Editore Antiga Edizioni - Ultime novità | P. 5

Antiga Edizioni

Terra e genio. Vite di valdobbiadenesi illustri

di Adriana Rasera

Libro: Copertina rigida

editore: Antiga Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 182

Preservare e divulgare l'eredità storica di una terra per trasmettere alle nuove generazioni il senso di appartenenza a una comunità e trarre insegnamento da chi ci ha preceduto. "La storia di Valdobbiadene è intimamente connessa - spiega l'autrice Adriana Rasera - a quella dei suoi figli. Ho voluto raccontare di uomini e donne che sono nati, o che si sono fermati, in questa terra e che hanno saputo distinguersi per ingegno". Un distillato di vite che l'autrice, giornalista e docente di comunicazione, ha cercato di sondare, ricostruendone le biografie, condensando le informazioni e utilizzando un linguaggio quasi cronachistico, in modo da consegnare al lettore un quadro il più esauriente possibile, con pagine corredate da foto storiche, per lo più inedite, e da foto artistiche, realizzate dai fotografi dell'associazione IMAGO. L'autrice ha voluto mettere in evidenza i tratti umani dei personaggi, attraverso una complessa e impegnativa ricerca delle fonti, a volte mancanti altre volte contraddittorie. Questo libro vuole essere un omaggio a tutta la comunità valdobbiadenese, al suo passato e a chi lo ha onorato.
30,00

Daniele Cima. Coming out

di Eugenio Alberti Schatz

Libro

editore: Antiga Edizioni

anno edizione: 2021

33,00
39,00

Motus animi continuus

di Daniele Macca

Libro

editore: Antiga Edizioni

anno edizione: 2021

35,00
23,00
18,00

Historical gardens, truth and fiction. Critical readings of historical models in the landscapes of the 20th and 21st centuries

Libro

editore: Antiga Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 307

"Giardini storici, verità e finzione" allude, con uno sguardo apparentemente ironico e ai limiti dell'irriverente, a quei momenti del secolo scorso nei quali si è fatto uso della storia per replicarne forme e modelli, arrivando a produrre vere e proprie copie di giardini, "falsi" che esprimono un'attitudine verso il passato che oggi possiamo rileggere con maggiore consapevolezza. Allo stesso contesto, tuttavia, appartengono anche molti esempi più convincenti, che rivelano sensibilità diverse, grazie alle quali il lavoro nel campo del giardino storico è avvenuto all'insegna della continuità, sviluppando interesse sia verso la conoscenza, sia verso un esercizio creativo di interpretazione critica della storia. A partire dai contenuti delle Giornate internazionali di studio sul paesaggio 2019 e di altri "cantieri" di ricerca e sperimentazione aperti dalla Fondazione nel periodo recente, si sono individuate alcune direzioni di approfondimento, sviluppate da diciotto autori in sedici contributi che ricostruiscono, per frammenti, una geografia complessa di relazioni, scambi e influenze reciproche molto fertili, che continuano ad alimentare anche la cultura contemporanea del giardino e del paesaggio e a ispirare interventi capaci di non congelare le forme del passato, ma di interrogarsi sulla continuità dei luoghi e dei contesti di appartenenza, e sulla presenza di coloro che li abitano e si prendono cura del loro futuro.
30,00

Cini. Venezia. Una storia a fil di lana

di Pietro Ruo, Sandro Zara

Libro: Copertina morbida

editore: Antiga Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 144

15,00

30ª Mostra Miniartextil 2021

Libro

editore: Antiga Edizioni

anno edizione: 2021

25,00

Metamòrphosis

Libro: Copertina morbida

editore: Antiga Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 92

Il catalogo di "Metamorphosis", mostra ideata dalla Fondazione Bortolaso-Totaro-Sponga, è una narrazione polifonica che disarticola una costellazione di voci, prospettive e saperi differenti. Le opere in mostra e presentate nel volume sono parte di un processo di contaminazione tra tecniche e media, tra tradizione e innovazione, riuso e ripetizione. La mostra è un tentativo di negoziazione con la tradizione e l'abilità di adattarsi e continuamente reinventarsi, misurandosi anche con le invenzioni tecnologiche. "Metamorphosis", a Como, presso Villa Olmo, è una ricerca che vuole fare il punto sull'arte tessile contemporanea: presenti opere di Kounellis, Buren, Hicks, Ferroni, Solakov, Donzelli, Arsanios e molti altri artisti.
20,00

Ultimate Landscapes. Quando la terra chiama

di Claudio Orlandi

Libro: Copertina morbida

editore: Antiga Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 148

L'inedita narrazione per immagini del fotografo Claudio Orlandi sui ghiacciai della catena Alpina e sulle strategie volte a preservarne la struttura e la presenza, invita a una riflessione globale sulla condizione del nostro pianeta in questo delicato momento storico. Ultimate Landscapes è un long-term project partito nel 2008 attraverso il quale il fotografo romano Claudio Orlandi, appassionato di montagna, riprende in differenti sessioni annuali l'evoluzione e la tecnica di "copertura" di questi ghiacciai, in sei campagne fotografiche i cui esiti sono esposti nella mostra dal titolo omonimo. Le fotografie colpiscono per la loro grande forza e carica estetica. Rivelano solo in un secondo tempo ciò che in realtà rappresentano: grandi teli che ricoprono montagne, solo avvicinandosi e osservando con attenzione, si notano specchi d'acqua e altri dettagli che poco alla volta svelano la natura del soggetto nell'ampio paesaggio alpino. I cambiamenti climatici - divenuti sempre più rapidi e intensi - hanno suggerito interventi per ridurre la sempre crescente fusione dei ghiacciai, che costituiscono una risorsa importante sia in ambito paesaggistico naturalistico che nelle attività legate all'alta quota. Così, nei mesi tra giugno e settembre, ampie superfici di nevi e ghiacci sono coperte con teli bianchi (geotessili) che le proteggono dalla radiazione solare. Dopo le prime sperimentazioni, il pluriennale utilizzo dei geotessili ha confermato la loro utilità sia nella conservazione di neve e ghiaccio, sia nel rallentare la tendenza alla frammentazione dei ghiacciai
30,00

Padova nel Dogon. Il Dogon a Padova

Libro: Copertina morbida

editore: Antiga Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 260

La cultura africana ha influito in maniera profonda e indelebile sulla modernità dell'Occidente, come ci ricorda il "periodo africano" di Pablo Picasso, collezionista di opere e sculture provenienti dall'Africa. L'Associazione Progetto Dogon Onlus è impegnata da anni in un cammino umanitario a favore del popolo della Regione dei Dogon, nel Mali. Il catalogo dedicato alla mostra "Padova nel Dogon. Il Dogon a Padova" - in occasione delle celebrazioni di "Padova Capitale Europea del Volontariato" - racchiude il lavoro di tanti anni in favore della popolazione africana, messa a dura prova dalla povertà, dalla penuria alimentare, dalla siccità e non da ultimi i mutamenti climatici e il terrorismo jihadista. Il segno tangibile di questo storico sodalizio è oggi visibile tra le pareti dipinte del Palazzo della Ragione di Padova e va letto come un segno di pace, di confronto e di collaborazione tra l'Occidente e l'Africa che, non dimentichiamo, è culla dell'Umanità. Una popolazione, i Dogon, ricchissima di tradizioni culturali, quali la loro arte e una cosmogonia cha da tempo li definisce per la loro conoscenza astronomica "figlia delle stelle", della quale in mostra sono esposti pezzi preziosi provenienti dalla collezione privata di Umberto Knycz.
20,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.