Editore Auditorium - Ultime novità | P. 5

Auditorium

Berlino. Guida d'arte e cultura

di AA.VV.

Libro: Copertina morbida

editore: Auditorium

anno edizione: 2014

pagine: 152

Informazioni utili. I personaggi celebri. Un pò di storia. Musei e gallerie d'arte. Immagini. Musica, cinema, letteratura.
12,00

Bolzano. Guida d'arte e cultura

di AA.VV.

Libro

editore: Auditorium

anno edizione: 2014

pagine: 160

Primo titolo della nuova collana di guide tutte da leggere: storia, personaggi, notizie utili, musei e gallerie d'arte, gastronomia, musica, cinema, teatro e letteratura... Per viaggiatori curiosi e lettori nomadi.
12,00

Piero Umiliani. In parole e musica

Libro: Copertina morbida

editore: Auditorium

anno edizione: 2014

pagine: 125

Piero Umiliami era un grande musicista, tra i padri del moderno jazz italiano. Era un compositore di musiche per il cinema: oltre a "I soliti ignoti", ne ha firmate altre 150 almeno. Piero Umiliani ha scritto "mah-nà mah-nà", sigla del Muppet Show, e "Il valzer della toppa", col testo di Pasolini. Ha scritto anche sigle televisive per 90° minuto, la Domenica Sportiva, La Corrida... Piero Umiliani era un artista di talento, ma anche un artigiano interessato all'elettronica e alle nuove tecnologie. È stato il pioniere della cocktail generation e della lounge music. Di quelli come lui si dice che "erano avanti", "erano geniali", "precorrevano i tempi". Piero Umiliani era così... Le musiche di Piero Umiliani le conosciamo tutti. Questo libro racconta anche il resto. Con interventi e testimonianze di Franco D'andrea, Paolo Fresu, Enrico Intra, Dino Piana, Enrico Pieranunzi...
16,00

Fenomenologia di Fabio Fazio

di Claudio Chianura

Libro: Copertina morbida

editore: Auditorium

anno edizione: 2014

pagine: 124

"In tutti i programmi a cui ha preso parte, ha confermato di avere la rarissima capacità di trasformare in meglio persone e cose a contatto con lui" (Aldo Grasso)
14,00

Il suono del Nord. La Norvegia protagonista della scena jazz europea

di Luca Vitali

Libro

editore: Auditorium

anno edizione: 2014

pagine: 318

"Se è vero che esiste una folta e mitica letteratura sul jazz europeo grazie ad alcuni film e alle storie di Chet Baker, Miles Davis e Dexter Gordon, è vero che una delle porte del jazz europeo è stata proprio la Scandinavia. Del resto tuttora rimane, assieme all'Italia, non solo il luogo dove si produce (e si consuma) più jazz, ma il luogo dove questo raccoglie il suo significato originale di musica dinamica che si sposta attraverso i crocevia del pianeta, divenendo così linguaggio contemporaneo e geograficamente incircumnavigabile. Per questo il testo di Luca Vitali sul jazz norvegese è non solo importante ma diviene lente d'ingrandimento della nuova realtà jazzistica europea. Perché racconta quanto un relativamente piccolo mondo come la Norvegia possa nutrirsi con i nuovi linguaggi solo se è in grado di relazionarsi con il mondo più ampio. Se questo accade e se questo è accaduto, si potrà affermare, senza ombra di dubbio, che esiste un jazz europeo e dunque un jazz del mondo. Capace di contraltare con quello americano ad armi pari e capace di dare un senso a quelle migrazioni del secolo scorso che hanno aperto le porte dei continenti e abbattuto le barriere degli oceani." (dalla prefazione di Paolo Fresu)
34,00

Oltre il silenzio. La musica dopo John Cage. Conversazioni con Daniel Charles, Giancarlo Cardini e Gianfranco Pernaiachi

di Michele Porzio

Libro: Copertina morbida

editore: Auditorium

anno edizione: 2013

pagine: 327

Un filosofo (Daniel Charles, 1935-2008), un pianista-compositore (Giancarlo Cardini, 1940), un compositore (Gianfranco Pernaiachi, 1951) affrontano i temi proposti da uno studioso di estetica e di musica contemporanea (Michele Porzio, 1960). Quattro figure che hanno attraversato insieme lo spaesamento e il deserto della musica dopo John Cage: è ancora possibile l'arte oggi? Qual è il suo rapporto con la vita e con il nostro percorso interiore? Un libro che spazia tra musica, filosofia e poesia, cercando soprattutto una risposta etica alle nostre inquietudini.
28,00

John Lennon. Artista pop 1940-1980

Libro: Copertina morbida

editore: Auditorium

anno edizione: 2013

pagine: 143

John Lennon è stato molto più di una rockstar: un simbolo intergenerazionale, un protagonista del Novecento. Come una vera bandiera ha sventolato oltre i confini di tempo e di luogo, sapendo parlare linguaggi diversi, anche ben oltre la musica, e mentre dalle fila dei Beatles tracciava un itinerario indelebile di parole e melodie, Lennon indagava altri campi della ricerca artistica, un mondo parallelo ugualmente ricco di tesori, in gran parte ancora da (ri)scoprire. Disegnò, scrisse poesie e testi bizzarri, recitò nel cinema, delineo con interventi ora estemporanei, ora alimentati da una precisa strategia di comunicazione, al di là del ruolo di totem pop-rock, un libero territorio di narrazione e stimolo politico-filosofico, del quale questo libro intende dare conto grazie a un ampio corredo illustrativo e il ricorso a riflessioni e dichiarazioni dello stesso artista, testimoniato anche nel delicato passaggio dall'ultima stagione dei Beatles al nuovo mondo esplorato con e grazie a Yoko Ono, in pochi anni di carriera e di vita pubblica, John Lennon ha esercitato un fascino e un'influenza irripetibili, megafono di un esperanto culturale ed espressivo ancora oggi moderno, attualissimo e fonte di sorprendenti suggestioni.
14,00

Lotus. La musica di Toshio Hosokawa

di Luciana Galliano

Libro

editore: Auditorium

anno edizione: 2013

pagine: 288

42,00

Song man ovvero come scrivere la canzone perfetta

di Will Hodgkinson

Libro: Copertina morbida

editore: Auditorium

anno edizione: 2013

pagine: 272

Dopo avere imparato a suonare la chitarra nel precedente "Guitar man", Will Hodgkinson continua in "Song man" la sua avventura, questa volta con l'obiettivo di incidere un singolo presso i londinesi Toe-Rag Studios. Ma con una voce terribile e ignaro delle leggi che regolano la scrittura delle canzoni, decide di affidarsi agli autorevoli consigli di gente come Keith Rrlchards, Ray Davies, Richard Hawley, la regina del folk inglese Shirley Collins, Cat Power, Andy Partridge degli XTC, Hal David, Andrew Lloyd Webber, Brideet St. John e Chip Taylor, autore dell'inno Garage Wild Thing all'età di soli 22 anni, prima di abbandonare il mondo della musica e diventare scommettitore professionista alle corse dei cavalli.
15,00

Blow up. Antonioni, il beat e la swinging London

Libro: Copertina morbida

editore: Auditorium

anno edizione: 2013

pagine: 127

Arrivato a Londra nel 1965 con un'idea di film da sviluppare, Antonioni trova un ambiente ancora più amplificato rispetto a quello che aveva già conosciuto nel 1962. Quella vera e propria rivoluzione culturale che va sotto il nome di Swinging London stava nascendo proprio allora, una rivoluzione fatta di gente nuova ma soprattutto di gente giovane. I Tories avevano appena perso il potere e nella capitale del regno confluivano ragazzi delle più diverse estrazioni sociali, armati di belle speranze e qualche certezza della nascente società consumistica. Londra marciava al ritmo dei singoli che i Beatles mandavano sempre al primi posti delle classifiche e dei primi passi mossi dai Rolling Stones, abbagliata dai colori della pop art e dalle geometrie optical, dagli scatti dei fotografi di moda e dalle falcate delle modelle che per la prima volta nella storia diventano vere e proprie celebrità. Quelli che Antonioni chiamava "i nuovi persuasori" erano stati in grado di imporre in tutto il mondo la nuova estetica che avevano contribuito a creare.
14,00

140 caratteri. Una storia della musica ai tempi di Twitter. I 140 musicisti più influenti del nostro tempo

Libro: Copertina morbida

editore: Auditorium

anno edizione: 2013

pagine: 94

Un dizionario dei 140 musicisti più influenti del nostro tempo descritti in 140 microbiografie di 140 caratteri ognuna. Sono stati considerati musicisti di aree e generi molto diversi fra loro, e si trovano dunque insieme (caso raro nella pubblicistica specializzata, sempre divisa per generi) protagonisti del jazz accanto a star della musica pop, compositori colti europei accanto a irriducibili rocker americani. Sono stati privilegiati i pionieri, i precursori, gli innovatori, quelli che hanno indicato una strada nuova. Se non conoscete alcuni di questi autori e interpreti o non avete mai ascoltato la loro musica, vi siete persi veramente qualcosa.
13,00

David Bowie. A new career in a new town

Libro: Copertina morbida

editore: Auditorium

anno edizione: 2012

pagine: 125

Quando decide di lasciare Los Angeles per tornare in Europa, David Bowie è un musicista di fama mondiale, con alle spalle album che hanno segnato la cultura pop come "Hunky Dory", "Zleey Stardust" e "Aladdin Sane". Ma fisicamente e psicologicamente il musicista è sull'orlo del collasso. Mentre il punk demoliva il rock per come lo si conosceva fino alla metà degli anni '70, a Bowie toccò il compito di ricostruire sulle macerie in tempo reale e lo fece realizzando la cosiddetta "Trilogia di Berlino", gli album "Low", "Heroes" e "Lodger" che rappresentano il testamento di quella straordinaria stagione artistica e hanno suggerito la strada a gran parte del rock negli anni a venire. Questo libro racconta la storia di quella stagione e la riproduce attraverso decine di ritratti fotografici in b/n e a colori, di cui molti pubblicati qui per la prima volta.
14,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.