Fondazione Mario Luzi

Una vita cucinata

di Giuseppe Muscia

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Mario Luzi

anno edizione: 2017

pagine: 106

"Il romanzo autobiografico di Giuseppe Muscia, chef di talento e penna di fervida creatività, ribatte la scolpitura di queste parole di senso: la vita come apprendistato umano e spirituale, la faticosa gestazione nell'attesa dei sogni che, custoditi con fedeltà, ricambiano con copiose messi, più di ogni altra cosa possibile. L'oneroso gravame dei giorni, l'esperienza che ci lavora ai fianchi, dapprima fiacca o svilisce e poi rafforza la fibra temprata del nostro animo, rende da ultimo chiaro ciò che appariva oscuro, luminoso ogni fosco presagio, si alleggerisce e prende il volo l'inerzia delle ore e tutto fiorisce in una primavera che prelude a una benedetta abbondanza. Il lavoro e la professione, qui quella dello chef, sono una parte fondamentale di questa messa a frutto, la talentuosa maturazione, ciascuno per suo conto, del proprio destino d'essere." (Mattia Leombruno, Presidente della Fondazione Mario Luzi)
17,90

L'anarchia della foresta. Una vicenda di emigrati russi

di Liliana Eugenia Garuti delli Ponti

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Mario Luzi

anno edizione: 2017

pagine: 224

L'anarchia vive in chi esige libertà e in ogni fenomeno naturale dell'universo retto da leggi rigorosamente matematiche ma contraddetto talvolta da eventi imprevedibili. La foresta, dove i ritmi naturali sono combattuti e viziati da casualità, ne è un esempio. Due famiglie di Vecchi Credenti russi che vivono nel sud presso il mar Nero emigrano nella tajga siberiana per sfuggire alle persecuzioni dello Zar Nicola II e in seguito a quelle del bolscevico Lenin.Questo non è un libro "religioso". Ma un racconto di azioni verso un percorso di libertà. Nelle sue righe i Vecchi Credenti sono un simbolo delle minoranze perseguitate.Essi, consapevoli della loro posizione contro la generale tendenza, ne accettano con entusiasmo le conseguenze: privazioni, sacrificio, emarginazione, solitudine estrema. In questo contesto alcuni fatti sono descritti con modi spietati e brutali e si svolgono attraverso manifestazioni così violente da sembrare paradossali. Ciò avviene per evidenziare il potere del male vinto dalla forza dei personaggi e dal loro rigore etico.
18,90

Verranno i giorni di maestrale

di Giuseppina Landolina

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Mario Luzi

anno edizione: 2016

pagine: 42

"Si dice ormai da tempo e da più parti che la poesia abbia smarrito se stessa, quella giusta intonazione capace di riconnetterci ad un luogo di origine e senso, suo naturale approdo. Perso un legame con la Parola, ormai ridotta a muta e stentata lettera, depressa sino al rango di mero esercizio retorico o stile - poco più o poco meno - ad un vaniloquio. Non è questo però il caso del volume Verranno i giorni di maestrale di Giuseppina Landolina che va esattamente in controtendenza, risalendo al contrario la corrente dei soliti noti: i così detti poeti contemporanei. Proprio come un salmone che cerchi la sua via di percorrenza, l'autrice tenta una vera e propria fuga ed emancipazione dal luogo comune, il suo spazio centrifugo: "ma siamo / pescatori di salmoni. E ora piantiamo i piedi / nella neve e nei sassi e / risaliamo la corrente, / piano, pieni d'amore, verso le pozze tranquille" (Rymond Carver da Orientarsi con le stelle)"(dalla prefazione di Mattia Leombruno, Presidente della Fondazione Mario Luzi)
12,90

Versi

di Claudia Gori

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Mario Luzi

anno edizione: 2016

pagine: 60

"La raccolta di Claudia Gori è incentrata sulla visione e raffigurazione del mare e delle suggestioni che ne derivano. L'aspetto simbolico è evidente e marcato sul filo dei versi, così come negli antri più appartati e introspettivi della parola allegorica. L'alchimia di questa breve ma densa opera è piuttosto complessa e si compone di molti elementi, vale a dire una multiforme identità di cose, oggetti e persone il cui esito è frutto di una sintesi, una confluenza di uno nell'altro. L'elemento prospettico ed il senso della vista sono i punti d'osservazione attorno ai quali si costruisce l'intero tessuto dei versi, ed altresì il luogo ove essi appaiono visibilmente e con vividezza: il mare, il riverbero in lei della vita, il transito del dolore ora sopito, la sabbia ed il suo tepore, la cognizione della vita, un senso di compiutezza che appaga solo con la coscienza degli anni. È evidente come la geometria e la materia di tali simbologie derivi direttamente da una trasposizione della realtà sul piano figurato e viceversa. Un'opera che potremmo, in definitiva, dire totale, in quanto è la declinazione di un'intera esistenza nei suoi transiti epocali." (Mattia Leombruno - marioluzi.it)
15,90

Non c'è morte più volenta del crescere

di Matteo Bennati

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Mario Luzi

anno edizione: 2015

pagine: 76

"Il titolo di quest'opera poetica del giovane autore Matteo Bennati si apre come una porta, spalancata al pari sugli inferi e sul paradiso. La forza espressiva, dalle suggestioni radicali, che è già in premessa, sancisce infatti un terreno estremo ed ultimativo della propria persona, l'uso di una parola spigolosa e scavata nelle profondità dell'io. L'ossimoro morte-vita, morte-crescita, eros e thanatos, equivale a quelle fasi che, nel processo vitale, sono determinate dalla fine ed inizio. Di là dal fatto strettamente letterario, questo grande murales espressivo-poetico, somiglia molto a quelle grandi icone dipinte sui muri nelle metropoli, dove il conflitto umano è ancora una volta la contrapposizione più delirante fra la vita e la morte, fra la vita che non vuole farsi sopraffare dall'annientamento e disumanizzazione prodotta dall'epoca post-moderna." (Dalla prefazione di Mattia Leombruno Presidente della Fondazione Mario Luzi - marioluzi.it)
16,00

Eppure sono nato

di Renato De Lucia

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Mario Luzi

anno edizione: 2015

pagine: 96

"Eppure sono nato è l'efficace titolo di questa densa opera che rinsalda la parola poetica attorno un comune ideale sentire, umano e spirituale. Nel titolo, così come lungo i versi, è esplicitato il contro altare della vita, quello squilibrio d'esistenza, che tenta di conciliare le opposte sponde, i suoi divergenti lati: la vita e la sua assenza, la lievezza e la sottrazione dei giorni." (Dalla prefazione di Mattia Leombruno, presidente della Fondazione Mario Luzi).
17,90

Asfalto

di M. Rita Pescosolido

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Mario Luzi

anno edizione: 2015

pagine: 72

"L'asfalto non è il luogo infertile dove non cresce più nulla, v'è ancora spazio per la speranza e le sementi che l'autrice dissemina attraverso i suoi versi. Certo è che esso delimita uno spazio critico di esistenza che non cancella però le orme dei passi, il transito dei vecchi tracciati, quel legame cioè filiale che, come unisce la terra alle stelle, così congiunge l'uomo alle sue origini." (dalla Prefazione di Mattia Leombruno, Presidente della Fondazione Mario Luzi - marioluzi.it)
11,00

Ogni gesto produce rumore

di Luca Pizzolitto

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Mario Luzi

anno edizione: 2015

pagine: 92

"'Ogni gesto produce rumore' è l'ultima opera poetica del giovane autore Luca Pizzolitto. Questa raccolta, composita nel numero dei testi, presenta un carattere coeso benché a tratti si percepisca la grana di una parola ancora alle prove con se stessa. La scrittura è tuttavia ariosa e possiede solidità e coerenza, il discorso poetico non si dilunga o smarrisce in forme stentate ma cerca sempre una integrità di congiunzione. I versi sembrano connessi gli uni agli altri come in appartenenza alla medesima radice, una comune familiarità, un concatenarsi logico ed emotivo di nessi e causalità. Il gesto è inteso nel senso della dinamica dell'azione: gli effetti ed incidenza sul corpo vivo della realtà, tale che produce rumore, risuona cioè da dentro le cose, vibra di un suo corrispondente sul piano simbolico, emotivo, spirituale; dunque accade. L'autore colloca la sua opera in uno spazio aperto ai diversi livelli del discorso, inevitabilmente proteso a nuove forme di ascolto, di relazione con il fatto, con l'accadimento." (dalla Prefazione di Mattia Leombruno, Presidente della Fondazione Mario Luzi - marioluzi.it)
15,00

Mario Luzi: da un'oscurità raggiante. Ediz. rumena

di Mario Luzi, Geo Vasile

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Mario Luzi

anno edizione: 2015

pagine: 180

Un'antologia di testi scelti dalla vasta opera di Mario Luzi, sin dai tempi dei primi esordi. Poesie con testo in rumeno a fronte. Il libro contiene anche tre lettere del tutto inedite che Luzi inviò all'autore. Si tratta di un volume teso a realizzare un breve ma esaustivo excursus sull'opera complessiva del Maestro. Il testo è ricco di analisi ed apparati e consente una lettura ampia ed approfondita non solo dal punto di vista poetico. Emerge infatti una chiara visione filosofica del poeta qui ricostruita a partire dall'opera. Seguono inoltre analisi sull'opera teatrale, spesso trascurata dai relativi studi.
20,90

Una brava ragazza

di Renata Ameruso

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Mario Luzi

anno edizione: 2020

pagine: 216

Le storie ci appassionano solo quando hanno una statura al pari della vita, perché la vita non ne ha di eguali. E la dimensione mitica che se ne ricava dagli eventi è in vero una dimensione più che reale e concreta, per nulla astratta, talora sconcertante ma pur sempre testimone di un profilo metafisico, dunque molto di più e molto altro dall'essere banalmente incomprensibile e fuori dalla portata umana. E in ciò verte la bravura della scrittrice Renata Ameruso, in questo suo riuscito e appassionante romanzo, a tratti doloroso ma sempre sul filo di nuovi rivolgimenti capaci di generare altra materia dalle sue stesse ceneri, a dimostrazione che gli eventi fuori da noi ci inducono a un necessario viaggio dentro i nostri stessi insondabili recessi. (Mattia Leombruno, Presidente Fondazione Mario Luzi - marioluzi.it)
19,90

Ernesto De Martino. Patologia e presenza dagli albori alla fine del mondo

di Lisa Di Pietro

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Mario Luzi

anno edizione: 2020

"L'uomo è la Storia. Espressione di una concezione immanente dello Spirito, questo incipit, permette di acquisire il punto focale per lo svolgimento di questa trattazione. Il proponimento è quello di affrontare il problema antropologico - "cosa è umano" e di conseguenza anche "cosa non lo è" - nei termini in cui è posto da De Martino. Questo problema ha molti aspetti e coinvolge molte discipline; il problema antropologico è anche, ad esempio, problema etnologico in quanto l'umanità non assume un'unica forma, i drammi umani sono molteplici". (Fondazione Mario Luzi)
26,90

Le pedine della scacchiera

di Lovely Silipo

Libro: Copertina morbida

editore: Fondazione Mario Luzi

anno edizione: 2020

pagine: 48

"Siamo pedine bianche e nere,gli alfieri di due scacchiere,non giocheremo mai la stessa partita,ma non è detto che sia finita."Una scacchiera, quella della vita, dove siamo tutti pedine, tutte con lo stesso destino, re o cavallo non cambia, bianche o nere non cambia.È su questa scacchiera che si prende consapevolezza di se stessi e degli altri. L'autore comprende e trasmette il messaggio che non si è soli in questo mondo; che in qualche posto ci aspetta qualcuno pronto ad amarci e pronto a sostenerci nelle scelte in cui l'ultima mossa tocca sempre a noi. (Fondazione Mario Luzi - marioluzi.it)
16,90

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.