Editore EscaMontage - Ultime novità

EscaMontage

La pace dell'acqua. Fiaba etrusca. Ediz. italiana e inglese

di Tiziana Colusso

Libro

editore: EscaMontage

anno edizione: 2022

pagine: 30

«Questo testo di Tiziana Colusso, autrice con "radici etrusche e attitudine cosmopolita", è una fiaba liquida, una rêverie etrusca, un petit conte philosophique sull'urgenza della pace e della fratellanza, sul "mondo salvato dai ragazzini", per dirla con Elsa Morante. La narrazione ha inizio a Marzabotto, luogo cruciale di ben due stragi - una ai tempi dell'antico insediamento etrusco e un'altra il 29 settembre del 1944, ad opera dei nazifascisti - e si sviluppa in altri luoghi etruschi affacciati sull'acqua, il Lago Trasimenus, il Lago Volsiniensis, fino all'antica Pyrgi, porto della magnifica Caere (Cisra), l'attuale Cerveteri. Una piccola storia che racconta la Storia con accostamenti temporali e simbolici inediti, unendo fiaba, dramma e slancio utopico verso un'umanità più saggia, più compiutamente umana.» (Massimiliano Kornmüller)
10,00

Poesie d'amore in jazz

di Joe De Vecchis

Libro

editore: EscaMontage

anno edizione: 2022

pagine: 76

"Il suono è complice protagonista in questo diario poetico, suono che appartiene a Joe De Vecchis con il suo saxofono fatto di ritmo e improvvisazione dai toni jazz e blues. Un diario poiché la linea narrativa si sviluppa attorno a temi intimisti, riflessivi dove il leitmotiv è l'amore. Qui "tracciando sentieri di vento" su di un pentagramma immaginato e immaginifico, si svolge una ricerca armonica nel complesso universo della reminiscenza". (dalla Prefazione).
12,00

Romanesque

di Antonella Rizzo

Libro

editore: EscaMontage

anno edizione: 2022

pagine: 36

La plaquette nata dall'unione delle poesie romane-sque di Antonella Rizzo e le opere in tecnica mista di Stefano Salvi si sviluppa su due linee narrative parallele. Se da un lato la profonda esperienza poetica femminile, colta e raffinata, conduce in una riflessione interiore, in un'intimità che non devasta ma assume valore di ri-nascita, dall'altro l'elemento pittorico, energico, ri-vitalizzante si fa portavoce di esperienze altre. Il segno, il gesto, l'evoluzione del tratto suggeriscono una mappa segreta, inconscia, fatta di sentieri oscuri e dedali onirici. Le poesie sono legate a luoghi della città con echi visionari che prendono forma nelle opere, dando origine a un viaggio immaginifico in una Roma attraversata da figure in penombra e forme psichedeliche. Qui nella città eterna le strade diventano incontro e non distanza o separazione. L'eternità viene così rappresentata dall'unione di due stili distinti e riconoscibili nella loro espressione, dove si estende la visone del Logos, adesso trasmutato in viaggio esperienziale. EscaMontage (I.L.C. - V.D.G.)
10,00

Invisibile a me stesso. Ediz. italiana e inglese

di Serafino Murri

Libro: Copertina morbida

editore: EscaMontage

anno edizione: 2021

pagine: 54

Invisibile a me stesso è forse lo scritto a cui sono più legato. Per me si tratta, come avrebbe detto Andrej Tarkovskij, di una specie di "tempo scolpito", di memoria scorporata. In altre parole, dell'unico caso in tutta la mia vita, condizionata dalla mia scrittura "scientifica" di saggista anche in campo letterario, in cui ho sentito di riuscire nell'altrimenti vano intento di eliminare nella scrittura ogni filtro, ogni spiegazione; di parlare a me stesso ad alta voce, e lasciare che gli altri ascoltassero appropriandosene, e dando un senso personale a quanto avevo scritto. (Serafino Murri)
12,00

Cella Nr. 14-Libertà domiciliare

di Luca Masculo Legato

Libro

editore: EscaMontage

anno edizione: 2021

pagine: 236

"È là dentro, sta racchiusa tutta lì la somma delle cose sentite, annusate, guardate, ascoltate, viste, sviste, alcune solo percepite, e poi annotate dall'autore. Degli eventi direttamente vissuti o appurati attraverso i racconti delle donne e degli uomini incontrati sul marciapiede della vita. Del presuntuoso raccoglitore di memorie in forma di appunti, convinto che un giorno giustizia alfine sarà fatta, e lui riconosciuto quale più grande scrittore che il mondo abbia mai letto. Di lui resterà sempre quell'insanabile curiosone con in bocca un sigaro, i denti storti ed una lista di puttanate in inesauribile produzione; un antieroe che girava con un grosso faldone dalla copertina giallo-paglierino sotto il braccio, in cerca di un editore." (Luca Masculo Legato)
14,00

