Editore ARKADIA - Ultime novità | P. 8

ARKADIA

Una congiura in Cagliari. Racconto storico del secolo XVII

di Carlo Brundo

Libro: Copertina rigida

editore: ARKADIA

anno edizione: 2019

pagine: 390

In questo romanzo (pubblicato per la prima volta nel 1876) si ricostruiscono le intricate vicende dei più gravi attentati politici che la storia di Sardegna ricordi: l'uccisione, nell'estate del 1668, dell'esponente più autorevole della nobiltà sarda Augustín de Castelví y Lanza e del viceré dell'Isola Manuel de los Cobos y Luna, IV marchese di Camarassa. Su questo doppio omicidio si incardina la trama di un romanzo storico che ha tutte le componenti del moderno thriller d'azione, nel contesto di crisi morale, istituzionale e politica che caratterizza l'ultima fase del governo spagnolo della Sardegna. "Una congiura in Cagliari" è l'esempio evidente del valore letterario del romanzo storico sardo nel secondo Ottocento: una narrazione che si ispira ai grandi modelli italiani ed europei e ne assimila con coscienza la lezione e che dimostra la maturità e l'arte di uno scrittore di talento. Il volume, nella sua edizione, è curata da J.F. Vaucher de la Croix. già professore incaricato di Linguistica italiana all'università di Berna.
25,00

Xaimaca

di Ricardo Güiraldes

Libro: Copertina morbida

editore: ARKADIA

anno edizione: 2019

pagine: 128

Nel 1923, tre anni dopo la pubblicazione della sua opera più conosciuta, Don Segundo Sombra, Ricardo Güiraldes pubblica Xaimaca. Terminò di scriverlo a Parigi nel 1919. Si tratta del diario di un argentino, Marcos Galván che, nel dicembre del 1916, realizzerà un lungo viaggio - durato alcuni mesi - che da Buenos Aires lo porterà, attraverso le Ande, sulla costa dell'oceano Pacifico, in Cile e, da lì, via mare, in crociera, a conoscere le coste peruviane. Galván è giovane, ricco, curioso e durante il suo peregrinare, oltre al paesaggio caraibico, incontaminato e sfavillante di colori e animali, nota anche le misere condizioni delle popolazioni locali ma, soprattutto, scoprirà l'amore per la bellissima Clara Ordoñez, donna sposata che, con il fratello, viaggia sulla stessa imbarcazione di Marcos. Sarà questo amore impossibile a convincere Marcos a prolungare il tour attraverso lo Stretto di Panama fino a sbarcare in Giamaica, l'isola che gli indigeni Taino di lingua arawak chiamano Xaymaca, che significa "terra delle sorgenti" o "terra del legno e dell'acqua". E sarà proprio qui che Marcos, Clara e i loro universi dovranno decidere da che parte dirigersi. Postfazione di Raul Schenardi.
14,00

Nuraghe Arrubiu di Orroli. Con DVD-ROM (Il). Vol. 2: La «tomba della spada» e la torre C: la morte e la vita del nuraghe Arrubiu

Libro

editore: ARKADIA

anno edizione: 2019

pagine: 182

Il Nuraghe Arrubiu di Orroli, imponente e affascinante, racconta ancora di sé attraverso il secondo volume della collana che gli viene dedicato. Grazie alle recenti campagne di scavo e agli studi effettuati su particolari zone del monumento, seguite da un pool di eminenti scienziati, è stato possibile ricostruire i momenti salienti della vita del complesso, determinando alcuni aspetti fondamentali della storia del luogo. Basandosi su un team multidisciplinare, i curatori dello studio - la professoressa Lo Schiavo e il dottor Perra - hanno così potuto dare alcune risposte alle domande più intriganti che da sempre si pongono gli amanti dell'archeologia quanto gli accademici: cosa mangiavano i nostri antenati, come si vestivano, quali erano le loro abitudini o le professioni, i riti religiosi e quelli funerari. Grandi e piccoli temi che, grazie ai nuovi ritrovamenti, possono essere finalmente collocati nel loro giusto contesto.
30,00

Ammatula

Libro: Copertina morbida

editore: ARKADIA

anno edizione: 2019

pagine: 70

Il quarto numero di Ammatula si apre con un breve editoriale di Luca Ricci - autore Rizzoli e La Nave di Teseo - che racconta le difficoltà oggettive degli esordienti nel mondo editoriale attuale. Nella sezione dedicata ai racconti illustrati, saranno invece ospitate parole e immagini di Giampaolo Cassitta, autore Arkadia, Ruska Jorjoliani che ci racconterà il suo incontro avvenuto a San Gimignano con Michel Houellebecq, Lorenzo Vargas, autore Bompiani, Andrea Zancanaro, vincitore del Campiello Giovani 2017 e Daniele Zito, autore Fazi e Laterza. L'intervista è invece dedicata a Laura Pugno e sarà curata da Giorgia Tribuiani. Infine, una piccola chicca con un pezzo di Rosario Battiato sul gotico rurale, illustrato da Chiara Nott, e il capitolo finale di InkCody di Enrico Di Maio.
7,00

Il postino di Mozzi

di Fernando Guglielmo Castanar

Libro: Copertina morbida

editore: ARKADIA

anno edizione: 2019

pagine: 146

Lui è un uomo metodico. Sa di voler scrivere e lo fa anche con una certa bravura. E pare abbia anche individuato la persona giusta per far emergere le sue doti. Per questo invia sempre le sue proposte letterarie a un geniaccio della letteratura qual è Giulio Mozzi. Purtroppo, pare proprio che il grande scout di talenti non riesca mai a dargli una risposta. Anzi, lo ignora del tutto. E così, un po' per rivalsa, un po' per disperazione, il Leopardi mancato decide di accettare quell'incarico da postino che gli era stato offerto, guarda caso proprio nella città in cui vive Mozzi. Per trenta lunghi anni consegnerà la posta a questo signore, forse non tutta, però. Infatti si riserverà di tenere per sé quelli che gli sembrano i manoscritti più interessanti. E così, il giorno in cui andrà in pensione, spedirà allo scopritore di talenti un bel lavoro antologico, formato di frammenti di romanzi, racconti, lettere e altro materiale, tutto sottratto dalla buca delle lettere di Mozzi. Un romanzo "corale", costruito con maestria, ricco di riferimenti letterari, capace di far sorridere e meditare, incentrato sul mondo dei libri e sulla difficile arte di farli giungere alla ribalta.
14,00

Stato di famiglia

di Alessandro Zannoni

Libro: Copertina morbida

editore: ARKADIA

anno edizione: 2019

pagine: 88

I protagonisti di questi racconti sono le cavie di un laboratorio, soggetti a una condizione mentale e ambientale che inevitabilmente li pone di fronte a conseguenze, effetti collaterali di un destino sbagliato, di una natura cattiva. Zannoni, come un bravissimo sceneggiatore ci mostra il male, le sue distorsioni senza alcun fine didascalico. Il Male sta lì e non può essere gestito. È un fatto irrazionale. C'è e si manifesta. Lo vedi esplodere, e ne puoi intuire la potenza anche da fermo, prima che sia realmente visibile. È come il fischio sinistro che precede il terremoto. Zannoni ci fa percepire tutto questo in modo perfetto, non solo perché ogni parola e il suo significato sanno stare al loro posto, ma anche perché vengono incastrate in ogni scena, a loro volta montate sapientemente. Ritmo, montaggio e sintassi asciutta sono le grandi virtù di questi racconti acidi, che narrano tutti un medesimo Male, ma ogni volta in modo singolare, esclusivo. Fuori da ogni regola, nella maniera più freddamente atroce. Come è giusto che sia.
13,00

Giovanna. La regina ribelle

di Pietro Maurandi

Libro: Copertina morbida

editore: ARKADIA

anno edizione: 2019

pagine: 120

Giovanna di Castiglia, ricordata dalla storia come "Giovanna la pazza", è una donna emblematica e ricca di contrasti. Tutti i protagonisti che si muovono intorno a lei si animano e sono attratti da questa figura femminile così particolare. Ma chi era, in realtà, la figlia di Ferdinando d'Aragona e Isabella di Castiglia, andata in sposa a Filippo d'Asburgo e poi madre di Carlo V? Destinata a reggere le sorti di uno dei regni più importanti dell'epoca, in un mondo quasi esclusivamente maschile, Giovanna si trovò ben presto a dover affrontare pregiudizi di ogni genere. Figlia di un'epoca dura e ostile verso il gentil sesso, per lei l'amore era il senso e la misura di tutte le cose. Per impedirle di regnare si diffuse ad arte l'idea che fosse loca, pazza, costringendola a quasi cinquant'anni di segregazione. Il "complotto" fu facilitato dal fatto che, per i suoi tempi, Giovanna era piuttosto eccentrica: gelosa e fedele al proprio marito, poco religiosa, assolutamente aliena al potere e all'avidità di ricchezze. Tra le corti di Castiglia e di Fiandra, dunque, si svolge una storia intensa, a tinte fosche, che restituisce al lettore una donna moderna ante litteram.
13,00

Cagliari. Poesie e filastrocche per grandi e piccini

di Valentina Neri

Libro: Copertina morbida

editore: ARKADIA

anno edizione: 2019

pagine: 40

La storia dei luoghi più suggestivi di Cagliari e le emozioni che tale città suscita vengono narrate a volte in liriche di versi sciolti, a volte in forma di filastrocca, ma l'immediatezza del linguaggio poetico è un denominatore comune dei diversi modi fare poesia utilizzati da Valentina Neri. La città di Cagliari viene raccontata e vissuta attraverso dialoghi immaginari e descrizioni struggenti, tinte noir e immersioni di colore. Ilarità e nostalgia, passato e presente, demoni, santi, cittadini, monumenti e sculture si compenetrano e si confrontano. Il risultato è un ritratto sfaccettato e amabile di Cagliari e della cagliaritanità.
9,00

Personnages. Maliheh Afnan

Libro: Copertina morbida

editore: ARKADIA

anno edizione: 2019

pagine: 138

Maliheh Afnan, autrice di un enigmatico corpus di opere realizzate con tecniche sempre diverse, tra cui velature, combustioni e disegni a tecnica mista, è artista di potente forza simbolica il cui percorso ha attraversato in solitudine decenni e continenti. Il catalogo della mostra - fruibile al MAN da marzo 2019 - raccoglie il meglio della sua rappresentazione artistica. Il volume è corredato da testi di Sussan Babaie (docente di storia dell'arte dell'Iran e dell'Islam presso il Courtauld Institute of Art di Londra), Rose Issa (storica dell'arte mediorientale, Londra) e del curatore Luigi Fassi (direttore artistico del MAN di Nuoro).
25,00

L'anno che Bartolo decise di morire

di Valentina Di Cesare

Libro: Copertina morbida

editore: ARKADIA

anno edizione: 2019

pagine: 112

"L'anno che Bartolo decise di morire" è una storia che racconta il confine in cui può finire l'amicizia e iniziare la solitudine. Bartolo, il protagonista, è un uomo buono, empatico, partecipe della vita dei suoi amici cui è legato fin dall'infanzia. Soffre di una depressione latente che a poco a poco degenera nel caos delle emozioni, ma per pudore non riesce a parlarne con nessuno degli amici, attendendo forse che qualcuno di loro si accorga della sua sofferenza. Gli amici di sempre, una carrellata di personaggi ineffabili, a volte superficiali, a volte disperati - e, su tutti, anche un vecchio maestro che con il suo cinismo e la sua sapienza ci fa sorridere - sono presi a loro volta dai propri problemi, sembrano non occuparsi di lui e minimizzano i suoi comportamenti. Lucio è l'unico amico che si rende conto del disagio di Bartolo, ma alla fine prenderà una decisione estrema e incomprensibile riguardo alla sua vita. Quando questo accadrà, Bartolo sarà pieno di dubbi e sensi di colpa. In questo romanzo, Valentina Di Cesare ci parla della precarietà delle relazioni, della fine delle illusioni, dell'individualismo, dell'incapacità di vedere gli altri, di ascoltare chi grida di dolore.
13,00

Bollettino di studi sardi

Libro: Copertina morbida

editore: ARKADIA

anno edizione: 2019

pagine: 118

In questo numero della rivista, dopo la nota in ricordo di Raimondo Turtas, "Preicas in sardu: le traduzioni in sardo bittese dei Vangeli domenicali e festivi di Raimondo Turtas", di Gloria Turtas; "Un gesuita e il suo mondo. Padre Orazio Smeraldi tra Parma e Piacenza nel Seicento", di Miriam Turrini; "(S)banditi e cornuti nella Carta de Logu dell'Arborea", di Giovanni Lupinu; "La linguistica popolare di chi popolare non è. Il caso della Sardegna", di Marinella Lorinczi; "I vescovi scomparsi", di Paolo Maninchedda; "Lo havian mort de arcabussades. Faziosità aristocratica e fortune mercantili a Cagliari nell'età di Filippo II", di Giuseppe Mele.
12,00

L'ora meridiana

di Paola Musa

Libro: Copertina morbida

editore: ARKADIA

anno edizione: 2019

pagine: 166

Lorenzo Martinez, ricco quarantenne cocainomane, prende atto una domenica di giugno che quattro fatti lo minacciano: sua moglie l'ha lasciato, la sua azienda è in difficoltà economiche, la sua amante lo tradisce, il suo socio e amico Antonio è scomparso. Incapace di ricordare che cosa sia accaduto realmente, Lorenzo sfugge continuamente alle emozioni più profonde cercando, come ha sempre fatto, soltanto eccitazione o annientamento, permettendo così a una serie di personaggi di cucirgli addosso un delitto che lui non è sicuro di aver commesso. "L'ora meridiana" racconta, senza mai cadere nella banalità e in una cornice contemporanea, i demoni dell'accidia, quel "vorticare catatonici e depressi nella frenesia di un'esistenza votata infine all'effimero", espressione di un vizio capitale ancora attualissimo.
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento