Il tuo browser non supporta JavaScript!

CUEC EDITRICE

Una mosca a Mosca e Pushkin sta a guardare

di Ferdinando Buffoni

Libro: Libro in brossura

editore: CUEC EDITRICE

anno edizione: 2018

pagine: 104

"Sarò amichevolmente scorretto. Perché ho sbagliato nel promettere una prefazione all'autore. Voglio dire che nel proporvi queste righe so di rubarvi del tempo prezioso perché ogni istante sottratto alla lettura di queste storie è un'appropriazione indebita. Avete tra le mani e sotto gli occhi pagine di vita vissuta nel pianeta Terra in un autentico romanzo di formazione: umanità e storia, Gorbaciov e Putin, politica ed economia, geografie e società, tanta economia spiegata come sa fare uno che ha capito come gira il mondo e come girano rubli, euro e dollari, yen e renminbi compresi. Poi avete sette racconti. Uno più piacevole e godibile dell'altro. Troverete anche un titolino detto 'Fuori onda' che fa da summa a tutta questa piacevole e istruttiva narrazione. Che ci ha fatto conoscere meglio un sardo di tutti i mondi. Ma che, quando si ritrova testimonial fra le cronache del villaggio dov'è nato, rimette i piedi per terra e non ha che da domandarsi: 'Gli Attila di oggi non sono forse più spietati e crudeli di quelli che abbiamo conosciuto nei libri di storia?'". (Dalla prefazione di Giacomo Mameli)
12,00

Dizionario del dialetto cagliaritano

di Agata Rosa Maxia

Libro: Copertina morbida

editore: CUEC EDITRICE

anno edizione: 2014

pagine: 256

Dopo gli scritti di carattere pedagogico e didattico risalenti al periodo lavorativo, la Prof.ssa Maxia, si è dedicata quasi esclusivamente a un suo vecchio amore: il dialetto di Cagliari. Quando la passione ci prende, non rimane molto spazio agli altri interessi e ci lasciamo coinvolgere completamente dall'entusiasmo che alleggerisce ogni fatica. Questo è accaduto all'autrice, che ha continuato la ricerca consultando documenti storici e fonti letterarie ma anche raccogliendo le memorie personali. È emerso un vasto repertorio di termini spesso caduti nell'oblio, locuzioni ed espressioni idiomatiche, detti, proverbi, similitudini e tanto altro. Ed ecco questo lavoro al quale l'autrice tiene moltissimo perché vi ha riversato tutte le sue reminiscenze, le espressioni sentite in casa o nel vicinato, nel quartiere di Villanova, dove ha vissuto una parte della sua vita. L'opera non è solo un dizionario ma una fonte importante di notizie che la studiosa inserisce abbondantemente e che ci fa conoscere o ricordare una Cagliari d'altri tempi. Questo lavoro contribuisce al recupero del lessico cagliaritano che è stato il principale obiettivo della studiosa negli ultimi anni.
20,00

Brogliaccio del nord. Peripezie di uno studente Erasmus in Estonia

di Andrea Atzori

Libro: Libro in brossura

editore: CUEC EDITRICE

anno edizione: 2011

pagine: 240

Uno sguardo elettrico pronto, curioso e avido dei diversi colori del mondo. La vita non la si può organizzare secondo un piano. La vita la si vive e basta, giorno dopo giorno, pagina dopo pagina, così come viene. E così è questo racconto, scritto ormai tanto tempo fa da un giovane studente lontano da casa (una casa tutta roccia e spine nel mezzo del Mediterraneo) per tenere informati delle proprie peripezie se stesso e le persone care con le pagine di un brogliaccio virtuale ma reale, un blog. Un diario di bordo, un susseguirsi di appunti di navigazione stilati per fare rapporto al capitano, perché la rotta la si sta perdendo eccome nei mari burrascosi di un rito di passaggio, naufragio in terra nuova.
12,50

Il manifesto di Ghilarza. Perché siamo autonomisti e federalisti

Libro: Copertina morbida

editore: CUEC EDITRICE

anno edizione: 2018

pagine: 96

Gli autori degli scritti qui raccolti riscoprono un pensiero sardo e universale fondato sui principi dell'autonomia e del federalismo per inverare un ideale di libertà e democrazia. Innestando le loro riflessioni sul tronco sempre vivo dell'autonomismo sardo di Emilio Lussu e del federalismo europeo di Altiero Spinelli, essi mettono in discussione ogni forma di centralismo (inevitabilmente autoritario), della Regione sarda, dello Stato italiano, dell'Unione europea. E si sforzano anche di aprire una prospettiva (almeno) di soluzione ai problemi più critici della società contemporanea: il futuro dei popoli e dei territori svantaggiati, il controllo democratico dell'economia globalizzata, il governo delle grandi questioni planetarie dell'ambiente e della pace, la riforma in prospettiva democratica e solidale dell'Unione europea, l'estensione dei diritti di cittadinanza e dei diritti sociali.
12,00

Linguaggi e formazione informatica. Itinerari ipertestuali di demografia storico-sociale della Sardegna tra 1700 e metà del 1800

di Marco Schirru

Libro: Copertina morbida

editore: CUEC EDITRICE

anno edizione: 2018

pagine: 396

Tra le pagine si intuisce la sintesi storica di un percorso esistenziale e scientifico disegnato entro l'articolazione dei singoli contributi. Momenti di riflessione e di ricerca scientifica armonizzati dall'impostazione ipertestuale, che realizza piani di ricerca spazio-temporali trasversali, in una visione demografica che tutto abbraccia, costituendo il collettivo dei protagonismi critici da cui far muovere e osservare la Storia. Forma che permette al contenuto di proiettarsi sullo sfondo di una visione storica, esistenziale, socio-economica e politica, in cui dovrebbe prevalere senza riserve l'attenzione alla persona, sollecitata a osservare per capire e illuminare con competenza e pensiero critico il cammino della propria vita. Vita vissuta con intelligenza perché ciascuno è parte significativa di un sistema, funzionante e positivo finché tende a realizzare il bene comune e finché non lascia spazio a egemonie e a privilegi anche di natura politica, ma premia l'etica dell'intelligenza e del progresso sociale e culturale. Questo lavoro traccia quei percorsi ipertestuali e quelle metodologie di ricerca, rappresentate nell'articolazione dei contributi presenti in questo impegno.
22,00

Uccelli d'alto mare e altre storie

di Giovanni Perrotti

Libro: Copertina morbida

editore: CUEC EDITRICE

anno edizione: 2018

pagine: 108

Raccolta di 12 racconti che viene pubblicata postuma. In queste pagine i protagonisti, che si chiamano tutti Giovanni in diverse lingue o con diversi nomignoli, sono viaggiatori in cerca di un orizzonte senso, figli in cerca di un padre, padri in cerca di figli, uomini in cerca di Dio. Nei racconti c'è il mare, la Barbagia, c'è Parigi, Siviglia, New York, Bangkok, l'India, l'uomo di fronte a Dio e all'ipocrisia dei suoi simili, il desiderio di vivere e la paura di morire, la violenza e la pietà, la colpa e la redenzione, il delitto e il castigo. Sono storie di profonda solitudine in cui il mare fa da sfondo.
13,00

Mammai manna. La grande madre

di Gianluca Medas

Libro: Copertina morbida

editore: CUEC EDITRICE

anno edizione: 2018

pagine: 256

"Mammai manna. La grande madre" è un affresco a tratti misterioso e inquietante, della storia della Sardegna e insieme del mondo e delle origini del genere umano. Medas utilizza diversi registri narrativi: il racconto, la fiaba, la novella, e usa diversi repertori stilistici attingendo al racconto orale e utilizzando dialoghi diretti e stringenti. Originale l'invenzione della Mappa del sogno attorno alla quale ruota tutta la vicenda. All'inizio, prima di tutto, era stato Eu a sognare. Dal suo sogno tutto era stato fatto. Tutto era stato creato. Poi il silenzio. Dal silenzio si era levata la sua voce, Sa oghe. Poi il conflitto con Mendula marigosa/Zuri. Da lì prendono corpo due forze contrastanti: la sorellanza (dedita alla pace, alla vita, al bene delle creature) e la fratellanza (dedita al male, alla guerra, alla violenza). Da una parte le donne e dall'altra gli uomini. La rivelazione finale dà senso a tutto il racconto: chi è veramente Eu e che rapporto ha con la Grande Madre?
20,00

La lucertola di carta

di Anna Steri

Libro: Copertina morbida

editore: CUEC EDITRICE

anno edizione: 2018

pagine: 216

In un'afosa estate dei primi anni '80, nelle campagne assolate e secche di una sperduta località della provincia italiana, trascorrono l'esistenza, nella stessa casa, tre donne unite da una scomoda parentela. Antonia, otto anni, bambina sensibile ma dalla mente ritardata, sottratta a una sicura segregazione in manicomio solo perché la legge Basaglia già aveva iniziato il suo corso. Maria, ex alcolizzata e prostituta, vedova di un uomo morto in circostanze misteriose. Infine Agnese, nonna della prima e madre della seconda, donna rigida e cattiva, portata facilmente alla violenza fisica e morale. In continui flashback, il romanzo procura al lettore un malessere percepito fin sulla pelle. Altri personaggi si presentano nella storia, buoni e cattivi, caricando le pagine di sottile terrore, accennato a tratti o volutamente sbattuto in faccia in modo sgarbato, talvolta offensivo. Il finale non è un finale, ma un punto sospeso su ogni possibile conclusione che il lettore può scegliere, nella sua immaginazione, a suo piacimento. Il pregio di questo romanzo risiede nel ritmo serrato della narrazione e nella capacità dell'autrice di fare interagire bene e male, passato e futuro.
16,00

