Il tuo browser non supporta JavaScript!

Castelvecchi

Dio è nato in esilio

di Vintila Horia

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 235

Esiliato da Augusto ai confini orientali del nascente Impero Romano, Ovidio affida la propria amarezza alle pagine di un diario. Le Metamorfosi, il suo capolavoro, ha lasciato un vuoto nella coscienza, e gli dèi sembrano aver abbandonato il mondo. Ma proprio qui, nella terra dei Geti, il poeta coglie i primi bagliori di un nuovo culto e prepara il suo spirito a un ultimo, imprevisto cambiamento. Attraverso la figura di Ovidio - diviso tra la disillusione e il sarcasmo, il desiderio e la poesia - Horia tenta di elaborare l'angoscia dell'esilio a cui lo aveva costretto il regime comunista in Romania. L'intreccio di esperienza personale e dimensione letteraria rendono Dio è nato in esilio un'opera in cui la scrittura diventa testimonianza, il lirismo denuncia politica, e la singolarità di un'esistenza storica assume significato universale. Nel 1960 il libro vinse il Premio Goncourt, che Horia rifiutò in seguito a una campagna denigratoria orchestrata contro di lui dal governo romeno.
18,50

Salvador Allende. L'uomo. Il politico

di Jesús Manuel Martínez

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 324

Questa biografia di Salvador Allende si apre con l'atto finale della sua vita: il discorso pronunciato nel palazzo presidenziale l'11 settembre 1973, mentre tenta di resistere all'assedio dei militari golpisti. Parole che, come spiega l'autore, costituiscono la colonna sonora dell'intero libro. Jesús Manuel Martínez, oltre a tracciare un quadro storico e sociale del Cile nei secoli XIX e XX, ricostruisce la vicenda personale e politica del Presidente, offrendo al lettore un racconto documentato, preciso, ricco di sfumature, di aneddoti, di fonti e di testimonianze, in cui il rigore della ricerca storica si mescola alla passione e all'affetto per l'uomo Allende. Un racconto che fa trasparire l'ammirazione per lo strenuo difensore della giustizia sociale e, prima ancora, della legalità democratica.
22,00

Mia

di Eugenia Romanelli

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 234

Mia ha un ammiratore segreto che la fotografa di nascosto e cerca di avvicinarla ogni volta che può, solo che lei ha quattro anni. Vive a Roma con le sue mamme, Valentine e Anna, e da qualche tempo balbetta. C'è qualcosa che non va? Anna è sempre via e per Valentine tenere insieme famiglia e lavoro sta diventando una prova di equilibrismo: è distratta, assente, confusa. Cosa le sta succedendo? A Málaga, Xavier riceve per mail una richiesta di aiuto che lo scaraventa in un baratro. Dopo aver litigato con la moglie Luisa per l'ennesima volta sullo stesso argomento, scompare misteriosamente. Luisa, con l'aiuto del fratello e dell'amica del cuore, si mette sulle sue tracce: è a Roma? Si è cacciato in un brutto guaio? Una suspense senza scampo, un thriller intelligente che lentamente trasforma i protagonisti in grandi eroi privati restituendo a ognuno la sua verità.
17,50

L'ultima guerra di Trump. Dal terrorismo ai dazi: dove va l'impero americano

di Gianni Flamini

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 448

Gianni Flamini analizza il primo biennio della presidenza Trump, ripercorrendone in modo accurato e dettagliato le date salienti. All'insegna del motto "Rigettiamo la dottrina del globalismo", il Presidente americano ha aperto il vaso di Pandora dei dazi protezionistici: 200 miliardi di dollari in direzione della Cina, quattro pacchetti di sanzioni economiche contro la Russia, e un'America ostinatamente impegnata a strangolare l'Iran distruggendone l'economia. Nel frattempo, la più che ventennale guerra al terrorismo ha fatto posto a un'altra guerra immanente: quella scatenata contro il deficit commerciale americano nel nome del rilancio della potenza industriale nazionale. Quale futuro ci attende?
23,50

Ciò che non uccide

di Benedetta Blancato

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 152

Una giornalista italiana di 35 anni che vive a Parigi resta coinvolta negli attentati del 13 novembre 2015. Pur senza essere mai evocato direttamente, il trauma ha un impatto rovinoso sulla sua vita: quella notte d'orrore, «La Notte», ritorna incessantemente per incrinare le sue sicurezze e scardinare poco a poco i valori umanisti nei quali ha sempre creduto. In una Parigi diventata di colpo ostile, pericolosa, la protagonista trova conforto nelle braccia di due uomini in divisa. Il primo è un uomo che non ha vissuto La Notte ma ha certezze incrollabili e possiede un arsenale di armi «per quando le cose andranno veramente male». Il secondo, un inquirente della polizia giudiziaria specializzato in antiterrorismo, maneggia con la stessa freddezza armi e cadaveri. La protagonista forse non è più capace di amore, ma non riesce a fare a meno di loro. Come affrancarsi dall'ossessione? Come gestire il peso di un attentato destinato a un paese del quale si è solo ospiti? Come ricominciare a vivere e ad amare, nel dopo?
16,00

The Truman boss. Una storia vera

di Vincenzo Balli, Giuseppe Lo Bianco

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 187

Questo libro racconta una storia vera. Vincenzo Balli, imprenditore siciliano nel settore dello spettacolo, viene convinto dal socio, Mario Musotto, di essere nel mirino della mafia. La sua esistenza e quella della sua famiglia (moglie e figlia di tre anni) precipitano così nell'incubo di una vita blindata, sotto protezione dell'antimafia. Più di due anni di autentico inferno: nomi di copertura, tapparelle perennemente abbassate, e-mail criptate, microspie, passamontagna e appostamenti della scorta sul tetto, indagini antimafia, conflitti a fuoco, sequestri di persona e arresti di mafiosi, carabinieri torturati e uccisi da Cosa Nostra. Fino a quando, insospettito da alcuni segnali, Vincenzo fa una scoperta sconcertante. Prefazione di Sandro Ruotolo.
15,00

Cronache dal fronte. Parole e immagini

di Amedeo Ricucci

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 144

In genere i libri degli inviati di guerra sono epici e trasudano coraggio. Questo no. Qui si raccontano solo storie, ma con onestà e nel rispetto dei fatti, in modo da avvicinarsi il più possibile alla verità del momento, l'unica a cui un cronista che consuma la suola delle sue scarpe può avere accesso. Queste storie sono raccontate sia con parole sia per immagini: due linguaggi diversi, da mettere a confronto, per poterne evidenziare in controluce i rispettivi punti di forza e di debolezza. Prefazione di Ennio Remondino.
17,50

Ma come si fa a pensare? Diario di un maestro di filosofia

di Massimo Iiritano

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 140

La filosofia, praticata attraverso la curiosità e gli occhi dei bambini, si è rivelata essere uno straordinario strumento per stimolare nei cittadini di domani la possibilità di una veglia critica sul presente e di un'attenzione sempre attiva e propositiva nei confronti degli altri e del contesto che li circonda. Piccoli peripatetici che, insieme, imparando a pensare e ad agire "da grandi", immaginano mondi e prospettive apparentemente astratte e lontane, ma in realtà quanto mai necessarie per una crescita sana e responsabile. Si tratta dell'utopia socratica di un'oralità lasciata a se stessa, di un insegnamento che è fatto soprattutto di ascolto, di una maieutica intimamente orientata all'infinito e libero aprirsi del dialogo. Il libro tenta di raccogliere le tracce di ciò che via via è stato disseminato, senza naturalmente pretendere di raccontare fedelmente ciò che in quelle irripetibili situazioni insieme ai bambini si è di volta in volta creato e condiviso. Come tentare di forzare, in qualche modo, il divieto socratico, quell'impossibilità di riportare in scrittura la viva e aperta oralità del dialogo filosofico, che i piccoli allievi hanno scoperto, e fatto scoprire, in tutta la sua bellezza. Nota introduttiva di Michele D'Ignazio.
16,50

Autodafé dello spirito

di Joseph Roth

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 94

"Autodafé dello spirito" è la testimonianza dell'impegno civile e politico di Joseph Roth durante gli anni dell'esilio, dal 1933 al 1939. È il grido d'allarme di un intellettuale che non vuole cedere alla follia, criminale che lo circonda, ma vede chiaramente il baratro verso il quale la Germania nazista sta trascinando l'Europa. Attraverso questi articoli possiamo ricostruire le urgenze e gli sviluppi del pensiero dello scrittore: il suo scivolare dall'iniziale socialismo verso posizioni monarchiche (ma sempre in chiave antifascista), la rivendicazione dell'erranza ebraica (contrapposta al sionismo e alla ricerca di una patria geografica), la difesa dei valori umanistici della cultura europea. Mentre descrive i roghi di libri, l'abbrutimento della propaganda e le colpevoli esitazioni delle democrazie, la scrittura di Roth oscilla tra il sarcasmo, la disperazione e improvvisi slanci di speranza, ma la sua visione rimane lucida fino alla fine. Fino all'ultimo articolo, pubblicato il giorno prima del ricovero in ospedale, dove l'ombra dei campi di concentramento invade il simulacro svuotato di senso della cultura tedesca: «La quercia di Goethe a Buchenwald».
12,50

Coraggio del gatto

di Dario Bevilacqua

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

16,50

Europa sinistra

di Nadia Urbinati

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

12,50

L'Aquila 2009. Una lezione mancata

di Massimo Cialente

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 161

Perché la ricostruzione dell'Aquila, a dieci anni dal terremoto, non è stata ancora completata? Cosa non ha funzionato, o avrebbe potuto funzionare meglio, nell'emergenza e negli anni successivi? Quale lezione trarre da questa terribile storia affinché nessuno debba più vivere esperienze così tragiche, e in gran parte evitabili, che invece in Italia si ripetono puntualmente? Massimo Cialente, il sindaco del terremoto e dei difficili anni successivi, parla per la prima volta, da testimone d'eccezione, della tragedia di quei giorni e dei drammi, personali e politici, che ha vissuto: dalle prime scosse di gennaio all'immediata gestione dell'emergenza, dal processo di ricostruzione alla realizzazione delle New Town, dai movimenti di protesta al difficile rapporto con il Governo. Eventi che, narrati con sincerità e inediti retroscena, si intrecciano alla dolorosa ricerca di un "io" inevitabilmente diverso da quello di allora. Un libro che ricorda ai protagonisti e a tutti gli italiani che, se dieci anni di sacrifici non sono passati invano, non si è però ancora fatto tesoro della lezione che le catastrofi naturali, pur così frequenti nel nostro Paese, dovrebbero insegnare.
16,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.