Il tuo browser non supporta JavaScript!

Apogeo Editore

Alla pace per strade diverse. La Grande Guerra in alcune città europee gemellate. Ediz. multilingue

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2019

pagine: 216

Ogni popolo spesso conosce la propria storia, ma non come la stessa è stata vissuta da altri popoli. Il libro nasce da un convegno che ha esaminato alcuni avvenimenti della Prima guerra mondiale nell'ottica delle nazioni che l'hanno vissuta su fronti opposti, cui hanno partecipato ad Adria alcune città europee gemellate: Ermont in Francia, Rovigno in Croazia, Lampertheim in Germania, Swidnica in Polonia, Chieri e Adria in Italia, Maldegem in Belgio. Anche dopo cento anni è difficile dimenticare la durezza della Grande Guerra, l'oppressione, le morti, gli odi, gli orrori che essa ha provocato. È importante che soprattutto i giovani, che sono stati tra i protagonisti del convegno, imparino dal passato a evitare gli errori, le chiusure, l'intolleranza, l'egoismo nazionale per costruire insieme un futuro di pace. Un libro dedicato ai cittadini di tutti i popoli europei, con l'augurio di diventare protagonisti di un comune futuro di collaborazione e di prosperità e in particolare agli studenti e agli insegnanti di ogni livello di scuola, perché possano conoscere come la tragedia della Prima guerra mondiale è stata vissuta nelle diverse nazioni.
15,00

Perché la paura di morire?

di Luigi Pavan

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2019

pagine: 156

Una riflessione "sulla paura della morte" come fondante aspetto dell'uomo, e sul perché di questo terrore visto che riguarda qualcosa che nessuno conosce, anche per stimolare un'attenzione a quello che succede in ognuno di noi nel gestire il destino che ci attende inevitabile, dall'inizio della vita. L'autore, docente di Malattie Nervose e Mentali e già ordinario di Psichiatria dell'Università di Padova, indaga senza la pretesa di essere scientifico, o filosofico, o moralista, ma rivolgendosi al pensiero di ognuno e alla consapevolezza che pone l'uomo di fronte alla scomparsa del sé personale e del proprio "mondo unico" destinato a scomparire. Nel libro un ampio ricorso a riferimenti letterari e a film permette di esemplificare vissuti sia particolari sia generalizzabili, perché i libri e i film sono vita vera.
15,00

A che punto è il giorno

di Saveria Chemotti

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2019

pagine: 196

Questa raccolta di racconti abbraccia un decennio di scritture brevi, tessere inedite che compongono un mosaico stravagante di giorni diversi, tra ieri e oggi. Sulle pagine, tra le righe, permane il riverbero di occhi che trasudano desideri, sogni, rimorsi, nostalgia, scoppi di risa, moti di pianto, perfino smorfie, ma che, soprattutto, riflettono su un percorso che rievoca variegate situazioni o esperienze nella vita di una donna. Così, tra dolore e ironia, realtà e immaginazione, Viola, Laura, Miriam, Enrica, Caterina, Daniela, Francesca, Marta, Fausta, Serena, e le altre protagoniste di queste pagine, provano a raccontarsi, scommettendo sulla loro versatile personalità.
15,00

Ariano nel secolo dei Lumi. Comunità, parrocchia, territorio (1700-1799)

di Aldo Tumiatti

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2018

pagine: 312

Una ricerca archivistica e bibliografica che approfondisce un tassello conoscitivo del passato della terra di Ariano, oggi tra le province di Rovigo e Ferrara. Diversamente dai lavori precedenti dell'autore, che trattano temi specifici (e comunque inseriti in un contesto più ampio, come le lotte contadine del primo Novecento, o il taglio di Porto Viro, o la questione dei confini nell'isola di Ariano), la periodizzazione è assai ampia (un secolo, il Settecento). Sono state individuate alcune linee guida (comunità, parrocchia, territorio, con le rispettive ramificazioni) alle quali ricondurre fatti e avvenimenti che rappresentano le chiavi di lettura per evitare il rischio della frammentazione. Per ottenere un quadro sufficientemente organico e, per quanto possibile, compiuto, i fatti locali sono collocati in un quadro di più ampio respiro, riguardante sia le strutture politico-amministrative (Stato pontificio, Legazione di Ferrara, di cui la Terra di Ariano era parte integrante), sia le sciagurate guerre di successione che sconvolsero la penisola nella prima metà del secolo.
15,00

Basta dolore e odio. No prison

di Livio Ferrari, Massimo Pavarini

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2018

pagine: 356

Questo volume argomenta, a più voci, un secco no al carcere. Il dire no al sistema carcerario deve essere compreso nel senso che la prigione non è ciò che si crede sia, infatti non è parte della soluzione al problema del crimine ma è parte del crimine stesso. Non ci sono alternative morali all'abolizione del carcere perché la crudeltà della condanna al carcere è un fatto innegabile. Un altro fatto innegabile è che non si può trovare la verità sulla prigione nelle relazioni governative e nelle promesse elettorali. La verità sulle prigioni sta nella conoscenza della carcerazione vissuta in tutto il mondo, dall'esperienza della stragrande maggioranza dei più di dieci milioni di carcerati del pianeta, costretti in spazi angusti, con gabinetti sporchi e pasti scadenti, in condizioni che alimentano la cattiveria, le malattie e la paura costante. Di fronte a questa situazione di esperienze di vita vissuta il no verso questo luogo di vendetta e odio è totale, tutto il resto sono solo pubbliche relazioni per un business a danno dei poveri.
15,00

Un ponte di parole. Antologia dei racconti del laboratorio di scrittura interculturale «Con le parole cambiamo il mondo»

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2018

pagine: 116

Questo libro nasce dall'incontro di giovani donne e giovani uomini di età e provenienze e con esperienze di vita a dir poco disparate che hanno partecipato a Treviso al laboratorio di scrittura interculturale "Con le parole cambiamo il mondo". Avere diciassette o trent'anni, essere nati e cresciuti in Africa o in Italia, avere origini moldave o colombiane, amare o meno il sushi non sono stati motivi di separazione bensì cemento per la costruzione di una narrazione collettiva. È così che una paffuta Alice ha potuto muoversi con perfetto agio nella città senegalese di Kenieba Djidjan e fare amicizia con lo schiavo Coulibaly, che Hamed ha teso una mano a un inedito Cappuccetto Rosso in una Mestre iper-contemporanea, che la strega ha venduto qualcosa di strano al contadino mentre i grandi della terra sfoggiavano i loro sorrisi migliori in favore della stampa...
10,00

X luglio 1866 l'Italia chiamò. Rovigo e il Veneto nel Regno d'Italia

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2017

pagine: 144

Il 10 luglio 1866 un'avanguardia del IV Corpo d'Armata del Regio Esercito Italiano entra a Rovigo, abbandonata nella notte dalle truppe austriache. Il capoluogo del Polesine è la prima città del Veneto liberata dalla dominazione austriaca. A più di 150 anni da quel momento storico, la memoria è andata sbiadendo avvilita da polemiche di natura politica e dal conseguente revisionismo che hanno indotto a non ricordare adeguatamente l'esito della terza guerra d'indipendenza. I Quaderni dell'Associazione polesana della stampa vogliono aprire lo scrigno dei ricordi storici per consegnare ai giornalisti e ai lettori una cronaca di quegli avvenimenti e un dibattito sull'importanza di quei giorni che sancirono, insieme agli accordi di pace e al successivo plebiscito, l'attuale assetto del Polesine, del Veneto e di Mantova nello Stato italiano. Una guida per comprendere e non dimenticare.
15,00

Adria, cuore antico del Polesine

di Antonio Lodo

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2015

pagine: 32

Il racconto della città di Adria dalle origini ad oggi nella sintesi di uno dei suoi maggiori studiosi. La storia di Adria è stata storia di riferimento di tutto il territorio bassopolesano dall'antichità fin oltre la metà del XX secolo. Oggi la "sua" storia va pensata e "costruita" nel quadro di un territorio che si va delineando in forme, modi, processi nuovi: processi che investono confini territoriali e assetti ambientali, strutture materiali e modalità nuovissime delle comunicazioni, rapporti economici e sociali; oltre che tendenze e costumi, stili di vita collettivi e privati molto lontani da quelli soltanto di qualche decennio fa. Non è tempo di inseguire anacronismi di passate fortune o supremazie, e non è tempo di rimpiangerne sterilmente la perdita. Quel senso congenito, un tempo sanguigno, di appartenenza orgogliosa, può nobilitarsi, negli Adriesi, fino a quella autocoscienza di cittadini che rende tale una città.
10,00

I barcari raccontano i cavallanti. Uomini e mestieri del '900 alle radici della nostra memoria collettiva, un passato dimenticato di cui siamo eredi

di Marina Bovolenta

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2019

pagine: 100

"Dopo l'alluvione del 1951 in Polesine, presso le osterie del paese, gli ultimi barcari di Corbola saldavano quello che ancora sopravviveva del loro antico mestiere con quello che volevano lasciare alla memoria collettiva: si raccontavano, trasformandolo nella loro epopea, un lavoro duro di viaggi, di esperienze commerciali e umane. Questo tra tossi da tabacco moro e l'intercalare dei giocatori di carte, sulle incerate umide dei tavolini in legno affumicato dalla stufa a carbone e dalla polvere del tempo. Ascoltavo da bambina queste storie all'osteria del nonno, poi ho continuato a sentirle per molti anni ancora durante i filò estivi: le serate erano un monologo nostalgico tra l'uomo di fiume e il suo passato, inesorabilmente fuori mercato col trascorrere del tempo.Da un filò estivo all'altro dei vecchi mestieri d'acqua del paese non è rimasta neppure l'ombra, perché i vecchi se ne sono andati tutti, perché i burchi non esistono più, perché le pigre bettoline di metallo, che hanno solcato il Po fino a poco tempo fa, già rimandavano l'immaginazione a uno stile di vita d'oggi, piatto e non evocativo." (L'autrice)
15,00

60 anni di Panathlon Rovigo 1959-2019. Olimpici, azzurri e campioni

Libro: Copertina rigida

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2019

pagine: 232

Questo volume segue quello pubblicato in occasione del 50° anniversario del Panathlon Club di Rovigo, confermandone la veste grafica e aggiornandone i contenuti. Dedicato ai 60 anni del Club, ne ripercorre il cammino dal 1959 al 2019. È una raccolta di contributi e di testimonianze che si apre con i saluti istituzionali e richiama poi sinteticamente gli eventi più significativi dei 60 anni di attività, ricordando i presidenti che si sono succeduti e le 550 conviviali ed iniziative svolte dalla fondazione del Club in poi con particolare attenzione all'ultimo decennio. La parte finale è dedicata agli atleti polesani: "Olimpici, azzurri e campioni". In un ampio capitolo le biografie di tanti protagonisti dello sport polesano, a partire da coloro che hanno partecipato ad Olimpiadi fino a quelli che hanno indossato la maglia azzurra.
20,00

L'estate dello storione. Un caso per la zia Rosaria

di Massimo Ubertone

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2019

pagine: 296

Bisinello, 14 luglio 1964: la giovane moglie del fornaio del paese viene trovata morta nella sua casa. Potrebbe trattarsi di un incidente domestico, ma i genitori sospettano del marito della ragazza, che non hanno mai visto di buon occhio perché si comporta in modo strano e soprattutto perché viene dalla Sicilia. Del caso si occupano Rosaria Puglisi e il nipote Totò. Lei è la prima donna avvocato della provincia di Rovigo, lui un impresario di pompe funebri per necessità e investigatore per vocazione. Per scoprire se c'è davvero un assassino e per dargli un nome i due non esiteranno a cacciarsi in situazioni pericolose e al limite della legalità. Sullo sfondo si intrecciano vicende di corna e di vero amore in un paesino sulle rive del Po popolato da personaggi divertenti e bizzarri. Una realtà arcaica e piena di pregiudizi dove Rosaria, bella, spregiudicata e agguerrita paladina dei diritti delle donne, porta una ventata di irriverente modernità: l'anticipo di un '68 ancora di là da venire.
15,00

Spazio e tempo in Gabbris

di Alfonso Malaguti

Libro: Copertina morbida

editore: Apogeo Editore

anno edizione: 2019

pagine: 72

Non è cosa semplice parlare di Gabbris Ferrari, artista proteiforme che ha percorso i vari campi dell'arte figurativa e del teatro, sempre alla ricerca dell'aletheìa. Nel testo si tenta un approccio "diverso" esaminando nelle varie opere di Gabbris gli aspetti che sembrano emergenti: il tempo, lo spazio, il viaggio, il fiume e l'acqua, il Polesine, la sua terra da lui amatissima e considerata la sua Itaca, la giovinezza, il suo modo sperimentale di fare teatro. Sono momenti che tornano continuamente e che caratterizzano le pagine del breve essai che non poteva non avvalersi delle numerose verifiche pratiche che si evincono dalle tavole e dalle illustrazioni riprodotte nonché dai bozzetti teatrali riportati. L'autore si augura che il lavoro costituisca un contributo per una più approfondita conoscenza di Gabbris, per tener viva la sua Weltanschauung attraverso la fiamma grande e inesauribile della sua arte.
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.