Il tuo browser non supporta JavaScript!

ARACNE

L'Europa e l'economia del cortile. Con il racconto breve Non è successo ma poteva succedere

di Martino Lo Cascio

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2019

pagine: 288

L'obiettivo del volume è quello di catturare l'attenzione di giovani e meno giovani su problemi attuali e di prospettiva, superando la scorciatoia di un tweet e senza pretese di approfondimento analitico. L'intento è scrivere una favola sull'oggi e su come ci siamo arrivati, con tutta l'inevitabile soggettività dell'osservatore; insomma, una sorta di pittura riflessa in puzzle, le cui tessere si appoggiano a uno o più metodi. Presentazioni di Alberto Cassone e Claudio Mazziotta.
20,00

Libertà personale e bene comune. Cinque rivoluzioni per lo sviluppo integrale dell'uomo nel mondo

di Ernesto Baroni, Giorgio Rivolta

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2019

pagine: 508

Nello sforzo di superare modelli sociali storicamente fallimentari o ancora imperanti, gli autori propongono una società imperniata su "cinque rivoluzioni": dall'autorità fuori di sé a quella della coscienza personale; dalla cultura come possesso del sapere a quella che ricerca della verità col dialogo; dalla politica come rapporti di forza a quella come interrelazione; dall'economia come sfruttamento a quella come realizzazione dei progetti umani; dalla sovranità degli Stati a quella personale.
25,00

Il posto dei fichidindia. Storie elbane quasi tutte vere

di Pier Luigi Luisi

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2019

pagine: 372

Storie locali e come tali universali ed eterne, ambientate all'Isola d'Elba, raccolte dalla viva voce di pescatori, minatori e vecchie donne elbane ammantate di nero. Ogni storia trova il suo posto lungo l'asse temporale di un'unica narrazione continua nell'arco di oltre un secolo e mezzo, tra episodi di vita quotidiana e lotte politiche di anarchici focosi, lasciando spazio a tenere storie d'amore, sullo sfondo di un mare azzurro solcato di vele antiche e di una costa ricca di fichidindia...
17,00

Diritti e potere nella storia. Dalla Magna Carta alla Carta Europea

di Carlo Corsetti

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2019

pagine: 604

Tra diritti umani e potere politico esiste un rapporto dialettico, tale che, nella loro urgenza di soddisfacimento, i diritti tendono a limitare il potere, che, nella sua ricerca di consolidamento, tende invece a limitare i diritti. Evidenziato e chiarito, anzitutto per via etimologica, questo conflitto perennemente latente e oscillante tra repressione e rivoluzione, il volume ricostruisce i diversi contesti storici, in cui sono state redatte e proclamate tutte le grandi carte declaratorie dei diritti umani, riportate in lingua originale e in una nuova traduzione italiana, che nel caso del Manifesto di abbandono nederlandese e della Legge dell'Habeas corpus inglese risulta essere storicamente la prima. Si giunge così alla scoperta dell'enorme importanza che ebbe quel Manifesto di abbandono, poiché esso fu ispiratore e modello del Bill of Rights inglese e della Dichiarazione d'indipendenza degli USA. Analogamente, dalla lettura comparata dei testi, emerge che tra Germania e Italia esiste un parallelismo giuridico, che dalle rivoluzioni e costituzioni del 1848-1849 giunge, attraverso le leggi razziali naziste e fasciste degli anni Trenta del Novecento, fino alle costituzioni del 1948-1949, contemporanee alla Dichiarazione universale dei diritti umani e come questa ispirate e imposte dal rifiuto delle violenze commesse e subite durante la guerra mondiale. Da questa stessa tragica esperienza ha ripreso forza e slancio il processo d'integrazione europeo, qui ricostruito con puntualità e ampiezza nei suoi fallimenti come nei suoi successi, fino alla proclamazione della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea, con cui il potere politico s'impegna a rispettare i diritti delle persone e le autorizza a citarlo in giudizio davanti a una corte indipendente da esso.
30,00

La procedura civile in Italia nei primi anni del XX secolo. Lessona, Chiovenda e Calamandrei nel tempo del primato di Mortara

di Paolo Spaziani

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2019

pagine: 92

Il volume intende analizzare le vicende scientifiche e accademiche che accompagnarono nei primi anni del XX secolo la nascita della scienza processuale civile e in particolare: l'avvento del primato scientifico di Lodovico Mortara in seguito alla riforma del 1901; la contesa tra Carlo Lessona e Giuseppe Chiovenda per acquisirne l'eredità dopo che Mortara aveva abbandonato la cattedra universitaria per passare in magistratura; e la conclusione di tale contesa in seguito alla prematura scomparsa di Lessona, avvenuta nel 1919. La ricostruzione di tali vicende viene condotta sulla base di un'amplissima ricerca bibliografica, avendo presenti principalmente le vicende scientifiche e accademiche dei protagonisti, peraltro non senza tentare di scorgere, dietro di esse, le ragioni del complicato sviluppo della scienza del processo tra le istanze sistematico-conservatrici delle forse liberali post-unitarie e quelle legalistico-progressiste della innovativa concezione mortariana.
8,00

La scelta universitaria nel progetto di vita. Storie di studenti con disabilità e con disturbi specifici dell'apprendimento

di Fiammetta Savoia

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2019

pagine: 360

Il volume avanza una riflessione critico-culturale su un'esperienza ancora poco considerata e conosciuta: lo svolgimento di studi universitari da parte di studenti con disabilità e con DSA (Disturbi Specifici dell'Apprendimento). A partire dalle storie personali e di studio di alcuni di loro emerge un universo variegato, in cui le difficoltà connesse alle specifiche esigenze si intersecano con le capacità di affrontarle e rielaborarle: le difficoltà sono dovute a molteplici fattori che interagiscono fra loro, quali la dipendenza fisica e/o personale, i limiti a una piena partecipazione sociale, il valore culturale assegnato a deficit e DSA; le capacità consentono, invece, di trovare adeguati strumenti per autodeterminarsi nelle proprie scelte, oltrepassare la crisi e raggiungere una sempre maggiore inclusione, o ricercare, nell'equità, un modo per conseguire un'effettiva uguaglianza. Se il contesto universitario può esprimere approcci culturali alla disabilità e ai DSA circolanti nella più ampia società, la scelta di effettuare un percorso di studi secondari da parte degli interlocutori si fa nel tempo banco di prova per la realizzazione del più ampio progetto di vita.
17,00

Appello e decisione. Arte, linguaggio e poesia tra Martin Heidegger, Romano Guardini e Walter F. Otto

di Domenico Burzo

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2018

pagine: 200

Attraverso l'intrecciarsi del loro pensiero a partire dalle vicende biografiche, il volume conduce un dialogo a tre tra Heidegger, Guardini e Otto rilevando in essi, tra analogie e differenze, la centralità dell'esperienza artistica e della parola poetica come luoghi privilegiati di apertura dell'essere e di rivelazione del sacro. L'attenzione si rivolge prima alla concezione dell'esperienza artistica e alla sua fondamentale valenza ontologica, per poi indagare la natura del linguaggio e del dire poetico. Arte e poesia emergono come il porsi in opera della verità attraverso le immagini e gli sguardi provenienti dall'apertura del sacro. Ne deriva che la riscoperta e la riabilitazione del sacro sono tra i maggiori traguardi del pensiero dei tre filosofi nel contesto culturale del XX secolo. Tuttavia, non potendo mai essere frutto esclusivo di un processo razionale dimostrativo, il senso attribuito a tale riscoperta dipenderà necessariamente dall'opzione personale di ciascuno dinanzi alla propria esperienza e alle sfide del nostro tempo.
11,00

Sulle orme del Cammino di Compostela

di Giovanni Bortoli

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2018

pagine: 196

Il racconto prende spunto dal Cammino de Compostela: più che un percorso geografico esso è figura della vita umana, un pellegrinare senza sosta che interessa tutto l'uomo - razionalità, emotività e sentimento - all'incessante ricerca della sua piena umanizzazione, che trova concretamente in Cristo il suo massimo modello. Perché «Se Dio esiste, se esiste una rivelazione, è impossibile che non sia quella di Gesù Cristo? Solo qui c'è questa commossa solidarietà con l'uomo. Si può non credere, ma tutto questo è incomparabile?» (Ernesto Galli della Loggia).
12,00

La cucina zen. La perfetta imperfezione

di Graziana Canova Tura

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2018

pagine: 164

Nella vita all'interno di un monastero zen, accanto alle pratiche spirituali, si dedica un'attenzione particolare a necessità quotidiane più terrene, come la preparazione del cibo. Fuori del Giappone quasi nulla si sa della cucina zen, spesso confusa con la macrobiotica o con la cucina tradizionale giapponese. Il volume rivela un mondo sconosciuto e affascinante, con i suoi precetti religiosi e le sue regole minuziose, offrendo anche un panorama dell'origine storico-culturale del vegetarianesimo zen. Seguendo un proverbio nipponico che recita «Se non l'assaggiate, non ne conoscerete mai il sapore», le ricette presentate permettono ai lettori di apprezzare una cucina sana, essenziale e gustosa.
12,00

Traits d'union

di Massimiliano Costa

Libro: Libro in brossura

editore: ARACNE

anno edizione: 2018

pagine: 148

Quattro racconti legati dal viaggio - reale e metaforico - in cui la partenza altro non è che un pretesto che dà voce all'intima ricerca di cambiamento. Così, alla vicenda di Jago, che va a Jesolo per cercare se stesso, si connette quella della coppia che, partita per una gita fuori porta, si ritrova ad affrontare ragionamenti di inattesa problematicità; e alla storia di Adriano, che parte per Jesolo in cerca di lavoro, si intreccia quella di Gunther e Marion, diretti verso la stessa destinazione quasi a rinnovare una tradizione che si perpetua di anno in anno. Una sola meta e una sola necessità di rinnovamento, tanti spaccati di vissuto che, pur delineati ciascuno nella propria preziosa unicità, assurgono a simbolo dell'universalità dei sentimenti umani
10,00

Ridiventare primitivi. La saggezza antica ci può aiutare a salvare la Terra

di Fausto Gusmeroli

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2018

pagine: 84

L'uomo è una specie bioculturale, che si ritaglia la propria nicchia ecologica trasformando l'ambiente. Nell'epoca nomadica egli ha vissuto in equilibrio con la natura rispettandone i limiti e avendo la percezione dei legami che uniscono ogni cosa. La rivoluzione del Neolitico cambia profondamente quell'immaginario, senza tuttavia rompere totalmente quell'armonia. L'uomo rimane ancora aggrappato alla terra, ai cicli e ai ritmi della natura. Il distacco definitivo si consuma con la rivoluzione industriale: lo sviluppo tecnologico porta l'illusione dell'affrancamento da ogni costrizione e l'impronta ecologica cresce a dismisura, ben oltre le possibilità del pianeta, generando gravissimi dissesti ambientali e non meno drammatici squilibri sociali. La catastrofe globale può essere evitata solo con una nuova rivoluzione, che recuperi la saggezza ecologica dei popoli primitivi e ritorni a far sognare l'umanità, attirandola verso la bellezza e la compassione. Prefazione di Carlo Modonesi.
9,00

La lex Aquilia. Profili evolutivi della responsabilità extracontrattuale nel diritto romano

di Alessandro Rosario Rizza

Libro: Copertina morbida

editore: ARACNE

anno edizione: 2018

pagine: 248

Re-sarcere indicava l'attività di taglio e cucito del sarto e, anche oggi, conserva il significato di proportio hominis ad hominem. Le nuove evoluzioni della responsabilità inducono a un nuovo approfondimento della lex Aquilia. L'autore adotta un approccio casistico, tipico del diritto romano, analizza i requisiti della legge, la stima del danno nonché gli aspetti processuali dell'actio, facendo per ultimo un cenno alla ricezione del modello romanistico nella tradizione europea. L'affascinante tema della responsabilità nel diritto romano rappresenta, per dirla con Claudio Consolo, una «strada preziosa, su cui si può fare molto cammino con fantasia ed equilibrio, capace di resistere al demagogico derapage verso il sentiment dei molti, fatalmente né freddo né accurato».
12,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.