Editore AmicoLibro - Ultime novità | P. 10

AmicoLibro

Scusi, dov'è l'Ade? Ipotesi sulla storia antica della Sardegna

di Giorgio Saba

Libro: Copertina morbida

editore: AmicoLibro

anno edizione: 2016

pagine: 134

Un milione di abitanti - secondo il Prof. Giovanni Ugas, trecentomila secondo i suoi detrattori - ottomila nuraghi - forse erano molti di più - tombe di giganti, pozzi sacri, domus de janas, bronzetti, menhir, ziqqurat, navicelle, statue, spade, miniere; la storia può ignorare tutto questo? e poi...Scusi, dov'è l'Ade?
13,00

Il violinista del diavolo e altri racconti

di Marco Conti

Libro

editore: AmicoLibro

anno edizione: 2016

pagine: 100

Qual è il filo rosso che unisce un ingombrante disabile che vuole sentirsi uomo, una ragazzina di tredici anni derisa da una scuola intera, un uomo di settanta malato di leucemia, una ventiquattrenne che fugge dal marito violento, un cinquantenne di colore che si aggira con un ragazzino in una stazione termale e gli altri protagonisti dei nove racconti di questa raccolta? In questo inferno sulla terra il suo cantore o Caronte è Marco Conti, il violinista del diavolo, appunto.
12,00

Gianna. Lei, era mia sorella

di Carmen Salis

Libro

editore: AmicoLibro

anno edizione: 2016

Questo romanzo breve, autobiografico e malinconico, è un grido di dolore, una protesta contro chi ha il potere di migliorare la salute di coloro che l'hanno persa o di coloro che non l'hanno mai avuta. Una protesta contro chi non sempre ascolta i familiari dei pazienti e contro chi vede nei malati solo delle cavie per esperimenti. Carmen Salis ci stupisce con l'altra sé. Gianna era sua sorella, Gianna non è stata fortunata, era bipolare, dunque soggetta a sbalzi repentini d'umore. Carmen Salis racconta "Gianna" con un'introspezione narrativa fuori dal comune e permette al lettore di pensare alle proprie dinamiche familiari, a come solo da adulti si impara a perdonare se stessi, fratelli e genitori, anche attraverso la rabbia e la solitudine. Ci porta in un mondo dove i pregiudizi fanno spazio alla verità di eventi e intenti.
12,00

Le poesie non hanno nome-Los poemas no tienen nombre

di Anna Atzeni

Libro

editore: AmicoLibro

anno edizione: 2016

Nessuna vita è scontata. In primo luogo, perché non è scontato il vivere né tanto meno - il voler vivere. In secondo luogo, perché ogni esistenza può rivendicare la propria unicità ed extra-ordinarietà nel suo breve affacciarsi, con rapido guizzo, al bordo del nulla da cui presto sarà inghiottita di nuovo. Nella raccolta "Le poesie non hanno nome" il turbinoso groviglio esistenziale dell'autrice non appare scontato, però, anche per una terza ragione: la caparbia volontà, o insopprimibile necessità di non fare "sconti", appunto, al proprio sperimentare la vita fuori dai binari tracciati e dai limiti imposti (dalla famiglia d'origine, dal luogo di nascita, dalla lingua materna, dai codici sociali più comuni e accettati...) assumendo con fragile coraggio il rischio di farla deragliare, alla sofferta ricerca di una autenticità che, come la linea dell'orizzonte, si pone sempre un po' oltre lo sguardo mentre, muovendoci nella sua direzione, cerchiamo di raggiungerla.
12,00

Sketchbook3. Informazione tra sistemi: visceri, fascia e la qualità di coerenza ritmica «Fluidi-Cuore-Respiro»

di Francesca Palumbo

Libro: Copertina morbida

editore: AmicoLibro

anno edizione: 2016

pagine: 98

"Sembra che la coerenza dei ritmi tra fluidi, cuore e respiro induca una rimodulazione nel presente di passato e futuro... Detto altrimenti rilevare un segnale, uno stato, un sintomo nel presente significa osservare un evento passato, ma anche il germoglio di un divenire futuro. Intervenendo nel presente si modifica appunto il passato, ma anche il futuro in divenire... E questo può essere considerato un movimento sistemico "senza sforzo" che si può allenare consapevolmente attraverso il respiro dei diaframmi..."
13,00

Figlia di Tetide

di Maria Antonella D'Agostino

Libro: Copertina morbida

editore: AmicoLibro

anno edizione: 2016

pagine: 82

Tetide o delle radici è il senso primo e ultimo di questa raccolta di versi e Maria Antonella D'Agostino ce lo fa intendere immediatamente, come a ribadire che il futuro non può esistere se non si ha alle spalle un passato carico di fermenti, cioè di radici che permetteranno poi la crescita. Crescita dell'io e del mondo. Il libro è diviso in quattro sezioni, ognuna delle quali conferma e avvalora il concetto di radice (Radici interiori, Radici della vita, Radici della terra, Piccole radici), ma il linguaggio è unico, compatto, teso a cogliere l'essenza dell'umano e del divino nello scorrere lento del tempo. La poetessa osserva, medita, fa passare tutto attraverso la sua interiorità e poi fa fiorire nella parola (il concetto è ungarettiano) la propria vita e tutto ciò che le si muove attorno.
12,00

Prima dell'Ave Maria

di Gonaria Nieddu

Libro: Copertina morbida

editore: AmicoLibro

anno edizione: 2016

pagine: 82

12,00

Altro sballo

di Gesuino Mura

Libro: Copertina morbida

editore: AmicoLibro

anno edizione: 2015

pagine: 284

Ammuffiti dall'umidità, a Villa Gardenia, uno dei mausolei storici della città, abbandonato a se stesso e ai topi. Dal vociare che emerge dalle bancarelle che occupano il mercato, alla noia di quei ragazzi che vivono alla giornata e che hanno deciso che non c'è niente di sbagliato a trasgredire e sballarsi con la droga. Valerie Lefevre, detta anche la Monaca, è l'unica che non ha accettato di abbandonare se stessa, la sua fede e il suo futuro.
15,00

Hemingway non verrà

di Giorgio Binnella

Libro: Copertina morbida

editore: AmicoLibro

anno edizione: 2015

pagine: 112

Questa è la storia di un taglialegna, Paride Sabin, un ragazzo forte e coraggioso, con la testa piena di storie. Vive insieme a sua madre Leondina, vedova, in una cascina isolata a Collenero, ai piedi dell'Appennino. Un paese dove le giornate si allungano secondo un calendario diverso da quello della pianura. Il suo compagno di lavoro è un mulo che si chiama proprio Mulo, ed è l'unico a conoscere le sue storie. Perché Paride ne ha tante da raccontare, e vuole diventare uno scrittore. Un lunedì del 1958, Paride si presenta dalla signorina Bianca Cardon, presidentessa della biblioteca comunale di Collenero e curatrice del festival letterario: indossa l'abito buono del padre odorante di naftalina e ha ingrassato e pulito le scarpe che usa per salire e scendere dai monti. Le uniche che possiede. Quel giorno trova il coraggio per raccontare il suo sogno, che è quello di imparare a scrivere e a leggere.
10,00

Oro, corallo e arcobaleno

di Roberto Brughitta

Libro: Copertina morbida

editore: AmicoLibro

anno edizione: 2015

pagine: 114

1983. Ambrogio Rocchi, promosso maggiore dell'Arma dei Carabinieri, scopre la Sardegna. Dal continente, per mezzo di traghetto e corriera, giunge in una meravigliosa cittadina che lo lascia senza fiato e non lo farà pentire della scelta fatta: Bosa o meglio Calmedia. Qui incontrerà diversi personaggi singolari: Agostino, il pescatore; Carmelo, un ragazzino scaltro orfano dei genitori; Alessia, appassionata archeologa dagli occhi bellissimi; un misterioso uomo soprannominato Capitan Uncino; i due brigadieri che somigliano a Stanlio e Ollio; Leonta e il suo crocifisso di oro e corallo; Stefania e la sua Ducati nera e rossa; Maria Sole, ragazzina che riesce a intravedere da un occhio solo dei colori che dipinge in un suo arcobaleno personale.
10,00

Dietro il vento

di Francesco Cossu

Libro: Copertina morbida

editore: AmicoLibro

anno edizione: 2015

pagine: 348

Sarà Gerardo Santu, professore di lettere, a scoprire il corpo di una giovane donna nei bagni della scuola, che tutti i giorni lo vede presente nel suo meticoloso lavoro di docente. Ecco che inizia, per gli studenti del corso Sirio per ragionieri, per quelli delle due classi di futuri geometri e dei loro stessi docenti, un periodo che verrà movimentato dalla presenza dell'Ispettore capo Vittorio Corti e dei suoi uomini. Un giallo psicologico, quest'opera scritta da Francesco Cossu, che privilegia l'aspetto introspettivo, coinvolgendo il lettore nelle indagini di un ispettore impegnato in possibili e presunte speculazioni legate al business dell'eolico e in un omicidio che vedrà, protagonisti e non, impegnare un ruolo centrale nella narrazione.
15,00

Storie minime. Cagliari mi ha detto

Libro: Copertina morbida

editore: AmicoLibro

anno edizione: 2015

pagine: 162

"È una sera tipicamente invernale, fredda e umida, una di quelle in cui desidero solo stare davanti al caminetto a fissare il fuoco". Ecco l'incipit del primo racconto, la prima di trenta storie minime legate a un'isola che di storie sembra ne custodisca una sotto ogni pietra. Tutto, in quest'antologia di racconti, è legato all'isola: gli autori, il Cantiere di scrittura e l'Accademia d'arte che ospita il Cantiere. Di conseguenza, è naturale renderle omaggio immaginando di sollevare alcune fra le pietre più nascoste e consegnare al lettore queste piccole storie, per preservarle dall'oblio.
10,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.