Editore GANGEMI - Ultime novità | P. 6

GANGEMI

Percorsi di salvezza e strumenti di legittimazione. I cicli dei Sette Sacramenti nell'arte del Medioevo. Ediz. italiana e inglese

di Paola Vitolo

Libro: Copertina morbida

editore: GANGEMI

anno edizione: 2017

pagine: 175

L'apparizione delle prime serie iconografiche dei Sette Sacramenti nell'arte monumentale italiana del Trecento rappresenta un episodio significativo, ma finora poco indagato, della grande vitalità artistica dei secoli del Basso Medioevo. In diversi contesti e con diverse finalità, i committenti dei cicli di Firenze, Napoli, Galatina (Lecce) e Priverno (Latina) si appropriarono del tema - ampiamente discusso dalla trattatistica filosofica e dottrinaria del XII e del XIII secolo, ma non ancora oggetto di sistematico insegnamento da parte della Chiesa - per farne uno strumento di autorappresentazione di alto valore simbolico. Il volume ricostruisce le occasioni e le circostanze in cui i quattro cicli furono ideati, le loro finalità e i rispettivi contesti, in relazione alla progressiva affermazione del tema sacramentario nella comune coscienza religiosa medievale.
28,00

Luce. L'immaginario italiano a Catania

Libro: Copertina morbida

editore: GANGEMI

anno edizione: 2016

pagine: 108

"L'Istituto LUCE (acronimo per L'Unione Cinematografica Educativa) nasce nel 1924 per volontà e sotto il controllo di Benito Mussolini, già da due anni capo di un governo che in breve tempo trasformerà il Regno d'Italia in una dittatura fascista. Nel Novecento lo comparsa delle masse sulla scena pubblica richiede alla politica (così come alle industrie di prodotti commerciali) di sperimentare nuovi strumenti di consenso e di controllo delle coscienze, e lo sviluppo dei media moderni fornisce soluzioni prima impensabili, anche per il governo delle immagini. Negli anni Venti l'Italia è un paese ancora in gran parte contadino, con milioni di analfabeti, pochi leggono i giornali e lo radio è ancora in via di sperimentazione. La fotografia però ha raggiunto ormai un alto livello tecnico e se ne può sfruttare il potere comunicativo ed emotivo; inoltre numerose sono le sale cinematografiche (ma poche nelle campagne): al cinema in verità gli spettatori preferiscono i film sentimentali o avventurosi di Hollywood, ma questi possono essere introdotti da brevi "giornali cinematografici" e da film "dal vero" che raccontino al paese lo nuova Italia in costruzione. Dopo l'Unione sovietica l'Italia è il primo Stato ad impegnarsi direttamente e sistematicamente nella produzione cinematografica 'nonfiction'."
25,00

Emigranti di poppa, emigranti di prua

di Michele Spera, Raffaella Spera

Libro: Copertina morbida

editore: GANGEMI

anno edizione: 2016

pagine: 144

"Benvenuto a "Emigranti di poppa, emigranti di prua", questo nuovo libro in cui i segni inconfondibili di Michele Spera e i versi della sorella Raffaella si intrecciano con i disegni dei loro nipotini Giorgio e Michele junior per offrirci una riflessione a quattro mani sul tema più drammatico e ineludibile dei nostri giorni. Doppiamente benvenuto perché, in questo libro soave e inquietante, la compresenza di generazioni rappresenta un passaggio di testimone da un grafico e da una scrittrice noti e maturi ai loro eredi d'arte, appena all'esordio. Due maestri che, resi esperti dagli anni, desublimano il tema dell'emigrazione estetizzandolo; due eredi che, resi sinceri dall'infanzia, offrono del tema una lettura tragica perché priva di mediazioni e di soluzioni. E noi sappiamo che "tragico" è ciò che è necessario ma tuttavia impossibile. "Emigranti di poppa, emigranti di prua", il libro appassionato e soave che il clan Spera ci regala, contribuisce a spingere il fenomeno migratorio verso l'esito positivo di un'avventura che, dopo lo strazio dello sradicamento, potrebbe serbare ai migranti un boccone di felicità." (Dalla prefazione di Domenico De Masi)
20,00

Fra Tardo antico e Medioevo. Un santuario della via Francigena: Sant'Eusebio di Ronciglione. Storia e architettura

Libro: Copertina morbida

editore: GANGEMI

anno edizione: 2016

pagine: 255

Il santuario rurale di Sant'Eusebio, sito nei pressi di Ronciglione, costituisce un vetusto e prezioso palinsesto architettonico dell'Alto Lazio avente valore paradigmatico sotto l'aspetto storico-artistico oltre che religioso in seno ai percorsi della fede. Le testimonianze archeologiche, artistiche e devozionali custodite al suo interno ne attestano la lunga esistenza che affonda le radici nel Tardo Antico e ne fanno un bene di rilevante valore culturale oltre che religioso. Il volume contiene un'articolata sintesi dello studio storico-architettonico svolto dall'autrice, rivelatosi impegnativo per le numerose alterazioni arrecate nei secoli all'intero organismo del complesso cultuale, un tempo composto dalla chiesa e da una casa comune postica. Questa, in particolare, è ormai irrimediabilmente mutilata per i lunghi periodi d'incuria sofferti nella sua vita millenaria. Il lavoro di ricerca ha inteso offrire un inquadramento nuovo, oltre che aggiornato, dei fatti storici, religiosi e architettonici, letti sullo sfondo di realtà 'extralocali' ad esso assimilabili, riscontrate in tutto l'Occidente cristiano. In un secondo volume di Approfondimenti tematici e restauri curato dall'A. e coordinato con questa pubblicazione, sono raccolti sia gli esiti di studi specialistici condotti da diversi esperti su specifici temi di ricerca sollecitati dall'indagine sul monumento (storia del territorio, archeologia, pittura, paleografìa) sia l'illustrazione degli interventi di restauro effettuati agli inizi degli anni Duemila.
38,00

Archeomedsites. Mediterranean perspectives

Libro

editore: GANGEMI

anno edizione: 2016

20,00

Simona Liberati. Opere recenti

di Francesco Giulio Farachi, Massimo Rossi Ruben

Libro: Copertina morbida

editore: GANGEMI

anno edizione: 2016

pagine: 79

[...] L'arte di Simona Liberati è in costante divenire. Le immagini sono energicamente delineate e fissate e tuttavia è molto accentuata, in quest'artista, l'idea della folgorazione visiva, una folgorazione che scaturisce da una mano e una mente ben organizzate e strutturate e non è del tutto un caso che ella venga da una formazione di architetto e abbia per la dimensione tecnica un'attenzione ben più capillare di quanto si possa credere alla prima, osservando i suoi lavori. Claudio Strinati
20,00

Trame e tele. Storie di prigioni, nascondimenti e ribellioni

di Raffaella Grasso, Sergio Poli

Libro: Copertina morbida

editore: GANGEMI

anno edizione: 2016

pagine: 109

Il libro ci parla delle prigioni dell'anima: subdole, impalpabili, persino accattivanti... di donne e di uomini che cercano di spezzare le catene per recuperare l'originaria ed incompresa libertà di agire nello spazio e per il tempo che è dato vivere. Nel percorso ci accompagna anche lo sguardo creativo e fecondo sull'arte come ambito di conferimento di senso, in continuo divenire. E la fede interviene a dare spessore alla verità delle storie: tiene conto dell'uomo sedotto e schermato dall'errore o dal peccato, fa sentire una presenza dentro una assenza, schiude lo spazio di Dio nell'uomo...
20,00

