Editore Ante Quem - Ultime novità

Ante Quem

La gestione del patrimonio culturale ...da un punto di vista smart

di Diana Neri

Libro: Copertina morbida

editore: Ante Quem

anno edizione: 2020

pagine: 52

La guida aiuta a comprendere quali sono gli aspetti che bisogna considerare per conoscere il patrimonio culturale e quali sono, al giorno d'oggi, gli strumenti necessari per gestirlo. Grazie alla Carta dei beni culturali e paesaggistici, alla Carta delle potenzialità archeologiche e a quella dei valori del paesaggio, vengono illustrate le finalità e le caratteristiche di questi strumenti e di queste procedure, mettendo in risalto il delicato rapporto esistente tra gli obiettivi della tutela e valorizzazione dei beni culturali e quelli della pianificazione del territorio. Uno strumento agile e indispensabile per orientarsi in una materia a volte difficile e intricata.
12,50

Votivi anatomici fittili. Uno straordinario fenomeno di religiosità popolare dell'Italia antica

di Fabiana Fabbri

Libro: Copertina morbida

editore: Ante Quem

anno edizione: 2018

pagine: 264

Gli ex voto anatomici fittili, manifestazioni tangibili della devozione popolare dell'Italia antica, emersi a migliaia fin dai primi scavi archeologici nel nostro Paese, ci raccontano di un fenomeno ancora poco conosciuto, ma assai diffuso e radicato tra le popolazioni etrusche e italiche di epoca medio e tardo-repubblicana. Questo materiale, considerato in genere di scarso valore dagli scavatori del passato, solo in tempi più recenti ha conquistato una propria dignità nella letteratura scientifica. Partendo dalle testimonianze archeologiche, l'indagine esamina questa peculiare espressione della religiosità popolare antica, che vedeva nella protezione della salute e della capacità riproduttiva elementi essenziali per la sopravvivenza, addentrandosi all'interno dei diversi aspetti del fenomeno alla ricerca delle sue implicazioni sociali, economiche e cultuali. Un'indagine sulle connessioni tra i luoghi di ritrovamento di queste offerte, spesso legate ai culti delle acque, e la presenza di affioramenti termali e di risorgive rivela significative coincidenze. A ciò si aggiungono nuove ipotesi su alcuni aspetti tipologici e paleopatologici del fenomeno, espressione "trasversale" di una devozione popolare tanto povera quanto suggestiva. Presentazioni di: Alessandro Sebastiani, Giulio Ciampoltrini e Paola Rendini.
19,00

Atlante dei beni archeologici della provincia di Ravenna

Libro: Copertina morbida

editore: Ante Quem

anno edizione: 2013

pagine: 304

Il volume è il primo di una serie dedicata alla catalogazione esaustiva dei beni archeologici della provincia di Ravenna. In questo caso l'attenzione è rivolta al paesaggio monumentale di epoca medievale. L'area è ben conosciuta soprattutto per i suoi monumenti di età tardoantica, e in particolare per le molte pievi ancora ben conservate; la densità delle emergenze, tuttavia, è molto più ampia, e include anche numerosi castelli e monasteri, a partire dai quali è possibile affrontare i temi dell'edilizia monumentale e dello sviluppo delle forme insediative su una lunga diacronia. Grazie a una schedatura completa, che recupera e pone a confronto i dati storici ed archeologici - la prima del genere, per questa zona - il Medioevo ravennate viene quindi ad assumere una nuova profondità. Le schede sono precedute da alcuni saggi che discutono lo stato della ricerca e le varie forme dell'insediamento.
35,00

Ocnus. Quaderni della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici

Libro: Copertina morbida

editore: Ante Quem

anno edizione: 2021

pagine: 220

«Ocnus. Quaderni della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici» accoglie, sulla base di rigorosi referaggi esterni, lavori dei docenti dell'omonima Scuola di Specializzazione di Bologna, lezioni e conferenze tenute da studiosi ospiti, ricerche degli allievi e contributi di specialisti di livello internazionale. Tenuto conto dell'ampio spettro di discipline della Scuola - dalla Preistoria all'Archeologia Orientale, dall'Archeologia Classica all'Archeologia tardo-antica e medievale, dall'Archeometria alla Bioarcheologia, dal Restauro all'Archeologia pubblica - «Ocnus» intende proporsi anche come sede aperta a contributi e studi di forte impronta antropologica e interdisciplinare.
40,00

Atti del 1º Convegno Internazionale di archeologia medievale nelle Marche (Macerata, 9-11 maggio 2019)

Libro: Copertina morbida

editore: Ante Quem

anno edizione: 2021

pagine: 400

Il territorio della Regione Marche fu teatro di alcuni degli avvenimenti storici che segnarono il tramonto del mondo romano e la lunga transizione verso il Medioevo. La fine delle ville romane, la Guerra Greco-Gotica e l'arrivo dei Longobardi furono i principali motori di una serie di processi che modellarono i profondi cambiamenti in cui furono coinvolte le città e le campagne. L'apporto dell'archeologia allo studio di quella cruciale fase storica è determinante, come emerge con assoluta chiarezza dai numerosi contributi inclusi negli Atti di questo Convegno di Archeologia Medievale nelle Marche, il primo dedicato all'archeologia postclassica nella Regione. Ad esso hanno partecipato studiosi provenienti da Marche, Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia, Friuli, Toscana e Veneto, che hanno presentato e discusso i risultati delle più recenti ricerche sul campo, affrontando i temi della storia urbana, del territorio, delle trasformazioni delle ville romane, dell'archeologia dell'architettura, delle produzioni, dell'archeometria e della numismatica.
38,00

«Animum pictura pascit» (Verg., Aen. I, 464). Abitare con le pitture nel Mediterraneo antico. Atti della 13ª edizione delle Giornate gregoriane (Agrigento, 29 novembre-1 dicembre 2019)

Libro

editore: Ante Quem

anno edizione: 2021

pagine: 280

Il volume raccoglie gli atti delle Giornate Gregoriane, prestigioso appuntamento scientifico annuale, giunto alla XIII edizione. Il tema generale, la pittura antica in ambiente domestico, è articolato in sessioni, secondo un criterio topografico che consente di recuperare una visione di sintesi e di valorizzare al contempo i singoli contesti. Comunicazioni e poster si soffermano sui sistemi decorativi in rapporto alla planimetria della casa, riflesso delle scelte culturali del dominus, prestando particolare attenzione alla documentazione e al restauro delle pitture, anche virtuale. Proprio l'adozione della tecnologia nella fase investigativa, documentale ed interpretativa rappresenta sicuramente il carattere più innovativo degli studi presentati durante le Giornate.
38,00

Ostra: archeologia di una città romana delle Marche (scavi 2006-2019)

Libro: Copertina morbida

editore: Ante Quem

anno edizione: 2020

pagine: 536

«Senza pensier di mentire (al creder mio si può tener per fermo) che questa fosse trà le più celebri dell'altre, che nelle Contrada situate fossero». Così Vincenzo Cimarelli nel 1642, nelle sue Istorie dello Stato di Urbino, scriveva parlando di Ostra. A più di 250 anni di distanza, il Ciavarini, descrivendo gli scavi che stava compiendo a Ostra per conto del Baldoni, ribadiva l'importanza e la ricchezza del sito. È dunque sotto questi auspici che, dal 2006, l'Università di Bologna, affiancata da quella francese di Clermont Auvergne, conduce scavi sistematici nell'area dell'antica città romana. Il volume vuole dare conto di quest'attività, presentando i risultati e traendo spunti inediti per raccontare la storia di Ostra, delinearne i tratti caratterizzanti e ricostruirne le trasformazioni intervenute nel corso del tempo, anche in relazione al contesto storico e geografico di questo settore delle Marche.
54,00

Beni da conservare. Forme di tesaurizzazione in età romana e medievale

Libro: Copertina morbida

editore: Ante Quem

anno edizione: 2020

pagine: 192

Come si custodivano i preziosi, le monete e i gioielli nell'antichità? Questa è la domanda alla quale cerca di dare una risposta il settimo volume della serie Ornamenta. Vengono analizzate in maniera pluridisciplinare le modalità di conservazione del materiale in oro e argento, ma anche in metalli non preziosi, facendo riferimento alle fonti archeologiche e iconografiche, oltre che ai documenti scritti. Si parla di mobilio, di salvadanai, di forzieri e casseforti, ma anche di veri e propri tesori e della mentalità che presiedeva al concetto di difesa e trasmissione delle proprie sostanze. In appendice sono state inserite la presentazione della collezione del Museo Archeologico di Siracusa e della collezione Garuti di manufatti e strumenti orafi
20,00

Nella terra dei confini e dei passaggi. Il paesaggio rurale di Biccari e i metanodotti Snam

Libro

editore: Ante Quem

anno edizione: 2020

pagine: 320

Il volume presenta i risultati delle indagini archeologiche effettuate fra il 2012 e il 2015 nel territorio di Biccari (FG), lungo i tracciati di due importanti metanodotti Snam: il Massafra-Biccari e il Biccari-Campochiaro. Per il Massafra-Biccari vengono presentate le importanti necropoli daune con tombe a tumulo di Masseria Festa e Pezza San Michele; per il Biccari-Campochiaro gli insediamenti di età romana e tardoantica di Le Mezzane-San Cataldo, Femmina Morta, di cui si descrive anche l'importante fase neolitica, e Pozzo d'Inverno. I dati presentati restituiscono un quadro di comunità di frontiera, in contatto con realtà culturali transregionali grazie alle vie di comunicazione che dalla costa portavano verso l'interno montuoso; lo sfruttamento agricolo dei terreni e la pastorizia erano le attività economiche principali, in un territorio la cui peculiarità geomorfologica ha determinato una continuità di insediamento dalla preistoria ad oggi.
44,00

The urban archaeology of early Kish. 3RD millennium BCE levels at Tell Ingharra

di Federico Zaina

Libro

editore: Ante Quem

anno edizione: 2020

pagine: 432

This research reconsiders one of the most important phases of the history of the ancient city of Kish.
46,00
10,00

Il monastero ritrovato. Continuità di devozione a Rimini nel complesso dell'ex Leon Battista Alberti

Libro: Copertina morbida

editore: Ante Quem

anno edizione: 2020

pagine: 248

I risultati dello scavo archeologico nell'area dell'ex Leon Battista Alberti di Rimini, in vista del recupero del complesso per ospitare i nuovi locali dell'Università, gettano nuova luce sul ruolo esercitato dalla cittadina romagnola nella formazione e nello sviluppo del monachesimo in Italia. L'inizio di questo fenomeno va collocato nel VII secolo d.C., in relazione alla costruzione di due cappelle absidate presso cui si concentrano testimonianze funerarie. A partire dall'XI secolo, la grande chiesa mariana e i locali destinati alle attività lavorative sono parte di un ampio cenobio urbano per il quale emergono confronti con i centri monastici più importanti dell'Europa medievale, dirette emanazioni delle casate regnanti longobarde e carolingie: Santa Giulia di Brescia, San Gallo, Novalesa, Cluny. Il volume è il risultato di un progetto di studio che ha coinvolto archeologi, ceramologi, antropologi e archeozoologi e ha permesso di restituire un quadro completo e variegato della quotidianità del monastero lungo i secoli, fatto di pratiche funerarie, assistenza ai malati e ospitalità ai pellegrini.
32,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento