Collana DeriveApprodi - Ultime novità | P. 9

DeriveApprodi: DeriveApprodi

Elogio delle vagabonde. Erbe, arbusti e fiori alla conquista del mondo

di Gilles Clément

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2010

pagine: 120

Panace di Mantegazzi, porracchia sudamericana, fico d'India, papavero sonnifero, poligono del Giappone, erba della Pampa... trasportate dal vento, dagli animali o dalle suole delle scarpe, anche nelle nostre contrade le erbe vagabonde hanno conquistato, con coraggio e vitalità, giardini, scarpate e terreni incolti. Eppure, le erbe vagabonde non hanno buona nomea: le si chiama anche erbacce, piante selvatiche, piante infestanti e spesso si vieta loro un diritto all'esistenza. Piante nemiche, ma davvero così pericolose? Gilles Clément, paesaggista francese e inventore del "giardino in movimento" nel quale coltiva felicemente queste piante dai nomi esotici, in questo libro sceglie di farne l'elogio. Di queste erbe racconta la storia, le origini, il modo in cui le ha incontrate. E spiega come l'uomo, i diserbanti, il cemento, i dissodamenti e le coltivazioni industriali abbiano permesso a queste piante randagie di insediarsi e crescere. Coniugando il talento del giardiniere a quello scrittore, in nome della difesa della mescolanza planetaria, ci consegna un libro dove letteratura e botanica coesistono a difesa della diversità. Un libro che è insieme una filosofia del paesaggio, e della relazione tra uomo e piante, e un manuale per imparare ad amare anche le erbe senza fissa dimora.
15,00

Mimmo Rotella. Reportages. Ediz. italiana e inglese

di Raffaella Perna

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2010

pagine: 96

A dieci anni dall'invenzione del décollage, Mimmo Rotella intraprende una nuova sperimentazione basata sulla riproduzione fotomeccanica delle immagini, dando avvio nel 1963 alla serie dei reportages. Decisivi nell'ambito del percorso dell'artista, questi riporti su tela emulsionata si configurano come evoluzione strettamente connessa e concettualmente affine al décollage: Rotella prosegue così la sua ricerca sul prelievo e sull'appropriazione dell'oggetto reale, utilizzando il medium fotografico come strumento e filtro per raffreddare l'emotività della prassi artistica, al fine di captare e «documentare» obiettivamente la realtà esterna indagata nei suoi processi comunicativi. Incentrato su questa fase nodale della produzione di Rotella, il volume ne ripercorre filologicamente la storia rilevandone gli aspetti cruciali, analizzati alla luce del contesto artistico nazionale e internazionale.
20,00

Fragili eroi. Ritratti d'artista

di Roberto Gramiccia

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2009

pagine: 233

Una raccolta di scritti su oltre ottanta fra artisti prevalentemente contemporanei e personaggi del mondo dell'arte. Figure in parte scomparse e in parte ancora attive. Stelle di prima grandezza accanto ad autori meno conosciuti. Una scrittura che fissa istantanee di uomini e donne colti nei loro rapporti fra arte, società e vissuto personale, rapporti spesso segnati da umana sofferenza, fragilità e potenza creativa. (Prefazione di Mario Monicelli)
30,00

Gli autonomi. Le storie, le lotte, le teorie. Volume 3

Libro

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2008

pagine: 347

Con questo terzo volume si conclude la "saga" dell'autonomia operaia, un'area rivoluzionaria che ha svolto un ruolo da protagonista negli scenari politici e culturali del nostro paese nel decennio Settanta dello scorso secolo. Dopo il primo volume sulle "narrazioni" e il secondo sulle "teorie" questo terzo si concentra sui rapporti che gli autonomi hanno intrecciato con le culture: la tecnologia, l'editoria, la letteratura, il cinema, la fotografia, i fumetti, la musica, il marketing e la pubblicità... Il DVD allegato contiene centinaia di documenti d'archivio: schede e copertine di libri, riviste, giornali, opuscoli, saggi storici. Inoltre: decine di fumetti, vignette, scritte e slogan, manifesti, canzoni. Centinaia di fotografie.
25,00

Manifesto per l'università pubblica

di AZZARITI-BURGIO

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2008

pagine: 95

Contro la crisi dell'università pubblica da tempo voci isolate o minoranze combattive manifestano il proprio dissenso e formulano proposte. Oggi, però, si tratta di una lotta per la sopravvivenza: la riduzione dei fondi, le misure che rendono pressoché impossibile l'inserimento dei giovani studiosi nel sistema di ricerca, la privatizzazione delle università sono le armi di un'eutanasia annunciata. Contro queste misure il mondo universitario si ribella. Dopo anni di torpore e silenzio gli studenti hanno ritrovato la voglia e la forza di manifestare. Queste le ragioni che hanno spinto alcuni docenti a riflettere sul presente, ma anche a rivendicare un possibile futuro per l'università pubblica e il sapere critico.
10,00

Perché non ci odiano. La vera storia dello scontro di civiltà

di Mark Levine

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2008

pagine: 314

Dopo svariati decenni di retorica politica si è arrivati allo scontro di civiltà. Il mondo diviso in due vede schierate, da un lato, le forze del bene - coalizzate per la difesa della libertà e della democrazia - e, dall'altro, l'asse del male - un'alleanza tra integralisti religiosi decisi a riportare al medioevo le lancette della storia. L'Occidente democratico e l'Oriente musulmano non sono mai stati tanto distanti. In questo saggio sul mondo arabo-musulmano, Levine mostra quale sia stato l'impatto della globalizzazione e delle pratiche neo-coloniali su una regione che si estende dal Nord-Africa al Medioriente, smantellando i luoghi comuni e i pregiudizi che sono alla base delle analisi dei neo-conservatori americani. La falsa contrapposizione tra "loro" e "noi" non solo è servita ad alimentare i peggiori fondamentalismi ma è stata il paravento dietro cui mascherare massacri e speculazioni economiche che continuano ad accrescere il potere e il controllo di una parte sull'altra.
20,00

La fabbrica del falso. Strategie della menzogna nella politica contemporanea

di Vladimiro Giacchè

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2008

pagine: 267

Perché chiamiamo "democrazia" un paese in cui il governo è stato eletto dal 20% degli elettori? Perché dopo ogni "riforma" stiamo peggio di prima? Come può un muro di cemento alto otto metri e lungo centinaia di chilometri diventare un "recinto difensivo"? Le torture di Abu Ghraib e Guantanamo sono "abusi", "pressioni fisiche moderate" o "tecniche di interrogatorio rafforzate"? Cosa trasforma un mercenario in "manager della sicurezza"? Perché nei telegiornali i Territori occupati diventano "Territori"? Rispondere a queste domande significa occuparsi di un grande protagonista del discorso pubblico contemporaneo: la menzogna. Se un tempo le verità inconfessabili del potere erano coperte dal silenzio e dal segreto, oggi la guerra alla verità è combattuta e vinta sul terreno della parola e delle immagini. Questo libro ci spiega come funziona e a cosa serve l'odierna fabbrica del falso.
18,00

Il mostro e la morte. Funzione politica della mostruosità

di Mark Neocleous

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2008

pagine: 150

Qual è la funzione politica della mostruosità? Qual è la natura della nostra relazione politica con la morte? Perché i "morti viventi" risultano così minacciosi? L'autore di questo libro analizza tali questioni all'interno delle tre maggiori tradizioni del pensiero politico moderno: quello liberale, quello comunista e quello fascista. E scopre che a unire queste correnti altrimenti contrapposte è proprio il comune interesse per la morte. Ognuna di esse stabilisce tra il mondo dei vivi e quello dei morti una relazione specifica che diventa di volta in volta l'origine della "conservazione", della "causa fascista" e della "speranza comunista". Il confine tracciato tra il mondo dei vivi e quello dei morti diventa così la sorgente di un pensiero della mostruosità che utilizza in funzione politica vampiri, zombie e morti viventi.
14,00

