Editore CROCETTI - Ultime novità | P. 2

CROCETTI

Inizio fine

di Daniele Piccini

Libro: Copertina morbida

editore: CROCETTI

anno edizione: 2021

pagine: 120

"Inizio fine" è la nuova elegante raccolta poetica del filologo e poeta Daniele Piccini, una delle voci più intense e preziose del panorama letterario italiano. Prima di "Inizio fine", Piccini ha pubblicato le raccolte poetiche "Terra dei voti" (Crocetti, 2003), "Canzoniere scritto solo per amore" (Jaca Book, 2005) e "Altra Stagione" (Nino Aragno, 2006).
12,00

Ballate oscure

di Nasos Vaghenàs

Libro

editore: CROCETTI

anno edizione: 2021

pagine: 144

Con quali strumenti si può scrivere poesia oggi? Questa è, in buona sostanza, la partita che si gioca in questo libro: il tentativo di una vera e propria "riconsacrazione" della parola poetica. La poesia di Nasos Vaghenàs è ricchissima di riferimenti più o meno dichiarati alla tradizione letteraria e artistica greca ed europea, trattati però con una leggerezza e un'autonomia che ne fanno una lirica dotta ma non iniziatica, sul crinale tra la raffinatezza e l'aristocraticità.
14,00

Fuoco su Babilonia!

di Aldo Nove

Libro

editore: CROCETTI

anno edizione: 2021

pagine: 144

"Fuoco su Babilonia!", uscito in prima edizione nel 2003, restituisce alle lettrici e ai lettori un percorso poetico decisivo, cominciato molti anni prima della nascita del "fenomeno" narrativo Aldo Nove, la cui essenza fondamentale è interamente contenuta nelle liriche di questa raccolta. L'ironia, il nonsense, la mimesi pop - calibrate con straordinaria (e precocissima) competenza metrica e stilistica - sono le forme assunte da Aldo Nove come logica conduttrice del suo formidabile discorso poetico, sempre teso alla ricerca del vero e dell'Altro da sé, secondo l'insegnamento dei suoi maestri prediletti (in sorprendente convergenza) Nanni Balestrini e Milo De Angelis. Introduzione di Elio Pagliarani.
15,00

Erotica

di Ghiannis Ritsos

Libro: Copertina morbida

editore: CROCETTI

anno edizione: 2021

pagine: 132

Niente più della poesia, sembra dirci Ritsos, può esprimere la forza travolgente dell'eros. Nelle tre raccolte comprese in Erotica (Piccola suite in rosso maggiore, Corpo nudo e Parola carnale) l'amore è cantato da Ritsos in tutte le sue manifestazioni. Ora tenero, ora spirituale, ora selvaggio, ora carnale, l'amore racchiude in sé il senso ultimo del mondo, la sua cifra occulta, celata nel corpo della persona amata ma anche nella natura: la lussureggiante natura greca, fatta di suoni, profumi, luce, sensualità purissima, diventa così partecipe dei sentimenti umani, e assurge a simbolo della forza creatrice dell'amore, della sua carica vitale ed esistenziale. "Due mesi senza incontrarci. Un secolo e nove secondi."
12,00

Poesia. Rivista internazionale di cultura poetica. Nuova serie. Vol. 5: Maria Teresa Horta. La festa e il turbine

di AA.VV.

Libro

editore: CROCETTI

anno edizione: 2021

pagine: 128

"Per questo io ho preso forma umana e ho persino raccontato storie di felicità". (Tanikawa Shuntar?)
13,00

Quegli ultimi rumori...

di Philippe Jaccottet

Libro

editore: CROCETTI

anno edizione: 2021

pagine: 112

"Se fosse la luce a tenere la penna, l'aria a respirare fra le parole, tutto sarebbe meglio."
12,00

Poesia. Rivista internazionale di cultura poetica. Nuova serie. Vol. 4: Nikos Kazantzakis. Odissea

di AA. VV.

Libro

editore: CROCETTI

anno edizione: 2020

pagine: 128

Il servizio di apertura del numero 4 di "Poesia" è dedicato a Federico García Lorca e alla sua raccolta Poeta en Nueva York, composta ottant'anni fa durante la permanenza del poeta alla Columbia University (1929- 1930). Considerata l'apice dell'opera lorchiana, la raccolta fonde temi politico-sociali e modi espressivi del Surrealismo. Con straordinaria lucidità, Lorca individua nell'identificazione con gli esclusi e i vinti la vera funzione del poeta. Dirà: "Io volevo scrivere il poema della razza nera del Nord-America e sottolineare il dolore che hanno i negri d'essere negri in un mondo ostile: schiavi di tutte le invenzioni dell'uomo bianco e delle sue macchine". Ma, aggiungerà, fra i negri "c'era il dolore che conosce la consolazione", mentre nel luogo-emblema della ricchezza, Wall Street, scorre il fiume dell'oro e della morte: "In nessuna parte del mondo come lì si sente l'assenza totale dello spirito".
13,00

