Editore Città del Sole Edizioni - Ultime novità

Città del Sole Edizioni

Anno Cento E.F.? Analisi politica del fascismo ad un secolo dalla marcia su Roma

di Ulderico Nisticò

Libro: Copertina morbida

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 296

Senza la guerra, o vincendola, il Fascismo conterebbe un secolo dalla Marcia su Roma, e sarebbe obbligo di legge scrivere 28 ottobre 2022, C E.F.; ma le cose andarono diversamente. Trascorso ormai tanto tempo dagli eventi, e mutato il mondo, è lecito chiedersi cosa sia stato il Fascismo, quali siano state le sue radici lontane, come sia nato in quanto movimento, come sia divenuto potere e regime, come sia caduto e come e quanta e quale ne rimanga memoria. Queste pagine provano a rispondere a tali domande, suscitando dubbi e provocazioni; e, speriamo, un serio dibattito.
20,00

Yemen. Dramma senza fine

di Angelo Travaglini

Libro: Copertina morbida

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 184

Sono stati i contatti intrattenuti dallo scrivente nel corso della sua passata esperienza professionale con colleghi provenienti dall'area islamica che hanno fornito il principale sostrato dal quale è maturato il desiderio di apportare uno sforzo di riflessione su temi attinenti alla realtà culturale e politica di quei Paesi. A tal proposito una domanda mi son sempre posto: per quale ragione i rapporti dell'Occidente con quella realtà non si sono quasi mai discostati da una visione basata su una irriducibile contrapposizione, evitando di instaurare con quell'universo culturale dal grande passato storico un proficuo dialogo fondato sul reciproco rispetto e la reciproca comprensione? La tragica guerra iniziata nel 2015 nel più povero Paese arabo, lo Yemen, vittima di un'aggressione mal concepita che ha provocato una catastrofe umanitaria, giunta ora al suo settimo anno, costituisce a mio parere l'ultimo drammatico esempio di uno scempio che dura ormai da più di un secolo e che ha coinvolto tutto l'immenso spazio che va dall'Africa occidentale attraverso il Levante e la Penisola arabica fino alle due sponde del Golfo Persico. A tal riguardo, quel che mi ha colpito in maniera indelebile durante questi sette anni di martirio ai danni dell'entità yemenita, è stata la persistente indifferenza dei media e dell'opinione pubblica occidentali di fronte ad una crisi definita dalle Nazioni Unite "la più grave catastrofe umanitaria dalla fine della Seconda guerra mondiale".
18,00

Il treno del sole e i cinque anarchici. L'ombra di Gladio. 'Ndrangheta stragista e la falange armata

di Michelangelo Di Stefano

Libro: Copertina morbida

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 600

"La ricostruzione ufficiale degli eventi cruciali, che hanno condizionato il corso della Repubblica italiana, è zeppa di omissis, buchi neri e menzogne riparatorie. Se è vero che la Storia contemporanea del nostro Paese l'hanno scritta i vincitori, sembrano aver avuto poca cura nel renderla credibile e solida. Michelangelo Di Stefano in questo libro, con forte acume investigativo, ha opportunamente accostato pezzi di storie apparentemente sconnesse e slegate tra loro riuscendo a dare ai fatti presi in esame un senso storico che da un lato consente di intuirli come parti di un tutto e dall'altro permette di comprendere il tutto attraverso l'osservazione della singola parte. Con questo metodo, diventa prezioso per la ricerca della verità anche un banale incidente stradale. Come quello di cui sono state vittime cinque giovani anarchici calabresi nel 1970. Un evento relegato nella periferia della Storia e nei trafiletti delle pagine interne dei giornali. Per lo Stato si trattò solo di una macchina finita fuori strada, una sciagurata casualità. Ma vivisezionato e inserito da Di Stefano in una cornice più ampia, quell'episodio rimosso dalla memoria collettiva acquisisce una valenza criminale e politica cruciale per i suoi collegamenti con i moti di Reggio Calabria, i progetti golpisti di Junio Valerio Borghese e la strage di Piazza Fontana. L'indagine sulla morte di cinque giovani consente così di riscrivere un pezzo importante della Storia italiana. Ecco perché l'investigazione di Di Stefano è particolarmente preziosa. Chi ha vinto la Seconda Guerra mondiale, contribuendo a liberarci dall'orrore del nazifascismo, ci ha consegnato uno Stato solo apparentemente sovrano e indipendente. All'interno della dinamica geopolitica della Guerra Fredda, gli Stati Uniti hanno infatti esercitato un'influenza occulta sull'Italia, ponendola di fatto sotto tutela e mantenendola in asse e armonia con gli interessi atlantici. Di conseguenza di tutti i processi democratici nati spontaneamente nelle piazze, nelle università e nei movimenti sindacali sono stati frenati, repressi o bloccati attraverso strategie che non appartengono alle democrazie occidentali. Non è dietrologia, ma semplice cronologia. Nel 1963 nasce il primo governo di centrosinistra, con i socialisti che entrano nell'esecutivo e l'anno dopo scatta il Piano Solo. Nel 1968, le piazze si riempiono di studenti e operai. Trascorrono pochi mesi e scoppia la bomba di piazza Fontana, seguita da un tentativo di golpe che era riuscito a mettere insieme ex repubblichini, neofascisti, mafie e massoneria deviata. E così, all'alba del compromesso storico, nello stesso giorno in cui la Camera dei deputati avrebbe decretato l'ingresso del Partito Comunista in maggioranza, viene rapito Aldo Moro. I vincitori non si sono limitati a vincere ma hanno determinato le condizioni per cui la vittoria potesse reiterarsi all'infinito." Prefazione di Giorgio Mottola
29,00

Diario. 385 giorni a Palazzo San Giorgio

di Tonino Perna

Libro: Copertina morbida

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 160

Questo diario nasce da una telefonata con un amico di Pavia, noto giornalista e scrittore, che sapendo della mia nomina a vicesindaco mi disse "Fai un diario. Annota tutto. Poi, magari quando hai tempo lo sviluppi". E così ho fatto per un anno... L'obiettivo non è quello del gossip, del raccontare le trame occulte della politica, ma quello di far conoscere la fatica e le difficoltà dell'amministrare in una città del Mezzogiorno, di mettere a nudo le parti arrugginite della macchina comunale, di andare al di là dello specifico locale per tentare di affrontare questioni che sono presenti in tante città del Sud, e non solo.
14,00

Il fenomeno metropolitano nell'Europa occidentale. Una visione integrata multidisciplinare

di Rosa Italia Fontana

Libro: Copertina morbida

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 280

«L'assetto istituzionale degli enti territoriali è una questione oggetto di antiche discussioni mai sopite, dato che l'evoluzione sociale e tecnologica modifica continuamente il rapporto tra collettività sociali e territorio. Per un verso le reti telematiche rendono il lavoro ed i rapporti sociali avulsi dal territorio, per altro verso i bisogni di prossimità e le questioni urbane si declinano secondo coordinate territoriali. In questo contesto profondamente mutato le tradizionali definizioni giuridiche non riescono a spiegare fenomeni profondamente diversi. Le modifiche costituzionali del nostro ordinamento, attuate nel 2001, colgono il problema indicando una linea riformatrice in cui la mera denominazione degli enti territoriali (Stato, Regioni, Città metropolitane, Province, Comuni) non costituisce un vincolo per l'attribuzione delle funzioni, che possono essere differenziate in nome dei principi di sussidiarietà, adeguatezza e differenziazione. Vi è insomma la consapevolezza che una rigida definizione delle funzioni per singoli enti è un vestito che non si adatta indifferentemente a tutti i Comuni o ad ogni Provincia. Il senso di tale modifica è l'adeguamento dell'esercizio dei poteri pubblici alle effettive esigenze dei territori e dei cittadini, secondo una tradizionale definizione che risale a Giannini, secondo cui vengono prima le funzioni, su cui conformare l'assetto degli enti.» (Dalla Prefazione del prof. Francesco Manganaro)
24,00

Le strade vive della filosofia. Percorsi politici per l'oggi

di Vincenzo Musolino

Libro: Copertina morbida

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 152

«Per diretta ammissione del curatore e autore di tale progetto editoriale, il filo rosso che lega i contributi presenti nel volume è il concetto di "Terza Via", una nozione politica ed economica che negli ultimi mesi è tornata ad assumere un certo interesse, complice anche il quadro politico ed economico congiunturale che sembra aver scosso alcune convinzioni rivelatesi tutt'altro che incontrovertibili [...]. Iniziamo con il dire che per "Terza Via" non si rinvia ad un partito o comunque ad una eventuale inedita posizione ideologica ipostatizzata in qualche forma associativa. La "Terza Via", così cara all'economista svizzero-tedesco Röpke e ripresa dal futuro presidente della Repubblica Luigi Einaudi, sul fronte della cultura politica liberale italiana, e da Alcide De Gasperi, su quello del popolarismo legato alla teoria politica di Luigi Sturzo, può esprimere ancora un approccio fecondo e produttivo nella misura in cui mostrerà di sapersi innestare nella contingenza e di portare quel buon senso e quel pragmatismo che costituiscono uno stimolo fondamentale al successo del processo democratico, il cui asse portante sia la dignità della persona umana, dell'"uomo medio", non dell'eroe e neppure del martire, per usare un'espressione ed un argomento sviscerati da Luigi Einaudi nella rappresentazione dei caratteri del "buon governo".» (Dalla Prefazione di Flavio Felice)
15,00

L'informazione nella provincia reggina dal 1860 all'avvento del fascismo

di Mimmo Fedele

Libro: Copertina morbida

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 96

Il volume "L'Informazione nella provincia reggina dal 1860 all'avvento del fascismo" vuole essere un arricchimento del precedente "L'informazione reggina dal 1860 al 1945". Mimmo ha trascorso buona parte della sua vita passeggiando sul corso Garibaldi e disquisendo dei temi più vari con gli interlocutori che, di volta in volta, si intrattenevano con lui. È riuscito a osservare con ironia e leggerezza momenti cupi della storia reggina e rendere addirittura simpatici personaggi che di questa cupezza si erano resi sistematici interpreti. La capacità di comunicare e di rendere sempre amabile, simpatico e stimolante l'argomento trattato è un dono che la natura gli ha conferito e che Mimmo ha esercitato nel corso degli anni diventando, in buona sostanza, l'interprete «più autentico di se stesso». La comunicazione ha assunto un ruolo particolarmente importante nei tempi che stiamo attraversando. Il "comunicatore" riesce a far circolare le proprie idee e quelle degli altri in maniera da renderle agevolmente percettibili da parte di coloro che lo ascoltano. La capacità del comunicatore è anche quella di adeguare il proprio linguaggio alle capacità di ascolto e di comprensione dei soggetti con cui interloquisce. Si adegua ai suoi ascoltatori, che lo apprezzano proprio in virtù di questo suo efficacissimo requisito. Mimmo Fedele ha parlato soprattutto ai reggini e ha usato il linguaggio che il reggino più agevolmente avrebbe potuto percepire: sottilmente ironico, spesso in vernacolo, sia pure infarcito di citazioni dotte; qualche avventura nel francesismo nei momenti di maggior eleganza espositiva e, comunque, sempre in grado di affrontare qualunque tema, che poi riusciva a orientare sulle corde emotive di chi lo ascoltava. Dalla Recensione di Giuseppe Valentino
10,00

Borghi di Calabria. Il racconto di una azione amministrativa. I nuovi #BoSS BorghiSmart&Slow

di Beniamino Cordova

Libro: Copertina morbida

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 128

La realizzazione del volume è stata stimolata dall'azione amministrativa che l'autore ha svolto come responsabile del procedimento degli avvisi pubblici "... per il sostegno di progetti di valorizzazione dei borghi della Calabria", e "... per il sostegno alle attività ricettive, della ristorazione e dei servizi turistici e culturali nei borghi della Calabria" durante la sua attività presso il settore della Regione Calabria che si occupa della valorizzazione dei beni culturali e dei borghi. Il volume, sviluppato con lo scopo di alimentare lo studio e la ricerca sulle tematiche relative alla valorizzazione dei borghi in chiave innovativa e moderna, è stato realizzato con l'intento di divulgare l'azione amministrativa della PA nel rispetto dei principi di trasparenza e pubblicità che si sintetizzano nel principio costituzionale di buon andamento ed imparzialità della pubblica amministrazione, e dei criteri ormai consolidati di open government e accountability.
14,00

La psicoanalisi e la sua causa nel tempo del non ascolto

Libro: Copertina morbida

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 432

Quale sfida la psicoanalisi è chiamata ad accettare nel tempo del non ascolto? Abbiamo pensato a questo titolo perché l'incapacità d'ascolto è una delle caratteristiche del nostro tempo, seppure a diversi livelli di gravità. Se la violenza, da quella di genere alle altre e fino alla guerra, si colloca al massimo grado di assenza della parola, altre forme sono altrettanto importanti: perciò abbiamo chiesto anche l'intervento di filosofi, sociologi, pensatori e scrittori. Poi di colpo, ecco che la pandemia di Covid 19 ci ha tragicamente ricordato che la mancanza di risorse di fronte all'inatteso, a ciò che irrompe, l'incapacità di ascoltarsi come prendersi cura possono produrre, inoltre, molti disturbi sia nella psiche, sia nel corpo e nel sociale.
22,00

Così è la vita. Ottantotto passi di storia

di Nino Stellittano

Libro

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 288

«Le pagine di questo libro contengono ottantotto poesie inedite in vernacolo calabrese che trattano argomenti di vita. Abbiamo pensato di tradurre le stesse per dare la possibilità a chi ne usufruisce di comprendere il lessico dialettale e i suoi profondi concetti in un modo agevole. Contiene, inoltre, un CD che racchiude otto poesie interpretate da Gigi Miseferi e otto canzoni inedite che prendono spunto dalle stesse cantate da Nino Stellittano, con la partecipazione straordinaria di Danilo Amerio e la collaborazione di un cast di amici musicisti dei Kalavrìa dei quali Peppe era il presidente onorario. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito con la loro creatività a rendere possibile questo progetto: per la copertina e le illustrazioni interne Alessandro Allegra; per le poesie recitate e per la prefazione finale Gigi Miseferi; per le voci nei brani Danilo Amerio; per la Prefazione iniziale la professoressa Anna Nucera; per il ricordo politico il professore Giuseppe Siclari; gli artisti dei Kalavrìa per il contributo morale e artistico; gli amici di Calabria Sona e, infine tutta la mia famiglia: Martina, Alessia, Demetrio, Giuseppe, Caterina, Rossella, Cosimo e Tina per la tua forza continua che ci regali.»
25,00

Corso di filosofia per principianti. Lezioni stravaganti

di Sandro Borgia

Libro: Copertina morbida

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 160

Un corso di filosofia per principianti in cui l'autore, Sandro Borgia (Tivoli 1921-2011, quasi trentennale docenza di storia e filosofia al Liceo Classico di Tivoli), immaginando un dialogo socratico tra un professore e gli alunni di una classe delle scuole elementari, enuclea una serie di lezioni su alcuni passaggi cruciali dell'insegnamento disciplinare con tratti di sublime ironia. Seguono sette lezioni stravaganti su Amore e Grammatica, la Cosità della cosa, Un chilo di che?, L'effetto, Il debito, Il contesto, Trasgressione e ambiguità. A seguire ancora delle lezioni svolte «alla maniera di Sandro Borgia» da alcuni professori del liceo Classico di Tivoli (scritti di Giuseppe Tripodi, Laura Di Lorenzo, Piero Bonanni). Il tutto è introdotto da una «Lettera agli autori» dalla Preside del Liceo Classico di Tivoli, prof.ssa Sandra Vignoli.
16,00

Parole. Istruzioni per il buon uso

di Tonino Perna

Libro: Copertina morbida

editore: Città del Sole Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 128

Questo manuale nasce dall'esigenza di ritrovare il gusto e il rispetto per le parole, di riscoprire il loro peso specifico e il grande, immenso, valore che esse possono avere in certi momenti della nostra vita. Alle volte le parole sono come pietre, altre volte come carezze, come miele che ti ristora il palato. Ci rendiamo conto di quanto siano preziose solo quando la persona che le pronunciava non c'è più. Per questo dobbiamo usarle con cura e parsimonia, non sprecarle, perché solo quelle che hanno un senso resteranno nelle menti e nei cuori di chi ci è stato vicino nel passaggio su questo pianeta.
12,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.