Golem Edizioni

Il gyoko

di Roberto Gandus

Libro: Copertina morbida

editore: Golem Edizioni

anno edizione: 2015

pagine: 176

Primavera 1976. Una quindicenne cinese scompare nei corridoi di un cupo liceo artistico, dove il bullismo, le sopraffazioni e la legge del branco sono all'ordine del giorno: la metà oscura e sotterranea di una scuola che distoglie lo sguardo in nome dell'ordine e di un falso quieto vivere. Un professore con la passione della pittura, una relazione tossica da dimenticare, un gruppo di ragazzi della "Torino bene" annoiati e abituati ad avere tutto, sullo sfondo di una città di ombre, indifferenza e improvvisi squarci di colore: una storia dalle atmosfere torbide e dal ritmo incalzante e cinematografico, che trascina il lettore dagli "infernotti" a una vetta fatale, una corsa a precipizio verso gli abissi dell'eccesso e un sorprendente finale. In ballo la verità, l'amore e la vita: fino a che punto può spingersi il "gioco"?
9,90

Gli occhi dell'inferno

di Fabio Santoro

Libro: Copertina morbida

editore: Golem Edizioni

anno edizione: 2015

pagine: 379

Un serial killer è tornato a fare vittime tra la popolazione di Londra dopo quasi due anni di digiuno. Un assassino inusuale e metodico che prende le vite di giovani donne lasciandole a giacere in un lago di sangue. Nessuna traccia o indizio ma un unico messaggio: una corona disegnata con il sangue delle sue vittime. Scotland Yard, dopo anni di caccia, non ha nessun punto di partenza fino a quando l'Ispettore Capo Ben Crowe si imbatte in una sua vecchia conoscenza: Paolo Mori. Approdato nella capitale inglese per una conferenza universitaria Paolo verrà forzatamente coinvolto in un'indagine che si profila come mortale e impossibile. Reduce da un anno in cui ha cercato di ricostruirsi uno stile di vita tranquillo dopo gli eventi di "La bara vuota", Mori è restio ad avventurarsi in qualcosa di così lontano dalle sue abitudini accademiche. Ma, spesso, ciò che è avulso dal quotidiano è vicino alla propria natura. Una natura, quella di Mori, sempre in bilico tra luce e ombra, tra la consapevolezza del bene e il fascino del male. Una natura che lo porterà dapprima ad accarezzare inconsapevolmente e poi ad abbracciare l'indagine dove Ben Crowe lo vuole in prima fila. Paolo si muoverà tra la diffidenza dei poliziotti e l'apprensione della sua fidanzata Rosa per catturare un mostro pronto di nuovo colpire. E la prossima vittima potrebbe essere proprio Rosa.
18,00

Cuore criminale

di Umberto Lenzi

Libro: Copertina morbida

editore: Golem Edizioni

anno edizione: 2015

pagine: 222

Settembre 1947, dopo le tragiche vicende belliche, gli studi di Cinecittà sono stati restaurati e la produzione cinematografica ha ripreso in pieno l'attività. Il primo film girato negli stabilimenti di via Tuscolana è Cuore, dal famoso romanzo di Edmondo De Amicis. diretto da Duilio Coletti e interpretato da Vittorio De Sica e Maria Mercader. Ed è sul set di questo film che vengono rinvenute delle polizze del Monte dei Pegni intestate alla contessa Monaldi Vazquez occasionalmente presente sul set, che due giorni dopo viene rinvenuta cadavere nella sua villetta dei Parioli. Chiamato a investigare sul delitto che coinvolge l'intera troupe del film, Bruno Astolfi inizia un'indagine serrata alla ricerca del misterioso assassino, che appare molto più difficile del previsto. Altri delitti si susseguono, in un crescendo di colpi di scena che mettono in serio pericolo la vita del protagonista.
15,00

Qui giaccio

di Luigi Schettini

Libro: Copertina morbida

editore: Golem Edizioni

anno edizione: 2015

pagine: 204

Tom Sermon, famoso coroner di Winnipeg, giunge a Roma con la sua famiglia, per godersi una breve e tranquilla vacanza. Non appena atterra in Italia, però, viene raggiunto all'aeroporto dal commissario Giacomo Negri che gli propone di collaborare attivamente ad un caso molto particolare, verificatosi nel cimitero monumentale del Verano. Quell'apparente quiete iniziale non tarderà ad essere sconvolta: Tom si ritroverà immerso in un'indagine agghiacciante, che vede per protagonista un sadico serial killer che martirizza le proprie vittime, imbalsamandole vive, seguendo un atroce rituale, e recitando prima di ogni omicidio un canto di Nietzsche (il Canto del Capraio), che inizia proprio con la frase "Qui giaccio ... ". Un'avventura da brivido che fonda le sue radici nel passato, in un salto a ritroso nel tempo di circa vent'anni, quando un fatto di sangue innesca un inarrestabile spirito di vendetta. Si tratta della sfida più difficile che Sermon abbia mai accettato. Un viaggio contornato da morte, sospetti e paure, che obbliga tutti a guardarsi alle spalle ed a domandarsi chi sarà il prossimo a morire. Prefazione di Asia Argento.
15,00

