Hobby & Work Publishing

Il lungo inganno

di Leonardo Gori, Divier Nelli

Libro: Copertina morbida

editore: Hobby & Work Publishing

anno edizione: 2011

pagine: 255

Viareggio, 2008. Luca Galli, un giovane spiantato senza arte né parte, ha un'unica speranza per togliersi dai guai in cui si è ficcato con un boss della mala: carpire uno sconvolgente segreto a un vecchio carabiniere paralizzato da tempo... Viareggio, 1977. Il senatore ed ex partigiano Franco Battaglia, prestigioso esponente di un partito della Sinistra, cade vittima di un attentato durante un comizio. Il maresciallo Sciabola, incaricato delle prime indagini, non tarda molto a capire che dietro quell'omicidio si nascondono occulte trame di Stato. Ma le alte sfere del Viminale e dei servizi segreti gli permetteranno di giungere al cuore dell'intrigo e di uscirne vivo? Firenze, 1921. Valentino Poggiolini, borghese impoverito e sprovveduto studente liceale di simpatie "sovversive", viene arrestato da un regio commissario fuori dal comune, che gli propone un singolare accordo, un vero e proprio patto col Diavolo: fama, ricchezza e carriera in cambio di... Tre vicende a prima vista scollegate, tre binari paralleli, sideralmente lontani nello spazio e nel tempo, che però nascondono un'unica enigmatica storia quella di un lungo, lunghissimo inganno - destinata a sciogliersi solo all'ultima pagina con un clamoroso colpo di scena.
7,90

Vaticano e pontefici. La politica e le azioni dei vertici ecclesiastici dalla seconda guerra mondiale a oggi

di Guido Knopp

Libro: Copertina morbida

editore: Hobby & Work Publishing

anno edizione: 2011

pagine: 251

Meno di cinquant'anni separano il pontificato di Pio XII da quello di Giovanni Paolo II. Cinquant'anni che scindono però due epoche: una in cui alla Chiesa cattolica spetta ancora il diritto di porsi come massima istituzione della cristianità, e un'altra in cui essa si vede costretta a tentare di frenare l'irrompere della modernità. Il ventesimo secolo ha costretto il Vaticano a porsi di fronte a problemi enormi che hanno messo a dura prova l'operato dei papi: i genocidi, la corsa agli armamenti nucleari, l'aborto, la contraccezione, un crescente disordine mondiale. Il libro ripercorre gli ultimi cinque pontificati esaminando i misteri irrisolti, i contrasti interni e gli effetti politici di un'istituzione fondamentale per milioni di persone.
7,90

Credere, obbedire, combattere. Storia, politica e ideologia del fascismo italiano dal 1919 ai giorni nostri

di Giorgio Galli

Libro: Copertina morbida

editore: Hobby & Work Publishing

anno edizione: 2011

pagine: 235

"Credere, obbedire, combattere" era uno dei precetti più bellicosi del "catechismo" fascista. Imperativo categorico teso ad esprimere un disprezzo assoluto per la democrazia rappresentativa, aveva il pregio (forse involontario) di sbandierare l'asserito carattere totalitario del Regime sorto con la Marcia su Roma. In realtà, a prescindere dagli slogan marziali, il fascismo italiano fu un fenomeno assai complesso e ambivalente. Nato da una scheggia del movimento socialista e forgiato nel primo dopoguerra, lo Stato mussoliniano tentò l'impossibile - creare un'alternativa al comunismo e alle democrazie liberali - e finì per cadere vittima delle sue stesse contraddizioni. Dalla nascita dei Fasci di combattimento (1919) al drammatico epilogo di piazzale Loreto (1945), il saggio di Giorgio Galli ripercorre tutte le tappe fondamentali dell'esperienza fascista, illuminandone non solo i percorsi fattuali ma anche i risvolti filosofici, nel tentativo di dare una risposta alla domanda cruciale: cosa è davvero stato il fascismo italiano? E oggi cosa ne rimane?
7,90

Le stelle del Duce

di Sergio Vicini

Libro: Copertina morbida

editore: Hobby & Work Publishing

anno edizione: 2011

pagine: 246

Durante il regime fascista, lo sport e lo spettacolo hanno svolto un ruolo fondamentale nella costruzione del consenso. Non a caso, a partire dagli anni Trenta si sviluppa anche in Italia il divismo, vale a dire la celebrazione e l'adorazione da parte del pubblico dei personaggi più famosi. Il Duce vede di buon occhio questo fenomeno, anche perché ne coglie appieno le potenzialità propagandistiche: le "stelle" possono essere usate come simbolo vivente della superiorità della razza italica e della grandezza del Fascismo. Al di là dei meriti artistici e sportivi, le stelle del Ventennio diventano la vetrina del Fascismo e, indipendentemente dalle posizioni politiche personali, sono strettamente legate al Regime: lo sostengono, lo abbelliscono, lo mistificano. Da queste considerazioni di fondo, nasce l'idea di ricostruire la vita di venticinque star del Fascismo: una quindicina del mondo dello spettacolo e una decina dello sport.
7,90

Da Barbarossa a Stalingrado. La drammatica e cruente disfatta della Germania nazista sul fronte orientale

Libro: Copertina morbida

editore: Hobby & Work Publishing

anno edizione: 2011

pagine: 221

L'impegno tedesco e italiano nella guerra contro l'Unione Sovietica costituì una parte non indifferente della strategia militare dell'Asse nella Seconda Guerra Mondiale. Anche le perdite e le sconfitte subite sul Fronte Orientale rappresentarono un grave colpo per le capacità militari italiane, tanto che la presenza degli "italiani in Russia", in particolare il ruolo svolto dall'ARMIR nell'offensiva tedesca dell'estate del 1942 e nel corso delle operazioni successive, rappresentarono due momenti fondamentali del conflitto. In questo volume sono state raccolte notizie e informazioni tattico-militari relative ai corpi impegnati nel conflitto, come si sono sviluppate le fasi più importanti della campagna di Russia e i mezzi che sono stati impegnati.
7,90

Gli anni dell'aquila. 1796-1815. Un ritratto indiscreto di Napoleone e del suo tempo

di Alfredo Venturi

Libro: Copertina morbida

editore: Hobby & Work Publishing

anno edizione: 2011

pagine: 282

Friedrich Hegel lo definì "Lo Spirito della Storia a cavallo". Più prosaicamente, un suo aiutante lo etichettò come "un bastardo di genio", mentre una delle sue innumerevoli amanti disse di lui:"Per essere piccolo è piccolo,ma non dappertutto...". Al di là dei punti di vista, resta un dato incontrovertibile: Napoleone Bonaparte impone un prima e un dopo alla storia dell'Occidente. Figlio della Rivoluzione, la tradisce più volte. Fervente repubblicano, si fa nominare imperatore. Portabandiera del principio di nazionalità, assoggetta mezza Europa... Insomma, un coacervo di contraddizioni che paradossalmente, nel giro di un ventennio, finisce per catapultare il Vecchio Continente nella modernità, sia per quanto riguarda il diritto, sia per quanto riguarda l'evoluzione civile, economica e scientifica. Una modernità che neppure la successiva Restaurazione potrà davvero rimettere nel cassetto. Agile, divertente, irriverente, minuziosissimo nel dato storiografico e di elegante perfidia nella narrazione dei fatti, Gli anni dell'aquila restituisce il personaggio di Napoleone in tutta la sua tumultuosa energia sovvertitrice. Quel che ne esce è un quadro composito di quei vent'anni scarsi che hanno posto le basi dell'Europa moderna; un quadro che Alfredo Venturi, cronista abilissimo, tratteggia con la vivacità dell'inviato speciale e il disincanto dello studioso che, al contrario di Hegel, stenta a credere nell'infallibile saggezza della Storia.
16,50