Per Gramsci. Crisi e potenza del moderno

di Alberto Burgio

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2007

pagine: 172

La storia della modernità e l'analisi della "crisi organica" della società borghese sono temi centrali dei "Quaderni del carcere". Questo libro ne approfondisce alcuni nuclei teorici fondamentali, mettendo in risalto il carattere dialettico del pensiero di Granisci. L'analisi del fascismo italiano sullo sfondo della complessità strutturale della società contemporanea; la teoria del cesarismo; il nodo dell'egemonia, indagato alla luce dell'ubiquità delle dinamiche egemoniche, sono passaggi cruciali di una lettura delle note gramsciane in cui si rivela essenziale il duplice volto della crisi: da un lato, irreversibile processo degenerativo responsabile dello scollamento dei corpi sociali, della delegittimazione delle leadership e della regressione autoritaria dei regimi politici; dall'altro, luogo di costituzione di soggettività critiche e di potenti istanze di trasformazione. Sullo sfondo dell'ambivalenza della crisi del "mondo moderno" si sviluppa quella ricerca di nuove forme di relazione sociale che rappresenta la più preziosa eredità dei "Quaderni".
14,00

Gli autonomi. Le storie, le lotte, le teorie. Volume 2

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2007

pagine: 476

Tra il 1973 il 1979 si concentrò la definizione dei paradigmi della produzione teorica e della sperimentazione pratica del progetto rivoluzionario dell'area dell'Autonomia operaia. All'elaborazione di questo progetto, attraverso il crescendo di un dibattito sempre più serrato, parteciparono componenti politiche, sociali e territoriali assai diverse. Questo volume tenta di rendere conto di quel processo attraverso la raccolta antologica di parte dei documenti che alimentarono quell'originale laboratorio di sapere sovversivo. Una dettagliata cronologia dei principali eventi politici e sociali dell'epoca fa da guida a una contestualizzazione storica dei temi dibattuti. C'è poi una "sezione internazionale" con contributi di autori da diversi paesi. Essa è nata intorno l'osservazione di un paradosso: mentre in Italia l'Autonomia operaia viene perseguitata, arrestata, incarcerata, dispersa, le sue teorie e le sue pratiche diventano terreno privilegiato di osservazione e riferimento per i movimenti di lotta nel mondo e per il pensiero critico. I suoi libri, le sue storie, i suoi autori vengono ormai tradotti in tutte le lingue. L'Autonomia diventa uno dei pochi "prodotti da esportazione" italiani, un po' come la Vespa degli anni Cinquanta o l'Armani degli anni Ottanta.
25,00

Hezbollah. Storia del partito di Dio e geopolitica del Medio Oriente

di Walid Charara, Frédéric Domont

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2006

pagine: 156

Nato nel 1982, dopo l'invasione del Libano da parte dell'esercito israeliano, Hezbollah, letteralmente il Partito di Dio, è diventato nel corso degli anni il principale attore della resistenza nazionale contro Israele. Gli sviluppi intervenuti sul piano regionale (la fine della guerra civile libanese e del conflitto Iran-Iraq) hanno spinto Hezbollah a integrarsi nel sistema politico nazionale libanese, raccogliendo da più parti il consenso per la sua lotta all'occupazione israeliana. Questo libro è una storia politica di uno degli attori più rilevanti della scena mediorientale. Non è infatti possibile capire la nascita di Hezbollah, la sua attuale esistenza e il sostegno di cui gode anche presso fasce non musulmane della società libanese, senza ritornare alla guerra civile che ha sconvolto il Libano alla metà degli anni Ottanta. Senza ripercorrere gli ultimi cinquant'anni in una delle regioni più conflittuali del pianeta. Senza fare un'analisi economica e geopolitica che tenga insieme tanto le trasformazioni dei paesi arabo-musulmani vicini quanto il succedersi di nuovi protagonisti sulla scena politica internazionale.
14,00

Skizomedia. Trent'anni di mediattivismo

di Franco «Bifo» Berardi

Libro: Copertina morbida

editore: DeriveApprodi

anno edizione: 2006

pagine: 94

Franco Berardi (Bifo) ricostruisce le esperienze multiformi che a partire dagli anni Settanta hanno portato alla nascita del movimento della comunicazione indipendente. Parte da una rivisitazione delle teorie mediologiche, dagli scritti di McLuhan e di Eco, di Debord e di Deleuze e Guattari, per raccontare la storia del movimento delle radio libere che ha il suo simbolo nella vicenda di Radio Alice, la mitica emittente che nel 1977 animò il movimento degli studenti. Descrive l'avvento della televisione nei comportamenti di massa negli anni Ottanta, e le prime esperienze video indipendenti.
13,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.