Editore Il Ponte Vecchio - Ultime novità | P. 7

Il Ponte Vecchio

E così spero di voi

di Tonino Urgesi

Libro: Copertina morbida

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2022

pagine: 102

12,00

Pietrapazza. Escursioni nella memoria. Antichi villaggi della Romagna d'Appennino in un recupero coinvolgente di uomini e donne, di tradizioni e mestieri, di culture e di passione

di Fabio Negrini

Libro: Copertina rigida

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2022

pagine: 168

Pietrapazza: un paese che non c'è più, una parrocchia estinta. Un territorio della montagna romagnola ai confini con la Toscana, ora incluso nel Parco Nazionale delle foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna. Il territorio è costituito da una successione di alture impervie, di valli strette, crinali, greppi, affioramenti di pietra arenaria, estesi boschi, fossi precipitosi, e laggiù il fiume, il Bidente, che vi ha la sua sorgente e lo attraversa per tutta la lunghezza. È un paesaggio dominato dalla natura, ma chi ne percorre i sentieri non può ignorare i segni lasciati dall'uomo, le mulattiere, i muretti, i ponticelli, i ruderi degli edifici isolati. Perché anche qui abitarono genti operose, famiglie che si succedettero per generazioni, dedite alla pratica dell'agricoltura, all'allevamento, al taglio del bosco, esprimendo intensamente i modi della socialità, della religione, delle tradizioni tramandate dal passato. Fabio Negrini racconta le escursioni nell'ambiente naturale di Pietrapazza e propone la ricchezza dei molti ricordi di coloro che vi condussero parte della loro vita prima dell'abbandono.
15,00

Pietro e Ferdinando Reali. Dall'emigrazione alla Resistenza alla Repubblica

Libro: Copertina rigida

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2022

pagine: 160

Questo libro trae origine da un convegno promosso dall'Anpi, tenuto a Sogliano al Rubicone il 4 settembre del 2021. Suoi scopi principali erano due. Il primo: trarre dall'oblio, in cui erano caduti, due antifascisti, protagonisti della Resistenza e dei primi anni della Repubblica: i soglianesi Pietro (commissario politico dell'8ª brigata Garibaldi Romagna poi deputato) e Ferdinando Reali (sindaco di Sogliano). Il secondo: approfondire la ricerca e la documentazione sul loro percorso biografico inserendolo, al contempo, nel contesto storico nel quale si evolse. Il libro riprende i due obbiettivi indicati, mirando a conservare a futura memoria per studiosi e semplici cittadini le relazioni dette all'epoca: Pier Paolo Magalotti sull'ambiente minerario di questa parte di Romagna; Eva Pavone sull'emigrazione politica in Francia; Vladimiro Flamigni e Valter Bielli sulla vicenda di Pietro tra l'antifascismo, la Resistenza e il dopoguerra; Roberto Reali sul nonno Ferdinando. Non solo. La presente pubblicazione, che si pone come un contributo scientifico preliminare, nutre appunto l'ambizione di suscitare ulteriori ricerche su due personaggi e un ambiente ricco di fermenti antifascisti come quello soglianese (dall'Introduzione di Gianfranco Miro Gori).
14,00

Diva, una donna nella Romagna del Novecento

di Diva Cellini

Libro: Copertina morbida

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2022

pagine: 128

Diva Cellini fin da giovanissima ha sempre lavorato, prima nei campi, come bracciante, al mare negli alberghi facendo la stagione, poi come commerciante e poi come dipendente del comune di Cervia dove avvia la prima cucina centralizzata per le scuole. Si sposa con Domenico Casolari il 25 febbraio del 1962 e da questo matrimonio nascono i figli Luca, Lorena, Lorenzo e Luigi. La vita di Diva è quella di tante donne romagnole del dopo Guerra, fra lavoro, casa ed accudimento dei figli. Incontra per caso il mondo della pranoterapia, alla quale si dedica in maniera del tutto gratuita. Ma nell'estate del 1999 la sua vita cambia. Un incidente stradale costringe Lorenzo, giovane medico dentista, a combattere fra la vita e la morte. Diva come tante altre madri, affronta questa nuova vita, con coraggio, amore e determinazione.
13,00

Federico Comandini, una favola vera tra Roma e Cesena

di Vincenzo Visco Comandini

Libro: Copertina morbida

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2022

pagine: 280

Il libro racconta, attraverso i suoi diari rimasti finora inediti, la vita, il carattere e l'attività di Federico Comandini, avvocato cesenate fra i fondatori del Partito d'Azione, partigiano, parlamentare e membro del Consiglio Superiore della Magistratura, cultore di musica e di arte, legatissimo alla sua città. Il diario è una lucida descrizione, talvolta ironica, dell'Italia dei primi sessant'anni del Novecento, in cui compaiono, per conoscenza diretta, sia alcuni fra i personaggi più importanti della cultura e della politica - Croce, Puccini, Carducci, Gramsci, De Nicola, Mattei, La Malfa, Nenni, Parri, Chagall - sia figure tipicamente cesenati come Renato Serra, il pittore Sandrino Biagioli, Aldo Casali, Achille Battaglia o i due impresari teatrali Mardòn e Culazzìn del teatro Bonci. I ritratti dei cesenati, spesso raccontati attraverso aneddoti, evidenziano i quattro caratteri tipici dei romagnoli: passione politica, amore per la stramberia, passione per la cucina ed erotismo. Le scene descritte da Federico, comprese quelle di famiglia, emergono dalla sua memoria talvolta come ricordi diretti del passato (l'elezione a deputato repubblicano del padre Ubaldo, il fronte della Prima Guerra, il periodo clandestino, la liberazione), in altre dalle testimonianze dello zio Alfredo (giornalista e cultore del Risorgimento, che creò una biblioteca specializzata, oggi fondo della biblioteca Malatestiana), in altre ancora dagli appunti di guerra del nonno Giacomo, sergente garibaldino che partecipò all'impresa dei Mille.
16,90

I sòranom. La zoca dal famei. Soprannomi alfonsinesi familiari e personali

di Hedda Forlivesi

Libro: Copertina morbida

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2022

pagine: 168

Questo libro oltre che una raccolta di soprannomi alfonsinesi, familiari e personali, è un racconto per genealogie. [...] Edda ha compiuto un grande lavoro di ricerca sul campo, durato una decina d'anni, andando a visitare e intervistare, munita di penna e taccuino, molte famiglie delle Alfonsine, e ha fatto rivivere gli alfonsinesi di un tempo, di molti dei quali si sono salvati anche i ritratti fotografici, e le loro piccole storie, in una sorta di racconto non lineare, in cui un nome o un ricordo induce a digressioni dalle quali non sempre è facile recuperare il filo genealogico, così come avveniva nelle genealogie raccontate a voce, nelle quali la matassa dei nomi e delle vicende a volte si aggrovigliava, tanto che diventava difficile ritrovarne il bandolo. Di questo mondo, altrimenti destinato all'oblio, Edda ha cercato di tramandare la memoria, «prima che tutto sia polvere». [Dalla Prefazione di Giuseppe Bellosi].
16,00

Le vite degli altri. Cento e uno racconti

di Paolo Assirelli

Libro: Copertina rigida

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2022

pagine: 216

Provare a immaginare qualcosa dei loro pensieri, delle emozioni e degli affetti, poi uscire dalla loro vita così come vi ero entrato, in punta di piedi, con rispetto e riconoscenza. Nel farlo, forse un po' di presunzione, ma anche l'idea che fosse un modo di esprimere gratitudine per quello che sono stati, e farceli sentire di nuovo vicini. Come unica regola, che il racconto durasse una pagina sola di un taccuino - un moleskine d'ordinanza dalla copertina nera. Per ognuno poi un brano di musica, a loro associato per le vie misteriose delle sinapsi neuronali, che quasi mai ci spiegano il perché delle loro associazioni - un po'come accade nei sogni».
15,00

Valle del Savio... e Rotary. 40 anni di storia

di Edoardo Turci

Libro: Copertina rigida

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2022

Il 14 Luglio 1981, diciassette amici diedero vita al Rotary Club Valle del Savio, dal 2021 Rotary Club Cesena-Valle Savio. Con questo libro si vuole celebrare e fissare la storia di questo Club, i cui soci, negli ultimi quarant'anni, hanno sostenuto e contribuito alle attività filantropiche, culturali e sociali del nostro territorio, onorando degnamente gli ideali rotariani. Diventato "il più grande fra i piccoli", il Club si è distinto per iniziative di alto profilo mantenendo ben presente il principio del "servire" che anima - e deve sempre animare - tutti gli aderenti del Rotary Club. Il sodalizio ha sempre rivolto lo sguardo alle necessità della vallata del Savio, che annovera scorci panoramici di rara bellezza scavati da fiumi o vie d'acqua percorse nei secoli da uomini e merci. Gente fiera, lavoratori tenaci e affezionati ai loro paesi posti in altura, legati alla tradizione salda come il massiccio del Fumaiolo, dove nasce il fiume sacro ai destini di Roma, e dove è stato innalzato un monumento al fondatore del Rotary. Memorabili gli eventi e i progetti riguardanti il "gemellaggio dei tre fiumi", le varie borse di studio e premi offerti ai migliori studenti della Vallata, il premio "Plauto" e l'assegnazione, nel corso degli anni dei premi "Paul Harris Fellow" a coloro che si sono distinti sul territorio. Il Club non ha mai però dimenticato la sua dimensione internazionale, partecipando al programma "Polio eradication" e proponendo un interessante convegno sulle principali religioni monoteiste. Con questo libro - che riporta in appendice inedite immagini d'epoca - si vuole fissare la memoria del passato e renderla solido punto di appoggio per avviarsi verso il futuro, consci dei buoni risultati del lavoro svolto in passato e consapevoli delle sfide che riserva il futuro.
20,00

L'anarchico gentile. Giovanni Pascoli rivoluzionario tra manifesti sovversivi e carte della prefettura

di Rosita Boschetti

Libro: Copertina rigida

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2022

Nell'approfondita e rigorosa rilettura della vita di Giovanni Pascoli, in corso da circa una ventina d'anni, Rosita Boschetti s'è ritagliata uno dei ruoli principali, reinterpretando in modo originale la versione biografica - quella del "poeta della bontà" - imposta dalla sorella del poeta, Maria. Temi come l'assassinio del padre Ruggero, centrale nella poesia di Giovanni; il rapporto con le sorelle, Ida e Maria, e più in genere con le donne; l'impegno politico giovanile nel socialismo anarchico in servizio permanente effettivo, hanno trovato e trovano nuova luce grazie alle sue ricerche, fondate su scrupolose indagini archivistiche unite a una vasta padronanza della bibliografia pascoliana. Esemplare del suo metodo è L'anarchico gentile che ci guida, con stile sciolto, nelle zone ancora in parte oscure della giovinezza del più grande poeta italiano dopo l'età di Leopardi e Manzoni. Già noto in quegli anni nella cerchia studentesca come autore di versi perfetti ma soprattutto militante dell'Internazionale anarchica accanto ad Andrea Costa.
13,00

La guerra è finita. La questione sudtirolese: il Vietnam italiano

di Giorgio Guidelli

Libro: Copertina rigida

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2022

pagine: 56

Nello stesso giorno d'ottobre del '66, approdano in Sudtirol Giovanni e Karl. Giovanni è un giovane carabiniere appena entrato nell'Arma e spedito in quell'angolo dimenticato dalle sue Marche. Karl un aspirante postino appena rientrato dall'Alta Austria, in val Venosta, che i suoi avevano lasciato nel '39 a causa dell'Opzione. Entrambi trovano una terra "militarizzata" e attraversata da colonne di mezzi delle forze armate italiane, impegnate a fronteggiare i separatisti sudtirolesi. Karl non riconosce più la terra descritta dai suoi e Giovanni si trova a dover combattere un nemico invisibile, a suon di estenuanti turni notturni. Sullo sfondo si dipana la lotta in montagna, tra attentati, agguati e caduti da entrambe le parti. Troppo spesso liquidata come terrorismo, la questione sudtirolese viene affrontata in questo saggio travestito da romanzo, nel quale riemergono le ferite e le piaghe di un periodo sanguinoso e complesso. Il "Vietnam italiano", come viene qui definito, si chiuse con una serie di diritti riconosciuti al Sudtirol e con il ritiro delle truppe italiane che per anni si addensarono tra Alpi e valli. Giovanni e Karl alla fi ne si incontrano. E dialogano in un contesto di "guerra finita" ma mai troppo raccontata.
10,00

C'era una volta in Riviera. (Storie e leggende del XX seoclo)

di Alessandro Raimondi

Libro: Copertina rigida

editore: Il Ponte Vecchio

anno edizione: 2022

pagine: 104

Storie e leggende della Romagna del XX secolo: il podestà di Bellaria alla ricerca di ebrei da perseguitare all'indomani della promulgazione delle leggi raziali; Nikola Tesla in riviera alla scoperta di fonti alternative di energia; i cambiamenti di vita per gli abitanti della costa dopo l'entrata in vigore della legge Merlin; i "vitelloni" spiegati a un bambino; e ancora: storie di amanti, di tradimenti, di vite al limite della legalità in una Romagna come (forse) non ve l'hanno mai raccontata!
12,00
7,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.