Editore Apollo Edizioni - Ultime novità

Apollo Edizioni

Nei tuoi panni. Racconti per i Medici con l'Africa Cuamm

Libro

editore: Apollo Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 158

"I racconti presenti nell'antologia offrono al lettore tracce di umanità di cui fare tesoro per la propria crescita individuale e collettiva, il cui valore aggiunto sta nella consapevolezza che nessun gesto di solidarietà sarà mai fine a se stesso e le distanze mai troppe per garantire il sostegno umanitario e la salute come diritto inalienabile di ciascuno". (dalla Prefazione di Laura Montuoro). L'antologia "Nei tuoi panni - Racconti per Medici con l'Africa Cuamm", edita dalla casa editrice Apollo, raccoglie i venti racconti vincitori del concorso nazionale omonimo, con finalità solidale, indetto dall'agenzia letteraria Grafèin.
12,00

Governare insieme. Uno spazio utile per gli amministratori locali. Volume 1

Libro

editore: Apollo Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 248

"Nel presente volume, primo di una specifica collana editoriale, sono stati inseriti i primi cinquanta articoli usciti nell'omonima rubrica "Governare Insieme. Uno spazio utile per gli amministratori locali" che viene pubblicata ogni martedì e giovedì, di cui mi è stata affidata la cura a gennaio di quest'anno e che ha fatto fin qui registrare la partecipazione di diversi autori, in particolare amministratori locali ma anche esponenti di primo piano della vita istituzionale nazionale che hanno inteso condividere le loro riflessioni, talvolta frutto di lunghe esperienze. Negli articoli finora usciti hanno trovato spazio in particolare le seguenti tematiche: sviluppo locale, sanità, ambiente, energie rinnovabili, questione meridionale, lavoro, urbanistica, giustizia, politiche sociali, fisco e finanza pubblica, turismo, polizia locale, cultura e beni culturali, sport. Ovviamente diversi articoli sono stati dedicati all'emergenza pandemica da Covid-19 il cui contenimento ha molto impegnato i Comuni e gli altri enti locali e uno spazio rilevante delle riflessioni è stato inoltre riservato come era giusto che fosse al tema dell'ambiente e della cosiddetta transizione ecologica, altra grande sfida del nostro secolo. Altri articoli hanno riguardato in generale le politiche di sviluppo locale, di gestione dei contesti urbani, anche metropolitani, e il funzionamento degli apparati burocratici e amministrativi degli enti, con particolare riferimento a quelli meridionali."(Dall'Introduzione di Francesco Lo Giudice)
15,00

Storia del Festival della canzone arbëreshe. Inserto 38° Festival, anno 2019

di Gennaro De Cicco

Libro

editore: Apollo Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 36

Spettacolo nello spettacolo a San Demetrio Corone, in occasione del Festival della Canzone Arbëreshe, grazie alla riuscita combinazione fra le nuove leve canore del panorama artistico arbëresh, che hanno presentato le dieci canzoni inedite del Festival e la professionalità della cantante, figlia d'arte, Irene Fornaciari, che al ritmo del soul/blues ha presentato al numeroso pubblico il suo brillante repertorio musicale. A fare da scenario alla manifestazione la cornice della millenaria abbazia di Sant'Adriano, impreziosita, per l'occasione dai colori artistici di Rajmonda Paloli (Albania).
5,00

Un curioso giocattolo

di Gennaro De Cicco

Libro

editore: Apollo Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 128

"Una bella, ricca testimonianza, questo libro. Sono pagine che ripercorrono, documentati, i progetti di un tentativo di rinascita, le emozioni di situazioni umane e culturali che tentarono di sfondare il muro del silenzio e del sospetto che, nonostante le difficoltà, riuscirono a portare avanti una condizione sociale per molti aspetti tenuta in disparte dalla così detta ufficialità, dal senso comune. Il mondo dell'Arbëria, soprattutto cosentino, è stato e, forse, è molto variegato, non sempre ha trovato un amalgama per comporre una linea guida unitaria, il bisogno di farsi ascoltare, di uscire dal confine campanilistico, ed è forse anche per questo che a un certo punto nacque una emittente radiofonica "Radio Libera Skanderbeg" (1977), fortemente voluta da un gruppo di amici di San Demetrio Corone. Gennaro De Cicco non si lasciò sfuggire l'occasione di collaborare [...]. Non dimentichiamo, inoltre, che Gennaro fu il primo presentatore del Festival della Canzone Arbëreshe nel lontano 1980, ruolo che ininterrottamente ha ricoperto fino al 2019. (Dalla presentazione a cura di Francesco Perri)
10,00

Favole filosofia e animali

di Isabella D'Isola

Libro: Copertina morbida

editore: Apollo Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 134

"Favole filosofia e animali" è una raccolta di dieci favole ispirate all'universo della filosofia. In esse i concetti cardini della storia del pensiero occidentale si fondono con gli intrecci narrativi abilmente intessuti dall'Autrice: si passa, allora, da una riunione che raccoglie le divinità di ogni tempo e di ogni religione alla prova d'astuzia di un povero asino che affronta i saperi della logica e della metafisica, dal cammello che incontra lo Zarathustra di nietzscheana memoria al gatto con il quale il filosofo greco Aristotele deve confrontarsi. Favole semiserie, ma attualissime. Destinate ai più giovani per approcciarsi ai concetti del sapere filosofico con leggerezza e spensieratezza, ma adatte anche agli adulti che vogliono guardare la filosofia da una prospettiva decisamente diversa e di certo non meno affascinante. Età di lettura: da 7 anni.
10,00

Il lupo Attilio e la cornacchia Zubedù

di Isabella D'Isola

Libro

editore: Apollo Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 88

In "Il lupo Attilio e la cornacchia Zubedù" le vicende dei due personaggi hanno come sfondo momenti della vita quotidiana vissuti in due ambienti completamente diversi tra di loro. Da una parte il lupo Attilio vive in un bosco in cui compaiono cavalieri erranti e cigni ballerini; dall'altra la cornacchia Zubedù, menomata dopo un incidente, vive nel piccolo parco di una piazza cittadina affollata di vecchietti e bambini. Le storie dei due protagonisti, si incontrano però, sul piano dell'amore, dell'amicizia e dello stare insieme. E come nella migliore tradizione, entrambe le avventure hanno un lieto fine. Età di lettura: da 4 anni.
10,00

Endometriosi. Storie ordinarie di donne straordinarie

di AA.VV.

Libro: Copertina morbida

editore: Apollo Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 228

Le quaranta storie ordinarie presenti nel volume, come quelle di tante altre donne sparse in tutto il mondo, parlano anche di ingiustizie, di licenziamenti sul lavoro, di un ignoranza che dal nucleo familiare si espande fino ad arrivare alla scuola. Pazze, esagerate, vittime, pigre, poco propense a sopportare un dolore "normale", questo e tanto altro sono costrette ad oggi a sopportare molte donne malate di endometriosi. Ed è tutto questo a rendere le storie straordinarie, basta leggere i racconti per chiederci "come" hanno fatto a combattere tutto il dolore fisico e affettivo di cui parlano, e immaginarci tante altre storie non trascritte nel seguente volume ma ugualmente esistenti.
17,00

Il segreto di vicolo delle belle

di Marika Campeti

Libro: Copertina morbida

editore: Apollo Edizioni

anno edizione: 2018

pagine: 534

"Il segreto di vicolo delle belle" ci guida in un viaggio nella medina di Tangeri dove Sarah, una ragazza in fuga dal passato, cerca di guarire le ferite dell'anima intrecciando una relazione con Hossam: un misterioso tessitore di tappeti che le farà vivere i preparativi del matrimonio berbero, travolgendola in una passione accecante. Ma la malattia di sua nonna Sofia richiamerà Sarah in Italia, e la metterà sulle tracce di un doloroso segreto celato trai vicoli antichi della città di Terracina. È proprio lì che andrà, per scoprire la verità sul passato della nonna, respirando il polveroso odore di un segreto impronunciabile. Il 4 settembre 1943 la città di Terracina veniva attaccata dal cielo: sotto i bombardamenti i destini di due donne si intrecceranno per sempre. È Nina a lasciare le tracce di un peccato inconfessabile: una donna nascosta tra le alte scale di vicolo delle belle, che tesse senza pietà il destino delle generazioni future. Una storia carica di tensione e colpi di scena, passioni clandestine, lussuriosi sospiri, amori impossibili, radici negate e prigioni invisibili. Riuscirà l'amore a perdonare tutto?
15,00

All'ombra di una foglia di pino

di Luca Cantarelli

Libro

editore: Apollo Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 320

Questo libro comincia con questo e termina in mare. Nel mezzo fluisce un fiume di cose, fatti, animali e persone. La corrente d'inchiostro trasporta a valle vicende piccole e grandi, belle e brutte. Ma in quelle acque, ora chiare ora scure, sguazzano pochi nomi, pochissimi. Anzi, a dir la verità ne vedrete soltanto uno saltare tra le pagine come un pesce che sfugga all'amo. Nel resoconto a seguire, infatti, tratto di uomini e donne che non vado a nominare. Non lo faccio per noncuranza. Non sono neppure mosso dal rispetto del diritto alla privatezza: basterebbe mascherare l'identità degli individui coinvolti dietro generalità fittizie. A Don Diego de la Vega era sufficiente una striscia di stoffa nera attorno agli occhi per celare al mondo chi fosse realmente Zorro. La scelta, se di scelta si può parlare, è riconducibile a una questione di memoria. Di cattiva memoria. Sono abbastanza fisionomico. Sono capace di riconoscere un volto a distanza di anni e vicissitudini. Guardo oltre le ferite inferte dalla vita. Mi concentro sullo sguardo. Tanto mi basta. Invece, ho difficoltà con i nomi. Fossi stato al posto di Adamo, il tempo impiegato dal Signore a creare il mondo (i canonici sei giorni più il settimo di riposo), io l'avrei sprecato a ricordare come caspita si chiamasse la mia compagna nell'Eden. Un nome però, uno soltanto, lo voglio trascrivere. Perché lo ricordo perfettamente. E perché rappresenta la parola d'ordine per varcare la soglia di questa storia. Non corrisponde a un appellativo di donna, né di uomo. Indica il luogo in cui tutto ha avuto inizio e fine. Questo luogo è un paese. Questo paese si chiama ... Ubino.
14,00

