Guida

La foce

di Giuseppe Mancusi Barone

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2020

pagine: 425

La Foce non è solo un affresco di un borgo, quello di Sarno, per come era un secolo addietro. È soprattutto uno scenario di cui si avvale l'autore per popolarlo di personaggi che, per l'amore, la sensualità, l'odio, l'ambizione che esprimono, appartengono alla latitudine dell'Uomo che nel suo essere e divenire, rimane immutabile, ad ogni latitudine storica. Per tale architettura, sempre sorretta da una forma duttile e scorrevole, il libro si legge tutto di un fiato. Anche per il susseguirsi, con repentini cambi di scena, di vicende, una diversa dall'altra ma tutte sempre legate da un'intima economia d'insieme. Indiscusso protagonista del libro è il nonno dell'autore, valente avvocato penalista, e uomo politico, sensibile ai bisogni della sua gente, ma che viene colto anche nei suoi momenti di caduta, che lo rendono ancora più vero, vivo e palpitante. Accanto a lui, si muove Demetrio, uomo di straordinaria bellezza, che è a lui legato come e più di un fratello. Personaggio che viene colto essenzialmente nella sua separatezza, che è la traduzione, in immagine letteraria, dello slancio vitale di Bergson, il grande pensatore francese del secolo scorso, che in Demetrio diventa capacità di ritrovare se stesso, per essere vicino agli altri. Intorno a loro due si muovono altri personaggi, tra i quali Concetta Mazza che volle divenire Lady Ketty e Virginia che dopo trent'anni si riprende la sua dignità di donna, strappando alla odiata suocera le chiavi che aveva alla cintola, segno del suo potere di matriarcato di cui aveva orrendamente abusato, soprattutto ai suoi danni.
20,00

Benino sogna il presepio. Il racconto delle immagini simboliche del presepe napoletano

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 98

La realizzazione di questo volume nasce dall'obiettivo di restituire in qualche modo all'idea del presepe, così come consolidata nel tempo, il valore del messaggio originale, che racchiude in sé la forza della sacralità della natività, la bellezza delle immagini che la rappresentano e un messaggio tutto rivolto all'uomo, cui si richiede paradossalmente maggiore umanità e un costante ricorso alla pietas, che sia il tratto fondamentale della sua morale e della sua vita. Il presepe napoletano è il frutto di un'espressione artistica, articolata e completa, realizzata attraverso l'utilizzo di una molteplicità di competenze artigianali, provviste di un know?how costituito di tecniche esecutive e gestuali, tramandato di padre in figlio o comunque nell'ambito della propria bottega, e giunto a noi quasi intatto.
20,00

Vietato severamente fotografare

di Ciro Discepolo

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 184

"Era l'autunno del 2016 e vivevo da pochi mesi a Milano. Mi recai in uno dei più importanti e prestigiosi complessi museali della città per ammirare - e fotografare - alcune opere meravigliose di artisti di molti secoli fa. La signora addetta alla cassa stava per rilasciarmi il titolo di entrata quando notò la mia grossa fotocamera Sony, professionale, al collo e mi disse: 'Sa che non si possono fare fotografie?'. 'No. Perché?'. 'Non so dirglielo, ma c'è un cartello'. 'Potrei parlare con un/una dirigente?'. Trascorsero pochi secondi e una signora quasi mia coetanea, ma dal viso e dai modi severi, mi chiese quale fosse il problema. 'Lei sa che esiste una legge, chiamata Legge Franceschini, per la quale è stabilito che su tutto il territorio nazionale è possibile fotografare nei musei pubblici, purché non si usi il flash o il treppiede?'. 'Sì, la conosco, ma qui da noi la legge Franceschini non vale!'. Non vi riporto il seguito ma aggiungerò soltanto che, prima di lasciare l'edificio, per protesta, rinunciando al biglietto gratuito, chiesi ancora: 'E con il cellulare posso fotografare?'. 'Sì, con il cellulare può fotografare'. 'E qual è la differenza?'. Silenzio. (continua...)"
20,00

Vomero, storia di un quartiere senza storia

di Antonio La Gala

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 418

L'immaginario collettivo napoletano considera il Vomero un quartiere "senza storia", praticamente nato quando è nata piazza Vanvitelli e dintorni. Questo libro per sfatare questa convinzione racconta, in maniera dignitosamente divulgativa e con dovizia di immagini, lo sviluppo storico delle vicende che hanno interessato la collina, a cominciare da quando essa era attraversata dagli antichi Greci.
25,00

10 commedie

di Raffaele Viviani

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 699

Da "Muratori", commedia mai rappresentata, alla versione originale non censurata de "I dieci comandamenti", da "Scalo marittimo", a "Circo Equestre Sgueglia", "Mastro di Forgia", "Musica dei ciechi", "Nullatenenti", "Zingari", "Pescatori" fino a "Padroni di barche", il volume raccoglie alcune delle opere più note di Raffaele Viviani, quelle che hanno come tema centrale il lavoro, la fatica, come si dice a Napoli. Quella che i curatori di questa edizione hanno definito "la corda sociale". Con un saggio di Ferdinando Taviani e un'intervista a Maria Di Majo Viviani.
40,00

Controcamorra

di Pietro Palazzo

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 90

«Controcamorra lascia emergere [...] una vita sommersa dietro il "sistema", fatta di uomini, di storie vere, di amori e problemi dietro quelle sbarre che tutto celano. L'autore, un uomo di scienze [...], comprende che l'ascolto è la prima arma per battere l'indifferenza e permette alla speranza di rimbalzare sopra le storie dei suoi "ragazzi". Non di illusioni vive il suo racconto ma di fatti. Mostrando un'altra faccia della camorra, strappa a questi uomini la maschera del camorrista e gli restituisce una umana dignità e chissà se non sia proprio grazie a questa fiducia che "Matteo" ricuce la trama della sua vita». (Claudio Silvestri segretario generale Sindacato Unitario Giornalisti della Campania)
10,00

