Editore Armando Dadò Editore - Ultime novità | P. 8

Armando Dadò Editore

Milizia e professionismo nella politica svizzera

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 216

Il volume fornisce un'analisi approfondita del modo peculiare in cui in Svizzera si assumono le cariche politiche elettive. Conosciuta per il suo modello di milizia, la Svizzera sta vivendo una trasformazione profonda che sta investendo tutti gli ambiti istituzionali: il piano federale, i cantoni e i comuni. Le remunerazioni aumentano e le cariche politiche diventano spesso a tempo pieno. I segnali di una professionalizzazione sempre più diffusa si stanno moltiplicando, anche se i legislativi comunali e cantonali rimangono in parte fuori da questo processo. Ci si può allora interrogare sulla vitalità odierna del modello di milizia e su quali controversie il mutamento stia suscitando. Dai contributi di studiosi attivi in quattro Università svizzere (Berna, Ginevra, Losanna, Zurigo), che si sono avvalsi di dati in gran parte inediti, si profila una Svizzera in bilico fra tradizione e cambiamento.
16,50

Il Collegio Papio di Ascona. Da Carlo Borromeo alla diocesi di Lugano

di Lorenzo Planzi

Libro: Copertina rigida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 416

La storia parte sempre da luoghi concreti, nei quali è immersa la nostra vita. Quel luogo simbolico che rappresenta il Collegio Papio di Ascona, ponte culturale tra Svizzera e Santa Sede, ha reso possibile un itinerario di ricerca. Nella Città eterna affondano le radici del Collegio, con la vicenda dell'asconese Bartolomeo Papio, che fa fortuna a Roma nel Cinquecento, destinando il suo palazzo di Ascona alla creazione di un seminario. Il cardinale Carlo Borromeo fonda così, nel 1584, il Collegio Pontificio di Ascona. Il suo destino nei secoli è raccontato in questo libro, in un filo di drammaticità intensa, nei suoi diversi periodi: dalla fondazione della chiesa di Santa Maria della Misericordia nel Quattrocento all'arrivo dei primi studenti, dagli oblati milanesi alla secolarizzazione ottocentesca, dai salesiani italiani agli assunzionisti francesi, sino al periodo di abbandono durante la Prima guerra mondiale. Un'attenzione tutta speciale è dedicata al Novecento, contrassegnato dal periodo d'oro dei monaci benedettini di Einsiedeln ad Ascona, dal 1924 al 1964, e poi dal periodo diocesano, con i rettorati di don Aldo Lanini e don Mino Grampa.
25,00

Flash

di Tito Tettamanti

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 144

«Avendo girato abbastanza il mondo, ho raccontato (magari più volte) qualche divertente fatto accadutomi, ho illustrato caratteri di persone incontrate, ho ripetuto pettegolezzi raccolti, suscitando l'ilarità degli amici. Li ho memorizzati quasi fossero dei flash e li presento qui senza nessun ordine né logica temporale. Non sono altro che istantanee, a me sono servite quali ricordi, e alla mia età i ricordi sono importanti e un poco danno il gusto delle cose vissute e passate per sempre. E riempiono le giornate. Ma ancor più mi servono per sottrarmi allo stucchevole, pomposo e inutile rito della biografia, nella quale alcuni cari diavoli tentatori mi esortavano a cimentarmi».
12,50

Mio caro vicino. Corrispondenza

di Gottfried Keller, Conrad Ferdinand Meyer

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 160

Per quanto facciano parte, insieme a Jeremias Gotthelf, della cosiddetta "triade" dei classici della letteratura svizzera tedesca dell'Ottocento, è difficile pensare a due scrittori più diversi di Gottfried Keller e Conrad Ferdinand Meyer. Gli unici punti di contatto sono le origini zurighesi, il realismo narrativo e una spiccata tendenza alla solitudine, che però in Keller è il prodotto di un carattere burbero e scontroso mentre in Meyer è la conseguenza di un profondo disagio psichico ed esistenziale. Date queste premesse, un dialogo sembrerebbe semplicemente impossibile. E invece il carteggio tra Keller e Meyer, proposto in questo volume per la prima volta in versione italiana, nasce proprio da queste differenze che si compongono in una sorta di vicina lontananza, fatta di ritrosie, confessioni, reciproche richieste di aiuto e sostegno. Quello che si profila è uno spaccato molto preciso e per molti versi inedito e sorprendente della vita dei due scrittori.
16,50

Camera 112

di Daniel Maggetti

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 112

Al centro di questo racconto vi è un vecchio uomo, consumato dalla malattia. In viaggio per fargli visita, il figlio rievoca, nella durata del tragitto in treno tra il Ticino e Losanna, ricordi e testimonianze, massime e pareri, reminescenze letterarie e vuoti propositi. Veleggiando tra passato e presente, tra il suo vissuto e la sua cultura, si trova ad affrontare, mettendosene al riparo, le immagini del declino, e tenta di addomesticare la morte che si avvicina: «ed è la sua cronaca che voglio cominciare adesso che mi culla di nuovo il rollio del treno che mi porta via, adesso che sono al sicuro, ma come fare a ritrovarlo, come togliere quegli schermi che lo celano, le trapunte della camera 112, gli endecasillabi di Pascoli, le immagini fisse degli ultimi anni, la lenta discesa agli Inferi di coloro che non sono nemmeno riusciti ad andarsene al momento giusto?».
16,50

Guida grotti e osterie del Ticino e Mesolcina. Ediz. italiana, tedesca e francese

di Yor Milano

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2017

pagine: 120

In questa guida: la descrizione di 80 grotti e osterie con le loro specialità, orari di apertura, indirizzi e numeri di telefono. Inoltre indicazioni necessarie per raggiungerli, menu, ricette tipiche.
16,50

La voce del lago

di Roberto Genazzini

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2017

pagine: 112

"Avrebbe voluto chiamare sua nipote, sempre appiccicata al telefonino, ma era mezzanotte passata. Avrebbe voluto dirle che quelle faccine che lei metteva un po' dappertutto, per dichiarare quand'era contenta, quei due punti davanti a una parentesi chiusa, non erano un'invenzione tecnologica. Anche la natura se ne serviva, avrebbe proprio dovuto vederli, i due cigni e il riflesso ricurvo: anche il lago sorrideva." Una giornata di volontariato dedicata alla pulizia delle acque del Ceresio davanti a Gandria porta alla luce molti oggetti buttati, persi o dimenticati, ognuno con una storia da raccontare. Sono storie di ieri e di oggi, di uomini e donne legati in un modo o nell'altro al lago, elemento naturale attorno al quale ruotano le vite dei personaggi di questi racconti commoventi e divertenti, profondi e leggeri insieme. Dalla vedova che ha perso il marito annegato alla rumena in cerca di una vita migliore, dai bambini che sfidano la gravità per giocare a palla al celebre scrittore di Zorba il greco che s'innamora di Gandria, l'autore ricompone un mosaico fatto delle mille sfaccettature della vita.
16,50

Il buio tra le montagne

di Silvio Huonder

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2017

pagine: 224

Inizio del XIX secolo, Canton Grigioni: saccheggiato dalle truppe napoleoniche, il paese soffre la povertà, è ostaggio di una giustizia arbitraria e degli abusi dei potenti. Due dozzine di gendarmi al comando del giudice istruttore barone Johann Heinrich von Mont devono fronteggiare bande di disertori, ladri, vagabondi, riscossori delle imposte abusivi, chirurghi improvvisati. Quando nell'estate del 1821 il mulino dello stagno nei pressi di Bonaduz diventa il teatro di un triplice omicidio, il barone svolge le indagini con l'aiuto di due reduci mercenari. La ricerca dell'assassino nelle valli difficilmente accessibili e nei villaggi, a piedi o a cavallo, è di estrema difficoltà. Per i montanari è più facile convivere con la paura di un criminale a piede libero piuttosto che fidarsi dei tutori della legge giunti dalla capitale. Tuttavia il barone von Mont e i suoi uomini riescono a scovare diversi sospetti e a portarli davanti alla corte criminale di Coira. Basandosi su un fatto storico mai completamente chiarito, Huonder crea un romanzo avvincente sugli esordi della criminologia.
16,50

Un viaggio in immagini sul Monte Generoso

di Kurt Baumgartner

Libro: Copertina rigida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2017

pagine: 176

"La passione per la collezione di cartoline illustrate, e in particolare di quelle della nostra regione, il Mendrisiotto, mi ha stimolato e portato ad approfondire lo studio sull'origine delle cartoline illustrate, sulle tecniche di stampa, sulla loro diffusione e, non da ultimo, sul servizio postale, che veniva svolto per permetterne l'inoltro ai destinatari. Il presente lavoro si concentra sul Monte Generoso, la montagna detta anche «Il Rigi della Svizzera italiana» per la bellezza dei suoi panorami, dei suoi alberghi e ritrovi, della sua flora e fauna, e della sua ferrovia a cremagliera. A partire dal 1893 il Monte Generoso, gli alberghi e i panorami sono stati riprodotti su oltre 1200 cartoline differenti. La catalogazione dei bolli postali e privati in uso sul Monte Generoso, presentati in questo lavoro, non ha la pretesa di essere completa e sarò grato per ogni comunicazione sul ritrovamento di nuovi bolli e le relative date." (Dall'introduzione dell'autore)
21,00

Amore di fondo

di Piergiorgio Morgantini

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2017

pagine: 104

E c'era l'amore al fondo di ogni cosa: stupore, splendore, spicciolo di petali d'onda, vortice di valzer ballato su tacchi altissimi, cadute, voce e mutismo; urlo e canzone, abbraccio come d'ala d'angelo, respiro che ci teneva attaccati a qualche senso della vita là dove non si vede. E d'estate c'era sempre il fiume col suo eterno movimento; alcuni pesci avevano l'abitudine di girarsi su un fianco mostrando le scaglie dai riflessi metallici della pancia prima di sparire scintillando nel mistero dei fondali.
15,00

Morcote. Il più bel villaggio del mondo

di Paolo Poma

Libro

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2017

pagine: 224

21,00

Fernando Gianella (1837-1917). Bleniese di multiforme ingegno

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2017

pagine: 256

Due autrici e due autori scandagliano la vita e l'opera di Ferdinando Gianella, ingegnere bleniese attivo tra la metà dell'Ottocento e gli inizi del Novecento, potendo contare su una ricca e originale documentazione di prima mano.
21,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento