Collana DeriveApprodi - Ultime novità | P. 10

DeriveApprodi: DeriveApprodi

Skizomedia. Trent'anni di mediattivismo

di Franco «Bifo» Berardi

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2006

pagine: 94

Franco Berardi (Bifo) ricostruisce le esperienze multiformi che a partire dagli anni Settanta hanno portato alla nascita del movimento della comunicazione indipendente. Parte da una rivisitazione delle teorie mediologiche, dagli scritti di McLuhan e di Eco, di Debord e di Deleuze e Guattari, per raccontare la storia del movimento delle radio libere che ha il suo simbolo nella vicenda di Radio Alice, la mitica emittente che nel 1977 animò il movimento degli studenti. Descrive l'avvento della televisione nei comportamenti di massa negli anni Ottanta, e le prime esperienze video indipendenti.
13,00

Punire i poveri. Il nuovo governo dell'insicurezza sociale

di Loïc Wacquant

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2006

pagine: 288

La svolta punitiva delle politiche penali negli ultimi decenni non deriva dal semplice adagio "delitto e castigo". Annuncia l'introduzione di un nuovo governo dell'"insicurezza sociale" che tende a plasmare i comportamenti degli uomini e delle donne preda delle turbolenze della deregulation economica e della conversione dell'assistenza sociale in trampolino del lavoro precario. All'interno di questo dispositivo "liberale-paternalista" polizia e prigione ritrovano la loro funzione originaria: piegare le popolazioni e i territori insubordinati all'ordine economico e morale emergente. Questa politica della precarietà nasce negli Stati Uniti ed è qui che viene portato il lettore, alla ricerca delle origini di questo Stato carcerario.
18,00

Gli autonomi. Le storie, le lotte, le teorie. Volume 1

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2006

pagine: 459

Il 7 aprile del 1979 una gigantesca iniziativa giudiziaria accusò dirigenti e militanti dell'Autonomia operaia di essere il cervello organizzativo di "un progetto di insurrezione armata contro i poteri dello Stato". Il famoso "teorema Calogero", dimostratosi col tempo del tutto infondato, permise una repressione brutale tramite arresti di massa, detenzioni preventive nei carceri speciali, processi lunghissimi e condanne spropositate. Ma gli autonomi erano davvero solo un coacervo di estremismo irrazionale, violento e disperato?
25,00

Post-work. Per la fine del lavoro senza fine

di Stanley Aronowitz

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2006

pagine: 298

I saggi pubblicati in questo volume rappresentano una scelta significativa dell'ampia e varia produzione di Stanley Aronowitz, noto studioso marxista americano finora mai tradotto in Italia. La sua riflessione teorica ha inizio nei primi anni Settanta e si pone oggi al centro di un dibattito politico ed economico che travalica i confini degli Stati Uniti. Il tema di fondo della sua opera è la questione del lavoro, tanto nel senso di una critica del lavoro produttivo che in quello di un'indagine sulle possibilità del lavoro vivo, libero dalle costrizioni del capitale. Nel corso degli anni Aronowitz ha rivolto la sua analisi alla storia del movimento operaio americano; alle trasformazioni delle istituzioni statunitensi e delle forme di governo; alla scienza, alla tecnologia e all'affermazione del capitalismo cognitivo. Questo libro rappresenta un excursus in oltre quarant'anni di ricerca e tocca i temi fondamentali del percorso teorico di Stanley Aronowitz.
18,00

Il delitto non sa scrivere. La perizia psichiatrica tra realtà e fiction

di ANGELINI

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2006

pagine: 157

Gli autori di questo libro hanno scelto di analizzare una serie di perizie psichiatriche depositate presso i tribunali, perizie che si rivolgono tanto a piccoli fatti criminosi quanto a un vero delitto. Hanno scelto di analizzare e "sottoporre a perizia" proprio colui che detiene il più alto grado di scienza in un aula di tribunale, il criminologo. Di esercitare una critica su una figura - a cavallo tra psicologia, psichiatria, medicina e giurisprudenza che ha sempre più potere sul risultato di un processo. E hanno scoperto che chi scrive una perizia nella maggior parte dei casi proprio non sa scrivere; che ha già espresso un verdetto ancor prima dell'inizio del processo; che la sua analisi non è mai "oggettiva".
14,00

Città comune. Autogoverno e partecipazione nell'era globale

di Massimiliano Smeriglio

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2006

pagine: 186

Un libro sulla futura governabilità delle città a fronte delle mille contraddizioni che la attraversano. A partire da un'analisi storica sull'arte di governare le città, Smeriglio mette in alto rilievo le recenti teorie ed esperienze maturate dal cosiddetto "municipalismo partecipativo". Intrecciando locale e globale, queste esperienze sono espresse con una scrittura molto chiara e rigorosa. Al centro del libro è la delicata questione della partecipazione democratica di massa alla gestione del bene pubblico.
15,00

L'errore del maestro. Per una lettura laica dei Vangeli

di Brunella Antomarini

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2006

pagine: 93

Se leggiamo i Vangeli come farebbe un antropologo, senza sovrapposizioni religiose ci accorgiamo che raccontano un'altra storia, quella di un predicatore ebreo che annuncia l'imminenza del regno di Dio. Fatto oggetto di accuse poco chiare, si presenta privo di difese di fronte agli accusatori. Fallisce il suo scopo. Si era sbagliato. Lo crocifiggono. I Vangeli sono semplici documenti biografico-religiosi, che cercano di rendere conto di un fallimento. Prima di essere trascritti, venivano trasmessi oralmente, in un ambiente per lo più illetterato, passando il messaggio di bocca in bocca e modificandone il senso. È così che dal racconto doloroso di un fallimento, i discepoli e i seguaci, anziché disperdersi cominciano a elaborare un significato nascosto della storia insensata del maestro. Non hanno altro intento che questo. Non vogliono fondare una nuova religione, ma dare dignità al crocifisso. La storia narrata intreccia in modo inestricabile la diffusione della predicazione del maestro con la conclusione imprevista della sua vita. Questo fa dei Vangeli un testo incompiuto per essenza, da leggersi tra i testi, meravigliosi e complicati, sempre da rifare, così come è sempre da rifare la storia "sbagliata" del maestro. È dall'errore, per successive reinterpretazioni che nei secoli successivi nascerà una religione e verrà scoperto un nuovo valore morale, ma anche un nuovo strumento di oppressione politica. Tutto per sbaglio e per amore.
12,00

Da Marx a Matrix. I movimenti, l'homo flexibilis e l'enigma del non-lavoro produttivo

di Enrico Livraghi

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2005

pagine: 218

Nell'ultimo scorcio del Novecento s'installa al centro della scena mediatica una sorta di mitologia dell'immateriale, intrisa di venature neo-mistiche, in un clima di diffuso neoliberismo: quel clima vede l'irruzione, nella sfera della produzione, delle tecnologie informatiche e sembra segnare la fine dei processi di reificazione. Invece, proprio queste tecnologie riportano in campo la tematica dell'alienazione del lavoro. Con il consolidarsi del cosiddetto postfordismo viene in primo piano ciò che - per l'autore - è ovvio: la sofisticata macchina digitale non è meno reificante della catena di montaggio fordista. E proprio il "lavoro immateriale" è il più reificato perché è quello più subalterno alla tecnica e alla "merce immateriale" che produce.
17,00

Spinoza. L'anomalia selvaggia-Spinoza sovversivo-Democrazia ed eternità in Spinoza

di Antonio Negri

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2005

pagine: 396

Il volume raccoglie gli studi decennali di Negri sulla figura e il pensiero del filosofo seicentesco olandese Baruch Spinoza. Include la riedizione de "L'anomalia selvaggia", "Spinoza sovversivo" insieme ad altri scritti inediti. Completano il testo una postfazione e le introduzioni di tre illustri studiosi spinoziani: Gilles Deleuze, Pierre Macherey e Alexandre Matheron. Il volume, già edito dalle edizioni DeriveApprodi nel 1998, subito esaurito e mai più ristampato, viene qui riproposto.
24,00

Sul buon uso della pirateria. Proprietà intellettuale e libero accesso nell'ecosistema della conoscenza

di Florent Latrive

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2005

pagine: 139

Qual è la posta in gioco nascosta nella battaglia sulla difesa della proprietà intellettuale? I suoi paradossi sono sotto gli occhi di tutti: i brevetti sui medicinali non consentono di produrre farmaci a prezzi inferiori e un'intero pezzo di mondo muore per le malattie più banali; chi utilizza programmi di scambio peer-to-peer (per musica o film ad esempio) può essere punito come chi riproduce migliaia di CD su larga scala. Per Florent Latrive occorre riformulare il problema della proprietà intellettuale, trovare una mediazione tra la diffusione sociale di tecnologie e conoscenze e il diritto di creativi e ideatori a godere della propria innovazione. Ignorando le pretese degli intermediari e dei grandi produttori.
13,00

Nostra madre Oceano. Questioni e lotte del movimento dei pescatori

di Maria Rosa Dalla Costa, Monica Chilese

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2005

pagine: 140

Il patrimonio ittico complessivo è oggi sempre più a rischio. Le catastrofi ecologiche, risultato dello stravolgimento industriale e turistico degli ecosistemi, sono oggi sempre più frequenti. Alle vittime dell'indigenza si assommano le vittime delle catastrofi, come ha dimostrato il maremoto avvenuto di recente nel Sud-Est asiatico, il più tragico ed eclatante esempio di cosa stia accadendo al mare e agli ecosistemi marini nei tempi attuali. Il grande movimento dei pescatori, nuovo protagonista del movimento dei movimenti, pone al centro della propria battaglia la salvaguardia del legame organico tra il mestiere di pescatore e il mantenimento dell'ecosistema.
13,00

Ferite per sempre. La mutilazioni genitali femminili e la proposta del rito simbolico alternativo

di Lucrezia Catania, Abdulcadir O. Hussen

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2005

pagine: 226

L'infibulazione è una pratica dolorosa e controversa di cui si è molto discusso negli ultimi anni e che suscita, in genere, unanime condanna. La mutilazione dei genitali femminili è tuttavia un fenomeno su larga scala che coinvolge quelle popolazioni migranti che si vanno stabilendo in Italia. Lucrezia Catania s'impegna a fare chiarezza sulle origini culturali e sociali di un fenomeno che, paradossalmente, viene rivendicato come un "diritto" da coloro che ne sono vittime. La sua esperienza pluriventennale di ginecologa l'ha portata a contatto con migliaia di donne sessualmente mutilate; con sorpresa ha scoperto che molte di loro difendono tale pratica.
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.