Voce del verbo vivere. Autobiografie di tredicenni

Libro

editore: EscaMontage

anno edizione: 2021

pagine: 90

«"Voce del verbo vivere. Autobiografie di tredicenni" nasce in seguito a un laboratorio di autobiografia che ho condotto nella classe III C della scuola secondaria di I grado "Via Poppea Sabina", a Casal Monastero, nella periferia di Roma. Il breve laboratorio si è tenuto nell'ottobre del 2020. In piena pandemia, dunque. La vitalità delle storie e dei sogni dei ragazzi della III C è per me luce nel buio: intima fiducia nel presente - che è terra del possibile - e invincibile speranza nel futuro.» (Davide Cortese)
12,00

Voci di richiamo

di Alfredo Silvestri

Libro

editore: EscaMontage

anno edizione: 2021

pagine: 70

«Nella costruzione del verso, vi è insita la personalità e l'esperienza dell'autore che qui nei componimenti della raccolta "Voci di richiamo" assume multidentità, caleidoscopica relazione con i diversi e diversificati "metodi" di essere e fare poesia. [...] Anche quando il suo fare poesia ha una lieve predilezione all'ermetismo, risultando per certi Versi ostico, comunque offre un interessante sviluppo che si trova in tutta la raccolta e nel componimento di chiusura, svela il suo "sentire" la poesia: "Fuggo dove non ascolto/che flebile la mia voce/dove una stordente vibrazione/esprime il suo vociare fiera"» (dalla prefazione di Iolanda La Carrubba)
12,00

I poeti sognano pecore elettriche. Autunno 2020. Appunti di un viaggio in tempi di pandemia

di Giuseppe Spinillo

Libro

editore: EscaMontage

anno edizione: 2021

pagine: 34

I poeti sognano pecore elettriche sono ciò che di me non sai - le risposte che non ho, alle domande che non mi fai - i poeti sognano pecore elettriche e non si svegliano mai - o quasi - giusto il tempo per un caffè bollente, per un amore chi si fa distante - ma porta il seme di un'eternità latente - siamo ciò che di noi nessuno sa - risposte incomplete a domande incompiute - ma se chiudiamo gli occhi sono tutte in fila, fino a scoperchiare il buco nero dell'infelicità - e i poeti sognano pecore elettriche, lo fanno da un'eternità - fino a svegliarsi innamorati in questo mondo di androidi, geneticamente modificati.
10,00

Riflessioni e pensieri. Per anime di oggi e di ieri

di Manuela Greco

Libro

editore: EscaMontage

anno edizione: 2020

"Riflessioni di vita quotidiana, un libro adatto a tutti, piccole storie riflesse nella mente della scrittrice, esperienze vissute anche drammatiche ma descritte con leggerezza e ottimismo, la vita va vissuta intensamente, è un grande zaino da aprire nel momento di incertezze, un bagaglio sacro dove l'esperienza abbraccia l'emozione e la fantasia alleggerisce il dolore." (Dalla prefazione di Nadia Puglielli)
10,00

Enopoetica challenge. Componimenti poetici durante il covid 19

Libro

editore: EscaMontage

anno edizione: 2020

pagine: 48

Enopoetica è nata quasi per caso, dall'incontro tra amici, lungo il piano levigato dell'Enoteca di Via Macerata. In breve tempo abbiamo definito un programma ricchissimo che raccoglieva intorno a sé i più bei nomi della poesia italiana contemporanea.
10,00

Roma nostra

di Lorenzo Poggi

Libro

editore: EscaMontage

anno edizione: 2020

pagine: 92

Un elemento che cerco di evidenziare con i miei versi è la vena ironica e a volte perfida della poesia romana. È lo stereotipo del romano simpatico e burlone, dalla battuta pronta, di quello che ne ha viste troppe per farsi buggerare, di quello anche perfido e cattivo perché di angherie ne ha subite troppe nei secoli. La raccolta comprende quasi tutte le mie poesie in dialetto scritte nell'arco d'un decennio. È un piccolo contributo ad una materia sempre viva e vivace e non vuole che sia visto come elemento di rottura della tradizione consolidata, ma come elemento di discussione. (dalla nota dell'autore)
12,00

Il precipizio. Teatro delle voci per Donatella e Rosaria

di Tiziana Colusso

Libro

editore: EscaMontage

anno edizione: 2020

pagine: 32

"Questo testo è per me il ritorno alla scrittura drammaturgica, sia pure sui generis e forse di difficile traduzione scenica. La partitura teatrale si presenta spontaneamente quando si tratta di ascoltare e trasmettere le molte voci che si accavallano intorno a un evento complesso e si dispongono in una polifonia. Il massacro del Circeo, perpetrato da tre rampolli dell'alta borghesia romana, appartenenti alla destra eversiva degli anni 70, induce a riflessioni che coinvolgono etica, politica, devianza psico-patologica, rapporti di classe oltre che rapporti uomo-donna, proprio negli anni dell'esplosione del movimento femminista. Per questo non lo si può liquidare come un semplice fattaccio di cronaca nera. È un "fattaccio brutto" ma soprattutto uno "gnommero", per usare una parola gaddiana, un gomitolo di cause e concause, una rete che di nodo in nodo si fa larga a catturare le storie individuali e collettive". (Nota dell'autore)
10,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.