Equidistanze

di Paolo Toso

Libro: Copertina morbida

editore: Golem Edizioni

anno edizione: 2015

pagine: 185

Il giudice civile Ferraris e l'ufficiale giudiziario Indelicato operano entrambi nella cittadella giudiziaria di Torino, ma hanno ruoli così distanti che non si sono mai parlati. Il primo ha quasi smarrito la capacità di osservare la realtà circostante, che pure deve giudicare; il secondo, ultimo anello della "catena giudiziaria", costretto ad occuparsi di sfratti e pignoramenti quando sognava di vivere d'arte, si è abituato alle porte chiuse in faccia ed ai silenzi dei citofoni. Quando al magistrato viene assegnato per la prima volta un processo penale, per un grave caso di malasanità, è proprio l'ufficiale giudiziario a dover fare da testimone: la vittima è una donna sfrattata, l'unica che lo abbia fatto entrare in casa. Il giudice, che ha sempre diffidato della prova testimoniale, per credere solo ai documenti, finisce per lasciarsi sopraffare dalla curiosità per quell'uomo, che in aula cita i poeti. Tra un'udienza e l'altra insegue e scopre il suo passato, l'amore per la poesia dialettale e l'amicizia, nata tra i canali della laguna di Grado, con il poeta Biagio Marin e poi con Pierpaolo Pasolini, durante le riprese di Medea. Quella curiosità lo spingerà sino a violare una delle regole fondamentali del processo, ed a mettere in pericolo la sua vita, come per "accorciare l'equidistanza". Dovrà poi decidere la causa, secondo le leggi o secondo il cuore.
14,00

Inverno in Grecia. Guerra, occupazione, Shoah 1940-1944

di Christoph Ulrich Schminck-Gustavus

Libro: Copertina rigida

editore: Golem Edizioni

anno edizione: 2015

pagine: 505

All'alba del 25 marzo 1944, nella città di Giannina, soldati della Wehrmacht, appoggiati da poliziotti greci, svegliano con urla, bastonate e calci, tutti gli ebrei della città che vengono cacciati dalle loro abitazioni e si devono raccogliere in piazza: 1725 uomini, donne e bambini. L'operazione, preparata nei minimi dettagli, si conclude alle ore 10 e una colonna di 80 camion parte per destinazione ignota. Tragicamente, il capo della comunità ebraica aveva esortato tutti ad ubbidire, perché credeva alle promesse del generale tedesco che l'aveva assicurato che si sarebbe trattato di un "trasferimento in nuovi insediamenti all'Est". Non aveva mai sentito nominare Auschwitz. Solo pochissimi non si erano fidati delle promesse scappando in montagna dai partigiani. Dei deportati solo 92 ebrei di Giannina sono sopravvissuti all'olocausto. La maggior parte degli altri, appena arrivati ad Auschwitz, sono stati avviati direttamente alle camere a gas. Il libro descrive questa tragedia attraverso una pluriennale ricerca di testimonianze locali e conclude con una minuta descrizione dello scandalo giudiziario che nel dopoguerra portò all'impunità dei responsabili. Il libro è uscito in lingua greca e in lingua tedesca. Yad Vashem lo sta esaminando per traduzioni in inglese ed in ebraico.
42,00

La chiusa del Battiferro

di Mariel Sandrolini

Libro: Copertina morbida

editore: Golem Edizioni

anno edizione: 2015

pagine: 256

Quella telefonata arrivata alla sala operativa aveva tutta l'aria di essere uno scherzo: "Un cranio con un foro di proiettile è affiorato nel canale Navile, al Battifero." Sul posto, il team della omicidi trova un teschio e nessun cadavere! La scritta "Morte ai pedofili!" impressa sulla fronte e un foro alla tempia sono gli unici indizi. Le indagini porteranno a una catena di delitti premeditati con crudeltà e sadismo, studiati nei minimi dettagli. Per dare ancora una volta scacco matto ai criminali, il commissario Marra sarà costretto a riaprire un vecchio caso già archiviato. Un cold case.
9,90

La morte non va in vacanza

di Torinoir

Libro: Copertina morbida

editore: Golem Edizioni

anno edizione: 2015

Dodici racconti noir estivi scritti dai 12 scrittori ToriNoir, impreziositi da sei casi di cronaca vera curati da Beppe Gandolfo.
17,00

Schiava per te

di Sufia Solis

Libro: Copertina morbida

editore: Golem Edizioni

anno edizione: 2015

pagine: 224

"Schiava per te" è un lavoro autobiografico, partorito in risposta alla necessità dell'autrice di elaborare un'autoanalisi. La pubblicazione è una scelta maturata in un secondo tempo, per mezzo della quale Sufia non cerca complicità o comprensione né si avvia ad emendare una colpa, apre piuttosto, senza indugi, la porta su un mondo spesso incompreso e sicuramente scomodo. L'introspezione e i risvolti sociologici, fanno di questo romanzo, un monito, un invito, uno specchio, un altare o un patibolo che ogni lettore ed ogni lettrice adatterà, suo malgrado, al singolo e personalissimo portato personale, alle proprie convinzioni, ai propri tabù. Nessuna ostentazione, nessun trucco letterario: cruda realtà che ogni singolo lettore potrà accettare o elidere ma che comunque dovrà conoscere.
15,00

Memoria e oblio. Un'analisi fenomenologica degli anni bui del secolo breve

di Davide Schiffer

Libro: Copertina morbida

editore: Golem Edizioni

anno edizione: 2014

pagine: 208

Il libro affronta il ricordo degli anni bui '40-'45 del secolo scorso, partendo da considerazioni di ordine neurofisiologico sulla memoria, intesa come proprietà del sistema nervoso di ricordare, organizzare e rievocare il passato. Gli stimoli che raggiungono l'individuo formano campi di esistenza che costituiscono il vissuto. Si parla di memoria individuale, quando si tratta del vissuto integrato di un singolo individuo e di memoria collettiva quando riguarda il bagaglio culturale di un popolo o di un'epoca. Questa con il tempo si trasforma nella memoria culturale o storica, quando cioè il passato è elaborato storiograficamente. In alternativa a tutto e dopo tutto non v'è che l'oblio. Nei tre tipi di memoria, la modalità con cui gli eventi vengono integrati nel vissuto dipende grandemente dal "pre-giudizio" con cui ognuno li integra e questo corrisponde alla visione gadameriana o fenomenologica della storia che rende gli eventi inscindibili dalla propria esperienza. Con questa premessa si analizzano i principali accadimenti della prima metà del secolo scorso, culminati nella Shoah, e associati al trionfo e alla caduta degli ideologismi. Due considerazioni richiedono attenzione particolare: una riguarda l'uso attuale che si può fare del ricordo del passato, strumento a fini politici del momento. L'altra enfatizza l'impossibilità di rivivere le epoche ed i climi passati che rimangono come patrimonio esistenziale, emotivo e distruttibile, e cioè destinato alla scomparsa, dei testimoni diretti.
18,00

L'appartamento del primo piano e altre storie

di Lionello Capra Quarelli

Libro: Copertina morbida

editore: Golem Edizioni

anno edizione: 2014

pagine: 288

9,90

L'autore

di Fabio Girelli

Libro: Copertina rigida

editore: Golem Edizioni

anno edizione: 2014

pagine: 264

Levin Alfieri è il medico legale incaricato di eseguire l'autopsia su Alberto Garlanda, la Iena, l'uomo che ha sconvolto il mondo con la sua ferocia, il cannibale che contattava le sue vittime attraverso il web per poi convincerle a sottomettersi ai suoi perversi appetiti. Alberto Garlanda è appena stato ucciso in uno scontro a fuoco con la Polizia e ora il suo cadavere è disteso su un tavolo d'obitorio. Levin Alfieri guarda quel corpo immobile: cosa distingue il mostro dagli altri uomini? Esita solo un istante, poi inizia il suo lavoro. La routine è quello che salva gli uomini quando devono compiere lavori che turbano e che possono sconvolgere gli animi ma di colpo questa viene interrotta e lascia il posto a un terrore senza fine. Da quel momento scatta una convulsa corsa contro il tempo, una macabra caccia al tesoro lungo una scia di sangue che sembra far ripercorre la trama di Anna Karenina, il grande romanzo russo a cui Levin e i suoi due fratelli, Stepan e Vronskij, devono il proprio nome.
16,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.