ma anche dove la natura chiama e i sensi rispondono.
15,00

Gin&Genio

di Dan Fante

Libro: Copertina morbida

editore: Whitefly Press

anno edizione: 2013

pagine: 160

"Gin & genio" raccoglie una selezione di poesie scritte da Dan Fante nell'arco di quasi vent'anni. Si tratta di un omaggio, tra il tenero e l'incazzato, alla memoria di Nicholas Fante, fratello maggiore di Dan, vittima dell'alcol. È un appello a non buttarsi via, a non sprecare il talento. Un messaggio di speranza da parte di chi, non solo è sopravvissuto all'inferno, ma ne ha fatto scrittura viva, ruvida di scomode verità. Nei suoi versi Fante jr racconta di una Los Angeles detestata e amata e di un'Italia che a tratti lo commuove, a tratti lo esaspera. Scrive di donne che gli hanno rovinato la vita, di buchi neri dovuti al gin e alla droga, di pensieri ossessivi e di sesso malato. Scorrendo le pagine ci s'imbatte a più riprese nel fantasma di John Fante. Il rumore dei tasti della vecchia Smith Corona del padre è per Dan un monito a non rinunciare, a credere nella scrittura come unica via. Fante ha dalla sua la rabbia e la disperazione come motori e stimoli alla creazione, ma non solo. C'è la fede, tutta laica, in un disegno superiore, in una spiritualità non sconnessa dal mondo.
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.