Odissea

di Nikos Kazantzakis

Libro

editore: CROCETTI

anno edizione: 2020

pagine: 832

L'Odissea di Nikos Kazantzakis, "il più lungo epos della razza bianca", come lo definì il suo autore, è la prosecuzione fantastica dell'omonimo poema omerico. Fu portato a termine dopo 13 anni e mezzo di lavoro (dal 1925 al 1938) e sette stesure autografe. Nella versione definitiva si compone di 33.333 versi (la penultima redazione contava 42.500 versi) suddivisi in 24 canti, lo stesso numero delle lettere greche e dei canti dei poemi omerici. In quest'opera dall'estensione fluviale - tre volte l'Odissea di Omero - Kazantzakis riversò tutte le sue esperienze intellettuali e spirituali, sviluppando una dottrina ascetica sincretistica, basata sui principi di diverse religioni e di grandi, utopistici ideali politici. La narrazione delle straordinarie avventure di Ulisse dopo il ritorno a Itaca celebra soprattutto la mente libera dell'uomo. Quello di Kazantzakis è anche un avatar dell'Ulisse dantesco assetato di conoscenza, oltre che un alter ego del poeta stesso, alla disperata ricerca di una nuova visione di Dio e della salvezza del mondo. Poema di grande complessità, l'Odissea è anche un'arca di Noè linguistica, in cui Kazantzakis ha imbarcato e salvato dall'estinzione migliaia di termini popolari raccolti dalla bocca di pastori, contadini, pescatori e abitanti spesso analfabeti di isole e villaggi dell'Egeo. Un patrimonio linguistico prezioso destinato a scomparire, ma che Kazantzakis ha salvato tramandandolo ai posteri.
35,00

Il signore d'oro

di Vivian Lamarque

Libro

editore: CROCETTI

anno edizione: 2020

pagine: 94

I brevissimi testi di Il signore d'oro, composti tra il 1984 e il 1986 e dedicati al suo analista junghiano, raccontano l'esperienza del transfert e dipingono con grazia e dolore le scene di un amore profondo e proibito.
11,00

Pietre ripetizioni sbarre

di Ghiannis Ritsos

Libro

editore: CROCETTI

anno edizione: 2020

pagine: 176

Le poesie di "Pietre Ripetizioni Sbarre" sono state composte tra il 1968 e il 1969, negli anni in cui Ghiannis Ritsos era confinato nei campi di concentramento sulle isole di Ghiaros e Leros, e poi agli arresti domiciliari a Karlòvasi, sull'isola di Samo. Nel suo consueto dialogo con il Mito e con il passato, Ritsos racconta la memoria che resiste e che parla attraverso le pietre delle statue morte e delle colonne spezzate. Nei gesti che si ripetono da sempre, incessantemente, ritroviamo echi del passato che diventano immagini di un presente fatto di sbarre di carceri, di ricerca di una libertà definita dal poeta "immensa, estatica orfanezza". Nella sua solitudine, simile a quella degli eroi antichi, Ritsos conserva integra la sua dignità e la speranza nell'uomo, e afferma la sua fede nel potere di redenzione della poesia.
16,00

Poesia. Rivista internazionale di cultura poetica. Nuova serie. Vol. 3: Nicola Gardini. Il piacere di tradurre

di GARDINI

Libro

editore: CROCETTI

anno edizione: 2020

pagine: 128

Il numero 3 della nuova serie di "Poesia" si apre con un servizio dedicato a Stephen Crane (1871-1900), considerato l'iniziatore del Naturalismo americano. La fama di Crane è legata a Il segno rosso del coraggio (1895), un romanzo che racconta con grande realismo la Guerra di secessione ed è un classico della letteratura americana. Oltre a romanzi e racconti, Crane pubblicò una raccolta poetica accolta con grande favore dalla critica. Su "Poesia" si presenta questa produzione marginale ma non minore di Crane, finora trascurata. Il secondo servizio in Sommario analizza "Il piacere di tradurre". Ne è autore Nicola Gardini, professore di Letteratura italiana all'Università di Oxford e autore di romanzi, raccolte poetiche, saggi e di molte raffinate traduzioni di scrittori classici e contemporanei. La terza puntata della rubrica di Silvio Ramat "La giovinezza della poesia in Italia" analizza i testi di Marino Moretti. Il poemetto "Gara fra un cuoco e un fornaio, arbitro Vulcano", tradotto dal latino, fornisce l'occasione per parlare di antichissimi manuali di cucina e dei gusti di autori come Platone e Aristotele. Gli inediti presentati su questo numero sono di Umberto Piersanti. In Sommario ci sono inoltre articoli su Guido Zernatto (Germania), Marceline Desbordes-Valmore (Francia) e sul poema Architrenius (1184 ca.) di Giovanni di Altavilla. Capolavoro latino a lungo sconosciuto e di sorprendente attualità, da poco tradotto in italiano, Architrenius narra il viaggio di un uomo alla ricerca della Natura, considerata responsabile dei mali umani.
13,00

Poesie

di Edna St. Vincent Millay

Libro: Copertina morbida

editore: CROCETTI

anno edizione: 2020

pagine: 176

Edna St. Vincent Millay è stata l'eroina dell'Età del Jazz, la poetessa più amata e più letta nell'America degli anni venti. Di una bellezza inquietante, il suo sex appeal senza rivali aveva "l'effetto di una droga sulle persone". Thomas Hardy disse che c'erano soltanto due grandi cose negli Stati Uniti: i grattacieli e la poesia di Edna. Tra i letterati anglofoni non c'era nessuno che non conoscesse i suoi versi, i suoi libri vendevano più di tre milioni di copie, e i suoi appassionati sonetti d'amore, grondanti lirismo e sentimento - ma anche ironia e rivalsa femminista -, erano ammirati e imitati da tutti gli aspiranti poeti. Interpretò una femminilità libera e spregiudicata e diede vita al mito dell'eterna giovinezza, all'amore romantico ma privo di illusioni, alla precarietà della vita e alla tristezza, ma senza rassegnazione. La scelta di poesie tradotte da Silvio Raffo ne dimostra la forza, che il tempo non ha scalfito.
16,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento