Il tuo browser non supporta JavaScript!

BOOK TIME

I premi Nobel 1901-2019

di Pietro Migliorini

Libro

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2019

20,00

Paganesimo, germanesimo, nazismo

di Ernesto Buonaiuti

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2019

pagine: 91

Se nella Germania nazista si affermarono, tra le due guerre, movimenti culturali ispirati al "neo-paganesimo", è anche perché gli studi sulle tradizioni religiose antiche avevano permesso un accesso a un passato percepito come migliore della società moderna, o anticristiano. Per capire quanto le nozioni di eresia e paganesimo fossero centrali, basta osservare alcuni lavori usciti in quel periodo. Dopo la fine della guerra, quando la tragedia dello sterminio divenne palese, anche l'eretico per eccellenza del cattolicesimo italiano, Ernesto Buonaiuti, uscì con un lavoro dall'emblematico titolo Paganesimo, germanismo, nazismo, tutti termini e nozioni che si aggiunsero al lessico politico degli anni Trenta e che contribuirono a leggere una realtà tragica e complessa.
10,00

Il ciambellano e il meccanico. Mozart e gli italiani del suo tempo

di Danilo Faravelli

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2019

pagine: 265

Questo libro si pone l'obiettivo di analizzare il caso Mozart nei suoi rapporti non tanto con l'Italia, quanto con gli individui che provenivano dai suoi confini: i "Welsche", "gli italiani"; il rapporto, cioè, intercorso fra il compositore per antonomasia del Settecento, la sua famiglia d'origine e i nostri connazionali di 250 anni fa. Sono innumerevoli gli scritti biografici e le conversazioni accademiche in cui Mozart è stato presentato al mondo dei cultori e degli appassionati di musica come un "compositore italiano". La cosa si deve alla fierezza nazionale fomentata al di qua delle Alpi dalla lingua che egli seppe rivestire della propria musica. Nel suo saggio, l'autore si sforza di andare oltre i sentimentalismi, precisando come Mozart fu un compositore tedesco e fu lui più di qualsiasi altro a volersene convincere.
18,00

Per Pablo Neruda. Testo cileno a fronte

di Edmundo Herrera

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2019

pagine: 33

Nonostante la stretta sorveglianza, decine di persone hanno accompagnato il poeta nella tomba del Cimitero Generale in quello che fu l'addio di Neruda, ma che fu anche la prima manifestazione di massa all'inizio della dittatura militare cilena. Edmundo Herrera, allora presidente della Society of Writers of Chile, fu il primo a prendere la parola in quell'atto. Il testo di quel discorso è stato raramente riprodotto nella sua interezza; solo nel 1998, e quasi 30 anni dopo, ne ha fatto la pubblicazione La Hoja Verde. Fornito dallo stesso autore, qui diamo questo documento.
5,00

Il concetto di natura

di Alfred North Whitehead

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2019

pagine: 185

La fisica indaga sulla natura, ma pure le stesse percezioni da cui hanno origine le indagini scientifiche sono collocate nella natura. È possibile definire un sistema concettuale che comprenda sullo stesso piano ontologico sia l'attività del soggetto che il dominio dell'oggetto della conoscenza? In questo volume, che riunisce un ciclo di conferenze tenute da Whitehead presso il Trinity College di Cambridge nel 1919, i concetti fondamentali del sistema metafisico del filosofo inglese trovano per la prima volta una forma strutturata. Due anni dopo, la metafisica di Whitehead porterà alla formulazione di una teoria alternativa alla Relatività Generale di Einstein.
18,00

Eraclito. Uno studio sui concetti energetici fondamentali della sua filosofia

di Oswald Spengler

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2019

pagine: 97

L'universo dei pensieri di Eraclito visto nella sua unità si presenta come un poema maestoso, come una tragedia del cosmo che, per la sua forza sublime, appare degna delle tragedie eschilee. Il pensiero di un'incessante contesa che dura dall'eternità e che forma il contenuto stesso della vita cosmica, in cui governa una legge sovrana e si conserva in armoniosa regolarità, è una creazione dell'arte greca alla quale Eraclito si è avvicinato assai più che non alla scienza naturale in senso stretto. Ci è rimasto un ultimo pensiero in cui vediamo Eraclito nell'atto di abbracciare con lo sguardo il mondo e gioire della leggerezza, dell'innocenza, dell'assoluta mancanza di sofferenza nello spettacolo del suo divenire e operare. Viene qui presentata, in traduzione italiana, la dissertazione del 1904 con la quale Splenger prese congedo.
10,00

Napoleone

di Jacques Bainville

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2019

pagine: 510

Napoleone, che amava molto paragonarsi ai grandi condottieri del passato, come Alessandro, Cesare e Carlo Magno, fu anche un personaggio incredibilmente moderno. Modello di grandezza, creatore della propria fortuna, giunto all'apice del potere e della gloria, egli è stato un eroe nel vero senso del termine in un momento storico che ha saputo leggere e dominare. Jacques Bainville ammirava quell'uomo incomparabile, ma era anche convinto che «fatta eccezione per la gloria e per l'arte, sarebbe stato forse meglio che non fosse esistito». L'autore vede la storia del suo personaggio come una tragedia, individuale e collettiva.
20,00

Elogio del testo critico. Per i cento anni de «Les belles lettres»

di Jean-Louis Ferrary, John Scheid

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2019

pagine: 46

La Scuola della Cattedrale ha avuto come ospiti Jean-Louis Ferrary e John Scheid, due studiosi che sono gli attuali responsabili della "Collection Des Universités de France Série latine", edita dalla casa editrice parigina Les Belles Lettres, o meglio - detto in termini confidenziali - della "Budé latine". Una serie di testi critici, introdotti e con ampie annotazioni che affiancano la gemella collezione greca, diretta da Jacques Jouanna. Due raccolte di opere classiche che ormai contano più di mille tomi, tanto che la "Budé" è diventata la più vasta collana oggi pubblicata al mondo per l'antichità. Supera numericamente e per il continuo aggiornamento critico (molti titoli sono stati rifatti o si sono inserite le ultime acquisizioni della filologia) tutte le altre serie oggi in commercio. Introduzione di Gianantonio Borgonovo e Armando Torno.
7,00

Il sogno nel mondo biblico, greco-romano e medievale

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2019

pagine: 48

La Scuola della Cattedrale ha nei suoi incontri presentato tre piccoli capolavori di uno dei grandi, ma spesso dimenticati, autori della filosofia medievale: Boezio di Dacia: "Sull'eternità del mondo", "Sui sogni", "Sul sommo bene", a cura di Luca Bianchi (La Vita Felice, 2017). Filosofo danese vissuto nel XIII secolo, maestro delle arti a Parigi, Boezio sviluppò un'originale riflessione sui rapporti fra scienza e fede, e fu a lungo considerato rappresentante dell'averroismo latino. L'edizione curata da Bianchi riunisce tre sue opere. L'evento, introdotto e coordinato da Armando Torno, si è tenuto presso la chiesa di San Gottardo in Corte e ha visto gli interventi di Monsignor Gianantonio Borgonovo, Luca Bianchi e di Giulio Guidorizzi.
6,00

Ballando con Mr. D. Nessuno canta il blues come Bob Dylan

di Marco Zoppas

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2019

pagine: 148

Questo libro affronta la mistica che ruota intorno alle interpretazioni dei testi dylaniani poiché la sensazione è che esse tocchino temi inaspettati, a prima vista insospettabili. Ciascun capitolo di Ballando con Mr D. è suddiviso in due parti: la prima (in corpo minore) assomiglia più a un racconto che a una dissertazione. In essa viene dato ampio spazio alla fantasia e vengono descritte interviste o scene immaginarie che si ispirano (spesso alla lettera) alle gesta di personaggi inventati da Bob Dylan nelle sue canzoni. La seconda parte (in corpo più grande) è scritta invece in forma saggistica. Ha la funzione di dare un senso articolato allo stream of consciousness della prima parte e contemporaneamente tentare di dare una interpretazione dei testi delle canzoni dylaniane. In definitiva, questo lavoro si propone di dare il suo piccolo contributo alla "dylanologia" italiana.
10,00

Perché è necessario lo studio della filosofia

di Paolo Barbieri

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2019

pagine: 46

Nella "Metafisica", Aristotele scrive che gli uomini hanno cominciato a filosofare, «ora come in origine, a causa della meraviglia». È allora necessario partire da qui per sviluppare un discorso attorno alla necessità dello studio della filosofia a scuola a fronte degli attacchi e dei tentativi di delegittimarla a favore delle materie scientifiche. Nella storia i detrattori si sono sempre fatti sentire, le argomentazioni più o meno le stesse e cioè che è materia per chi trascorre la sua vita a interrogarsi su problemi pressoché irrisolvibili senza guardare alla realtà. Tradotta ai giorni nostri: a cosa serve studiare se l'essere è e il non essere non è? Un viaggio attraverso i grandi pensatori del passato e dei giorni nostri, per rivalutare e far capire l'importanza di una delle discipline fondamentali per l'uomo, la filosofia.
6,00

Polemos. Guerra, politica, tecnica

di Paolo Barbieri

Libro: Copertina morbida

editore: BOOK TIME

anno edizione: 2019

pagine: 85

«Al centro dell'esperienza umana, la guerra. Scandisce da sempre il ritmo della storia. Levatrice e becchino della civiltà, ne configura anche la crescita, i tratti, le possibilità.» Così il filosofo Emanuele Severino afferma a proposito della guerra. Ma condannarla in quanto forma di violenza non basta a fare luce sul perché l'uomo da sempre combatte. Analizzare la storia di tutte le guerre che sono state combattute nel mondo sarebbe impossibile: dalla guerra di Troia raccontata da Omero nell'Iliade alle carneficine che hanno contraddistinto l'Ottocento europeo, dalle guerre mondiali al terrorismo islamico, Paolo Barbieri ripercorre alcuni dei più grandi conflitti della storia dell'umanità, collegandoli al discorso della politica, da cui è impossibile prescindere, e della tecnica. Esiste una "guerra giusta"? Applicando i più semplici giudizi morali la risposta non può che essere negativa, eppure mai come nelle guerre recenti (Golfo, Balcani, Afghanistan, Iraq) le ragioni che sono state portate sono quelle del Diritto internazionale che sancisce la difesa dei diritti inalienabili della persona. Quello dell'autore è un percorso che analizza un fenomeno controverso alla luce di diverse prospettive, filosofia, psicoanalisi, ma anche letteratura, arte e cinema.
12,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.