Editore GIAPPICHELLI - Ultime novità

GIAPPICHELLI

Lineamenti di diritto costituzionale della Regione Sardegna

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 592

72,00

Esercizi, casi e materiali per lo studio del diritto tributario

di Lorenzo Del Federico

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 176

18,00

Illeciti punitivi in materia agro-alimentare

Libro: Copertina rigida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 487

«Il Trattato teorico-pratico di diritto penale che qui presentiamo, frutto dell'impegno di un gruppo di studiosi - universitari, magistrati, avvocati - tutti di riconosciuta valentia scientifica, ha l'ambizione di collocarsi in posizione autonoma nel vasto panorama delle opere di approfondimento sistematico della nostra disciplina. La cifra distintiva risiede nell'impostazione - appunto, teorico-pratica - con la quale le diverse tematiche sono affrontate. L'obiettivo che ci ha ispirato, infatti, è stato di esplicitare la correlazione esistente tra í problemi applicativi (la prassi) del diritto penale e le ragioni (la teoria) alla base delle relative soluzioni; il tutto senza rinunciare al rigore scientifico nell'elaborazione ermeneutica dei problemi, sulla scorta del motto kantiano del «ciò che è vero in teoria non può che essere vero anche in pratica» (e viceversa). Nel rivolgersi ai professionisti quali propri destinatari naturali o quanto meno principali, il Trattato orienta volutamente tale dialettica verso il polo della prassi: nell'analisi dei singoli istituti o fattispecie incriminatrici, la bussola è costituita cioè dalle problematiche che emergono nell'applicazione della norma penale, con una conseguente selezione del novero delle riflessioni teoriche rilevanti da questo particolare punto di vista. L'elemento "speculativo" nel Trattato è occasionato e commisurato alle frizioni sollevate dalla law in action senza assumere cadenze puramente dogmatiche: la riflessione teoretica pertinente è infatti qui soltanto quella che si pone in aderenza al "diritto (penale) vivente", perché indaga le aporie e i punti di torsione segnalati in via prioritaria dalla pratica giurisprudenziale chiarendone la genesi e le ipotesi di risoluzione. Senza trascurare, ovviamente, l'esigenza di fornire un quadro il più possibile chiaro dello "stato dell'arte" e degli esiti ermeneutici consolidati in ogni singolo comparto del territorio penalistico intra codicem nonché pertinente ad alcune normative complementari di particolare importanza...» (dalla Presentazine di Marco Pelissero)
54,00

Manuale di diritto tributario

di Giuseppe Melis

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 855

«Il faticoso lavoro svolto in questi sei anni per le rispettive edizioni delle Lezioni di diritto tributario, ha progressivamente condotto ad un testo che, cercando di tener fermi i principi di fondo che ne avevano ispirato la stesura - chiarezza e leggibilità, attualità, completezza, sistematicità - si presenta ormai in una forma tale da poter ambire ad uscire dalla logica originaria di raccolta di "Lezioni" per fregiarsi del più impegnativo appellativo di "Manuale". Rispetto alla prima edizione delle Lezioni, numerosi i nuovi temi trattati: la riscossione e il rimborso, le sanzioni, la giurisdizione e gli atti impugnabili, le categorie reddituali diverse dal reddito di impresa, l'Irap, l'imposta di registro, le imposte ipotecarie e catastali e, da questa edizione, anche i soggetti attivi e le operazioni straordinarie. Ai nuovi temi si sono aggiunti un progressivo affinamento del testo e il continuo aggiornamento imposto dagli innumerevoli orientamenti giurisprudenziali e modifiche normative nel frattempo intervenuti.» (Dalla Prefazione)
65,00

Analisi dei dati nella ricerca applicata

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 291

In questo volume, sono presentate le principali tecniche di Statistica descrittiva ed inferenziale utilizzate per l'analisi dei dati. Gli strumenti fondamentali sono forniti in maniera concisa, privilegiandone l'aspetto applicativo riguardante anche l'ambito sociale, psico-pedagogico e medico. Alcuni casi di studio, realizzati in occasioni di reali indagini statistiche o studi sulla valutazione della qualità dei servizi, sono parte integrante del volume e consentono di apprezzare meglio le potenzialità di quanto proposto teoricamente.
28,00

La responsabilità civile

di Mario Barcellona

Libro: Copertina rigida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 461

«Ogni trattazione sistematica di un istituto giuridico deve proporsi, innanzitutto, un compito informativo: deve illustrare lo stato dell'arte tanto dal punto di vista di quel che ne dice la dottrina e dei percorsi con cui vi è arrivata, che dal punto di vista delle soluzioni che i giudici hanno apprestato e dei ragionamenti che ad esse li hanno condotti. Ho cercato di adempiere a questo compito con lo scrupolo di cui sono capace: anche perché non si va da nessuna parte se non si sa da dove si intraprende il cammino. Ma nel mettere mano a questo lavoro mi sono prefisso anche un compito ulteriore, quello di mostrare un modo diverso in cui le questioni cruciali della responsabilità possono essere trattate e, soprattutto, i differenti interrogativi che alle sue regole ed ai concetti con cui solitamente sono illustrate si possono rivolgere per averne risposte adeguate. E soprattutto ho cercato di farlo in modo "comunicativo", provando a spiegare come si può fare e le continuità e discontinuità in cui quest'altro modo di fare si pone con quel che si è fatto e si continua a fare. Nella cucina della mia casa da ragazzo, a mio padre e mio fratello che mi guardavano stupiti, in un'atmosfera che a me sembrava tragica, dichiarai di voler cambiare facoltà. Ero al primo anno di giurisprudenza, alle prese con lo studio del diritto privato e con un manuale, il Barbero, che solo dopo avrei apprezzato ma che stavo leggendo per la prima volta. A provocarmi un tale turbamento era il concetto di negozio giuridico: mi ero chiesto "cos'è" e non ero riuscito a darmi una risposta che mi facesse capire quel che a questo proposito si diceva nel testo. Mio Padre, che era un grande avvocato, sorridendo mi disse che, quando mi imbattevo in questa strana "cosa" avrei dovuto pensare agli affari, agli scambi e agli accordi per determinarne le condizioni...» (Dalla Prefazione)
58,00

Breviario di diritto del lavoro

di Antonio Vallebona

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 624

49,00

Economia pubblica moderna

di Giorgio Brosio

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 432

«L'Economia Pubblica, termine ormai interscambiabile con quello classico di Scienza delle Finanze, è la disciplina che studia il funzionamento del settore pubblico. La principale forma di organizzazione istituzionale del settore pubblico è stata finora rappresentata dallo Stato nazionale, o moderno. Oggi osserviamo una struttura assai più articolata del settore pubblico con la comparsa sulla scena delle organizzazioni sovranazionali, o ad ambizione mondiale come le Nazioni Uniti e/o su scala regionale, come l'Unione Europea. Lo Stato nazionale si è recentemente alleggerito di alcune sue funzioni trasferendole ai cosiddetti governi subnazionali, rappresentati nel nostro Paese dalle Regioni e dagli Enti locali. Chi voglia analizzare questa struttura complessa e diversa ha bisogno di alcuni strumenti analitici nuovi adattabili a tutti i livelli di governo. Ho scritto quest'agile manuale per metterli a disposizione degli studenti e del pubblico interessato a comprendere il funzionamento del settore pubblico nelle società moderne. Ritornando alle caratteristiche emergenti del settore pubblico, la maggior parte delle organizzazioni sovranazionali svolgono politiche e forniscono beni e servizi pubblici non molto dissimili, per caratteristiche economiche e strutturali, da quelli forniti dallo Stato. Quello che differisce è la dimensione delle politiche e dei servizi il cui ambito oltrepassa gli Stati e si estende all'intero pianeta. Inoltre, per capirne il funzionamento occorre non puntare sulla coazione, ma piuttosto sulla persuasione, la ricerca del consenso e sugli incentivi a collaborare. Probabilmente, il potere di coazione dello Stato moderno è stato esagerato, cosa che ha condotto a sottostimare l'importanza del raggiungimento del consenso nel funzionamento dei sistemi politici. Ha indotto anche a considerare in modo troppo gerarchico le relazioni fra il governo nazionale, o centrale, e i governi subnazionali. Queste relazioni si sono modificate nel tempo sostituendo ín misura crescente i rapporti gerarchici con quelli di tipo contrattuale...» (Dall'Introduzione)
42,00

Rischio, informazione, equilibrio. Esercizi di economia finanziaria

di Ferdinando Colombo

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 208

18,00

Lineamenti di diritto costituzionale della Regione Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 672

A settant'anni dalla promulgazione dello Statuto speciale, l'esperienza autonomistica della Regione Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste appare più che matura per un bilancio approfondito e per un'analisi accurata dell'intero ordinamento che essa ha prodotto, tanto dal punto di vista costituzionale quanto da quello della legislazione nazionale e regionale che l'ha interessata e vista protagonista. Il sistema politico e amministrativo regionale, nato da una storia secolare e forgiato nel fuoco della Resistenza al termine della seconda guerra mondiale, si è progressivamente consolidato e si confronta oggi con uno scenario ben diverso da quello in cui ha visto la luce. La creazione delle regioni ordinarie, il processo di integrazione europea, la riforma del Titolo V della Costituzione, il fenomeno della globalizzazione in tutte le sue sfaccettature, un quadro finanziario in rapido mutamento e le nuove tendenze dello sviluppo della pubblica amministrazione sono solo alcuni tra i fattori che hanno provocato trasformazioni radicali in un sistema che lo Statuto del 1948, tuttora complessivamente immutato, aveva appena delineato. È la vita di tutti giorni della società, della politica e dell'amministrazione a sollecitare un continuo adeguamento e ammodernamento delle istituzioni e degli assetti normativi, a plasmarne nuove forme e a condizionarne gli sviluppi. Anche una comunità come quella valdostana, fortemente legata all'originalità della sua storia e delle proprie tradizioni, non si sottrae a questo andamento. Conoscere a fondo, dunque, l'intero quadro delle istituzioni regionali ed il generale sistema autonomistico è indispensabile per affrontare in maniera consapevole le sfide della modernità. La pluralità delle fonti e l'articolazione dei processi non sempre rende agevole a tutti accedere ad una visione unitaria del complesso fenomeno dell'autogoverno valdostano. Questo libro si rivolge perciò indistintamente a tutti quanti, come studiosi, amministratori, professionisti o studenti, avvertono l'esigenza di acquisire maggiore familiarità con la peculiare realtà istituzionale della Valle, con i suoi apparati di legislazione e di governo, con le sue forme di partecipazione popolare e con gli svolgimenti della sua legislazione. Proprio l'analisi della complessa produzione normativa della Regione costituisce, accanto all'illustrazione dei profili strutturali del suo ordinamento, l'aspetto di maggior novità di quest'opera rispetto alle trattazioni tradizionali. La vicenda autonomistica valdostana, a partire dalla sua caratteristica dimensione linguistica e culturale, presenta profili di assoluta originalità e merita di essere meglio conosciuta, non limitandosi a una semplice descrizione normativa ma attraverso un esame penetrante delle sue implicazioni.
70,00

Dalla paura alla simpatia. Alla ricerca dei fondamenti della politica. Saggi in onore di Roberto Escobar

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 258

La paura è insieme "ciò che fonda il politico, ciò che muove la politica e ciò che la politica promette di rimuovere". La sua metamorfosi dà origine al politico come dimensione dell'agire umano in cui il diabolico si fa simbolico, generando il mondo e le sue istituzioni. Quando gran parte dell'umano viene consumato dalla paura, però, con essa rischia di venir meno anche la simpatia, l'altro motore e guida dell'agire politico, quell'illusione positiva che ci porta a "scambiar di posto con l'altro, con quel che l'altro prova e patisce", lasciando intravedere quel "luogo umano condiviso" nel quale i no di chi prende partito incontrano "i molti sì che ne fioriscono". Per questo "occorre che sempre torniamo a metter mano all'artificio, come il re di Corinto sempre di nuovo preme contro la potenza della pietra le sue mani sporche di terra. Per esistere e sussistere, il mondo ci chiede una metamorfosi ininterrotta della paura, una metamorfosi presidiata, difesa, sempre di nuovo ricostruita. Così impone la fragilità della nostra «creatura»". A partire da questa prospettiva teorica di Roberto Escobar, diversi studiosi a lui legati da un lungo e fecondo rapporto intellettuale hanno inteso omaggiare un esponente di rilievo della filosofia politica italiana, proseguendo insieme a lui il confronto e la ricerca sui fondamenti e le dinamiche della politica.
24,00

Teoria dell'istituto giuridico e metodo del diritto costituzionale

di Paolo Costa

Libro: Copertina morbida

editore: GIAPPICHELLI

anno edizione: 2021

pagine: 112

«L'istituto giuridico è uno di quei concetti di cui può dirsi, ricalcando un celebre topos filosofico, essere noti ai giuristi fintanto che non si domandi loro di definirlo. E in effetti, difficilmente saprebbero formularne la nozione con un rigore degno della tradizione scientifica a cui appartengono. Questo è ancor più vero per quei settori della scienza giuridica in cui la figura dell'istituto non è quasi stata oggetto di riflessione esplicita. Tra questi va senz'altro annoverato il settore del diritto costituzionale. Dell'istituto giuridico si sono occupati principalmente romanisti, privatisti, storici del diritto e filosofi del diritto. Invero in ambito costituzionalistico non mancano studi di indiscusso valore sulla sistematica e sulla dogmatica. Ma la figura dell'istituto giuridico rimane in larga misura sullo sfondo e quasi indistinta rispetto alla più ampia riflessione sul sistema. Si tratta di una circostanza abbastanza curiosa. Una scienza che ha fatto della sistematicità uno dei sui tratti fondativi (ancorché, ad oggi, sia un tratto sempre meno esclusivo) sembra aver smarrito consapevolezza intorno all'elemento di base del sistema stesso. Questo dato appare difficilmente controvertibile. Sembrano invece tutte da approfondire le sue ragioni e le sue eventuali ricadute. Il problema non è solo teorico; né si tratta di rievocare questioni metodologiche dal sapore antico. Si tratta piuttosto di tentare di comprendere la condizione scientifica di una disciplina quale il diritto costituzionale in un momento in cui, ancora una volta, la marea sembra mutare...» (Dall'Introduzione)
18,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento