Editore Araba Fenice - Ultime novità

Araba Fenice

Mario Lanzo, mio padre. Una vita fra sindacato, politica e territorio, per il progresso sociale

di Ruggero Igor Lanzo

Libro: Copertina morbida

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2021

pagine: 368

"Igor Lanzo, in modo certosino è riuscito a cogliere il nesso che c'è tra una scelta di vita individuale ed i processi storici nei quali il padre Mario è stato protagonista. Gli appunti ed i manoscritti di suo padre assieme alle decine e decine di testimonianze hanno contribuito non poco alla riuscita dell'impresa, sicuramente faticosa ma molto qualificante che ha il pregio di ripercorrere molte vicende del novecento fino ai giorni nostri e rappresentano una testimonianza di valore. Mi auguro che molti leggano il libro a partire da coloro che oggi sono in CGIL e nel Sindacato in generale perché i fatti riportati ed i contenuti espressi ricostruiscono una memoria storica che non dovrebbe mai essere dispersa". Prefazione di Pier Mario Borgna
20,00

Storie del territorio

di Paola Scola

Libro: Copertina morbida

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2021

pagine: 270

"Piccoli, grandi personaggi che sulle pagine del quotidiano hanno raccontato le loro terre, le tradizioni di cui sono custodi, le originali attività che rivelano paesi altrimenti sconosciuti ai più. Come la microcomunità di Briga Alta, dove "resiste" tutto l'anno solo un coraggioso pugno di abitanti. Oppure Perlo: Simona Rossotti e la mamma Graziella Franco si sono sfidate per il posto di sindaco. Bagnasco ha svelato il saraceno "Bal do Sabre" con la sua anima, Beppe Carazzone. Il sindaco e memoria storica di Ormea, Giorgio Ferraris, ha descritto il museo allestito da Giampiero Bologna nella vecchia osteria di famiglia per ricordare lo zio Mario, disperso in Russia. E ancora Ede Crivella di Garessio, la maestra che adotta gli animali selvatici, o l'alpino-chansonnier e avvocato monregalese Giancarlo Bovetti. È innamorato della natura Pietro Lugliengo, 28 anni, farmacista di Dogliani, che ha studiato le erbe e ne divulga i segreti, appresi anche dall'esperto di botanica cebano, Giordano Sciarra, che di anni ne ha 88. Sulla collina di Torresina, Mario Raimondi ha trasformato una barca in B&B, mentre a Lisio un gufo ha scelto come casa il gelso secolare di Carlo Bava. Le "Storie del territorio" sono diventate tante. Hanno portato le bocce quadre di Mondovì dalla Stampa su radio e tv...".
18,00

Un lungo viaggio. I paesi, le valli, il partito, la gente

di Lido Riba

Libro

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2021

pagine: 380

Il libro si riferisce ad "un lungo viaggio" nell'impegno sociale e politico, dal 1950 al 2020, visto attraverso vicende conosciute e in molti casi personalmente vissute dall'autore riguardanti la vita della borgata (una frazione di Caraglio, fondovalle della Valle Grana), il mondo rurale, la trasformazione del territorio montano, lo sviluppo economico e le battaglie del movimento operaio e del PCI. Una parte significativa è dedicata al percorso formativo nelle istituzioni scolastiche del '900, alla ricerca del lavoro e all'esperienza professionale vissuta nel mondo della scuola, prima come segretario economo (ora si dice direttore amministrativo) di una grande scuola e poi come funzionario direttivo del Provveditorato agli studi. Il racconto mette assieme momenti di vita personale famigliare ed esperienze dell'autore: militante, sindacalista del mondo contadino, segretario della Federazione del PCI e poi dirigente politico PDS e DS del Piemonte. Il partito, oggi, non è più quello rievocato in molti capitoli del libro, ma merita di essere ricordato come parte importante e viva della storia della provincia cuneese e del Piemonte.
18,00

Lorenzo l'astronauta in CAA

di Luca Molinero

Libro

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2020

pagine: 48

Nell'incontro tra il folletto Piluca'x e Lorenzo nasce un'amicizia sincera e insieme il desiderio di dare una voce a chi non ce l'ha. Lorenzo diventa così il protagonista di un'avventura straordinaria fra cielo e terra. CAA: la Comunicazione Aumentativa Alternativa è un approccio dai vari volti, ma dallo scopo univoco di offrire alle persone con bisogni comunicativi complessi la possibilità di comunicare tramite canali che si affiancano a quello orale. Età di lettura: da 6 anni.
15,00

I misteri delle Langhe. Diciotto saggi brevi fra enigmi, storia, leggende e letteratura

di Maurizio Rosso

Libro

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2020

pagine: 182

Un libro che racconta le langhe in modo piacevole e divulgativo, attraverso leggende e miti medievali e moderni, fino ai misteri contemporanei. Le Langhe non esistono sulla carta geografica politica: sappiamo che sono in Piemonte, per la maggior parte in provincia di Cuneo con una parte più piccola in provincia di Asti (cosiddetta Langa astigiana) e che però con Cuneo e le sue montagne, distanti oltre 60 chilometri, hanno poco in comune. Le Langhe sono un'espressione geografica di natura geologica, identificabili solo come territorio. Il primo mistero irrisolto sta proprio nel nome.
18,00

La pelle del coniglio

di Renzo Balbo

Libro: Copertina morbida

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2020

pagine: 160

Un romanzo partigiano, ma ancora prima una storia ribelle: al Male, alla dittatura, alle convenzioni della letteratura e del narrare. La Storia sorprende una generazione in mezzo al guado della giovinezza, portando amicizie che si saldano per sempre e tradimenti che non avranno perdono. Fra agguati nei boschi, combattimenti all'ultimo sangue, lunghe attese del nemico, silenzi di colline e di sguardi, un ragazzo diventa uomo, insieme ai suoi compagni d'arme. Difficile sapere a chi spetta il ruolo dell'eroe nel buio della notte, sulle colline delle Langhe, un giorno d'inverno del 1944. Renzo Balbo recupera le memorie di ragazzo per farne un racconto senza tempo.
16,00

C'era una volta la FIAT

di Salvatore Corso

Libro: Copertina morbida

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2020

pagine: 382

L'autore ha trascorso oltre trent'anni di vita in quell'azienda con il medesimo sentimento che lega un uomo alla sua famiglia. Un libro rigoroso nel ricordare i fatti, in cui Corso si è preso la libertà di commentarli, di esprimere opinioni personali, con l'impegno a narrarli con fluidità discorsiva, come fosse un romanzo. Il racconto è condotto con occhio critico, talvolta distaccato, a partire dal contesto trovato al momento dell'assunzione, nel 1972, seguendo le evoluzioni degli anni 80 e 90, fino alla fine del suo rapporto di lavoro, con l'avvento di Marchionne. I giovani di oggi che vivono in un mondo digitalizzato resteranno sorpresi nell'apprendere come si comportavano allora gli uomini al comando e come si svolgeva il lavoro quotidiano d'ufficio agli inizi degli anni '70. Evidenziarne le abissali differenze è come accendere un fiammifero nel buio del passato. Una narrazione di come il mondo cambia, come nulla è mai statico e non è mai consentito adagiarsi sul gradino raggiunto. L'insegnamento che se ne trae aiuta a guardare al domani sull'onda della genialità umana e scoprirne giorno dopo giorno i passi in avanti. Una storia aziendale che si confonde con la storia italiana di fine '900.
20,00

Severina Javelli. Lettere 1890-1914. Marinetti, Massenet, Scarfoglio, Perivier, Ojetti: gli uomini di una vita tra l'amore e il bel canto

di Armando Pautasso

Libro: Copertina morbida

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2019

pagine: 232

Una parte considerevole delle lettere, oltre 300, indirizzate circa un secolo fa alla cantante, sono state conservate dopo la sua morte. Gli autori delle missive erano, oltre a Scarfoglio, gli amici, le personalità e gli spasimanti che Severina ebbe modo di conoscere durante i suoi concerti e nei salotti dell'alta aristocrazia di allora. Il prezioso carteggio contiene infatti decine di manoscritti autografi del compositore Jules Massenet, una sessantina del giovane Massenet, una sessantina del giovane Marinetti, una quarantina di Edoardo Scarfoglio e altrettante di Antonin Périvier, che fu codirettore del quotidiano parigino "Le Figaro" e della rivista "Gil Blas". Vi sono po missive dello scultore Leonardo Bistolfi, altre di giornalisti, commediografi e musicisti, senatori del Regno, funzionari ministeriali, professori universitari, una lettera di un vescovo e una di Matilde Serao. L'epistolario, gelosamente custodito con una sorta di pudore dall'affascinante artista cuneese, copre un periodo di circa 25 anni: dal 1890 allo scoppio della Prima Guerra Mondiale.
20,00

Fuga dalla civiltà umana....e timido ritorno. Storia dei fratelli Pelazza che scelsero i monti tra l'alta Val Tanaro e il mare

di Zaccaria G., Enrico G.

Libro: Copertina morbida

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2019

pagine: 114

Questa è la storia incredibile ma vera di due fratelli (conosciuti anche come fratelli Cacino dalla borgata di Ormea dove sono nati) che verso la fine degli anni '70 hanno deciso di vivere "alla macchia", fuggendo da tutti e da tutto, percorrendo i boschi e le montagne della Valle Tanaro e della Liguria fino al 1993, anno in cui si sono insediati definitivamente ad Armo (sopra Imperia), storia che, in realtà, non si è mai veramente interrotta.
18,00

Il cuore celtico dell'Augusta dei Taurini. Il ruolo dell'astronomia nella fondazione della Torino delle origini

di Piero Barale, Giuseppe Veneziano

Libro: Copertina morbida

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2019

pagine: 252

Taurasia è un'antica ed ancora oggi enigmatica contrada che lo storico greco Appiano di Alessandria definì "oppido celtico". Una fortezza posta in un contesto eccezionale, vicino all'approdo sul Po, dove secondo la leggenda avevano attraccato le navi di eroi egizi e dove erano sorti i primi culti del luogo, come quello di Iside. Un percorso a tappe, quindi, che dietro alla riscoperta di una città perduta c'è un testardo lavoro di ricerca e di confronto che ci porterà a credere nell'incredibile. L'Augusta Taurinorum era quindi una città-simbolo, un manifesto ideologico del principato augusteo, dove entrava in gioco la meccanica celeste plasmata al suolo attraverso la disposizione urbana dell'antica città.
18,00

L'ombra del nostro amore

di Gloria Pellegrino

Libro: Copertina morbida

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2018

pagine: 624

Una storia d'amore. Ma non una storia qualsiasi. Siamo nella Germania nazista, ed una famiglia italiana (ma ebrea) vive una vita quasi normale. Fino a quando succede l'impensabile: scoppia la passione tra un ufficiale delle SS e la giovane Gloria. Una passione impossibile, contro ogni logica ed etica. Ma l'amore non guarda il bene e il male. È amore, senza alcun senso. Il racconto si svolge alla fine del conflitto, in parte nel campo di concentramento di Auschwitz.
19,00

Il vento dietro agli ultimi

di Pina Mosca

Libro: Copertina morbida

editore: Araba Fenice

anno edizione: 2018

Il Cuneese non è più isola felice da molto tempo. La pressochè piena occupazione appartiene al passato. La crisi economica globale che ha squassato a inizio millennio il mondo intero ha raggiunto e ferito anche questo lembo di Paese. Protagonista è Piera Gullino, operaia tessile prima e sindacalista di lungo corso poi. Piera rivendica per sè la definizione di bougia nen che è non la deprecabile, ottusa immobilità spesso attribuita ai piemontesi bensì l'auspicabile fermezza di propositi e di comportamenti che dovrebbe connotare le persone di carattere. Piera è un frammento del Novecento migliore sbalzato nel nuovo millennio perché continua a sostenere e difendere valori che si vorrebbero desueti: giustizia sociale, libertà personale, responsabilità, rispetto.
16,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.