Con gli occhi chiusi

di Federigo Tozzi

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 190

Pubblicato nel 1919, ma iniziato già nel 1912, il romanzo segue la vicenda esistenziale del giovane Pietro, legato a un contesto familiare dominato da una castrante figura paterna, in una piccola città di provincia. Chiuso nel suo mondo interiore, Pietro vive le stagioni della vita "con gli occhi chiusi", inseguendo immagini illusorie degli altri come di se stesso. Il testo presenta non pochi elementi autobiografici, in particolare nell'immagine del padre, nel quale sono riconoscibili tracce del difficile e irrisolto rapporto dell'autore con la figura paterna.
14,00

Nottingham Lace

di Edward Morgan Forster

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 158

Il testo riassume una serie di tematiche care all'autore, come la rappresentazione dei vizi privati e delle pubbliche virtù di una classe borghese con la sua riduttiva concezione dell'esistenza e il suo arido perbenismo, responsabili di quella inerzia del cuore che agli occhi dello scrittore costituiva una delle peggiori caratteristiche del costume nazionale. Nel ritratto del protagonista, un adolescente inquieto, impegnato a districarsi dalle false immagini della realtà proiettate su di lui dai parenti con i quali vive, sono rintracciabili molti elementi autobiografici, a cominciare dal senso di estraneità del giovane rispetto alle regole e ai valori di una società capace di stendere infiniti lacci in cui imprigionare una coscienza in formazione. Contiene la novella "Ralph e Tony".
14,00

Cesare Pavese. Un «classico» alla conquista del mondo contemporaneo

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 210

Il diciannovesimo volume della collana "I quaderni di CE.PA.M., qui proposto in veste editoriale rinnovata, contiene contributi provenienti da vari Paesi, dalla Cina all'Egitto, passando per il vecchio continente europeo e per l'America Latina, che spaziano dall'approfondimento del mito pavesiano alla problematica esistenziale, all'analisi intertestuale tra Pavese e scrittori come il suo conterraneo Beppe Fenoglio, l'ungherese Attila József, gli italoargentini Antonio Dal Masetto e Maria Teresa Andruetto, l'egiziano Bahaa Taher, allo studio interdisciplinare degli scritti pavesiani, tra letteratura e fotografia, a una nuova riflessione sulla "collana viola". Contiene, inoltre, una lunga testimonianza del sociologo Franco Ferrarotti, unico degli amici di Pavese ancora in vita, il quale rivela aspetti inediti della personalità pavesiana.
20,00

Il nuovo re di Napoli (che visse a Sion?) Fantasia genealogica in due atti ispirata al servizio di un soldato svizzero nel regno delle Due Sicilie

di Jean-Noel Wetterwald

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 182

Dopo la sua pensione, Jean-Noël Wetterwald ha seguito le tracce di un suo antenato il cui ritratto adornava la sala dei genitori. Non conosceva la sua identità. La sua ricerca gli ha rivelato il destino di Xaver Echser, un soldato svizzero che rimase al servizio del Re delle Due Sicilie fino alla sua abdicazione a Gaeta nel febbraio 1861. Da questo studio genealogico, l'autore immagina una storia che introduce l'autentica biografia di Xaver Echser in una trama contemporanea che evoca l'eredità di un'unificazione italiana incompiuta.
19,00

Quella notte del 9 novembre 1989

di Umberto Ranieri

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 129

La caduta del Muro di Berlino nel novembre del 1989 indusse molti, sulla base di una visione semplificata del mondo, a ritenere che la Storia fosse giunta al suo capolinea, che l'Occidente non si sarebbe più scontrato con nemici storici, che "la lotta altalenante che costituisce la storia" potesse concludersi con l'affermazione definitiva del liberalismo come modello di organizzazione della società moderna. Un errore. Rapidamente gli assunti ottimistici dell'epoca immediatamente successiva alla guerra fredda furono smentiti. La formula di Francis Fukuyama non resse alla prova degli avvenimenti: crisi politiche ed economiche, insieme all'implosione degli ordini regionali, ai bagni di sangue settari, al terrorismo, a guerre finite senza vittorie, ha messo in questione l'idea che la diffusione della democrazia e dei liberi mercati avrebbe automaticamente creato un mondo giusto, pacifico e inclusivo. Con la caduta del Muro si concluderà anche la storia del Pci, il più grande partito comunista dell'Occidente: nascerà il Pds. Non vivrà settant'anni come il partito comunista italiano. La storia dal superamento del Pci alla nascita del Pds, dalla caduta del Muro di Berlino alla scomparsa dell'Urss, Umberto Ranieri la ricostruisce con l'aiuto dei suoi "quaderni di appunti" diventati "un indispensabile esercizio quotidiano". La scrittura diaristica come si sostiene è la scrittura dell'intimità, o forse, come ricorda Elias Canetti dei suoi quaderni, una valvola di sfogo. Quello di Umberto Ranieri è un diario dei ricordi, è la storia di un pezzo di vita, vissuto con intensità e appassionatamente. Introduzione di Biagio de Giovanni. Prefazione di Giuliano Ferrara.
15,00

Il sangue e l'anima. Anatomia della cura di sé e filosofia del conoscere sé stessi

di Carlo De Blasio

Libro: Copertina morbida

editore: Guida

anno edizione: 2019

pagine: 259

"Puoi discernere fra il sangue e l'anima. Puoi prenderti cura di te in senso filosofico, trasformando la vita in un'opera d'arte. È la "epimeleia heautou" di Socrate, Seneca, Marco Aurelio. Qui la mia versione".
10,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.