GIAPPICHELLI

Diritto del lavoro

Libro

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2020

pagine: 336

Diritto costituzionale

di Roberto Bin, Giovanni Pitruzzella

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2020

pagine: 640

Il testo è aggiornato ai più importanti avvenimenti istituzionali degli ultimi mesi, e in particolare: gli sconvolgimenti provocati dalla pandemia da Covidl9 nella produzione normativa, nella finanza pubblica e nella limitazione delle libertà individuali; le vicende della transizione dal Governo Conte I al Governo Conte Il; le innovazioni introdotte dalla Corte costituzionale nelle Norme di attuazione (con particolare riferimento all'Amicus curiae); alle novità della prassi processuale della Corte costituzionale a seguito del "caso Cappato". Novità importanti anche nel sito del manuale.
51,00

Il processo penale ai tempi della vittima

di Hervé Belluta

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 250

Sebbene affiori il timore che la "stagione della vittima" sia avviata al tramonto, questo libro non intende reagire contro una nuova epoca di oblio: piuttosto, vuol essere testimone dei tanti mutamenti intervenuti nel tessuto codicistico, della spinta propulsiva fatta propria dalla giurisprudenza e del confronto scientifico che hanno animato l'interesse per un comprimario della scena penale che non si smetterà forse mai di definire "nuovo". I saggi, apparsi su riviste o in volumi, nazionali e internazionali, sono raccolti in ordine cronologico, in modo da seguire l'evoluzione della materia. Si tratta di dieci anni nei quali si è fatto molto per la vittima, soprattutto sul piano della protezione e dell'informazione: non abbastanza, però, se è vero che rimane da giocare la partita riguardante le possibili configurazioni del suo ruolo nelle dinamiche accertative penali.
32,00

Il diritto dell'immigrazione e dell'asilo dell'Unione europea. Controllo delle frontiere, protezione internazionale, immigrazione regolare, rimpatri, relazioni esterne

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 316

Il volume offre al lettore una ricostruzione organica del diritto dell'immigrazione e dell'asilo dell'Unione europea. Sono dunque esaminati i requisiti d'ingresso degli stranieri nello spazio giuridico europeo e le modalità comuni di sorveglianza delle frontiere esterne degli Stati membri; il sistema normativo diretto alla tutela dello straniero bisognoso di protezione internazionale; la disciplina del trattamento dello straniero autorizzato a soggiornare in uno Stato membro e del diritto di questi al ricongiungimento familiare; le regole sostanziali e procedurali per l'allontanamento dello straniero privo di un titolo di soggiorno (c.d. disciplina del rimpatrio); gli strumenti di rilevanza internazionale (accordi, dichiarazioni, atti politici e programmi d'azione) con i quali l'Unione e i suoi Stati membri attuano una collaborazione strutturata con Stati terzi intesa al contenimento dei flussi migratori e alla protezione c.d. extraterritoriale degli stranieri che necessitano di accoglienza e rifugio. Lo studio fornisce un quadro d'insieme del diritto dell'immigrazione e dell'asilo dell'Unione europea, facendo emergere i principi propri della disciplina e, grazie ai numerosi rinvii incrociati, la loro applicazione orizzontale nei diversi settori regolamentati. L'auspicio è che questa visione d'insieme possa rendere l'opera fruibile anche come ausilio didattico per i corsi universitari. Ma ambizione degli autori è che essa possa costituire altresì un utile strumento per i professionisti, le amministrazioni e i giudici che, confrontati a un problema concreto, intendano trarre chiarimenti e ispirazione da una trattazione sistematica della materia, nutrita di ampi riferimenti alla giurisprudenza della Corte di giustizia e della Corte EDU. Prefazione di Luigi Daniele. Postfazione di Bruno Nascimbene.
35,00

Appunti di contrattualistica pubblica

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 248

Il volume raccoglie le lezioni in materia di contrattualistica pubblica tenute da magistrati amministrativi, avvocati ed esperti del settore all'interno del ciclo di incontri denominato "Tavole rotonde di diritto amministrativo" previsto tra le attività di approfondimento dell'insegnamento di Diritto amministrativo II presso l'Università Lumsa di Roma nel Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza. I lavori contenuti nel volume danno conto di alcune delicate problematiche in materia di appalti pubblici non sempre risolte dagli interventi nomofilattici delle giurisdizioni superiori nazionali e che hanno dato vita a contrasti giurisprudenziali anche tra giudice interno ed europeo. Il volume tenendo insieme profili teorici e profili pratici, offre l'approfondimento necessario non solo agli studenti, ma anche a studiosi e operatori del settore, per orientarsi nell'attuale contesto di "stabile mutevolezza" della disciplina degli appalti pubblici.
23,00

Data protection tra Unione Europea, Italia e Svizzera

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 202

«L'idea di privacy, nella sua corretta accezione, rappresenta una cartina di tornasole importante dell'organizzazione sociale, giuridica, valoriale del nostro tempo. Il diritto alla riservatezza, tradizionalmente inteso come diritto ad essere lasciati soli e tutelare la vita intima da ingerenze varie, ha assunto nel tempo un profilo sempre più connesso alla tutela della dignità della persona. Il diritto alla protezione dei dati personali espressamente riconosciuto - oltre che nel Trattato sul funzionamento dell'Unione europea anche quale diritto fondamentale nella Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea - deve fare oggi i conti con la sfida più difficile e complessa posta dalla rete e dalle nuove tecnologie della comunicazione, assumendo una veste sempre più multiforme. In quanto diritto che ha ad oggetto la tutela delle informazioni riferite o riferibili a una persona fisica identificata o identificabile, il diritto alla protezione dei dati personali costituisce un diritto che assume per sua natura aspetti applicativi diversi a seconda del tipo di dati, dei soggetti che pongono in essere i trattamenti, dei rischi che le modalità usate e le finalità per le quali i dati sono trattati possono far correre alla dignità e la libertà delle persone. È da questa presa d'atto che è sorta l'esigenza di attivare un modulo universitario finanziato dal programma europeo Erasmus+/Jean Monnet, impartito dal 2016 al 2018 nell'ambito del corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza dell'Università degli Studi dell'Insubria della sede di Varese, condotto congiuntamente quale modulo integrato in diverse discipline (diritto costituzionale, diritto penale, diritto processuale civile), al fine di indagare in maniera trasversale le diverse implicazioni e ricadute della protezione dei dati personali (...)» (dall'introduzione)
32,00

Automazione contrattuale e «contratti intelligenti». Gli smart contracts nel diritto comparato

di Andrea Stazi

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 193

«Lo sviluppo incessante e la diffusione ubiqua delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione danno luogo a fenomeni di notevole rilevanza sul piano socio-economico e quindi giuridico. Tra questi, i rapporti contrattuali sono fortemente interessati dall'evoluzione tecnologica, che mette a disposizione nuovi strumenti di negoziazione, conclusione ed esecuzione del contratto, con dinamiche operative peculiari e questioni giuridiche inedite. In tale prospettiva, il binomio contratto-tecnologia rappresenta un argomento topico per un'analisi comparatistica, che fornisce all'interprete una visione complessiva delle diverse risposte locali agli sviluppi e ai problemi comuni derivanti dall'uso della tecnologia nei contratti. La tecnologia, da un lato, crea nuove opportunità di relazione socio-economica, scambio commerciale e superamento dei confini nazionali, consentendo di concludere ed eseguire accordi in modo più rapido a prescindere dalla distanza tra i contraenti; dall'altro, essa mette allo prova l'istituto contrattuale rendendo necessario che sia adattato agli utilizzi immediati, trans-nazionali, automatici ed alle questioni giuridiche da essi derivanti. Inoltre, la tecnologia emerge quale strumento di regolazione degli interessi delle parti, talvolta considerato alternativo al contratto e/o all'intervento giudiziario. L'adagio "code is law" proposto in dottrina a partire dagli anni novanta del secolo scorso trova oggi nuovo vigore, con lo sviluppo di tecnologie che sembrano rendere possibile la realizzazione di quella ipotesi. In considerazione di questi sviluppi, prendendo spunto dalla più recente delle innovazioni tecnologiche rilevanti in materia, rappresentata dall'avvento di cd. "contratti intelligenti", o smart contracts, basati sulla tecnologia Blockchain, il presente studio è volto ad analizzare l'evoluzione del rapporto tra contratto e tecnologia, con particolare riguardo al profilo dell'automazione contrattuale (...)» (dall'introduzione)
25,00

Istituzioni di diritto romano. Parte prima

di Giovanni Finazzi

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 409

Il primo volume delle Istituzioni di diritto romano costituisce la prima parte di un manuale destinato agli studenti del Corso di Giurisprudenza. Esaminati gli aspetti generali della materia, concernente il diritto privato romano, vi sono affrontate, in modo da chiarificarne i rapporti con le esperienze giuridiche contemporanee, le problematiche relative al diritto oggettivo e al diritto soggettivo, alle persone, ai fatti, atti e negozi giuridici. Questo volume di Istituzioni di diritto romano è il risultato di un compromesso fra l'esigenza di rendere fruibili i contenuti dell'insegnamento anche dagli studenti che non abbiano conoscenza della lingua latina, grazie a traduzioni e spiegazioni del senso delle espressioni latine utilizzate, e quella di rispettare la tradizione e la dignità scientifica della materia. Inoltre, la memorizzazione è agevolata dall'uso di un diverso carattere tipografico per i concetti più importanti.
36,00

Governo delle sinergie e creazione di valore nella gestione strategica dell'azienda

di Stefano Garzella

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 159

La parola "sinergia" è oggi presente nella gran parte degli scritti di strategia e politica aziendale. Sul tema si notano applicazioni specifiche, caratterizzate sia da una spiccata profondità di pensiero, sia da elevati connotati tecnici e concreti. Ci pare, peraltro, che il concetto di sinergia abbia subito una sorta di "volgarizzazione" che ne ha, in molti casi, sfumato anziché sviluppato la valenza scientifico-concettuale e la portata empirico-applicativa. Muovendo da questa premessa, il lavoro si propone di studiare le sinergie aziendali in modo sistematico, "a tutto tondo", tentando di cogliere le ampie potenzialità insite in un concetto sovente approcciato per finalità ed analisi circoscritte. Nel volume, dopo aver descritto e definito le sinergie, si esamina qual è il rapporto che le avvince al grado di sistematicità della combinazione economica, all'economicità ed all'equilibrio economico durevole. In che rapporto si pongono le sinergie rispetto alla finalità aziendale? È possibile costruire e strutturare un sistema di analisi delle sinergie? È possibile capire quali sono le principali logiche e metodologie gestionali per generare sinergie e quali le principali "trappole" da evitare? E ancora: "dove" e "come" si manifestano, tanto nello spazio quanto nel tempo, le interrelazioni sinergiche? Quantitativamente, come determinare il valore economico delle sinergie? Quali sono le metodologie proposte in Dottrina e quali quelle maggiormente adoperate nella pratica? Come individuarne possibili sviluppi ed evoluzioni? Con l'intento di rispondere a queste domande abbiamo studiato le sinergie legando la generazione delle "potenzialità sinergiche" alla gestione strategica ed ai percorsi di sviluppo dell'azienda. Sono stati, inoltre, proposti ed esaminati strumenti per l'analisi delle sinergie, nonché prospettate modalità e tecniche per la loro valutazione economico-quantitativa.
21,00

Ingiustizia radicale e narcisismo

di Bruno Romano

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 160

«Le considerazioni esposte in queste pagine discutono il nesso che connette il narcisismo e l'ingiustizia radicale, pensata con attenzione al male radicale. In una prima riflessione, con l'aggettivo 'radicale' si intende nominare quella dimensione narcisistica che non può venire integralmente superata, poiché l'essere umano, anche nelle differenziate relazioni con gli altri, custodisce una modalità di amare se stesso, che comporta uno stadio di identificazione dell'io con la sua immagine. Un narcisismo radicale è ineliminabile, anzi, come si mostrerà, è formativo della sua persona-personalità. Una seconda riflessione coglie che il progetto di concepire e realizzare una giustizia totalmente liberata dalle possibili dimensioni dell'ingiustizia è un progetto mai concretizzabile. Sarebbe necessario un sapere totale sul giusto, non accessibile alla finitudine della condizione umana, qualificata da una coesistenza che presenta l'incidere di una insuperabile ingiustizia radicale, poiché le molteplici visioni della giustizia sono ambientate in un contesto storico-parziale, tale in quanto non può acquisire la configurazione di un contesto sovrastorico-totale-assoluto, estraneo alla condizione umana in ogni pretesa eliminazione dell'ingiustizia radicale. Una terza dimensione, quella del male radicale, si presenta nella impossibilità, per tutti gli esseri umani, di poter raggiungere un bene non attraversato da alcun elemento del male, perché si dovrebbe possedere un sapere totale sul bene, che non può essere patrimonio degli esseri umani, esistenti nella differenziata pluralità dei saperi parziali. Il superamento pieno del narcisismo, dell'ingiustizia e del male, radicali, potrebbe essere perseguito mediante l'itinerario orientato a dare una spiegazione scientifica della libertà (...)» (dall'introduzione). In appendice: «Sull'essenza della libertà» di Max Planck, a cura di L. Avitabile.
16,50

Dimensioni del contratto

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 201

Il volume raccoglie sei saggi sul contratto, che ne illustrano profili classici e sviluppi moderni, in modo da fornire un quadro di alcuni specifici argomenti completo ed approfondito. Dopo la prefazione del curatore del volume, Fabrizio Marinelli (ordinario di diritto privato nell'Università dell'Aquila), seguono i saggi di Fabrizio Politi (ordinario di diritto costituzionale nell'Università dell'Aquila) "L'autonomia negoziale nella Costituzione repubblicana"; di Francesca Caroccia (associato di diritto privato nell'Università dell'Aquila) "Il contratto d'opera professionale"; di Maria Cristina Cervale (aggregato di diritto commerciale nell'Università dell'Aquila) "L'appalto come contratto d'impresa"; di Giovanni Berti de Marinis (ricercatore tipo B in diritto dell'economia e dei mercati finanziari nell'Università di Perugia) "I contratti del consumatore: tutela del contraente debole e disciplina del mercato"; di Walter Giulietti (ordinario di diritto amministrativo nell'Università dell'Aquila) "L'attività contrattuale delle amministrazioni pubbliche".
24,00

Le spese nel condominio. Disciplina, ripartizione e riscossione: aspetti teorici e casi pratici

di Alberto Celeste, Luigi Salciarini

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2019

pagine: 429

Costituisce dato comune come la disciplina delle spese di gestione e conservazione dei beni comuni metta a dura prova l'interprete del diritto e l'operatore del settore (e segnatamente l'amministratore di condominio). Le cause di tale situazione - motivo di perenne conflitto nelle aule di giustizia - sono molteplici: l'insufficienza della normativa codicistica, la trascuratezza nella redazione dei regolamenti, la vastità della casistica edilizia, gli orientamenti ondivaghi della giurisprudenza e, non ultima, l'avarizia dei condomini. Da ultimo, è intervenuta la legge n. 220/2012 (c.d. riforma del condominio, in vigore dal 18 giugno 2013), che ha sensibilmente rinnovato la normativa in tema di spese, confermando che la relativa ripartizione e la riscossione dei contributi costituiscono argomenti centrali della materia condominiale. In quest'ottica, il volume - giunto alla seconda edizione al fine di dare conto degli aggiornamenti legislativi e giurisprudenziali - si pone l'obiettivo di mantenere un'impostazione basata su un costante riferimento al dato normativo, offrendo, mediante la lettura che ne hanno dato i giudici, le corrette soluzioni pratiche alle molteplici questioni che la realtà condominiale quotidianamente pone. Il testo è strutturato sostanzialmente su tre principali componenti: la disciplina generale della ripartizione delle spese, la trattazione delle fattispecie particolari e, infine, l'analisi delle principali problematiche giuridiche connesse. Per agevolare il lettore, la trattazione scritta è dotata di schemi grafici, tabelle e fotografie, spesso indispensabili per comprendere pienamente le peculiarità del caso concreto.
46,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.