Editore Armando Dadò Editore - Ultime novità | P. 4

Armando Dadò Editore

L'alluvione del '78. Testimonianze e riflessioni

Libro: Copertina rigida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2020

pagine: 208

Nell'agosto del 1978 un'alluvione colpiva la Svizzera italiana, in particolare le zone del Locarnese e della Vallemaggia, senza risparmiare il resto del Cantone. A distanza di oltre quarant'anni è impossibile dimenticare le vittime di quel maltempo. L'alluvione del '78 aveva colto parzialmente impreparate le stesse istituzioni, costrette ad affrontare l'emergenza con un dispositivo prevalentemente basato sul volontariato, poco strutturato e privo di mezzi. L'evento ha ben presto indotto le autorità a dotarsi dei necessari correttivi. Il libro raccoglie le testimonianze di chi allora si è occupato in prima persona di far fronte alla tragedia e di chi oggi ne dà una spiegazione scientifica. Attraverso la ricostruzione storica e analitica dei fatti i lettori possono comprendere quanto successo e quanto è stato fatto da allora per scongiurare il ripetersi nel futuro di una simile sciagura.
33,50

Charles-Ferdinand Gambon. Dall'Onsernone alla Francia

di Luciano Chiesa

Libro: Copertina rigida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2020

pagine: 392

Figlio dell'emigrazione onsernonese del 18° secolo, Charles-Ferdinand Gambon (1820-1887) fu un'eminente figura del movimento repubblicano francese della seconda metà dell'Ottocento. Avvocato a soli diciannove anni, fu tra i più giovani rappresentanti del popolo all'Assemblea Costituente del 1849. Accusato di cospirazione contro lo Stato, fu condannato alla deportazione a vita nelle prigioni politiche di Belle-Île-en-Mer e di Corte ma infine graziato nel 1859. A causa del suo ruolo di primo piano nella Comune di Parigi fu condannato a morte. Si salvò rifugiandosi a Ginevra dove rimase fi no all'amnistia del 1880. Al suo ritorno in Francia, continuò a combattere l'ingiustizia sociale fi no alla morte. Originario di Comologno, da dove suo nonno partì verso la metà del '700, Charles-Ferdinand Gambon dedicò l'intera vita e la cospicua fortuna ereditata dalla famiglia a favore dei poveri e a sostegno della classe operaia, lottò contro il presidenzialismo assolutista e per l'abolizione dell'esercito permanente. Nel corso della sua vita si avvicinò a molti protagonisti delle lotte sociali e politiche nella Francia della seconda metà dell'Ottocento.
25,00

Il Papa e il Consiglio Federale. Dalla rottura nel 1873 alla riapertura della Nunziatura a Berna nel 1920

di Lorenzo Planzi

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2020

pagine: 352

Un secolo è passato da quando, nel novembre 1920, le relazioni diplomatiche tra Svizzera e Santa Sede si riannodano ufficialmente. La riapertura della Nunziatura a Berna è la felice svolta della spettacolare interruzione dei rapporti ufficiali, dal Kulturkampf alla fine della Prima guerra mondiale. Attraverso fonti inedite vaticane e svizzere, questo libro trilingue racconta - nelle tre lingue ufficiali svizzere, lingue parlate correntemente anche in Vaticano - la storia della paziente tessitura dei rapporti ufficiosi tra apa e Consiglio federale. Una storia che li vedrà uniti, durante la Grande guerra, in una cooperazione umanitaria a favore della pace, ponendo le basi per un secolo di rinati rapporti ufficiali.
21,00

In riva al lago

di Clelia M. Fedele

Libro: Copertina rigida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2020

pagine: 272

"Il fascino esercitato dalle vecchie carte, che colleziono da anni, e il profondo attaccamento a Morcote, mi hanno portato a scrivere questo libro. Molte sono le sensazioni che provo davanti ai vecchi documenti, alle foto di tempi lontani, alle vecchie cartoline. E proprio da uno di questi documenti è nata l'idea del libro. Ho infatti rintracciato un foglio appartenuto al mio trisnonno: un lasciapassare del 1844 per recarsi nell'allora Regno Lombardo-Veneto per svolgere la sua attività di pescatore. In un documento successivo vi è un'indicazione: «permesso rilasciato per svolgere i propri affari». Da lì ho cominciato a fantasticare: dove sarà andato il trisnonno, come si sarà spostato una volta arrivato a Porto Codelago (indicato sul retro del passaporto), con chi avrà viaggiato e come vivevano lui e la sua famiglia nell'allora paese di pescatori? Mi sono lasciata trasportare nella rievocazione di tanti momenti che hanno caratterizzato la vita del paese e, partendo dalle storie della mia famiglia, ho fatto qualche piccola escursione fuori dal borgo, rievocando personaggi che lo hanno reso famoso."
25,00

Il demolitore di camper

di Luca Saltini

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2020

pagine: 192

Non esistono terapie efficaci contro il divorzio. Secondo Dino Bardi, la distruzione di un camper può costituire una buona cura, soprattutto se i rapporti con la moglie sono impossibili e ci sono di mezzo due bambini piccoli. Per Dino, padre non affidatario, diventa difficilissimo mantenere un rapporto coi figli oltre la selva di ostacoli di legge che si possono frapporre quando il rapporto tra i genitori è difficile. Dino poi, è un personaggio sopra le righe, debordante nelle assurde avventure in cui si caccia per aggirare divieti e norme che gli impediscono di stare coi suoi bambini. Occorre mettere in piedi sotterfugi, infiltrarsi, travestirsi. E per questo serve un complice, Leo, uno scrittore per l'infanzia di trent'anni che vive ancora in famiglia. I due finiscono spesso in situazioni complicate da cui non sanno uscire. Per fortuna, su di loro vigila la nonna di Leo, vecchietta in grado di tenere testa a chiunque. Sarà lei a condurre il Demolitore di camper su una strada sicura, che gli consentirà, nonostante sé stesso, di mantenere un bel rapporto coi figli.
18,50

Nati con la camicia

di Luigi Mattia Bernasconi

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2020

pagine: 128

«Nati con la camicia» raccoglie una serie di articoli scritti su invito dell'associazione «GenerazionePiù» in cui si propongono esperienze, riflessioni e considerazioni sulla Terza Età, ma anche sulle grandi sfide e trasformazioni della nostra società vissute e viste da un settantenne. I testi spaziano e si avventurano in campi molto variegati confluendo in un mosaico coerente. Alcuni articoli si snodano tra riferimenti e rimandi autobiografici. L'attualità nel suo raggio locale, nazionale e internazionale fa da detonatore per ripetuti approfondimenti. Altri testi si misurano con le trasformazioni che stanno rimodellando la sfera sociale e il suo substrato culturale. Altri scritti si soffermano sulle condizioni dell'anziano e sui rapporti fra le generazioni. Un'attenzione speciale è pure rivolta ai quesiti che, in particolari frangenti di avversità, irrompono veementi nella vita delle persone. Il tutto con un linguaggio privo di asperità lessicali in cui il lettore ritrova facilmente i suoi stessi interrogativi, le sue percezioni, la sua esperienza di uomo che, pur tra scossoni anche vigorosi, è consapevole di aver fatto parte di una generazione fortunata.
16,50

La storia del Mercato Cattori. La più grande bottega della Svizzera

Libro: Copertina rigida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2020

pagine: 144

Il 4 dicembre 1970 apre a Losone il Mercato Cattori. Dall'intuizione di Riccardo Cattori e dalla determinazione dei figli Giovanni e Claudio prende vita e si sviluppa un'attività imprenditoriale unica nel suo genere. Nel dicembre 2020 il Mercato Cattori raggiunge l'importante traguardo dei cinquant'anni. Questo libro ripercorre, fin dalle origini, le tappe principali di una storia di successo che vede protagonista quella che la rivista Bilanz definì «der grösste Tante-Emma-Laden der Schweiz», ovvero «la più grande bottega della Svizzera».
23,50

Un secolo di storia politica. Dal Partito Agrario all'UDC (1920-2020)

Libro: Copertina rigida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2020

pagine: 304

Frutto di un'ampia ricognizione in archivi pubblici e privati e dell'esame di una variegata pubblicistica, il volume ripercorre le tappe e le vicende salienti dei primi cent'anni di storia del Partito agrario ticinese, fondato nel 1920 da esponenti dei partiti "storici", il Partito liberale-radicale e il Partito conservatore, e, dal 1971, dell'Unione democratica di centro. Redatto da quattro studiosi, il libro illustra le vicende del ventennio precedente la nascita della nuova formazione politica, le circostanze della sua fondazione e della rapida conquista di un seggio governativo, la successiva erosione dei consensi e la lunga traversata all'opposizione, dagli anni Trenta agli anni Ottanta, per poi ricostruire le trasformazioni, le sfide e i successi dei decenni recenti. Sono così delineati i ruoli dei principali protagonisti, le vicende interne, la politica inaugurata negli anni Settanta con il cambio di denominazione, la svolta "blocheriana" alla fine degli anni Novanta e gli esiti elettorali e referendari di un piccolo partito d'opposizione protagonista delle vicende politiche ticinesi, sullo sfondo dei complessi cambiamenti economici, sociali e culturali del Cantone.
16,50

Quando la domenica imbruniva. Lettere dalla quotidianità

di Graziano Martignoni

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2020

pagine: 272

"Quando la domenica imbruniva "- il titolo di questa corrispondenza, che mi ha trasformato in una sorta di pubblico scrivano e che ha trovato casa nelle pagine del Giornale del popolo di Lugano dal 1996 al 2002 e oltre - evoca una soglia tra un secolo declinante e un'alba di diafana luce. Piccoli dialoghi sulla famiglia, sul ruolo del padre, sull'essere o rimanere genitori, sui temi forti di una società in trasformazione, sui valori da difendere e su quelli che si è disposti necessariamente a modificare. Tante e variegate le voci di quella quotidianità che qui prende la forza non solo dei miei pensieri ma dalle domande dirette del pubblico dei lettori. Un dialogo a distanza per dire insieme del mondo nella sua piccolezza domestica e nel suo aprirsi alle grandi questioni. Un momento che si è dipanato lungo il correre degli anni a cavallo tra i due secoli, in cui ho provato ad accogliere e a rispondere - a volte lateralmente, altre cercando il fuoco della passione o la sofferenza della vita dentro la domanda - a quelle che mi piace chiamare lettere dalla quotidianità scelte tra molte altre, come fossero piccole chiavi dell'universo pubblico e privato.
23,50

America First. Cronaca, storie e aneddoti di un paese in crisi di identità

di Andrea Vosti

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2020

pagine: 244

L'8 novembre 2016 un cataclisma ha sconvolto gli Stati Uniti: l'elezione del presidente più controverso della storia, Donald Trump. America First è diventato lo slogan di una presidenza che ha scardinato metodi e linguaggio convenzionali della politica, sdoganato un populismo incurante della scienza e della verità e sfregiato l'immagine dell'America nel mondo. Tra cronaca politica, aneddoti personali e curiosità "dietro le quinte" del suo lavoro di corrispondente, Andrea Vosti va alle radici del fenomeno Trump e descrive le contraddizioni di un paese in crisi di identità. Un paese che riesce sempre e comunque ad affascinarci: gli Stati Uniti d'America.
21,00

Pandemia Covid-19. Il virus che ha fermato il Ticino

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2020

pagine: 224

Marco Bazzi e Andrea Leoni hanno raccolto le testimonianze e le voci di tutti coloro che si sono trovati coinvolti nella gestione della pandemia che ha sconvolto il Ticino - e il resto del mondo - a partire dai primi mesi del 2020. Il libro, ricco di illustrazioni, ripercorre le tappe principali della pandemia causata dal Covid 19 affrontando con tatto e rigore l'emergenza che ha sconvolto la vita di tutti noi. Questo volume è un importante documento per chi ha vissuto questa esperienza e una preziosa testimonianza per le generazioni future.
32,50

Gli italiani nelle migrazioni in Svizzera. Sviluppi recenti

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2020

pagine: 248

Il volume svolge una attenta analisi delle caratteristiche della nuova migrazione italiana collocandola nel quadro del nuovo corso che la Svizzera ha impresso alla propria politica di immigrazione e di integrazione all'inizio del nuovo secolo: il libro si sviluppa così su due linee direttrici complementari. Gli autori esaminano dapprima le trasformazioni della politica elvetica: quali ragioni di natura interna e internazionale inducono la Svizzera a rimettere in discussione l'impostazione della propria politica? quali obiettivi persegue il paese con il nuovo assetto regolatorio? Quali trasformazioni dei flussi migratori produce il nuovo corso politico? In questo nuovo contesto si è assistito ad una recente ripresa significativa della immigrazione italiana. Gli autori analizzano questo nuovo flusso e ne mettono in risalto le peculiarità: quali tratti demografici e sociali singolarizzano gli italiani rispetto ad altri flussi immigratori recenti in Svizzera? come si inserisce la composita popolazione italiana sul mercato del lavoro? che senso prende oggi l'italianità in Svizzera?
16,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento