Editore AMICOLIBRO - Ultime novità | P. 7

AMICOLIBRO

La linea morbida e lenta

di Isabella Floris

Libro

editore: AMICOLIBRO

anno edizione: 2016

13,00

Tra sogno e realtà

di Maurizia Sollai

Libro

editore: AMICOLIBRO

anno edizione: 2016

12,00

Tante fiabe

di Donatella Rossi

Libro: Copertina morbida

editore: AMICOLIBRO

anno edizione: 2016

pagine: 94

"Ciao a tutti. Mi presento... sono Donatella e vi racconterò dieci storie che ho scritto quando avevo la vostra età. Da grande ho incontrato Roberta dalle mani magiche. Lei ha dato vita ai miei racconti con i suoi incantevoli disegni. E ora eccoci qua! Siete pronti a tuffarvi in un mondo fantastico? Abbiamo tante altre storie in serbo per voi!!! E ora inizia l'avventura... Buon divertimento!" Età di lettura: da 8 anni.
13,00

Sa Levadora. La maestra di parto Sarda

di Ivan Murgana, Carmen Salis

Libro: Copertina morbida

editore: AMICOLIBRO

anno edizione: 2016

pagine: 114

Per conoscere meglio se stessi bisogna scavare nel proprio passato. Lo sa bene Peppino Setividas che torna in Marmilla per scoprire chi era Pietrina Murtas, la levatrice che aiutò sua madre a farlo venire al mondo. In questo viaggio scoprirà la storia di una donna fuori dal comune, che grazie alla sua incredibile forza d'animo, riuscirà a condurre la vita che vuole, pur dovendo combattere contro un destino avverso e contro i pregiudizi e le maldicenze della gente. Un racconto che apre lo scrigno dei ricordi di una Sardegna che non c'è più, ma che rivive nelle parole spese davanti al fuoco di un camino. La storia di una levatrice sarda, specchio dell'immagine dell'Isola che dovremmo custodire per non dimenticare mai chi siamo e da dove veniamo.
12,00

Da qui, si vede il mare

di Mirella De Cortes

Libro

editore: AMICOLIBRO

anno edizione: 2016

pagine: 144

"Una narrazione breve, scorrevole, con contenuti profondi e senza conclusioni moraleggianti, ma che inducono alla riflessione attenta della vita e del suo valore. Storie, dove i personaggi sono realisticamente collocati e individuati, in un contesto di vita concreto e attuale. Un talento, nel racconto, è quello di eliminare tutte le parti superflue e riuscire a trasmettere al lettore un'esperienza che entra a far parte della sua, come se l'avesse vissuta, perché reale appunto. Racconti evocativi, come lo sono la poesia e i dipinti di Mirella De Cortes, che con la dolcezza dell'arte riesce a farci sognare, emozionare e riflettere" (Carmen Salis).
13,00

Scusi, dov'è l'Ade? Ipotesi sulla storia antica della Sardegna

di Giorgio Saba

Libro: Copertina morbida

editore: AMICOLIBRO

anno edizione: 2016

pagine: 134

Un milione di abitanti - secondo il Prof. Giovanni Ugas, trecentomila secondo i suoi detrattori - ottomila nuraghi - forse erano molti di più - tombe di giganti, pozzi sacri, domus de janas, bronzetti, menhir, ziqqurat, navicelle, statue, spade, miniere; la storia può ignorare tutto questo? e poi...Scusi, dov'è l'Ade?
13,00

Il violinista del diavolo e altri racconti

di Marco Conti

Libro

editore: AMICOLIBRO

anno edizione: 2016

pagine: 100

Qual è il filo rosso che unisce un ingombrante disabile che vuole sentirsi uomo, una ragazzina di tredici anni derisa da una scuola intera, un uomo di settanta malato di leucemia, una ventiquattrenne che fugge dal marito violento, un cinquantenne di colore che si aggira con un ragazzino in una stazione termale e gli altri protagonisti dei nove racconti di questa raccolta? In questo inferno sulla terra il suo cantore o Caronte è Marco Conti, il violinista del diavolo, appunto.
12,00

Gianna. Lei, era mia sorella

di Carmen Salis

Libro

editore: AMICOLIBRO

anno edizione: 2016

Questo romanzo breve, autobiografico e malinconico, è un grido di dolore, una protesta contro chi ha il potere di migliorare la salute di coloro che l'hanno persa o di coloro che non l'hanno mai avuta. Una protesta contro chi non sempre ascolta i familiari dei pazienti e contro chi vede nei malati solo delle cavie per esperimenti. Carmen Salis ci stupisce con l'altra sé. Gianna era sua sorella, Gianna non è stata fortunata, era bipolare, dunque soggetta a sbalzi repentini d'umore. Carmen Salis racconta "Gianna" con un'introspezione narrativa fuori dal comune e permette al lettore di pensare alle proprie dinamiche familiari, a come solo da adulti si impara a perdonare se stessi, fratelli e genitori, anche attraverso la rabbia e la solitudine. Ci porta in un mondo dove i pregiudizi fanno spazio alla verità di eventi e intenti.
12,00

Le poesie non hanno nome-Los poemas no tienen nombre

di Anna Atzeni

Libro

editore: AMICOLIBRO

anno edizione: 2016

Nessuna vita è scontata. In primo luogo, perché non è scontato il vivere né tanto meno - il voler vivere. In secondo luogo, perché ogni esistenza può rivendicare la propria unicità ed extra-ordinarietà nel suo breve affacciarsi, con rapido guizzo, al bordo del nulla da cui presto sarà inghiottita di nuovo. Nella raccolta "Le poesie non hanno nome" il turbinoso groviglio esistenziale dell'autrice non appare scontato, però, anche per una terza ragione: la caparbia volontà, o insopprimibile necessità di non fare "sconti", appunto, al proprio sperimentare la vita fuori dai binari tracciati e dai limiti imposti (dalla famiglia d'origine, dal luogo di nascita, dalla lingua materna, dai codici sociali più comuni e accettati...) assumendo con fragile coraggio il rischio di farla deragliare, alla sofferta ricerca di una autenticità che, come la linea dell'orizzonte, si pone sempre un po' oltre lo sguardo mentre, muovendoci nella sua direzione, cerchiamo di raggiungerla.
12,00

Sketchbook3. Informazione tra sistemi: visceri, fascia e la qualità di coerenza ritmica «Fluidi-Cuore-Respiro»

di Francesca Palumbo

Libro: Copertina morbida

editore: AMICOLIBRO

anno edizione: 2016

pagine: 98

"Sembra che la coerenza dei ritmi tra fluidi, cuore e respiro induca una rimodulazione nel presente di passato e futuro... Detto altrimenti rilevare un segnale, uno stato, un sintomo nel presente significa osservare un evento passato, ma anche il germoglio di un divenire futuro. Intervenendo nel presente si modifica appunto il passato, ma anche il futuro in divenire... E questo può essere considerato un movimento sistemico "senza sforzo" che si può allenare consapevolmente attraverso il respiro dei diaframmi..."
13,00

Figlia di Tetide

di Maria Antonella D'Agostino

Libro: Copertina morbida

editore: AMICOLIBRO

anno edizione: 2016

pagine: 82

Tetide o delle radici è il senso primo e ultimo di questa raccolta di versi e Maria Antonella D'Agostino ce lo fa intendere immediatamente, come a ribadire che il futuro non può esistere se non si ha alle spalle un passato carico di fermenti, cioè di radici che permetteranno poi la crescita. Crescita dell'io e del mondo. Il libro è diviso in quattro sezioni, ognuna delle quali conferma e avvalora il concetto di radice (Radici interiori, Radici della vita, Radici della terra, Piccole radici), ma il linguaggio è unico, compatto, teso a cogliere l'essenza dell'umano e del divino nello scorrere lento del tempo. La poetessa osserva, medita, fa passare tutto attraverso la sua interiorità e poi fa fiorire nella parola (il concetto è ungarettiano) la propria vita e tutto ciò che le si muove attorno.
12,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento