Editore Bradipolibri - Ultime novità | P. 4

Bradipolibri

150 anni della Federazione Ginnastica d'Italia. Dalle radici al futuro

Libro: Copertina rigida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2019

pagine: 336

Donne, uomini e comunità locali. Palestre sorte sulla terra. Pionieri, capaci di tracciare una strada là dove la Nazione stava nascendo e che si è modellata, arrivando fino ad oggi, intrecciandosi in modo indissolubile, a volte contraddittorio, con eventi storici, politici e sociali che ha contribuito a sua volta a determinare. È la storia della Federazione Ginnastica d'Italia, nata nel 1869 a Venezia, grazie a un gruppo di entusiasti "ginnasiarchi" all'avanguardia. La più antica Federazione sportiva italiana che, tra avvenimenti storici, inciampi, grandi conquiste, è divenuta culla di tante discipline sportive, ha dato i natali ad alcuni dei più grandi dirigenti e atleti del Paese, ha regalato medaglie e forgiato generazioni di grandi e piccini. In occasione delle celebrazioni per il traguardo dei 150 anni, nasce questo libro, corredato da importante apparato iconografico. Dalle radici al futuro, i 150 anni della federazione Ginnastica d'Italia.
25,00

All'ombra dei giganti. La fabbrica del pallone, storie di quartieri e calcio giovanile nella città di Juve e Toro

di Paolo Accossato

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2019

pagine: 216

Il pallone che rotola sui campi dilettantistici e di settore giovanile di Torino e della prima cintura definisce i contorni di una città che cambia e si rinnova nell'urbanistica, negli usi e costumi. All'ombra di Torino e Juventus migliaia di ragazzi hanno giocato a calcio nei sodalizi sotto la Mole. Hanno imparato tanto, anche a vivere grazie a un calcio in cui i genitori non erano procuratori e che oggi, forse, non c'è più. Storie di spogliatoio, di campi abbandonati e ricostruiti, di società sparite e risorte, di presidenti appassionati e dirigenti tuttofare, di bambini diventati campioni e di promesse perdute e giovani talenti scovati mentre giocavano al parco o all'oratorio. Il Barcanova e la Coppa Primavera, le imprese del Victoria Ivest, la fucina di talenti del Vanchiglia e del Venaria, i derby tra Bacigalupo e Pertusa ma anche le sfide dei sodalizi emergenti della prima cintura che iniziano a gareggiare con quelli della città. Storie di quartieri e rioni che hanno ospitato quelle vicende e che in un certo senso le hanno rese possibili inquadrando nel tessuto sociale di una Torino in continua crescita i club di calcio giovanile, espressione di una società che si trasforma.
14,00

Stelle di David. Come il genio ebraico ha rivoluzionato il calcio

di Niccolò Mello

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2019

pagine: 272

Sindelar e Bican, Meazza e Valentino Mazzola, Nordahl e Liedholm, Moreno e Pedernera, Puskas, Eusebio e Pelè. Campioni celebri e celebrati in ogni parte del mondo. Accomunati da un talento calcistico fuori dall'ordinario. Capaci di lasciare un segno evidente nella storia delle loro squadre e del pallone in generale. Ma c'è un altro filo, visibile solo a un occhio scrupoloso e appassionato, che tiene insieme questi meravigliosi fuoriclasse. Sono stati tutti, direttamente o indirettamente, influenzati dal "genio ebraico". Plasmati dalle menti sopraffine di allenatori di origine israelita che li hanno scoperti, guidati o che più semplicemente ne hanno favorito la scalata alle gerarchie del calcio mondiale. Allenatori dallo stile e dai principi rivoluzionari che esattamente come gli ebrei della diaspora sono emigrati in tutto il mondo costruendo formazioni leggendarie e cambiando le abitudini, le coordinate tecniche e la filosofia di gioco delle nazioni dove hanno operato. Questo libro racconta le loro vicende umane e sportive, le loro tattiche, le loro idee e mostra a tutti gli appassionati come il "genio ebraico" abbia rivoluzionato la storia del gioco più più popolare del pianeta.
15,00

Le pioniere del calcio. La storia di un gruppo di donne che sfidò il regime fascista

di Giovanni Di Salvo

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2019

pagine: 128

Per quale motivo una bambina non dovrebbe sentire il piacere, la gioia, l'emozione di fare ciò che è la sua passione e perché non dovrebbe avere gli stessi diritti e le stesse opportunità per poter sviluppare, far crescere e affinare il suo massimo potenziale? Perché giochi a calcio? Perché, ancora oggi, si sente la necessità di porre questa domanda a una bambina/ragazza che gioca a calcio? Non c'è una motivazione alla passione: questa nasce con te, fa parte di te e chiede semplicemente e naturalmente di potersi esprimere senza alcuna resistenza esterna.
13,00

Dirigenti Unasci del 2015. Uno sguardo sull'Unasci al quindicesimo anno di vita

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2019

pagine: 168

13,00

Annuario Unasci 2014-2015

di Bruno Gozzelino, Elena Oberto

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2019

pagine: 600

16,00

C'era una volta... c'è ancora oggi. 50 anni di volley Caluso

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2019

pagine: 328

Libro descrittivo e fotografico pubblicato per festeggiare i 50 anni della società.
20,00

Il gran Piemonte ha fatto 100. La grande corsa in una grande terra

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2019

pagine: 176

Questo volume è un omaggio al ciclismo per quanto è stato importante in questo secolo di storia e insieme è un tributo ai tanti appassionati e sportivi che hanno saputo vivere, interpretare, sognare e far sognare generazioni intere, tra le campagne, le colline e le cime di questa nostra amata terra, il Piemonte, che si conferma terra di sport e di passione.
20,00

Le associazioni benemerite nello sport italiano. L'importanza delle AB nel CONI

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2018

pagine: 176

13,00

A-i é gnun ëd pì che noi! Storia della Juve in lingua piemontese. Testo italiano a fronte

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2018

pagine: 176

Nessuno più di noi! La Juventus, la Vecchia Signora, la Fidanzata d'Italia... con milioni di tifosi in tutto il mondo è la squadra più amata e vincente in Italia. Ha nella sua storia decine di personaggi straordinari, calciatori fenomenali e presidenti illuminati: dall'ultimo campione arrivato alla corte bianconera, Cristiano Ronaldo al primo leggendario presidente, Eugenio Canfari. Raccontata in centinaia di libri, riviste, numeri speciali di quotidiani e settimanali di ogni genere ma mai in piemontese, la lingua certamente più parlata a Torino, la città dove è nata, il primo novembre 1897. In questo libro, la storia della Juve è raccontata da un gruppo di giornalisti e scrittori, juventini originari di parti diverse d'Italia a conferma che il territorio italiano e la Juventus sono binomio indissolubile; ognuno di loro ha raccontato un periodo, un decennio o poco più, dagli albori ai giorni nostri. Vittoria Minetti, docente di lingua piemontese, lo ha tradotto. I cognomi non sono stati tradotti mentre i nomi, quelli possibili, sì.
13,00

Malafesta Juve. Da Belgrado a Cardiff

Libro: Copertina rigida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2018

pagine: 152

Il libro racconta il rapporto difficile della Juve con la Coppa dei Campioni. Il viaggio in Europa è narrato da grandi firme del giornalismo in un susseguirsi di aneddoti, memorie e immagini nelle stagioni in cui la Juventus ha raggiunto la finale. I bianconeri sono stati tra i maggiori protagonisti della competizione continentale regina: per edizioni disputate, partite giocate e vittorie; ma il finale è stato, purtroppo, quasi sempre negativo. L'attesa, le scaramanzie, la preparazione, l'ansia che consuma e, infine, la partita che per 7 volte su 9 ha voluto dire cocente delusione: da Belgrado 1973 a Cardiff 2017, il percorso di un lungo viaggio in tutti i campi d'Europa con cavalcate esaltanti dai tristi epiloghi. La tragedia dell'Heysel e le troppe finali perse, da favorita o da outsider, hanno trasformato la Coppa dei Campioni, oggi Champions, in una sindrome dalla quale guarire. Non una maledizione perché il 22 maggio 1996 all'Olimpico di Roma le mani di Peruzzi e i piedi di alcuni tra i più umili tra i suoi campioni, hanno restituito quella coppa per troppe volte sfuggita. Fino alla prossima finale...
13,00

Io sono il giaguaro. Vita e parate di Luciano Castellini

di Flavio Pieranni, Fabrizio Turco

Libro: Copertina rigida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2018

pagine: 216

"Quello scudetto è una parte di noi, è la nostra vita. Quando vinci uno scudetto con la maglia del Toro, tutto ciò che hai fatto prima e quello che farai dopo non conta più nulla". L'ultimo eroe romantico a guardia dei pali. Quello che con le sue uscite coraggiose sui piedi degli avversari rischiava ogni volta testa e gambe. Quello che volava all'incrocio dei pali e ci portava con sé a conoscere mondi per noi inesplorati; perché quando Castello agguantava il pallone ci sembrava di essere andati lassù anche noi... Quello che ci faceva capire che una parata valeva spesso più di un gol e che in un mondo in cui quasi tutti sognavano di diventare attaccanti e di sfondare reti, ci faceva venire voglia di giocare in porta, di essere un po' tutti Giaguaro.
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.