Il tuo browser non supporta JavaScript!

Editoriale Programma

Veneti. Venezia Padova Treviso

Libro: Libro rilegato

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2011

9,90

Tutti volti. Udine da scoprire e amare

di Roberto Meroi

Libro

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2011

Una città è fatta di tante cose: case, vie, palazzi, piazze, fontane, giardini, musei, monumenti, chiese, teatri, negozi, officine, fabbriche, uffici, asili, scuole, banche, bar, caffè, pasticcerie, trattorie, osterie, ristoranti, hotel, ospizi, farmacie, ospedali, cimiteri, stadi, fast food, centri commerciali, mercati e supermercati. Ogni città ha le sue caratteristiche che la fanno distinguere l'una dall'altra. Ogni città ha il suo volto, i suoi angoli più o meno suggestivi creati nel tempo dagli abitanti di quella zona, di quel quartiere, di quel borgo. Ogni città ha i suoi abitanti, ha le sue abitudini, i suoi ritmi, le sue cadenze, le sue noie, le sue vitalità, le sue atmosfere, i suoi colori, i suoi rumori, i suoi silenzi, i suoi odori e i suoi profumi. Ogni città ha le sue bellezze e i suoi orrori, i suoi scorci insoliti, originali, irripetibili. Udine è una di queste città. Una città speciale della quale forse non si riesce ad innamorarsi a prima vista. Per la quale c'è bisogno di un tempo di conoscenza, di frequentazione, di scoperta. Ma poi è vero amore. Per sempre.
12,00

Anforigeni

di Giovanni Umicini

Libro

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2011

Giovanni Umicini dedica una raccolta di foto da lui scattate che riassumono in immagini la storia di una delle enoteche più famose di Padova: "l'Anfora".
24,00

Fiabe onte (non de oio ma de lengua)

di Espedita Grandesso

Libro

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2011

Una raccolta illustrata di dieci fiabe in dialetto veneto e traduzione in italiano con la prefazione di Carlo e Giorgio, scritte dalla nota autrice veneta Espedita Grandesso, la cui caratteristica, oltre al fatto di appartenere tutte alla nostra tradizione locale, è quella di essere appunto "onte". Se non volgari quantomeno "scivolose" e senz'altro assai divertenti. Perché, come si vede leggendo i racconti, il passato, in quanto a virtù, non era diverso dal presente, malgrado i sottanoni lunghi fino ai piedi e l'uso, in epoca vittoriana, di fornire ai tavoli tovaglie tanto vaste da coprire le gambe.
10,00

Padova. Storia arte cultura

Libro

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2011

4,00

La fauna dei colli Euganei

Libro

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2011

21,00

Pane, amore e tanto altro. La cucina facile per tutti

di Ugo Caporizzi

Libro: Libro rilegato

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2011

pagine: 214

Un libro che offre, sia ai ricercatori sia ai semplici curiosi, "un 'altra realtà" che appassiona tutti coloro che, volenti o nolenti, pensano che nell'universo non esista solo l'essere terrestre e che non si possa avere una visione completa di tutto quello che ci circonda fino a quando non avremmo analizzato completamente questo enigma irrisolto. Lungi dal voler imporre le proprie idee, questo libro nasce, prima di tutto, con l'intento di smuovere la curiosità del lettore.
9,80

Udine illustrata dal XV al XX sec.

Libro

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2011

45,00

Complesso monumentale

Libro

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2011

5,00

Satire veneziane e toscane

di Antonio Bianchi

Libro

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2011

9,00

Lungo le rive del Sile. Testimonianze della grande guerra

di Antonio Melis

Libro: Copertina morbida

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2011

pagine: 272

8,80

La chiesa di Sant'Andrea in Padova. Archeologia, storia, arte

Libro

editore: Editoriale Programma

anno edizione: 2011

L'imperatore Costanzo aveva fatto costruire questo tempio in onore degli apostoli e lo aveva dedicato al loro nome, dando disposizioni affinché ospitasse il sepolcro suo e quello dei suoi successori, sia gli imperatori che le loro mogli, usanza questa che, fino ad oggi, è sempre stata rispettata. L'imperatore vi fece collocare anche il corpo di suo padre, Costantino. Nulla lasciava presagire che lì si trovassero i corpi i corpi degli apostoli, né vi era un luogo che apparisse consacrato ai corpi di santi. Ma durante la ricostruzione di quel tempio ordinata da Giustiniano, gli operai scavarono tutto il pavimento, per eliminare tutto ciò che vi era di poco consono, e si accorsero di tre bare di legno, di cui si era persa memoria, con delle scritte che rivelavano trattarsi dei corpi dei santi. Sant'Andrea cui è dedicata la chiesa padovana, sarebbe stato trovato in una di quelle casse di legno. Lo assicura Procopio di Cesarea, storiografo greco che nel 527 era già a Costantinopoli come consigliere e segretario di Belisario. Fonte d'interessantissime notizie geografiche, storiche e finanziarie, rivelatesi di grande importanza per l'archeologia.
30,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.