Gallipoli. Laboratorio di progettazione

Libro: Copertina morbida

editore: GANGEMI

anno edizione: 2016

pagine: 302

Il momento qualificante la collana è quello del progetto. Essa pertanto non si presenta come un prodotto monolitico, ma, di volta in volta, prende in considerazione o un singolo progetto, documentandolo in tutte le fasi di elaborazione, o un architetto, del quale cerca di mettere in risalto le peculiarità progettuali attraverso la lettura di una o più opere significative, oppure, infine, esamina occasioni particolari che vedono il concorso di contributi disciplinari diversi su di un tema dato. Ciò che dà unità a ciascun volume della collana è la stretta adesione al tema, che si configura come momento emblematico nell'ambito della cultura architettonica contemporanea. In questa ottica assume significato particolare anche la "costruzione" stessa di ciascun volume, che tende a proporsi come un "progetto" fornito di proprie autonome caratteristiche, che riflette, nella sua forma, i contenuti che esprime e rappresenta. La collana privilegia l'area progettuale piuttosto che quella esecutiva, che viene comunque documentata nei limiti in cui rientra nel luogo della rappresentazione in quanto momento complesso di idealità e progettualità. Inoltre, in tal modo, si vuole innescare un processo di progressiva estensione delle tematiche che, a partire dal "dettaglio", giungono a mettere a fuoco la personalità complessiva di un architetto, o la singolarità di un tema, o la pluralità di letture di un'occasione progettuale. Attraverso i testi critici introduttivi si compie quella lettura storica che, centrando il tema dell'opera nella ricostruzione teorica dell'operazione progettuale, consente di stabilire quella continuità necessaria, affinché ciascun "progetto" non si ponga come oggetto isolato, ma piuttosto come elemento a partire dal quale tratteggiare un quadro complessivo, e non antologico, nel quale si colloca un momento particolare della ricerca architettonica. È evidente anche il senso didattico dell'operazione, che fornisce veri e propri materiali di studio, sulla genesi di diversi progetti, dallo schizzo all'architettonico, cercando di rendere il più esplicita possibile la metodologia sottesa da ciascuna opera. Un altro elemento caratterizza questa collana, tutta rivolta al contemporaneo: la volontà di svelare e mettere in scena anche quegli aspetti onirici e surreali, e tuttavia "testimonianze" tra il pubblico e il privato dell'attuale dimensione culturale, che caratterizzano in modo particolare una condizione della ricerca, e, dunque una produzione per la maggior parte condannata all'ineffettualità. L'eloquenza del disegno, in cui predomina il rifiuto del compromesso, mentre individua un luogo teorico del progetto, ne sottolinea un rigore morale che, in anni recenti, ha pagato il prezzo di una non voluta emarginazione dai luoghi della decisione. L'illustrazione, innanzitutto teorica, si propone anche come momento di documentazione sull'opera complessiva di questi architetti contemporanei, attraverso l'integrazione dell'apparato bio-bibliografico con il regesto delle opere, che contestualizza il progetto in una panoramica antologica che lo ripropone all'interno di una ricerca complessiva.
28,00

Anna Caruso. Sei se ricordi

Libro

editore: GANGEMI

anno edizione: 2016

pagine: 64

"Siamo quello che ricordiamo - ripete spesso Anna Caruso - e saremo ciò che ricorderemo". La componente temporale è, quindi, necessaria ed essenziale per comprendere il complesso impianto narrativo e l'iconografia sofisticata che caratterizzano i suoi dipinti: il filtro del tempo, che trascorre inesorabile, sbiadisce i ricordi individuali fino a cancellarne l'immagine psichica e allontana ciascuno di noi dall'"essere stato", trasformando lentamente le vicende autobiografiche in una riflessione più universale e omnicomprensiva sul significato della memoria.
20,00

Attraversamenti in luce. Premio Campigna 2016. Ediz. italiana e inglese

di Giulio De Mitri

Libro: Copertina morbida

editore: GANGEMI

anno edizione: 2016

pagine: 95

Il Premio Campigna 2016, evento di respiro nazionale e anche internazionale, nel corso degli anni è stato curato da autorevoli storici e critici d'arte (Marco Valsecchi, Mario De Micheli, Luigi Carluccio, Francesco Arcangeli, Enrico Crispolti, Renato Barilli, Claudio Spadoni, Fabio Cavallucci, Adriano Baccilieri, ecc.) e nelle diverse edizioni ha invitato e premiato artisti del calibro di Giulio Turcato, Ennio Morlotti, Alberto Sughi, Sergio Vacchi, Giovanni Cappelli, Concetto Pozzati, Giosetta Fioroni, Mattia Moreni, Umberto Mariani, Hidetoshi Nagasawa, Anne e Patrick Poirier, Giuseppe Maraniello, Piero Manai. Quest'anno, la 57a edizione si rinnova nella forma e nei contenuti, assegnando questa edizione del Premio all'artista che, nella cosiddetta civiltà post-moderna, o meglio nell'era della globalizzazione, delle nanotecnologie e della rete, rifugge dalle regole del mercato e dagli imperativi di moda, perseguendo una strategia che premia il rigore, la chiarezza e una rinnovata esigenza spirituale. Su questi fondamentali presupposti il Premio 2016 viene assegnato a Giulio De Mitri, artista innovativo e sperimentale, la cui ricerca poetica e filosofica al tempo stesso, sancisce un percorso coerente e rigoroso, impegnato da anni tra identità, tecnologia sofisticata e mistica liricità, ma fedele al proprio tempo e alla propria storia.
20,00

Chiamami «dolce», come dolce vita. Ogni volta che ti guardo penso ad un altro

di Simona Caporilli

Libro: Copertina morbida

editore: GANGEMI

anno edizione: 2016

pagine: 191

Una redattrice. E una redazione normale. E Roma, quella della dolce vita rinnovata, del buon caffè e del buon saper vivere. Ma anche la Roma della malavita, quella della nera scintillante. Lei, protagonista del romanzo che strizza l'occhio a Sofie Kinsella e a Bridget Jones, la vita se la gioca: lavoro, amore e tanti aperitivi. Il mondo è rosa, ovattato e rassicurante, ovvio, ma le tinte fosche occhieggiano. Il capo è un tipo alla on the road, e i personaggi bizzarri non tardano a stringerla in un abbraccio. La nostra protagonista stenta a dare una risposta al perché di tanto affetto poiché, d'altronde, lei non è mica Mick Jagger! La Capitale fa da contorno e la vita, e grazie a un gustoso film e a un delizioso libro, assume davvero i connotati di un romanzo piacevole e incantato. L'amore è sempre travolgente, alla "cime tempestose". E la storia sentimentale non è mai ovvia. Peripezie tante, bugie mai. La vita in agenzia è dura, speriamo solo che le donne non diventino delle invidiose "genoveffe". Ma il Valeria Marini way of life si fa sentire. Guidoni è l'amore, la passione e il lavoro. E questa poco comprensione tra chi deve trascinare il velo della velina di turno e chi al contrario esce in bermuda senza lavarsi al mattino presto per prendere un caffè al bar mentre si fuma un sigaro fa sorridere davvero. Insomma, non bisogna affrontare la vita che in qualità di donne positive e razionali, ma questo è poco ma sicuro.
20,00

Così dice Carneade. Pagine sparse di un sogno attraverso il Ricetto dei Sapienti

di Giuseppe De Rinaldis

Libro: Copertina morbida

editore: GANGEMI

anno edizione: 2016

pagine: 222

All'incipit di queste pagine, l'autore tiene a precisare che esse, rispetto all'argomento e personaggi trattati, non vogliono in alcun modo essere o rappresentare un "trattato", un "manuale" di Filosofia dell'Antichità - ce ne sono già fin troppi nelle librerie - ma possono certamente rappresentare un immaginario dialogo "leggero" tra due persone che s'incontrano... in sogno: il Filosofo Carneade e l'autore appunto. Nel corso del sognato dialogo, l'argomento trattato è rappresentato da una serie di spiegazioni tra i due, per la verità un po' tra il serio e il faceto, sul Pensiero Filosofico di alcuni tra i più famosi sapienti e pensatori dell'Antichità. Le pagine, tutto sommato, sono state pensate principalmente per permettere ad un appassionato della materia, un piacevole trascorrere delle ore "scherzando seriamente" con la Filosofia dell'Antichità ed alcuni Sapienti e Filosofi di quel periodo. Diversamente, nella più triste delle ipotesi, restarsene incollato alla televisione, per assistere ad intere giornate di televendite, a volte anche divertenti, visto che la pesca alla trota - in mancanza del mare di Napoli e delle belle scogliere Salentine dove l'autore trascorse la sua prima gioventù - non è la sua passione, no! Questo no, mai! E allora che sia Filosofia...!
20,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento