Il tuo browser non supporta JavaScript!

Castelvecchi

Il teorema di esistenza degli zeri

di Chiara Scipioni

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 156

È di tanti colori, la vita di Sofia. Dei colori delle coste dei libri che legge, bianco e nero dei racconti di zia Lidia, blu matita dì correzioni e rosso dedizione delle formule su cui cerca di concentrarsi. Ma più cerca di concentrarsi più si perde in una matematica incerta che fa incontrare rette parallele e trasforma compaesani in figure retoriche. Per questo spesso paria con David Foster Wallace e cammina per le strade di Dublino con Leopold Bloom. Finché non incontra la Cavallina Storna che, suo malgrado, la coinvolge in un giallo che vede sullo sfondo un reality show al limite dell'etica, messo in onda da una nota emittente televisiva nell'intento di monopolizzare gli ascolti. Un dedalo di fili narrativi sì intreccia e si svolge a formare un quadro composto da più personaggi con altrettante storie, tra flussi di coscienza e ricordi dal passato.
17,50

Lettera a un religioso

di Simone Weil

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 90

Scritta nel 1942, la «Lettera a un religioso» esprime l'inquietudine spirituale e morale di un'anima davanti al mistero di Dio e della Verità. Ma è anche una forte presa di posizione critica nei confronti della Chiesa e dei suoi dogmi. Attingendo alla cultura classica, alle tradizioni cinesi, egizie e indù, Simone Weil, in una continua tensione di avvicinamento e di allontanamento dal Cattolicesimo, riflette sulla possibilità di un universalismo per il quale ogni religione rivelatasi nel corso della Storia ha colto quelle stesse Verità trasmesse dal Cristianesimo. Un universalismo che non prevede sintesi o forme di sincretismo ma che cerca piuttosto di aprire il Cristianesimo dall'interno, nell'invito a essere cattolici vivendo sino in fondo il significato della parola: universali ma aperti al riconoscimento di ogni scheggia di verità. Perché è la Verità, per Simone Weil, il fondamento e principio normativo del suo Cristianesimo "critico" e illuminista. Con un saggio introduttivo di Pier Cesare Bori.
12,50

Vergogna ed esclusione. L'Europa di fronte alla sfida dell'emigrazione

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 192

Chiacchiere propagandistiche, balbettii inconcludenti, formule astratte: il dibattito politico sul fenomeno dei flussi migratori sembra incapace di uscire dall'orizzonte angusto della disputa puramente ideologica, oscillando fra l'ipotesi odiosa dei "respingimenti" e una troppo generica proposta di "accoglienza". Analizzare questo fenomeno in termini realistici, studiare i dati oggettivi in cui esso si traduce, inquadrare la questione dell'immigrazione nel contesto della distribuzione delle risorse a livello planetario, descrivere lo scenario economico, demografico e sociologico che ci attende nei prossimi decenni: è questo il "progetto" alla base di questo libro. Studiosi di competenze diverse - dal filosofo al sociologo, dal giurista al demografo, dal magistrato all'esperto di politica internazionale - si confrontano per aprire un terreno di riflessione in larga misura ancora inesplorato. Con l'ambizione di promuovere una discussione che sia all'altezza delle sfide che abbiamo davanti.
17,50

Morire al Cairo. I misteri dell'uccisione di Giulio Regeni

di Antonella Beccaria, Gigi Marcucci

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 144

Quando Giulio Regeni viene trovato morto, in una mattina di inizio febbraio, è subito evidente che molti conti non tornano. Chi ha fatto scomparire il giovane studioso? Perché è stato torturato? Qual è il coinvolgimento dello Stato egiziano? Il passare dei giorni non contribuisce a creare chiarezza, anzi è fortissima la sensazione di trovarsi di fronte a spiegazioni di comodo. Dove sta la verità? Chi era Regeni, di che cosa si stava occupando in Egitto? Che rapporto ha la sua uccisione con altre violazioni dei diritti umani perpetrate nel Paese? Antonella Beccaria e Gigi Marcucci hanno condotto un'inchiesta approfondita e rigorosa, scavando in Italia e in Egitto, per cercare di portare chiarezza in questa oscura vicenda.
15,00

L'amicizia è la vera patria

di Joseph Roth, Stefan Zweig

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 112

Joseph Roth e Stefan Zweig ebbero un intenso rapporto epistolare, che consolidò la loro amicizia. A partire dagli anni Trenta, l'incalzare degli eventi politici invade inevitabilmente la sfera privata e professionale dei due scrittori, che sono costretti ad affrontare l'asprezza del nuovo clima intellettuale imposto da Hitler, verso cui anche molti editori e autori ebrei mostrano un'ingenua quanto fatale indulgenza. In lettere sincere e appassionate, mai tradotte in italiano, i due amici si scambiano giudizi, impressioni e commenti, dove la condizione privata si intreccia alla situazione generale. A un Roth caustico e rabbioso, che esorta l'amico fraterno a reagire con più decisione all'incombere della barbarie, risponde uno Zweig più rassegnato e disilluso, che ha iniziato il tormentato peregrinare in giro per il mondo, alla ricerca di un isolamento artistico e umano. Leggere queste lettere significa immergersi in uno dei periodi più bui della civiltà europea, attraverso lo sguardo di due testimoni che vissero quegli anni con intatta dignità e commovente sofferenza.
10,00

Democrazia o capitalismo? Gli Stati-nazione nel capitalismo globalizzato

di Jürgen Habermas

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 48

A partire da un serrato confronto critico con il libro di Wolfgang Streeck "Tempo guadagnato", Habermas ci offre una lucida riflessione sullo stato di salute del vecchio continente e delle democrazie liberali che finora ne hanno caratterizzato la facies politica. Analizzando la crisi in cui l'Europa si dibatte da decenni, il filosofo di Francoforte cerca di pensare una possibile via d'uscita che sia capace di evitare il rischio dell'"opzione nostalgica", quella dei ripiegamenti nazionali o sovranisti. Ripiegamenti che oggi agitano il nostro tempo, ammantati di una retorica populista a sfondo xenofobo. Fra democrazie in bilico e capitalismo sfrenato, Habermas non si stanca di reclamare "più Europa" e di invocare un'unione sovranazionale di partiti progressisti in favore della costruzione europea.
5,00

Il faraone

di Riccardo Luraschi

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 378

Enrico Bertelli, esperto di finanza aziendale, uomo timido, schivo e sottomesso al proprio destino, consuma resistenza fra un impiego poco gratificante e la comoda, grigia routine in una piccola città. L'assunzione a Idealset, la principale industria televisiva e pubblicitaria del Paese, ne cambia la sorte. Apprezzato per la dedizione e le capacità professionali, riceve l'incarico di curare gli Affari Privati del proprietario, Leo Maspero, il "Faraone", imprenditore ricchissimo, affascinante e spregiudicato, in procinto di fondare un proprio partito e candidarsi alla guida del governo nazionale perché trionfi la "rivoluzione dei ricchi" e si instauri la "democrazia del desiderio". Il contabile, i cui nuovi compiti comprendono i pagamenti periodici, brevi manu, alle giovani amiche di Maspero, si troverà irretire nei giochi della piccolo corte che circonda il tycoon, oltre che messo a dura prova dal contatto con ragazze tanto provocanti. L'ingenuo Bertelli misurerà allora, con un acuto senso di impotenza, la distanza incolmabile fra la sua ansia di sicurezza e la selvaggia im imprevedibilità della vita.
17,50

Il ritorno dell'estraneo

di Zygmunt Bauman

Libro: Libro in brossura

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 39

L'ambiguità esperienziale della città postmoderna si riflette nell'ambivalenza postmoderna dell'estraneo, il quale ha due facce: una è seducente perché misteriosa, alletta, promette godimento senza chiedere patti di fedeltà; è la faccia delle opportunità infinite, dei piaceri mai provati, di avventure sempre nuove. L'altra faccia è altrettanto misteriosa, ma quello che traspare dalle sue fattezze è un mistero inquietante, minaccioso e intimidatorio. Queste sensazioni si coagulano nell'immagine dell'estraneo, un'immagine altrettanto contraddittoria e sfuggente delle sensazioni. Fobia e attrazione della promiscuità si combattono l'un l'altra in uno scontro che nessuna può vincere.
5,00

L'arte di collezionare arte contemporanea nel mondo globale

di Ludovico Pratesi

Libro

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 160

Il principale protagonista dell'arte contemporanea nel XXI secolo è il collezionista, che agisce con mezzi e dinamiche impensabili fino a pochi decenni fa. Personaggi come François Pinault, Eli Broad, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo o Miuccia Prada sono dei modelli per i nuovi collezionisti, che visitano le loro fondazioni per conoscere gli artisti più interessanti del momento. Questo libro racconta il significato e il senso di una collezione d'arte negli anni Duemila, spiega come rapportarsi con il mercato italiano e internazionale, quali fiere e quali gallerie seguire, quali mostre frequentare e in che modo si costruiscono i valori delle opere d'arte; fornisce le modalità per agire in un mondo complesso e articolato, capirne le regole e i comportamenti per effettuare le scelte migliori e più consapevoli. Collezionare arte contemporanea è un'avventura, che assomiglia molto a un viaggio in un mondo affollato, sfaccettato e a volte contraddittorio; uno scenario dove è difficile districarsi, comprendere quali sono le opere da acquistare, quali artisti sono destinati a una brillante carriera e quali invece a scomparire nell'arco di pochi anni. Per questo è nato un libro concepito come una sorta di bussola per orientarsi nel mare magnum dell'arte globale e avviare una collezione senza commettere passi falsi.
17,50

Che cos'è una nazione?

di Ernest Renan

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 60

La conferenza che Renan tenne alla Sorbona nel 1882 aveva alle spalle una lunga riflessione sulla drammatica sconfitta subita dalla Francia a Sedan nel 1870, che determinò la perdita dell'Alsazia e della Lorena, inglobate nel nuovo Impero tedesco. Nonostante Che cos'è una nazione? sia un testo così legato a una vicenda storica particolare, si è affermato da allora fino ai giorni nostri come una delle più note e apprezzate riflessioni sul principio di nazionalità. La ragione di ciò sta sia nel punto di partenza della riflessione di Renan, cioè il rifiuto del principio della razza e della lingua come fondamento della nazione moderna, sia nel punto di arrivo: gli Stati moderni si fondano sulla comune esperienza storica che tiene uniti i loro abitanti, ma anche sulla volontà continuamente rinnovata di voler vivere insieme. Introduzione e cura di Giovanni Belardelli.
8,50

La rovina della civiltà antica

di Guglielmo Ferrero

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 160

Apparsi in francese nella «Revue des deux mondes» tra il 1919 e il 1921 e immediatamente raccolti in volume ("La mine de la civilisation antique", Plon, Paris 1921), i saggi qui riuniti furono proposti in Italia soltanto nel 1926 nella traduzione curata dal figlio dell'autore, Leo Verrero, che ora si ripresenta. A guidare l'analisi di Guglielmo Ferrero sulla fine del mondo antico è una più ampia riflessione sui principi di legittimità del potere, che lo spinge a paragonare la situazione dell'Impero Romano nell'età dell'anarchia militare (III secolo d.C.) con quella vissuta dall'Europa soprattutto all'indomani del primo conflitto mondiale: il crollo dei principi di autorità sui quali si era fondato l'ordine politico-sociale preesistente avrebbe gettato entrambe le civiltà nella più profonda crisi della loro storia. E se l'Impero Romano poté essere temporaneamente salvato dalla forza rigeneratrice del Cristianesimo, Ferrero esorta i contemporanei a porre in rinnovati principi di legittimità le basi per il futuro equilibrio europeo.
17,50

Il libro nero dei Parioli

di Alfredo Covelli

Libro: Copertina morbida

editore: Castelvecchi

anno edizione: 2019

pagine: 174

Un ragazzo dell'alta borghesia romana, figlio di un influente dirigente della televisione pubblica, è abituato a ottenere dai genitori separati tutto ciò che desidera, finché suo padre perde la testa per una soubrette e sembra dimenticarsi di lui. Senza amore e senza soldi, con una madre depressa e shopping-dipendente da accudire, al colmo della rabbia decide di dare battaglia al genitore e di annientarlo. Comincia così a scoprire i meccanismi che regolano la sua elitaria comunità, facendo i conti con politici corrotti, costruttori onnipotenti, agenti segreti in pensione, adepti dell'Opus Dei, filippini misteriosi, ebrei cabalisti e nazisti contemporanei. In un quartiere elegante e volgare, esposto ed esoterico, con un'etica propria e codici esclusivi, un ragazzo entra in guerra per distruggere il suo mondo a suon di colpi bassi. Una storia caustica, basata su una verità sconosciuta e raccontata con una speciale miscela di sarcasmo e romanticismo.
18,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.