Editore Bradipolibri - Ultime novità | P. 6

Bradipolibri

Storia del calcio cinese. Dalle origini ai giorni nostri

di Marco Bagozzi, Andrea Bisceglia

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2017

La sfida cinese nel mondo del calcio è ambiziosa. Il cosiddetto "gioco del popolo" è infatti sempre stato un discorso molto elitario, dato che, ai massimi livelli, il suo grado di democratizzazione è bassissimo... Lo spazio per le outsider è minimo, per non dire inesistente. Anche la scalata ai vertici dell'economia del calcio ha prodotto vittime eccellenti in passato. Con la comprovata lungimiranza, la classe dirigente cinese ha tutte le carte in regola per raggiungere l'obiettivo di "scardinare" questo oliato sistema, ribaltandone le gerarchie di potere.
14,00

Igor Cassina. Il ginnasta venuto dallo spazio

di Ilaria Leccardi

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2017

Ci sono uomini speciali. Che sanno lasciare il segno, che vanno oltre gli schemi e la storia, perché sono loro a scriverla. A tinte forti, con imprese memorabili che rimangono nel cuore e negli occhi di chi ha avuto la fortuna di viverle. Riescono a coniugare le qualità all'applicazione, allenando il loro immenso talento con ostinata determinazione, facendone un esempio da promuovere nel tempo. Dietro la tecnica c'è poi l'arte, la creatività dei gesti spettacolari che appartengono al mondo della ginnastica e consacrano chi se ne rende fine dicitore...
15,00

Athletic club di Bilbao. L'utopia continua

di Simone Bertelegni

Libro

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2017

pagine: 256

L'Athletic Club di Bilbao è l'unica squadra di calcio di una Prima Divisione di livello internazionale (la Liga spagnola) a rifiutarsi di accettare le regole del football globalizzato. Oggi è a tutti gli effetti un fenomeno sociale e culturale unico nel mondo del pallone, in grado di solleticare le attenzioni, quando non la passione, di storici, antropologi, sociologi e giornalisti, o di semplici tifosi alla ricerca di un calcio dal volto più umano.
18,00

Bianchini "le mie bombe"

di Paolo Viberti, Valerio Bianchini

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2017

pagine: 344

Quel manipolo di persone, cui vanno ascritti comunque molti meriti, si muoveva come un gruppo coeso, una squadra in missione, una setta. Dentro quei ritrovi autoreferenziali, da dove erano esclusi con scherno coloro che non facevano sacrifici alla religione del piede perno e non sapevano riconoscere al volo uno schema e la sua provenienza, era richiesta una buona dose di integralismo protezionista. O con noi o contro di noi. Bianchini non ha mai voluto essere rinchiuso nell'aria viziata di quelle stanze zeppe di diagrammi e con le finestre sempre chiuse. Da qui scaturiva la diffidenza verso di lui, che sembrava essere sfuggente, capace di rifugiarsi in un altrove interdetto ai savonarola del blocco cieco. Anzi, in tanti altrove. Quelli dove aleggiavano Nietzsche e Carmelo Bene, Mozart e un pianoforte, una moglie e i figli, lo stupore e la curiosità per il mondo al di fuori del palazzetto. Lì il protagonista di questo libro e lo constaterete a ogni capitolo, era a suo agio quanto in palestra, con grande scorno dei crociati della pallacanestro. Eppure il suo pedigree era inattaccabile! ...
18,00

Quando il calcio era celeste. L'Uruguay degli invincibili. La prima squadra che dominò il mondo

di Niccolò Mello

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2017

pagine: 176

Il Grande Uruguay dei "Los Invencibles", una squadra capace di vincere tutto e creare uno stile di gioco per l'epoca altamente particolare e innovativo, passi oggi quasi in secondo piano, accantonato e ignorato dalla frenesia dei ritmi contemporanei, dall'impellenza della fredda attualità, dalla superficialità di certe analisi. Quell'Uruguay paga pegno, nelle valutazioni di numerosi addetti ai lavori del presente, perché non c'era la tv e i pochi filmati e le immagini che sono pervenute fino a noi sono sbiadite, consunte, segnate dall'incedere del tempo. Paga pegno perché era un calcio di un periodo lontano, intriso di romanticismo, ma anche avvolto nel dilettantismo, dove i calciatori erano onesti lavoratori e non macchine per fare soldi. Ma la "colpa" è nostra, non loro. La "colpa" è di chi dimentica e trascura. Di chi preferisce osservare da lontano. Di chi non entra in profondità. Di chi pensa che lo sport prima di un determinato periodo non meriti abbastanza considerazione e abbastanza rispetto.
14,00

Tango bianconero

di Salvatore Lo Presti

Libro

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2017

pagine: 196

15,00

1977 Juventus anno zero

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2017

pagine: 228

Fondere nella stessa stagione 3 grandi capolavori sportivi e cambiare per sempre la propria storia. O meglio, fare un salto di qualità che è alla base dei successi contemporanei della Juventus. Nel 1977 nella stessa settimana la formazione bianconera vince scudetto, Coppa UEFA e diventa Campione conquistando 51 punti sui 60 a disposizione; un record, quest'ultimo, mai più battuto nella Serie A a 16 squadre. Ma c'è qualcosa di molto più importante. Proprio 40 anni fa i ragazzi allenati da Giovanni Trapattoni smentiscono tutti gli scettici a livello internazionale: la Juve non è più vincente solo in Italia. La conquista della Coppa UEFA è il primo trofeo di una storia che dal quel momento viene completamente riscritta. Inizia un nuovo corso, i bianconeri vincono almeno una volta tutto quello che c'è da vincere, in Europa e nel mondo...
15,00

Pedalare per la pace. Auschwitz-Roma. 2147 chilometri per non dimenticare

di Roberto Damiani

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2017

pagine: 128

Le idee nascono come un lampo che riflette dalla testa al cuore. Qualche volta rimbalzano sul cervello per razionalità e poi, per qualche tempo, rimangono lì tra le nuvole finché lentamente si concretizzano o evaporano, vanno ad adagiarsi tra i sogni... "Abbiamo deciso di partire da Birkenau, dal binario maledetto, perché anche per noi, come per il gran numero di persone che abbiamo visto in fila per entrare nel lager di Auschwitz, si tratta di un viaggio. Mi domando perché tanta gente visiti questi luoghi di sofferenza; voglio pensare che non sia semplice curiosità ma volontà di capire per non dimenticare, per fare in modo che tutto questo non si ripeta".
13,00

Le streghe di Atripalda. Racconti di sport

di Teodoro Lorenzo

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2017

pagine: 220

In questo libro non troverete tabelle, classifiche, primati. Quella è cronaca. Vi accompagneranno passioni e sentimenti, l'abbraccio di un padre, la carezza di una madre, l'entusiasmo di un principio e il dolore della fine. Perché anche lo sport può diventare poesia. Questi gli sport raccontati: hockey su ghiaccio, lotta greco-romana, tiro a segno, carabina, ciclismo, lancio del disco, tiro con l'arco, canoa, golf, pallavolo, vela, judo, atletica (400 metri), pugilato, automobilismo.
15,00
13,00

Discorsi sul basket

di Simone Rosi

Libro

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2017

pagine: 144

13,00

Andrea Belotti il gallo

di Fabrizio Turco

Libro: Copertina morbida

editore: Bradipolibri

anno edizione: 2017

pagine: 112

"Grinta, cuore, coraggio, generosità. Ma, soprattutto, un grandissimo senso del gol. Elencate le caratteristiche, è facile capire che si sta parlando di Andrea Belotti. Uno dei più forti attaccanti della serie A. Quando vedi giocare Andrea trovi un vero... Toro, ma con la faccia pulita di un bambino. Ad Andrea dispiace perdere anche nelle partitelle di allenamento, lui non si risparmia mai. E se aumenti i carichi di lavoro, non dice mai di no. Mai una smorfia. Mai un atteggiamento sbagliato. Belotti è un trascinatore, per questo i tifosi del Toro lo amano tanto. Perché vedono in lui il DNA del club. A chi somiglia? Ha qualità sparse che possono ricordare il grande Ciccio Graziani, ma anche altri bomber molto fisici come Casiraghi e Vieri. Però ha anche la zampata vincente e il senso del gol di volpi d'area di rigore come Inzaghi o Montella. La progressione di giocatori degli anni Ottanta come Schachner o Elkjaer. Ho fatto nomi di tanti calciatori del passato perché il Gallo sembra un giocatore di altri tempi. Con valori di altri tempi. È un ragazzo di oggi, ma fa pensare a un calcio fatto non di selfie ma di campipesanti, maglie sudate, muscoli forti". Dalla Prefazione di Sinisa Mihajlovic
13,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.