Editore Castelvecchi - Ultime novità | P. 3

Castelvecchi

Mussolini e la Repubblica di Salò. Il fallimento di un regime fantoccio

di James H. Burgwyn

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2021

pagine: 424

25 luglio 1943, caduta del fascismo; 8 settembre, armistizio. La carriera politica di Mussolini sembra al suo inglorioso epilogo; e invece, come è noto, la fuga in Germania gli consente di scrivere un ultimo capitolo. Ma chi sono le persone che danno vita al nuovo governo collaborazionista della Repubblica Sociale Italiana? Sono al potere per la sola volontà dei nazisti, oppure il regime gode di qualche sostegno popolare? Il neonato Partito Fascista Repubblicano è così sovrapponibile al vecchio Partito Nazionale Fascista? E Mussolini è soltanto una marionetta in mano ai tedeschi, o ha ancora ruolo di burattinaio? H. James Burgwyn, attento studioso del fascismo italiano, racconta le istituzioni, le correnti ideologiche e l'operato delle persone dentro e fuori il governo, riuscendo a catturare l'essenza dell'esperimento di Salò.
29,00

Nuovo Testamento. Una lettura ebraica. Vangeli e Atti degli Apostoli

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2021

pagine: 496

Quali sono i legami dei Vangeli e degli Atti degli Apostoli con l'ambiente ebraico d'origine? È possibile rintracciare, attraverso il greco della koiné, le parole e le espressioni che consentono di risalire al contesto culturale e spirituale dell'ebraismo in cui viveva Yeshua ben Yosef (Gesù)? Yeshua, infatti, non parlava né in greco né in latino, ma in ebraico e in aramaico. Questo libro affronta con estremo rigore la sfida di rispondere a tali interrogativi, permettendoci così di scoprire - grazie a una nuova traduzione dei Vangeli e degli Atti degli Apostoli - l'universo religioso e culturale in cui si è formato Yeshua. Poiché l'antigiudaismo ha avuto, e continua ad avere, un ruolo rilevante nella storia degli ebrei, abbiamo un motivo essenziale per studiare i testi cristiani: come è possibile che esso tragga origine e si alimenti dell'insegnamento di un giudeo come Yeshua? Piuttosto che declamare solenni e retoriche condanne dell'antisemitismo, i curatori del volume sono convinti che occorra un paziente lavoro di studio dei testi per scoprire le modalità attraverso le quali l'antigiudaismo si è inserito in scritti originariamente giudaici.
25,00

Livia. L'imperatrice di Roma

di Matthew Dennison

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2021

pagine: 336

Livia Drusilla Claudia fu moglie dell'imperatore Augusto e visse negli anni della trasformazione di Roma da repubblica a impero, testimone sia dei trionfi di Augusto che dell'epoca d'instabilità politica aperta dalla lotta per la successione. Deificata postuma nel 41 d.C., in vita Livia rappresentò per le matrone romane un modello di austerità e dedizione ai valori tradizionali. Ciononostante, i posteri non sono stati teneri con lei: autorevoli commentatori come Tacito, infatti, ne hanno restituito un'immagine di donna maligna e prepotente, votata all'intrigo e pronta a uccidere subdolamente uno a uno i suoi stessi familiari pur di spianare la strada verso il trono al figlio Tiberio, così da assicurarsi il controllo su Roma attraverso di lui. Matthew Dennison supera lacune e faziosità delle fonti, e in questa attenta ricostruzione biografica prova finalmente a rendere giustizia a una grande figura storica, dipingendone un ritratto appassionante ed equilibrato. In una società conservatrice e maschilista, nella quale le donne potevano essere ricordate solo quali esempi di virtù o vizio estremo, Livia seppe affermarsi come personaggio pubblico, gestì il proprio circolo di clientes e mantenne negli anni una sua sfera d'influenza riconosciuta: l'unico vero "crimine" di Livia non fu l'assassinio, dunque, ma l'esercizio del potere.
19,50

Il futuro comincia ora. Le vene aperte del mondo

di Boaventura de Sousa Santos

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2021

pagine: 216

L'emergenza sanitaria ha inaugurato e imposto la sua "pedagogia crudele": Covid-19 è lo specchio in cui si riflettono le estreme conseguenze del capitalismo neoliberista. La lezione che siamo chiamati a imparare racconta del fallimento di un sistema economico sfrenato e predatorio, che sostiene se stesso consumando la dignità umana - costretta a fare i conti con le profonde disuguaglianze tra gli individui - e la natura. Il grande filosofo portoghese, tuttavia, ha un messaggio di speranza: l'umanità potrà superare la quarantena imposta dal capitalismo quando sarà capace di immaginare il pianeta come casa comune.
22,00

Ritorno ad Abramo. In viaggio con Francesco alle radici della fratellanza

di Luca Geronico

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2021

pagine: 96

«Questo luogo benedetto ci riporta alle origini, alle sorgenti dell'opera di Dio, alla nascita delle nostre religioni. Qui, dove visse Abramo nostro padre, ci sembra di tornare a casa. Qui egli sentì la chiamata di Dio, da qui partì per un viaggio che avrebbe cambiato la storia». Il viaggio di Papa Francesco del marzo 2021 in Iraq - l'antica Mesopotamia, la terra del Tigri e dell'Eufrate - porta il segno del padre della fede in un solo Dio, il cui appello risuona anche nella citazione evangelica simbolo della visita: «Siete tutti fratelli». Il viaggio apostolico in un Paese a maggioranza sciita, componente fondamentale nella società irachena come in quella iraniana, ha una valenza straordinaria: come un nuovo capitolo scritto sul terreno del "Documento sulla fratellanza umana" di Abu Dhabi, la visita di Francesco ha aperto nuove prospettive per quanto riguarda il dialogo interreligioso, ma potrebbe anche essere un seme di riconciliazione per l'Iraq capace di innescare un nuovo processo politico in tutto il Medio Oriente. Prefazione di Louis Raphaël I Sako.
12,50

Dante specchio umano

di María Zambrano

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2021

pagine: 116

Sono poche le situazioni, come quella dell'esilio, in cui si presentano, come in un rito iniziatico, le prove della condizione umana». Per questo le opere di Dante - che dell'esilio è figura emblematica - non sono soltanto il racconto di una vicenda personale, ma trascendono i confini dell'individualità e si fanno metafora della stessa esistenza umana. Il poeta come «uomo universale», «specchio di umanità», centro di tutte le esperienze: in questa veste lo rappresenta María Zambrano. Allontanandosi dai canoni tradizionali, la filosofa spagnola legge il viaggio dantesco in chiave mistica, all'incrocio tra pitagorismo, neoplatonismo e tradizione ermetica, e vi ritrova l'influsso del sufismo. Due saggi inediti che ci consegnano un Dante eterodosso, dal profilo variegato e complesso, da scoprire. Postfazione e cura di Elena Laurenzi.
13,50

L'amore danza sull'abisso

di Alessandro Mezzena Lona

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2021

pagine: 184

È una mattina di tempesta del febbraio 1928 quando il signor Ettore Schmitz sale sul piroscafo Venus per Venezia, fumando una delle sue «ultime sigarette». Il sogno di diventare uno scrittore con lo pseudonimo Italo Svevo gli ha già procurato troppe delusioni: i suoi tre romanzi non sono valsi una parola di lode, ma nemmeno la soddisfazione di un bel rosario di insulti. Ora, solo faccende serie: si occupa degli affari dell'azienda di vernici sottomarine della famiglia della moglie Livia, la Veneziani di Trieste. Ma la trasferta di lavoro a Murano è destinata a diventare presto qualcosa d'altro. L'affascinante passeggera bionda che Ettore vede sul ponte del piroscafo (chi è? gli sembra, anzi è certo, di conoscerla) non arriverà mai a destinazione. Strangolata e gettata in mare, l'unico indizio di un bigliettino lasciato a bordo e indirizzato a un certo Ettore Schmitz. È solo l'avvio di una spirale di misteri e altri delitti che sembrano portare proprio a lui, in una storia che ora prende e ora abbandona la forma del giallo, indugia sullo Schmitz/Svevo umano e sentimentale, gioca sulla realtà storica per costruire l'intrigo della finzione, e si rivela infine romanzo a tutto tondo, imbevuto di riferimenti e amore per la letteratura.
17,50

Non possiamo non dirci nonviolenti. Dialoghetto intergenerazionale su un tema cruciale del nostro agire pubblico

di Filippo La Porta, Luca Cirese

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2021

pagine: 76

Cos'è la nonviolenza? Una proposta politica? Una scelta di vita? Un modo creativo di gestire i conflitti, una testimonianza? Se sono numerosi i casi di nonviolenza "vincente", capaci di andare controcorrente e di "risparmiare il sangue", difficilmente i tanti eroi della resistenza senz'armi del Novecento si vedranno riconoscere l'onore di una statua. La pratica resa famosa da Gandhi rimane però una corrente sotterranea che - affiorando già negli anni Sessanta per essere rilanciata dalla rivoluzione femminista - confluisce oggi nelle forme di "un mondo possibile": una concezione diversa della politica, per costruire un'altra società dentro di questa. Su questi temi cruciali si confrontano due generazioni: La Porta e Cirese, chi viene dal Sessantotto e dalla violenza "emancipativa" di Sartre e Fanon e chi, nato alla fine degli anni Ottanta, è cresciuto vedendo al telegiornale gli orrori della guerra jugoslava e della violenza del terrorismo internazionale. Una difesa della nonviolenza che, sia pure con i necessari distinguo, è oggi urgente più che mai, perché ci ricorda che c'è sempre un'alternativa.
10,00

Un filo di voci. Trentadue scrittori dal mondo

di Luciano Minerva

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2021

pagine: 276

L'uomo legge per fare domande, come scriveva Kafka. Questo libro nasce dalle domande rivolte a grandi scrittori e scrittrici di tutto il mondo, tra cui sette premi Nobel, per la rubrica settimanale "Incontri" di RaiNews24 (2000-2009). Le loro voci percorrono un filo narrativo ideale che attraversa i temi cruciali della letteratura e del nostro tempo: la pace dentro e fuori di noi, il superamento dei confini e dei muri, il razzismo, la libertà e la dignità dell'uomo, la difesa dell'ambiente, i talenti dell'immaginazione e del racconto, l'amore, l'ascolto e l'empatia. Una raccolta di punti di vista visionari e opinioni dirompenti - proprio quello che si richiede agli intellettuali - che il lettore "legge e ascolta", come dal vivo. Prefazione di Erri De Luca.
20,00

Lettere da Guantánamo. Dall'inferno al limbo, dove sono i detenuti del 9/11

di Laura Silvia Battaglia

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2021

pagine: 96

Il più che controverso campo di prigionia di Guantánamo, aperto vent'anni fa dopo l'attentato alle Torri Gemelle dell'11 settembre, è attivo ancora oggi, nonostante tutte le promesse. Avvalendosi di un corredo fotografico e di documenti esclusivi, Laura Silvia Battaglia ne ripercorre la storia, dandone una preziosa e aggiornata visione d'insieme: le vicende delle persone ancora trattenute nella struttura, le testimonianze di carcerieri e avvocati, l'incontro con gli ex detenuti. Ne esce uno dei capitoli più oscuri dell'intera storia americana, al quale sia l'intensificazione del terrorismo globale sia la mancata difesa dei diritti umani hanno impedito di mettere la parola fine.
13,50

Cinque tesi sul populismo

di Enrique Dussel

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2021

pagine: 64

I modelli economici e politici superstiti sembrano essere soltanto due: il neoliberismo e le tendenze populiste e neonazionaliste di alcuni governi latinoamericani. Enrique Dussel, tra i più eminenti filosofi del Sudamerica e figura di spicco del movimento Filosofia della Liberazione, analizza questa opposizione con gli strumenti delle scienze sociali. Il dilagante successo di certi populismi diventa quindi occasione per riflettere sia sul concetto di leadership - e scongiurare così l'ascesa di dittature carismatiche - sia per rimettere al centro del dibattito le questioni del "popolo" e del "popolare": concetti chiave per una democrazia rinnovata che crei nuove istituzioni di partecipazione.
9,00

Racconti nella rete® 2021

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2021

pagine: 176

Il Premio letterario Racconti nella Rete® è giunto alla sua ventesima edizione. Nato nel 2002 da un'idea di Demetrio Brandi, il premio si conferma il più importante concorso nazionale per gli autori emergenti. Molti tra gli scrittori pubblicati nelle antologie di Racconti nella Rete® hanno ottenuto brillanti risultati in campo letterario. Il progetto letterario permette a tutti, giovani e meno giovani, di partecipare al concorso con un racconto breve, una favola per bambini o un soggetto per cortometraggi. Il premio prende vita tutto l'anno nel sito www.raccontinellarete.it ed è sostenuto da una serie di presentazioni dell'antologia in diverse città italiane. La premiazione dei vincitori avviene nell'ambito del Festival LuccAutori®, in programma a Lucca nel mese di ottobre. Se si dovesse definire un filo conduttore nei lavori selezionati per l'edizione 2021 di Racconti nella Rete®, potrebbe essere la voglia di rinascita. Si percepisce chiaramente in tutte le storie, così diverse tra loro per stile, genere e argomento. Le parole scritte sembrano voler suggerire un cambio di passo, uno sfogliare la pagina per andare avanti, dopo questo lungo tempo sospeso. L'antologia è arricchita dalla copertina del regista Bruno Bozzetto.
12,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento