Editore Armando Dadò Editore - Ultime novità | P. 9

Armando Dadò Editore

I rustici. Architetture dell'essenziale

di Dario Müller

Libro: Copertina rigida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 216

I disegni di alcuni edifici rurali realizzati dall'abile mano di Dario Müller sono lo spaccato di una realtà trascorsa e, per molti versi, ormai dimenticata e sommersa, o in certi casi, riemersa, ma in forme e contenuti diversi ed anche discutibili. Sono oggetti disabitati, in agonia o morti, ma resistono in quanto testimoni di una vitalità secolare della comunità locale che, in una specie di servitù della gleba, ne aveva condiviso ogni spicchio di quotidianità vita natural durante." (Dal testo di Mario Donati)
25,00

Angela Mondini 1879-1963. Con un ricordo di Bruno Nizzola 1890-1963

di Claudio Guarda

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 88

«Con l'esposizione dedicata alla locarnese Angela Mondini, il Centro culturale e Museo Elisarion ha il piacere di presentare l'opera di un'artista autodidatta poco conosciuta al grande pubblico ma che, nonostante si sia avvicinata alla pittura relativamente tardi e per il puro diletto, seppe guadagnarsi la considerazione e ammirazione del maestro Bruno Nizzola e di altri noti esponenti della vita culturale e artistica del Locarnese, tra cui anche il "nostro" Giovanni Bianconi.» Renato Mondada, Capo Dicastero cultura Minusio.
30,00

Il Ticino: un'economia locale e globale. Analisi dello spazio di produzione e degli scambi commerciali

di Rico Maggi, Federica Maggi

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 104

Il Ticino è una regione con un'economia piccola caratterizzata, da un lato, da scarsità di risorse e, dall'altro, da una posizione strategica nel centro dell'Europa. La combinazione di questi fattori hanno portato le imprese cantonali ad investire nelle relazioni con gli altri Stati, facendone un punto di forza per la propria competitività sia a livello inter-nazionale sia intra-nazionale. Data questa realtà, sono numerosi gli studi che si sono occupati dell'apertura del Ticino, prestando particolare attenzione ai rapporti con la vicina Italia.Il presente lavoro si inserisce in questo dibattito con una prospettiva strettamente economicastatistica, con lo scopo di illustrare l'importanza delle interazioni economiche del Ticino non solo con l'Italia, ma anche con il resto della Svizzera e con il resto del mondo. Nello specifico, lo studio si snoda partendo da osservazioni a livello macro, ovvero i flussi di merci in cui è coinvolto il Ticino, fino alle relazioni produttive tra le imprese, passando attraverso i flussi di persone.
16,50

L'anima del Ticino. Commento al Fondo del sacco di Plinio Martini

di Roberto Buffi

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 216

"Il fondo del sacco", apparentemente un romanzo d'amore e di emigrazione, è il trascinante ritratto del Ticino e delle sue valli in un periodo molto delicato, quello dell'avvento del mondo moderno e del tramonto della civiltà rurale, coinciso con la realizzazione, in Val Maggia, degli impianti idroelettrici. Sono anni di forte sviluppo economico in cui, esteriormente, si è affermato il progresso. E nel mondo interiore? Che influenza ha avuto il progresso sull'anima del Ticino? "Il fondo del sacco" può darci una risposta. Il romanzo, sempre attuale, solleva fondamentali problemi umani sulla via di un rinnovamento individuale e collettivo.
16,50

Vento

di Fabio De-Carli

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 136

"Vento stava correndo dietro all'automobile, la lingua disegnava arabeschi nell'aria, lui correva con Antoine." Il paese dalle mille colline, dai sorrisi aperti, dai canti che rapiscono, dai profumi inebrianti, è andato in frantumi. Un piccolo cane, con l'amore e la fedeltà nello sguardo, aiuta un ragazzino, Antoine, a sopravvivere. Peripezie e incontri, specialmente con donne generose, in una parte di mondo di forte e affascinante natura, ma anche di violenti sentimenti, marcheranno la crescita di Antoine e saranno il collante per un cammino interiore e reale. Vento è parte di questa storia, la storia di un singolo, drammatico destino, come altri vivono e hanno vissuto, ma è anche un messaggio di speranza in un mondo in cui interessi gretti e di potere sembrerebbero prevalere su tutto. La fiducia in sé e la voglia di costruirsi un futuro rinasceranno in Antoine anche grazie al vecchio maestro Ildéphonse, con il quale condividerà un viaggio fino al mare. "Il mare era così lontano. Non fuggiva, aspettava paziente, aveva tutto il tempo."
16,50

L'inganno del diavolo

di Carl Albert Loosli

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 284

Nel 1908 Carl Albert Loosli, redattore del Berner Tagwacht, scrive un'introduzione al racconto di Edgar Allan Poe "I delitti della Rue Morgue", prototipo della detective story, che uscirà a puntate nel quotidiano. Lo scrittore conosce bene il genere, in particolare Conan Doyle. "L'inganno del diavolo" si inserisce nella tradizione del poliziesco «alla svizzera», continuata con successo da Glauser e Dürrenmatt, e si può leggere come un giallo a tutti gli effetti: c'è un morto, c'è un indagato, c'è un'inchiesta, c'è un processo, c'è una sentenza. Ma di tutto questo Loosli si serve come di una lente d'ingrandimento per esplorare il sistema giudiziario bernese di fine Ottocento e tratteggiare un quadro notevole della realtà politica, sociale e culturale dell'Emmental in quell'epoca. "L'inganno del diavolo" è stato definito da più parti il primo romanzo poliziesco svizzero. Ma lo è, in effetti?
16,50

Milizia e professionismo nella politica svizzera

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 216

Il volume fornisce un'analisi approfondita del modo peculiare in cui in Svizzera si assumono le cariche politiche elettive. Conosciuta per il suo modello di milizia, la Svizzera sta vivendo una trasformazione profonda che sta investendo tutti gli ambiti istituzionali: il piano federale, i cantoni e i comuni. Le remunerazioni aumentano e le cariche politiche diventano spesso a tempo pieno. I segnali di una professionalizzazione sempre più diffusa si stanno moltiplicando, anche se i legislativi comunali e cantonali rimangono in parte fuori da questo processo. Ci si può allora interrogare sulla vitalità odierna del modello di milizia e su quali controversie il mutamento stia suscitando. Dai contributi di studiosi attivi in quattro Università svizzere (Berna, Ginevra, Losanna, Zurigo), che si sono avvalsi di dati in gran parte inediti, si profila una Svizzera in bilico fra tradizione e cambiamento.
16,50

Il Collegio Papio di Ascona. Da Carlo Borromeo alla diocesi di Lugano

di Lorenzo Planzi

Libro: Copertina rigida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 416

La storia parte sempre da luoghi concreti, nei quali è immersa la nostra vita. Quel luogo simbolico che rappresenta il Collegio Papio di Ascona, ponte culturale tra Svizzera e Santa Sede, ha reso possibile un itinerario di ricerca. Nella Città eterna affondano le radici del Collegio, con la vicenda dell'asconese Bartolomeo Papio, che fa fortuna a Roma nel Cinquecento, destinando il suo palazzo di Ascona alla creazione di un seminario. Il cardinale Carlo Borromeo fonda così, nel 1584, il Collegio Pontificio di Ascona. Il suo destino nei secoli è raccontato in questo libro, in un filo di drammaticità intensa, nei suoi diversi periodi: dalla fondazione della chiesa di Santa Maria della Misericordia nel Quattrocento all'arrivo dei primi studenti, dagli oblati milanesi alla secolarizzazione ottocentesca, dai salesiani italiani agli assunzionisti francesi, sino al periodo di abbandono durante la Prima guerra mondiale. Un'attenzione tutta speciale è dedicata al Novecento, contrassegnato dal periodo d'oro dei monaci benedettini di Einsiedeln ad Ascona, dal 1924 al 1964, e poi dal periodo diocesano, con i rettorati di don Aldo Lanini e don Mino Grampa.
25,00

Flash

di Tito Tettamanti

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 144

«Avendo girato abbastanza il mondo, ho raccontato (magari più volte) qualche divertente fatto accadutomi, ho illustrato caratteri di persone incontrate, ho ripetuto pettegolezzi raccolti, suscitando l'ilarità degli amici. Li ho memorizzati quasi fossero dei flash e li presento qui senza nessun ordine né logica temporale. Non sono altro che istantanee, a me sono servite quali ricordi, e alla mia età i ricordi sono importanti e un poco danno il gusto delle cose vissute e passate per sempre. E riempiono le giornate. Ma ancor più mi servono per sottrarmi allo stucchevole, pomposo e inutile rito della biografia, nella quale alcuni cari diavoli tentatori mi esortavano a cimentarmi».
12,50

Mio caro vicino. Corrispondenza

di Gottfried Keller, Conrad Ferdinand Meyer

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 160

Per quanto facciano parte, insieme a Jeremias Gotthelf, della cosiddetta "triade" dei classici della letteratura svizzera tedesca dell'Ottocento, è difficile pensare a due scrittori più diversi di Gottfried Keller e Conrad Ferdinand Meyer. Gli unici punti di contatto sono le origini zurighesi, il realismo narrativo e una spiccata tendenza alla solitudine, che però in Keller è il prodotto di un carattere burbero e scontroso mentre in Meyer è la conseguenza di un profondo disagio psichico ed esistenziale. Date queste premesse, un dialogo sembrerebbe semplicemente impossibile. E invece il carteggio tra Keller e Meyer, proposto in questo volume per la prima volta in versione italiana, nasce proprio da queste differenze che si compongono in una sorta di vicina lontananza, fatta di ritrosie, confessioni, reciproche richieste di aiuto e sostegno. Quello che si profila è uno spaccato molto preciso e per molti versi inedito e sorprendente della vita dei due scrittori.
16,50

Camera 112

di Daniel Maggetti

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2018

pagine: 112

Al centro di questo racconto vi è un vecchio uomo, consumato dalla malattia. In viaggio per fargli visita, il figlio rievoca, nella durata del tragitto in treno tra il Ticino e Losanna, ricordi e testimonianze, massime e pareri, reminescenze letterarie e vuoti propositi. Veleggiando tra passato e presente, tra il suo vissuto e la sua cultura, si trova ad affrontare, mettendosene al riparo, le immagini del declino, e tenta di addomesticare la morte che si avvicina: «ed è la sua cronaca che voglio cominciare adesso che mi culla di nuovo il rollio del treno che mi porta via, adesso che sono al sicuro, ma come fare a ritrovarlo, come togliere quegli schermi che lo celano, le trapunte della camera 112, gli endecasillabi di Pascoli, le immagini fisse degli ultimi anni, la lenta discesa agli Inferi di coloro che non sono nemmeno riusciti ad andarsene al momento giusto?».
16,50

Guida grotti e osterie del Ticino e Mesolcina. Ediz. italiana, tedesca e francese

di Yor Milano

Libro: Copertina morbida

editore: Armando Dadò Editore

anno edizione: 2017

pagine: 120

In questa guida: la descrizione di 80 grotti e osterie con le loro specialità, orari di apertura, indirizzi e numeri di telefono. Inoltre indicazioni necessarie per raggiungerli, menu, ricette tipiche.
16,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.