Il tuo browser non supporta JavaScript!

Belforte Salomone

Egemonia nazionale. Gramsci, Medem e la questione ebraica nel Novecento

Libro: Copertina morbida

editore: Belforte Salomone

anno edizione: 2019

pagine: 155

Nazionalismo e socialismo sono i due temi cruciali per capire la storia del XX secolo, costellata di innumerevoli tentativi di conciliare appartenenza biologica e appartenenza sociale. Un caso particolare è rappresentato dall'ebraismo che ha visto risorgere un'entità statuale autonoma nella terra atavica, ma che ha anche visto una serie di intellettuali riflettere sulla misura e i limiti dell'appartenenza nazionale ebraica. Il Bund di Medem è forse il caso più sintomatico di tentata unione tra persona, appartenenza etnica e senso della rivoluzione sociale. Il comunismo di Gramsci ha espresso una visione della nazione operaia non molto dissimile dal sionismo marxista di Borochov.
20,00

Il resto è interpretazione. Per una semiotica delle scritture ebraiche

di Ugo Volli

Libro: Copertina morbida

editore: Belforte Salomone

anno edizione: 2019

pagine: 519

25,00

Un piccolo grande uomo. Microstoria familiare nella tempesta della Shoah

di Daniela Sarfatti

Libro: Copertina morbida

editore: Belforte Salomone

anno edizione: 2019

pagine: 105

15,00

La solitudine dell'uomo di fede

di Joseph Beer Soloveitchik

Libro: Copertina morbida

editore: Belforte Salomone

anno edizione: 2016

pagine: 109

Chi è l'uomo di fede? Quali sono le sue prerogative e i suoi ambiti di azione? Che significato ha il suo destino solitario? La persona credente è ineluttabilmente sospesa tra individualità e comunità; tra le esistenze diverse - eppur entrambe necessarie -dell'homo faber e dell'homo religiosus; tra cosmo e Rivelazione; tra "natura" e "alleanza"; tra pensiero scientifico e intimo dialogo con Dio. Che ne è di un simile essere umano nella società contemporanea? E destinato, sconfitto, a ritrarsi da essa oppure a svolgere, come sempre è accaduto, un ruolo insostituibile, anche se arduo e spesso incompreso, nel mondo degli uomini? Un gigante dell'ebraismo del XX secolo, il rabbino e pensatore di origine lituana Joseph Dov Beer Soloveitchik, in questo suo scritto si è lungamente interrogato al riguardo, decostruendo la sua contemporaneità e anticipando i tempi presenti. L'uomo di fede è dunque destinato ad essere ancora nostro contemporaneo, nonostante il suo ruolo e la sua missione siano oggi divenuti forse più complessi che in epoche passate. Anche preghiera e profezia restano "fatti" attuali, forme diverse ma convergenti dell'inesausto dialogo tra l'essere umano e Dio, in cui l'individualità della singola persona necessita imprescindibilmente di una comunità orante, scaturente dall'Alleanza e da quest'ultima sempre definita. "La solitudine dell'uomo di fede" è un capolavoro della produzione spirituale e filosofica del Popolo di Israele nel corso del XX secolo, sinora inedito in Italia. La riflessione etica kantiana e, successivamente, della Scuola di Marburgo, l'esistenzialismo cristiano di Kierkegaard e il pensiero dialogico di Buber trovano sì eco nelle pagine di Soloveitchik, ma sono destinati a restare sullo sfondo, come le note basse suonate dalla pedaliera di un organo. La chiave di violino, entro cui si orienta e si dipana la partitura della riflessione di questo rabbino, è invece posta dalla vivente tradizione religiosa di Israele: la Bibbia e il Talmùd, la Halakhah e la Haggadah.
15,00

Due della Brigata. Heinz e Gughy dalla Germania nazista alla nascita di Israele

di Miriam Rebhun

Libro: Copertina morbida

editore: Belforte Salomone

anno edizione: 2015

pagine: 215

Due gemelli, due europei trapiantati in Medio Oriente, due sradicati, ognuno unico riferimento dell'altro, due combattenti contro il Nazismo e il Fascismo, due "salvati" dalla Shoah, due vite attraversate dal razzismo, dai totalitarismi e dalla guerra, due tessere diverse e indivisibili nel grande mosaico del secolo scorso. Sullo sfondo della Germania nazista, della Palestina sotto Mandato britannico, dell'Italia del dopoguerra e del nascente Stato di Israele, tra il 1936 e il 1948, si snoda la storia uguale e diversa di Heinz e Gughy. Sulla base di racconti familiari, cercando gli amici di un tempo e i vicini di allora, rileggendo lettere, scavando tra documenti militari e diari inediti, dando voce alle persone che figurano nelle foto in bianco e nero, Miriam Rebhun ricostruisce, immagina, ambienta, mette in luce le vicende, gli sforzi individuali, i dubbi, le scelte, le speranze di quanti, anche in quelle tempeste, volevano semplicemente vivere.
20,00

Dio benedisse il settimo giorno e lo santificò. Appunti sullo Shabbat

di Paolo Orsucci

Libro: Copertina morbida

editore: Belforte Salomone

anno edizione: 2012

pagine: 70

10,00

Pensieri per le sere di Chanukkà

di Giuseppe Laras

Libro: Copertina morbida

editore: Belforte Salomone

anno edizione: 2019

pagine: 153

Con le Halachòth per la festa di Chanukkà di Rav David Elia Sciunnach.
20,00

Per Frida Misul. Donne e uomini a Auschwitz

Libro: Copertina morbida

editore: Belforte Salomone

anno edizione: 2019

pagine: 269

20,00

Sigmund Shlomo Freud. Le radici ebraiche della psicoanalisi

di Franca Feliziani Kannheiser

Libro: Copertina morbida

editore: Belforte Salomone

anno edizione: 2019

pagine: 181

L'autrice affronta il tema dell'ebraicità di Sigmund Freud e della psicoanalisi, partendo dall'ipotesi che molti assunti e metodi di questa scienza siano profondamente connessi a una Weltanschaung ebraica e a metodi di approccio alla realtà tipici di questa cultura.
20,00

Il jihad e l'odio contro gli ebrei. L'islamismo, il nazismo e le radici dell'11 settembre

di Matthias Kuntzel

Libro: Copertina morbida

editore: Belforte Salomone

anno edizione: 2019

pagine: 295

Questo è un lavoro di sintesi e di interpretazione che esplora come e perché l'Islam radicale, a seguito della sconfitta del regime nazista nel 1945, sia emerso come il più importante movimento politico e ideologico sulla scena mondiale avente come propria ragione d'essere l'odio nei confronti degli ebrei.
22,00

Canzoni tristi. Il diario inedito del lager (3 aprile 1944-24 luglio 1945)

di Frida Misul

Libro: Copertina morbida

editore: Belforte Salomone

anno edizione: 2019

pagine: 227

Questo volume presenta un complesso di testi, dell'ebrea livornese Frida Misul, deportata e scampata alla Shoah. Si pubblica il taccuino steso da Frida subito dopo la sua liberazione (Theresienstadt, 9 maggio 1945) e continuato sino al rientro in Italia (24 luglio 1945).
20,00

Non fuorvierà. Una storia di famiglia

Libro: Copertina morbida

editore: Belforte Salomone

anno edizione: 2019

pagine: 293

60,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.