L'intelligenza dell'autonomia. Teorie e pratiche in Sardegna

di Gian Giacomo Ortu

Libro: Copertina morbida

editore: CUEC EDITRICE

anno edizione: 2018

pagine: 188

Da qualche tempo c'è chi proclama ad alta voce la morte dell'autonomia e dell'autonomismo, confondendo i destini dell'Istituto regionale sardo con i destini di quel «principio di autonomia» che in Sardegna ha avuto il suo primo e grande interprete in Emilio Lussu. L'intento di questo libro è proprio quello di testimoniare della ricchezza e permanente vitalità della tradizione autonomistica sarda, senza eguali in Italia e forse anche in Europa; ed è anche quello di dimostrare il nesso necessario che deve essere stabilito tra il principio di autonomia nella sua piena valenza popolare e democratica e l'obiettivo di una riforma in senso federale, inclusiva e solidale, dello Stato italiano. Una riforma che non può essere soltanto enunciata o auspicata, ma deve essere preparata e favorita da "pratiche federaliste", e cioè da azioni di costante messa in discussione del centralismo ad ogni suo livello, europeo, italiano e sardo.
13,00

Inventarsi la vita. Dal piccolo paese al mondo globale, una autobiografia

di Pasquale Placido

Libro: Copertina morbida

editore: CUEC EDITRICE

anno edizione: 2018

pagine: 160

Nel corso di un'intervista fatta da Pietro e Ida, Pasquale racconta la sua storia: figlio di contadini a Villasalto diventa artigiano a Cagliari e partecipa alla ribellione giovanile del '68. In questo tempo di lotte la concezione della vita e le relazioni di Pasquale cambiano tra Facoltà occupate e fabbriche in lotta. Le sue amicizie sono con intellettuali e artisti. Pasquale si sposa, contrastato da tutti, con Nora, studentessa prima e bibliotecaria poi, e costruisce una famiglia negli anni '70 sempre nell'effervescenza di una politica attiva nei gruppi extraparlamentari. Alla fine del ciclo della protesta sociale diventa operaio metalmeccanico ed entra nel giro dell'industrializzazione sarda e delle sue frequenti vicende di Cassa Integrazione. Un po' artigiano, un po' operaio, Pasquale torna ad essere anche un po' contadino riprendendo a frequentare Villasalto curando un orto familiare. La vita familiare è raccontata con le sue crisi, le difficoltà, i rimorsi, e poi le malattie e il dolore, ma sempre la speranza. Le memorie e le riflessioni sono uno spaccato della vita di una generazione e della storia sarda, e degli anni in cui per tanti era giusto inventarsi una vita diversa.
16,00

Il mio viaggio nella SLA. Un percorso di conoscenza e condivisione dei problemi dei malati

di Antonio Pinna

Libro: Copertina morbida

editore: CUEC EDITRICE

anno edizione: 2018

pagine: 168

"SLA è la sigla utilizzata per indicare la sclerosi laterale amiotrofica. Per i medici è solamente una sigla, per i loro pazienti evoca uno spettro, un incubo, dal quale non ci si può liberare." Luca Coscioni. Un racconto ed insieme un saggio divulgativo sui temi dell'assistenza, della legge sul testamento biologico, della ricerca terapeutica, del ruolo della comunicazione con i malati. Un quadro ricco di episodi, protagonisti ed informazioni. Sullo stesso tema l'autore ha realizzato con la collaborazione del regista Antonello Carboni il documentario SLA in men che non si dica.
15,00

Economia della Sardegna. 25° Rapporto 2018

Libro: Copertina morbida

editore: CUEC EDITRICE

anno edizione: 2018

pagine: 146

Il 25° Rapporto sull'Economia della Sardegna va in stampa in un momento in cui i segnali sulla salute dell'economia mondiale e nazionale sono positivi ma allo stesso tempo incerti. I principali analisti raccontano l'espansione decisa dell'attività economica a livello globale e prevedono, almeno per il prossimo biennio, tassi di crescita intorno al 3,8%. Tuttavia i dati sui primi mesi del 2018 non sono incoraggianti per il nostro Paese. La situazione congiunturale si sta modificando in maniera inaspettata: l'Italia ha rallentato la propria attività economica e mostra una forte fragilità. Le stime di crescita più ottimiste per il 2018 sono dell'1,5% ma sarà necessario intervenire con politiche economiche mirate, di natura fiscale e non solo, se si vorrà contrastare la recente frenata della produzione industriale. Il Rapporto presenta un'analisi strutturale del sistema economico isolano basandosi sul confronto con le altre regioni italiane ed europee e sul monitoraggio degli obiettivi della Strategia Europa 2020. Con un PIL pari al 71% della media europea, la Sardegna conferma la sua appartenenza al gruppo delle 65 regioni più povere d'Europa.
14,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.