Il tuo browser non supporta JavaScript!

FRANCO ANGELI

La banca. Profili istituzionali, operativi e gestionali

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 360

Questa edizione del volume si propone di fornire un inquadramento generale delle principali tematiche istituzionali, operative e gestionali delle banche commerciali in Italia, alla luce delle principali innovazioni regolamentari e delle attuali riforme normative che stanno interessando il sistema, mutando il modello di business delle banche, le loro forme organizzative, la relativa propensione ad assumere rischi. Il testo si propone di fornire un inquadramento generale delle principali tematiche istituzionali, operative e gestionali delle banche commerciali in Italia, alla luce delle principali innovazioni regolamentari e delle attuali riforme normative che stanno interessando il sistema, mutando il modello di business delle banche, le loro forme organizzative, la relativa propensione ad assumere rischi ecc. Muovendo da un esame della normativa e della regolamentazione di settore, il volume analizza le tradizionali funzioni delle banche e gli aspetti fondamentali della loro gestione, alla luce delle vigenti forme di vigilanza prudenziale. Un approfondimento viene dedicato alle importanti novità introdotte dall'Unione bancaria europea, tra cui l'accentramento della vigilanza presso la BCE e il meccanismo del bail-in per la risoluzione delle crisi bancarie. Il volume affronta poi le tematiche del rischio di credito e della gestione della liquidità, in considerazione delle disposizioni contenute in Basilea 3 e delle principali novità che verranno introdotte con Basilea 4. Sono altresì approfonditi i profili gestionali delle banche, con l'analisi delle modalità di finanziamento a medio-lungo termine, dei contenuti del bilancio bancario post introduzione IFRS 9 - trattato anche mediante l'analisi per indici - dei fenomeni di concentrazione in atto nel settore, del localismo bancario, nonchè dei rapporti partecipativi banca-impresa indagati alla luce delle ultime novità regolamentari. Vengono infine descritte le principali operazioni di raccolta e di impiego - cardini dell'agire bancario tradizionale - avvalendosi di vari esempi esplicativi. Il testo è stato pensato come manuale di riferimento per gli studenti di un corso di laurea triennale chiamati ad acquisire i principali fondamenti di gestione bancaria. Esso fornisce le basi per gli ulteriori approfondimenti che lo studente vorrà fare in questo campo nel prosieguo dei suoi studi.
35,00

Gestire progetti digitali. Gli strumenti a disposizione del project manager

di Piero Tagliapietra

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 126

La gestione dei progetti riguarda ognuno di noi: nella nostra attività lavorativa occuparci dello sviluppo di un progetto è qualcosa al quale non possiamo sottrarci, prima o poi accadrà. Potrebbe essere lo sviluppo di un'app, il rifacimento del sito aziendale o lo sviluppo di un nuovo progetto di marketing e comunicazione. Come fare però a gestire qualcosa che è incerto dall'inizio? È possibile mantenere il controllo in uno scenario dove le piattaforme evolvono costantemente e dove dopo poche settimane sono cambiate le esigenze di progetto? Come organizzarsi se in alcuni momenti le tempistiche sono fissate e in altri casi non è possibile definire scadenze certe a priori? Come possiamo lavorare se abbiamo obiettivi poco chiari e quando non è possibile creare un diagramma di Gantt o una WBS? Sono tutte domande e incertezze che trovano la stessa risposta: semplicemente scegliendo l'approccio migliore e che consenta di gestire al meglio il nostro progetto specifico tenendo conto delle sue caratteristiche e di quelle dell'ambiente in cui andiamo a svilupparlo. Esistono infatti vari approcci alla gestione dei progetti e andremo a scoprire quali sono gli strumenti a disposizione di chi si trova a fare il project manager in ambito digitale con la consapevolezza che tutti si basano su un elemento cardine, la cultura aziendale. Metodi predittivi, iterativi e adattativi sono alcuni degli approcci ai progetti che troviamo oggi all'interno del project management: il ruolo di un project manager, che gestisce progetti in ambito digital, è conoscerli e utilizzare gli strumenti che consentono di ottenere il maggior valore nel contesto in cui opera.
16,00

Giochi esperienziali. Lavorare con le emozioni nella formazione e nella conduzione dei grandi gruppi

di Stefano Masci

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 196

Questo libro si rivolge a coloro che hanno a che fare con la gestione di grandi gruppi e la formazione esperienziale, siano essi coach, formatori e consulenti aziendali, operino in contesti scolastici o in centri sportivi, gravitino nel mondo della conduzione di gruppi di crescita o di counseling. La caratteristica specifica del volume è che gli esperienziali riportati sono propriamente ideati per funzionare con gruppi grandi, da oltre quaranta persone. Spesso gestire un alto numero di persone mette in crisi chi utilizza modelli di apprendimento basati sull'azione e la sperimentazione attiva, al punto che si preferisce creare piccoli sottogruppi perdendo così l'effetto - leva - legato all'identità collettiva fondamentale, in aziende quanto in altri contesti omogenei. Gli esperienziali e role playing contenuti sono originali e creativi e per ognuno vengono specificate le finalità formative, il tempo occorrente, la difficoltà nella gestione, l'impatto emotivo e anche il livello di divertimento dei partecipanti.
25,00

Genere e media: non solo immagini

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 226

Il volume presenta i nuovi orientamenti di indagine dell'Unità di ricerca GEMMA (GEnder and Media MAtters) istituita presso il Dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale della Sapienza-Università di Roma. All'origine di GEMMA è la consapevolezza della crescente complessità del nesso 'genere e media' nella società contemporanea, in cui si osserva e si sperimenta sia una profonda trasformazione dello scenario mediale, sia una diffusa problematizzazione dell'assunto a lungo indiscusso del 'binarismo di genere'. Nonostante i mezzi di comunicazione abbiano esercitato da sempre una funzione di rappresentazione delle identità di genere, lungo un intervallo compreso tra gli estremi della messa in scena e quelli della stereotipizzazione, oggi l'espansione del contesto mediale e la sua declinazione contemporaneamente individuale e di massa implicano l'elaborazione di nuove prospettive di studio e di ricerca. Il libro intende fornire una pluralità di spunti di riflessione, riconducibili a piattaforme e a pratiche comunicative differenti: dalla televisione alla pubblicità, dalla comunicazione pubblica ai consumi culturali, fino alla rete, ai social media e ai social network sites, i diversi contributi qui raccolti mettono a fuoco le forme di agency dispiegate da individui, gruppi e istituzioni nei processi di creazione, diffusione e consumo di immagini di genere nei testi mediali. Il primario intento di lettura e interpretazione del presente, perseguito dal gruppo di ricerca, non esclude l'esercizio di uno sguardo retrospettivo; così come l'adesione a prospettive e strumenti dei feminist media studies non preclude il ricorso agli apporti fruttuosi della sociologia.
29,00

Sedicesimo rapporto sulla comunicazione. I media e la costruzione dell'identità

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 168

Come stampa, radio, tv, internet e social network modificano la percezione del mondo e di se stessi? Come i device digitali contribuiscono alla costruzione dell'identità individuale e dei diversi gruppi sociali? Come si aggregano nuovi interessi intorno alle piattaforme web e ai social network? A queste e altre domande prova a rispondere la sedicesima edizione del Rapporto sulla comunicazione, che tenta di ricostruire i processi di formazione dell'identità attraverso un sistema di media profondamente mutato nell'ultima decina di anni. Mentre le diete mediatiche degli italiani si ricompongono in modo radicale e le grandi narrazioni del passato vanno in pezzi, si è aperto il problema della costruzione dell'identità e delle appartenenze dentro nuove cornici di senso collettivo. Che ruolo giocano i media in questo scenario in rapida trasformazione, tra crisi della globalizzazione, messa in discussione della società multiculturale, rinserramento territoriale, percezione di vulnerabilità e risentimento? La sedicesima edizione del Rapporto sulla comunicazione esplora questi cambiamenti, che si intrecciano con i processi di personalizzazione dell'impiego dei media, disintermediazione, polarizzazione dell'informazione e con le nuove frontiere del mercato digitale nell'era biomediatica.
25,00

Il Veneto dopo il Novecento. Politica e società

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 362

La ricognizione storica sviluppata in questo volume, corredata da molteplici apporti interdisciplinari, si inoltra nelle complesse problematiche del Veneto della "tarda modernità", portando a tema le principali questioni che hanno caratterizzato il tessuto sociale, il sistema economico, l'assetto istituzionale e la vita politica dopo il Novecento. Ne esce un quadro complessivo della realtà regionale, sostenuto da un sapere storico che, pur chiamato a misurarsi con dimensioni economiche inedite, dinamiche culturali non sempre decifrabili, prospettive istituzionali problematiche, ambiti sociali difficilmente sondabili, riesce a procedere efficacemente nell'analisi della storia veneta che si affaccia sul nuovo millennio.
51,00

Essere capi con il «nuovo» management by objectives (MBO). Come non usare un cacciavite per piantare un chiodo

di Carlo Filippini, Nicola Rizzo

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

Questo libro vuole essere un vero e proprio "pocket book" al quale il capo possa ricorrere velocemente per trovare indicazioni e informazioni chiare su quando e quali comportamenti efficaci agire nella gestione dei propri collaboratori. Il libro non vuole soffermarsi sulle caratteristiche e le qualità del processo del MBO (Management By Objectives), attorno al quale molto si è già scritto, ma essere piuttosto un testo di azione per manager. Nasce, infatti, dall'esperienza maturata dopo un numero elevato di seminari dedicati al tema della gestione delle Risorse Umane, durante i quali si sono generati altrettanti confronti su casi concreti ed esperienze tra docenti e partecipanti. Insomma, si tratta di un intreccio efficace tra la teoria del modello del MBO e il buon senso che ci dovrebbe accompagnare nella vita di tutti i giorni. Il tutto arricchito da interviste sul tema a Raoul Nacamulli, Pino Mercuri e Luca Villa. La metafora della cassetta degli attrezzi esprime con efficacia le situazioni in cui si trovano i manager, che, grazie anche a questo volume, possono avere diversi strumenti a disposizione, ognuno dei quali con una sua forma precisa, che consenta di ottenere i risultati voluti. Sono tutti strumenti efficaci, ma solo se vengono utilizzati nel momento e con la finalità per i quali sono stati costruiti. Da qui la domanda, anche un po' provocatoria, del sottotitolo: "Cosa succede se si utilizza un cacciavite per piantare un chiodo nel muro?".
21,00

L'università italiana nel Novecento. Nuovi itinerari storiografici e inediti percorsi di ricerca

di Luigiaurelio Pomante

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 210

Attraverso un approccio metodologico, l'autore tenta di offrire al lettore alcune chiavi di lettura per comprendere al meglio taluni delicati e complessi nodi cruciali della storia universitaria italiana novecentesca. Sulla scorta di una larga messe di fonti archivistiche e a stampa, il presente lavoro si inserisce all'interno della fiorente stagione di studi sull'istruzione superiore e sulle università italiane sviluppatasi in Italia nel corso dell'ultimo trentennio, proponendosi di concentrare la propria attenzione su alcuni temi e filoni di ricerca finora scarsamente o per nulla approfonditi dalla pur feconda e competente storiografia universitaria nazionale ed internazionale. Il volume pone così il proprio focus sul processo di invenzione della tradizione universitaria italiana messo in atto durante il ventennio fascista, sulla stampa periodica per professori universitari, sulle battaglie condotte dagli stessi accademici per il miglioramento del proprio status giuridico ed economico, sui necrologi dei professori universitari e sui musei per la storia dell'Università.
26,00

I disturbi psicopatologici nell'infanzia e nell'adolescenza. Inquadramento, setting e strategie di derivazione cognitivo-comportamentale. Un manuale con il sorriso

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 202

Ancora un altro manuale di psicopatologia nell'infanzia e nell'adolescenza? Sì, ma un manuale - questa volta - davvero nuovo. Argomenti seri e delicati sono qui trattati usando, quando possibile, l'ironia e finanche l'allegria. Nella stesura del testo, si è cercato di non essere prolissi, di adoperare un linguaggio facile e periodi scorrevoli. Le problematiche psicopatologiche più frequenti in bambini e adolescenti sono affrontate in maniera approfondita, rubando però sempre qualche sorriso. Il manuale si sofferma poi sulle strategie d'intervento psicoterapico, di derivazione cognitivo-comportamentale, "personalizzate" in base al soggetto, alle tematiche da affrontare ed agli specifici obiettivi da raggiungere. Nel testo si approfondiscono, inoltre, concetti poco trattati altrove, come le psicopatologie "subsindromiche" o "sottosoglia", manifestazioni "attenuate" o "atipiche" che non presentano una piena espressione clinica, non permettendo un inquadramento preciso attraverso il limite, spesso confuso, tra patologia e normalità. Ne deriva che gli "accanimenti classificatori", così come le diagnosi "lapidarie", talora "utili" a livello burocratico, lasciano nella pratica clinica il tempo che trovano. Altro aspetto che viene trattato nel volume è la strutturazione del setting, nonché le caratteristiche del terapeuta, sia personologiche sia fisiche, argomento di norma tabù. Buona lettura!
26,00

Da familiare a caregiver. La fatica del prendersi cura

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

pagine: 220

Il volume tenta di analizzare l'importanza del caregiving, grazie alle voci di medici, psicologi, infermieri che illustrano le difficoltà che incontrano i caregiver che si occupano di sostenere il familiare ammalato e i differenti effetti che le diverse malattie hanno sul benessere familiare. Il testo è quindi rivolto a medici, infermieri, psicologi, educatori che, quotidianamente, lavorano con pazienti che necessitano del sostegno costante di un familiare, la cui "fatica" incide profondamente nella "cura". Questo volume è il risultato finale di una serie di incontri, avvenuti negli ultimi anni, fra diverse figure professionali di Roma e Arezzo che si occupano del benessere dei caregiver dei pazienti con patologie complesse ad alta intensità di cura fisica, affettiva ed emotiva. Lo scopo principale di questi incontri è stato quello di definire possibili strategie di intervento interdisciplinare mirato a migliorare la qualità di vita del caregiver e, di conseguenza, del paziente stesso. Occuparsi di una persona affetta da malattia, qualsiasi essa sia, è un'attività che richiede impegno, competenza e grande investimento emotivo. Familiari e amici che si incaricano di prendersi cura del malato cronico, terminale o complesso, possono andare incontro a particolari forme di stress che hanno effetti negativi sul loro stato di salute, sul loro benessere psicologico e sulla loro qualità di vita relazionale e sociale. Il testo, rivolto a medici, infermieri, psicologi ed educatori che lavorano con pazienti che necessitano del sostegno costante di un familiare, analizza il fenomeno del "prendersi cura" attraverso gli interventi di professionisti che illustrano le difficoltà che incontrano i caregiver. Prefazione di Carlo Blundo.
29,00

Le soft skills del manager. Mettere in atto una leadership efficace. Saper ottenere il consenso. Risolvere i problemi

di Silvana Frascheri

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

Una guida alle competenze trasversali (o attitudini) che deve possedere chi gestisce gruppi di lavoro (più o meno numerosi) al fine di raggiungere gli obiettivi stabiliti nei tempi e nei modi previsti. Le Soft Skills del Manager è un testo prezioso per tutti coloro che gestiscono Risorse Umane, siano essi imprenditori, manager, responsabili, project manager, capi progetto, team leader. Un testo prezioso per tutti coloro che gestiscono Risorse Umane: imprenditori, manager, responsabili, project manager, capi progetto, team leader Una guida alle competenze trasversali (o attitudini) che deve possedere chi gestisce gruppi di lavoro (più o meno numerosi) al fine di raggiungere gli obiettivi stabiliti nei tempi e nei modi previsti. Silvana Frascheri, consulente aziendale ed esperta di Risorse Umane, in questo libro traccia un estratto della sua esperienza ventennale. Vi troverete indicazioni pratiche ed empiriche su come gestire i Collaboratori, al fine di creare gruppi di lavoro coesi e collaborativi. Le tematiche trattate riguardano: la comunicazione; la gestione delle riunioni; la gestione dei gruppi di lavoro; la gestione dei conflitti; la gestione del consenso; la gestione del tempo; il problem solving; la leadership e la delega. Ogni capitolo è dedicato ad una tematica specifica, con indicazioni e suggerimenti per gestire con efficacia ed efficienza gruppi di lavoro. In un unico testo troverete così raccolte tutte le problematiche che, solitamente, vengono trattate singolarmente. Una guida concreta, efficace e ricca di esercizi che vi aiuteranno a misurare e incrementare le vostre skills e quelle dei vostri collaboratori.
24,00

Riscoprire Pierre Janet. Trauma, dissociazione e nuovi contesti per la psicoanalisi

Libro

editore: FRANCO ANGELI

anno edizione: 2020

"Riscoprire Pierre Janet" esplora l'eredità lasciata dallo psicologo, filosofo e psicoterapeuta francese (1859-1947), dalla relazione tra Janet e Freud all'influenza della sua teoria della dissociazione sulla psicotraumatologia contemporanea. Il volume è diviso in tre parti: la prima colloca l'analisi psicologica di Janet e la psicoanalisi nel contesto dei principi fondamentali della psicoanalisi, da Freud alla teoria relazionale; la seconda prende in esame il lavoro di Janet sul trauma e sulla dissociazione e la sua influenza sul pensiero contemporaneo; la terza, infine, presenta diversi approcci di psicoterapia contemporanea direttamente influenzati dalla teoria di Janet, incluso il trattamento del disturbo da stress post-traumatico e del disturbo dissociativo di identità. Riscoprire Pierre Janet riunisce eminenti studiosi provenienti da diversi contesti, ognuno dei quali ha sviluppato costrutti janetiani secondo i propri modelli teorici e clinici. Fornisce un approccio integrativo che offre prospettive contemporanee sul lavoro di Janet e che sarà di notevole interesse per il lavoro clinico di psicoanalisti, psichiatri e psicoterapeuti impegnati, in particolare, nel trattamento dei disturbi dissociativi legati al trauma, così come di ricercatori interessati al trauma psicologico.
38,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.