Un sacciu fiscari cu ri jirita. Non so fischiare con le dita. Poesie in dialetto altiliese

di Donato Sebastiano Bernardo Ciddio

Libro

editore: Apollo Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 136

Non so fischiare con le dita, negli anni cinquanta e sessanta, era giudicato dai compagni di gioco ed anche dai parenti una menomazione, in quanto le comunicazioni nelle campagne avvenivano tramite il fischio e la sua modulazione. Erano i cellulari dell'epoca e le rispettive suonerie. C'era il fischio di posizione, quello di richiamo e tante altre varianti usate dai pecorari. Ho voluto realizzare questa composizione dialettale che tiene insieme le poesie, i proverbi e i soprannomi affermando la assoluta superiorità del linguaggio, forse anche del brusio rispetto ai suoni acuti che in parte regolavano l'allora sistema di relazioni. Le poesie raccontano la vita vissuta in paese, sono delle fotografie in bianco e nero legate ai luoghi, ai costumi e agli atteggiamenti prevalenti tra gli anni cinquanta e gli anni sessanta. Non c'erano macchine per cui gli spostamenti avvenivano a piedi. Nelle famiglie dove non si possedeva un asino, un mulo oppure un paio di buoi i trasporti dei generi di prima necessità avvenivano prevalentemente con le ceste sulla testa delle donne adulte. La povertà era diffusa. Si salvavano il prete con le donazioni in denaro dei fedeli, il medico condotto che possedeva l'unica macchina e veniva pagato dal comune, i due o tre grandi latifondisti e gli artigiani necessari come i fabbri o i muratori e i falegnami. La maggior parte delle case non aveva il bagno, le strade non erano asfaltate e i vicoli del paese erano pieni di ciottoli. I coloni, i pecorari ed i giornalieri, persone che lavoravano a giornata prevalentemente zappatori, si sposavano giovani ed avevano molti figli per cui c'era il problema di sfamarli. Si camminava scalzi perché non si possedevano le scarpe. ...
10,00

Il sogno in gravidanza. Un testo accessibile per conoscere la psicologia della gestante attraverso i sogni

di Maria Carmela Terranova

Libro

editore: Apollo Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 70

Numerosi studi hanno confutato il pregiudizio che tutte le donne vivano un comune "stato di gravidanza", cioè che reagiscano alla stessa maniera a questo evento, manifestando gli stessi desideri, paure e sensazioni; la gravidanza è invece un evento personale, soggettivo in quanto è fortemente influenzato dalla situazione psicologica di chi la vive, infatti non è la condizione della gravidanza in se stessa che induce degli effetti mentali nella donna, ma solo la consapevolezza di essere incinta alla quale la donna reagisce in modi del tutto differenti. L'atteggiamento della donna nei confronti della gravidanza è sempre ambivalente: può accoglierla con gioia e insieme temerla, apparire felice e in cuor suo odiarla, sconvolta da fantasie inconsce che hanno radici nelle lontane esperienze infantili; la gravidanza quindi rappresenta sempre un turbamento e se si tratta della prima segna una tappa importantissima nella vita della donna e, nel medesimo tempo, per colei che l'ha accettata con gioia è un'esperienza felice e ottimistica nei riguardi del futuro; per molte donne che l'hanno desiderata e vissuta positivamente costituisce un periodo di benessere e di appagamento, che deriva dalla certezza di aver finalmente conseguito la propria realizzazione, e il sentimento di inferiorità che le portava ad auto-criticarsi viene tacitato per sempre.
10,00

Oltre lo sguardo

di Annamaria Farricelli

Libro

editore: Apollo Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 110

Oltre lo sguardo è la ricerca di quella linearità che si scontra inevitabilmente con la effimerità di cui è fatta la materia umana. La vita è metamorfosi, è perdita, è turbamento. Annamaria si muove in questo dispiegarsi di sogno e realtà, specchio del conflitto interiore dell'animo artistico che cerca quelle ali per librarsi in volo. L'arte poetica permette ad Annamaria di ascoltare la sua anima ed il suo silenzio. Un silenzio placido, che va "oltre lo sguardo" che arresta l'affanno del cuore, che oblia i turbamenti e che, attraverso una simbiosi ritmico espressiva, unisce i significati linguistici con l'intensità delle emozioni. Oltre lo sguardo presenta una poesia che omaggia, aiuta a riflettere, ricorda."
10,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.