La porta di sangue

di Roberto Santini

Libro: Copertina morbida

editore: Hobby & Work Publishing

anno edizione: 2011

pagine: 267

Toscana occupata dalle truppe tedesche, marzo 1944. Il vicecommissario Fernando Magnani viene trasferito in via provvisoria da Verona a Firenze. Sembra un banale avvicendamento di sede, ma la realtà è assai più complicata. L'avvocato Bertano, vecchia conoscenza di Magnani, vuole che indaghi sulla morte violenta di una ragazza, Dora Canini. L'omicidio è collegato ad un altro fatto di sangue verificatosi qualche mese prima negli immediati dintorni di Firenze: l'assassinio di Mercedes, sorella di Dora. I due delitti, tra l'altro, sembrano connessi alla misteriosa sparizione di un ufficiale delle Waffen SS, Gert Brunner. Del resto Brunner lo cercano sia i fascisti italiani che i suoi stessi camerati, i quali, tuttavia, ammettono di poter rivelare ben poco sulI'SS, il cui ruolo è stato coperto finora dal segreto militare. Nel frattempo viene trovato il cadavere di uno sconosciuto - per brutalità, il delitto ricorda quello di Mercedes Canini - e si succedono altri efferati colpi di scena, a partire dal suicidio di un reo confesso che si era autodenunciato per l'omicidio di Dora. Nonostante tutto, Magnani non è tipo da arrendersi. Ligio al dovere, porta avanti la sua inchiesta. In una Firenze sotto assedio, fra allarmi aerei, borsa nera, partigiani comunisti e miliziani fascisti, lui tira dritto e schiva pericoli d'ogni sorta, fino ad arrivare al cuore dell'enigma e al suo sconvolgente scioglimento...
18,00

Liberate il Duce. Gran Sasso 1943: la vera storia dell'Operazione Quercia

di Marco Patricelli

Libro: Copertina morbida

editore: Hobby & Work Publishing

anno edizione: 2010

pagine: 238

"La mia fuga dal Gran Sasso fu la più audace e moderna di tutte...". Così Mussolini nel suo "Storia di un anno". A distanza di molti decenni da quei fatti è ancora difficile dargli torto. L'Operazione Quercia, il blitz che nel 1943 liberò il Duce da Campo Imperatore, non fu soltanto un esempio perfetto di assalto su microscala, ma rappresentò anche la premessa politica alla nascita della R.S.I. Eppure molte ombre gravano ancora sui retroscena dell'operazione, a partire dal ruolo truffaldino giocatovi dalI'SS Otto Skorzeny, che si unì al salvataggio solo all'ultimo istante, rischiò di farlo fallire e, a cose fatte, "scippò" il successo al vero protagonista del raid, il maggiore Harald Mors, ufficiale competente e modesto il cui futuro immediato contemplerà, come "premio", un trasferimento sul fronte orientale. Forte di acquisizioni e testimonianze inedite, "Liberate il Duce!" di Marco Patricelli torna in libreria con una nuova edizione riveduta e ampliata. Il saggio ricostruisce ogni dettaglio dell'Operazione Quercia, dall'arresto del Duce alle affannose ricerche tedesche per individuarne il luogo di prigionia, dai concitati preparativi del blitz al suo fulmineo svolgimento, fino all'arrivo nel Reich di un frastornato Mussolini. Introduzione di Giordano Bruno Guerri.
16,50

La morte nel sacco

di Sebastian Aguèdas

Libro: Copertina rigida

editore: Hobby & Work Publishing

anno edizione: 2010

pagine: 407

Nel 1527 Roma è una città cosmopolita, colta, vivacissima. Tutto però finisce il 6 maggio, quando le truppe imperiali irrompono nell'Urbe. Il loro comandante è morto durante l'assalto, ucciso da Benvenuto Cellini, e gli invasori non riconoscono più alcuna autorità. I lanzichenecchi al servizio dell'impero si avventano sulla città come un branco di lupi. Conventi e case sono presi d'assalto, stupri e assassini sono ovunque. Il famigerato "Sacco di Roma" ha ormai preso avvio. È in questo contesto di inaudita ferocia che si dipana la missione impossibile di due investigatori per caso: lo spagnolo José Garcia e lo stesso Benvenuto Cellini, i quali, per incarico del Papa, dovranno mettersi sulle tracce di un assassino seriale di cui è noto solo il soprannome: il Bagatto. Ma per quale motivo, in una città sconvolta da migliaia di morti, un solo assassino riveste una simile importanza? E che significato ha un libro che il Papa vuole recuperare ad ogni costo? Alla fine dell'inchiesta tutte le domande troveranno le loro imprevedibili risposte... Sotto lo pseudonimo di Sebastian Aguédas si nasconde uno scrittore e saggista che, pur essendo italiano, ha relazioni intellettuali saldissime con l'Andalusia e la cultura ebraico-spagnola. Specializzato nella ricostruzione storica dei rapporti tra pensiero scientifico e tradizione alchemica, Aguèdas ha trascorso sei anni presso archivi e istituti universitari per effettuare le ricerche necessarie alla stesura del libro.
19,00

La via del coraggio. Dal guerriero antico al soldato moderno, la vittoria dell'uomo sulla paura

di Riccardo Dal Monte

Libro: Copertina morbida

editore: Hobby & Work Publishing

anno edizione: 2010

pagine: 328

Se è vero che esistono svariate forme di coraggio, è altrettanto vero che il coraggio supremo è quello fisico, giacché è l'unico che mette subito in gioco la vita di chi lo pratica; e parimenti risponde a verità il fatto che l'eterno teatro della sfida tra l'uomo e la morte sia la guerra. La via del coraggio è uno spettacolare viaggio nei secoli, dall'antica Grecia alla Seconda Guerra Mondiale, per raccontare l'unica vera "grande madre di tutte le battaglie", quella del soldato contro la paura. Dal guerriero macedone al berserker vichingo, dal crociato medievale all'ufficiale-gentiluomo del XVIII secolo, dal fantaccino dell'Isonzo al marine di Iwo Jima, il saggio di Riccardo Dal Monte sviluppa il tema del coraggio militare senza alcuna enfasi retorica, ma, al contrario, affidandosi ad uno stile espositivo fluido e avvincente, imperniato su una massa enorme di dati, storie personali e aneddoti emblematici. Evitando qualunque rigidità accademica e ispirandosi alla lezione dei grandi divulgatori stranieri, Dal Monte ci consegna un libro epico, avventuroso, umano, che sa di sudore, tremito alle mani, scariche di adrenalina, e che si rivolge a tutti, ben al di là della ristretta cerchia dei cultori di storia militare, perché tratta un tema universale che tocca il cuore di ciascuno di noi.
16,50

Errore di prospettiva

di Luigi Guicciardi

Libro: Copertina morbida

editore: Hobby & Work Publishing

anno edizione: 2010

pagine: 239

Al palazzo di giustizia di Modena, una mattina di febbraio, un misterioso assassino fredda a colpi di pistola il giudice Cassese e l'usciere Pisaniello. Le indagini, difficili per l'assenza di testimoni, sono affidate al commissario Cataldo, che le indirizza subito al magistrato, alla sua vita, ai suoi nemici. Grazie alla collaborazione di un collega della prima vittima, Cataldo mette a punto una lista di persone altamente sospettabili, vuoi per antichi rancori, vuoi perché sotto inchiesta: il figlio di un cancelliere suicida, un industriale inquinatore, un deputato corrotto. Ed è proprio a quest'ultimo che vorrebbe guidarlo l'amico Schettini, giornalista di sincera passione civile, desideroso di trasformare un'indagine per omicidio nella condanna politica di un intero sistema. All'improvviso, tuttavia, ecco arrivare un altro morto a confondere le acque e a complicare il rebus. Finché una mappa catastale e un referto medico condurranno Cataldo a correggere il suo iniziale errore di prospettiva e a risolvere il caso, confermando l'efferata "banalità del male" e la consapevolezza che la verità non sempre è rivoluzionaria.
9,90

Perdonami assassino

di Harry Whittington

Libro: Copertina morbida

editore: Hobby & Work Publishing

anno edizione: 2010

pagine: 170

Mike Ballard non è un poliziotto abituato a fare del bene. La mazzetta è il suo pane quotidiano. Perciò non riesce neppure a capire cosa lo spinga ad accettare di andare in carcere a incontrare Earl Walker, condannato a morte per l'omicidio di Ruby Venuto, una ragazza che non era proprio una santa. Mike non ha pietà di Walker, non ne ha per nessuno. E nemmeno pensa che quell'ometto insignificante sia innocente. Eppure... Walker lo impressiona, ma si sofferma non più di un attimo per esaminare un dubbio che gli ronza dentro. Non sono affari suoi... E Mike Ballard non fa niente se non è per il proprio tornaconto. Poi arriva Peggy, la moglie del condannato, a supplicarlo con una disperazione composta. Peggy crede nell'innocenza del marito. È una donna semplice, che a prima vista appare a Ballard come una giovane casalinga senza fascino... In realtà Mike è rimasto sedotto dall'innocenza, dalla bellezza sommessa di quella donna priva di malizia. Perde la testa per lei senza nemmeno toccarla, senza nemmeno essere provocato. Fino a scoprirsi disposto, per essere degno di Peggy, a inerpicarsi per il sentiero tortuoso e irto di pericoli della redenzione...
9,90

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.