Il tuo browser non supporta JavaScript!

FELTRINELLI

La scuola e l'arte di ascoltare. Gli ingredienti delle scuole felici

di Marianella Sclavi, Gabriella Giornelli

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 256

Ascolto attivo, mediazione creativa, un tocco di umorismo: ecco gli ingredienti che oggigiorno permettono a ragazzi e insegnanti di comunicare fra loro in modo non superficiale e soporifero, di trasformare gli attriti e le difficoltà in occasioni di crescita e di conoscenza e di mettere in atto leadership che promuovono l'intelligenza collettiva. Sono questi gli ingredienti presenti e necessari in ogni scuola ad alto tasso di apprendimento. Le due autrici, con generosità, sapienza e allegria, restituiscono a piene mani in questo libro un insieme di strumenti messo a punto nel corso di una lunga esperienza professionale nel mondo della scuola e in quello extrascolastico. Una vera e propria arte, che va acquisita e praticata, poiché mediare le differenze e risolvere i conflitti e le tensioni che nascono tra i ragazzi e tra loro e gli educatori è una condizione essenziale e preliminare a qualsiasi discorso didattico, ed estremamente utile per la società e nella formazione delle future classi dirigenti.
9,50

Respirazione olotropica, teoria e pratica. Nuove prospettive in terapia e nell'esplorazione del sé

di Stanislav Grof, Christina Grof

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 320

Il primo testo completo sulla teoria e sulla pratica della respirazione olotropica, una pratica in grado di scavalcare le barriere costruite dal lavorio mentale e di portare rapidamente in superficie il materiale emotivo da elaborare. Inoltre, in uno spazio di totale regressione, può riportare alla luce non solo ricordi traumatici da elaborare, ma far rivivere la propria nascita biologica.
12,00

Da lontano sembrano mosche

di Kike Ferrari

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 192

Il signor Machi è un uomo potente a Buenos Aires, quando si guarda allo specchio vede l'immagine del successo. Padrone di un piccolo impero, colluso in ogni sorta di traffico, Machi procede in modo spregiudicato in tutti gli ambiti. Per intenderci, in Italia sarebbe uno del "mondo di mezzo". Ma cosa succede se un giorno, alla guida della sua Bmw nera da 200 mila dollari, fora una gomma e scopre nel bagagliaio un cadavere dal volto sfigurato da un colpo di pistola? Chi gli ha voluto giocare un brutto tiro? Sono tanti quelli che lui ha schiacciato e umiliato, e ai suoi occhi sono sempre stati così insignificanti da sembrargli da lontano solo piccole mosche. Così inizia la giornata più difficile dell'indimenticabile signor Machi, un personaggio emblematico e rappresentativo dei nostri giorni, abituato all'impunità del potere, che per la prima volta si ritrova alle prese con una situazione che sembra essergli sfuggita di mano.
9,00

Le assaggiatrici

di Rosella Postorino

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 288

La prima volta che entra nella stanza in cui consumerà i prossimi pasti, Rosa Sauer è affamata. "Da anni avevamo fame e paura", dice. Con lei ci sono altre nove donne di Gross-Partsch, un villaggio vicino alla Tana del Lupo, il quartier generale di Hitler nascosto nella foresta. È l'autunno del '43, Rosa è appena arrivata da Berlino per sfuggire ai bombardamenti ed è ospite dei suoceri mentre Gregor, suo marito, combatte sul fronte russo. Quando le SS ordinano: "Mangiate", davanti al piatto traboccante è la fame ad avere la meglio; subito dopo, però, prevale la paura: le assaggiatrici devono restare un'ora sotto osservazione, affinché le guardie si accertino che il cibo da servire al Führer non sia avvelenato. Nell'ambiente chiuso della mensa forzata, fra le giovani donne s'intrecciano alleanze, amicizie e rivalità sotterranee. Per le altre Rosa è la straniera: le è difficile ottenere benevolenza, eppure si sorprende a cercarla. Specialmente con Elfriede, la ragazza che si mostra più ostile, la più carismatica. Poi, nella primavera del '44, in caserma arriva il tenente Ziegler e instaura un clima di terrore. Mentre su tutti - come una sorta di divinità che non compare mai - incombe il Führer, fra Ziegler e Rosa si crea un legame inaudito.
9,50

Un baule pieno di gente. Scritti su Fernando Pessoa

di Antonio Tabucchi

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

«Sembra quasi pleonastico dire che nell'immenso e misterioso "Libro" che Pessoa ci ha lasciato il centro più riposto, e certo più imperioso, è l'eteronimia. Eteronimia intesa non tanto come metaforico camerino di teatro in cui l'attore Pessoa si nasconde per assumere i suoi travestimenti letterario-stilistici; ma proprio come zona franca, come "terrain vague", come linea magica varcando la quale Pessoa diventò un "altro da sé" senza cessare di essere se stesso. L'eteronimia di Pessoa rimanda semmai alla capacità di vivere l'essenza di un gioco; non ad una finzione, pertanto, ma ad una metafisica della finzione, o ad un occultismo della finzione; forse ad una teosofia della finzione». (Antonio Tabucchi)
8,50

Botero. DVD

di Don Millar

Libro

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

Botero è un documentario poetico sull'artista colombiano Fernando Botero. Il film racconta il dietro le quinte della vita e dell'arte del pittore, e ne mette in luce l'estrema riservatezza e l'introspezione. È emozionante vedere l'impegno e la totale dedizione di Botero all'arte come unica possibilità di riscatto ed è interessante scoprire la sua incredibile ascesa dalla provinciale Colombia all'affermazione come artista vivente più riconosciuto al mondo. Botero detiene il record per il maggior numero di mostre museali e il maggior numero di libri pubblicati su di lui. La ricca eredità di Fernando Botero è fuori discussione. Le sue figure paffute e corpulente sono famose in tutto il mondo, alternativamente inespressive e sfacciate, impassibili ma giocose e controverse nella loro presenza sovradimensionata. L'infanzia trascorsa nella povertà e nel disagio caratteristici delle campagne di Medellín e la perdita di suo padre in tenera età trasformano Botero in un uomo in preda all'irrequietezza e alla necessità di sperimentare. Approda quindi nella Firenze degli anni cinquanta dove fu trasformato dall'umanesimo di Piero della Francesca; e nella New York degli anni sessanta, dove si sentì un emarginato in un'epoca di pop art ed espressionismo astratto. In seguito alla tragica morte di suo figlio Pedrito, inizia a sperimentare anche la scultura. Attraverso filmati d'archivio e interviste con biografi, artisti, studiosi, con i figli di Botero - per non parlare dello stesso artista - il ritratto di Don Millar è una testimonianza dello spirito creativo e delle sue capacità di cambiare il mondo.
14,90

Pregnancy comic journal. Diario a fumetti di una gravidanza inaspettata

di Sara Menetti

Libro: Copertina morbida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 320

19,00

La fattoria dell'animale

di Stefano Antonucci, Daniele Fabbri

Libro

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 128

Liberamente ispirandosi a «La fattoria degli animali», il capolavoro di Orwell, Daniele Fabbri e Stefano Antonucci, con i disegni di Maurizio Boscarol, inventano una fiaba moderna sul potere, sulla gelosia e sulla spirale di odio in cui il mondo sta scivolando. Il racconto ci porta nella moderna e democratica "Fattoria", dove gli animali sono felici e tutti collaborano per il benessere collettivo, anche se dietro questo apparente equilibrio si nasconde una amministrazione ingorda ed egoista. Ma c'è un gruppo di maiali che vogliono ribellarsi, combattere il sistema e destituire il potere per il bene degli Animali. Per ottenere il Cambiamento sono disposti a tutto... anche a diventare molto, molto cattivi (e "cattivisti").
16,00

Storie della paranza (Le). Vol. 1: I teschi dei ladri

Libro: Copertina rigida

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 80

Prima di sfrecciare contromano sugli scooter, seminando terrore nel centro storico di Napoli, la Paranza dei bambini era un gruppo di ragazzini raccolto attorno a don Vincenzo, un prete di strada con la missione non semplice di recuperare i giovani più a rischio. È grazie a lui che Agostino 'o Cerino, Lollipop, Tucano e Nicolas si incontrano nel paesaggio capovolto della Napoli sotterranea, lungo i cunicoli popolati di teschi che la credenza popolare attribuisce ai ladri. Don Vincenzo assegna ai quattro il compito di fare da guida ai turisti nella città nascosta, ma presto Agostino viene ingaggiato dagli Striano - i boss del rione Forcella -, per trasformare il covo dei teschi in una piattaforma di rifornimento di droga...
14,00

Lessico civile

di Massimo Recalcati

Libro

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 128

"La voce delle nuove generazioni si è alzata con forza a difesa della vita del nostro pianeta. Non solo della forma umana della vita e del futuro di quelle stesse generazioni, ma per la vita della terra che gli esseri umani abitano. Questo grido è, come ogni grido, una invocazione. I nostri figli ci ricordano che la vita non si esaurisce né nel confine della nostra nazione, né in quello del nostro Io. In questo non intendono sostituirsi alla politica, che è un mestiere per adulti, ma la convocano alle sue responsabilità irrevocabili: non dimenticate che non siete padroni della terra, ma solo dei suoi ospiti!" Con queste parole Massimo Recalcati ascolta l'invocazione epocale di un senso perduto della nostra vita in comune, che forse non ha più una stella polare. Con un'indagine profonda del ritmo e delle contraddizioni del nostro tempo, scrive un catalogo delle parole che indicano aspirazioni e desideri, istinti e antinomie inconciliabili: straniero, odio, educazione, ignoranza, fanatismo, libertà, fratellanza. Per trovare un nuovo lessico civile non dobbiamo confrontarci con il nostro ideale di perfezione, ma con il carattere insuperabile della nostra imperfezione. Non esiste vita umana senza mancanza. L'obiettivo, allora, è scoprire un umanismo nuovo, per ricordarci che ogni vita vale molto più di qualsiasi causa e ci insegna ad avere cura degli altri. "L'umanismo," spiega Recalcati, "non enfatizza le capacità dell'uomo, ma i suoi limiti, perché è solo tenendo conto dei suoi limiti che l'uomo esiste nella sua piena libertà.
14,00

Poesie complete

di Giorgio Bassani

Libro

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 464

Per conoscere Bassani, una delle voci più significative e originali del nostro secondo Novecento, è necessario, accanto al «Romanzo di Ferrara», leggere la poesia che lo ha accompagnato dalla giovinezza fino al definitivo silenzio della scrittura, e che è altrettanto importante, impegnata, coinvolgente dei suoi testi in prosa. In rima (negli anni che precedono la pubblicazione dei romanzi) e senza rima (in forma di epitaffio, in quelli che li seguono), i suoi versi, con crescente intensità, ci parlano dell'io e di quanto lo circonda, restituendo città, paesaggi, memorie familiari, frammenti di storia collettiva, inquietudini esistenziali. Il poeta assume su di sé il compito di testimoniare un mondo sepolto, nelle forme di uno straordinario e inusuale «Spoon river». Questo volume, affidato ad Anna Dolfi, tra i maggiori studiosi dell'opera di Bassani, ne offre l'intera opera poetica, con la storia delle singole raccolte, notizie sui testi, un commento capillare che ricostruisce la fitta trama delle letture, dei rapporti, dei significati di un complesso e coltissimo mondo poetico.
29,00

E finsero felici e contenti. Dizionario delle nostre ipocrisie

di Giuseppe Culicchia

Libro

editore: FELTRINELLI

anno edizione: 2019

pagine: 208

Nel 1852 Flaubert scriveva queste parole a proposito del suo Dizionario dei luoghi comuni: "Bisognerebbe che in tutto il libro non ci fosse una parola mia, e che, una volta letto il dizionario, non si osasse più parlare, per paura di dire spontaneamente una delle frasi che vi si trovano". Anche noi, oggi, ci ostiniamo a usare parole vuote e politicamente corrette, per comodità, per pigrizia o per interesse. Viviamo nell'epoca dello storytelling e delle fake news e, spesso senza accorgercene, siamo diventati tutti attori, grandi maestri di ipocrisia. Oggi la famiglia ideale non prevede più una mamma e un papà, concetti ormai obsoleti, tradizionalisti e dunque intimamente "fascisti", ma corrisponde a quella formata da Genitore 1 e Genitore 2. I lavoratori licenziati si chiamano "esuberi". Martina Navratilova, nove volte vincitrice a Wimbledon e lesbica dichiarata da decenni, è stata espulsa dall'associazione delle tenniste Lgbt per aver detto che la competizione tra tenniste donne e tenniste transgender non era equa. Per vedere come si fa ad abitare la nostra gigantesca finzione collettiva basta aprire questo dizionario e andare, per esempio, alla voce "trump: L'ennesimo 'nuovo Hitler'. Definirlo un 'fascista'. Il sogno di tutti coloro che hanno l'indignazione in tasca. Come lui solo Salvini e, staccati di qualche lunghezza, Putin e Boris Johnson". Giuseppe Culicchia gioca con le parole dello spirito del tempo in modo spiritoso e feroce: ci sono gli Immigrati, i Marocchini e i Meridionali, e poi i Razzisti, i Russi, i Sovranisti, Ariana Grande e la Merkel. Un'opera di satira chirurgica e impietosa, che fa ridere e fa riflettere sulle finzioni comode e talvolta mostruose a cui siamo tutti assuefatti.
16,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.