Editore Junior - Ultime novità

Junior

Diventare genitori. Sfide e risorse

Libro

editore: Junior

anno edizione: 2022

pagine: 212

Come nasce il desiderio di avere un bambino? Come si trasforma la relazione di coppia con l'arrivo di un figlio? A queste domande cerca di rispondere il presente volume, che ha il merito di considerare il diventare genitori come un processo di sviluppo e di mettere a fuoco i percorsi di vita che portano la coppia a diventare una nuova famiglia, i punti di svolta e le situazioni critiche che, se in certi casi costituiscono una significativa opportunità di crescita, in altri possono tradursi in veri e propri fattori di rischio per il benessere individuale, della coppia e della famiglia che va formandosi.
18,00
24,00

Storie di giustizia minorile. Riflessioni e proposte

di Luigi Fadiga

Libro

editore: Junior

anno edizione: 2022

pagine: 212

Come eravamo? Ecco la chiave di lettura per questo volume, che raccoglie scritti del ventennio 1993-2013, durante il quale si sono succedute leggi che a volte anticipavano il costume o lo seguivano affannosamente. Di loro e del conseguente impatto si trova eco nelle storie e nelle argomentazioni qui contenute, raggruppate in tre parti. La prima è dedicata all'ordinamento e comprende quei contributi che testimoniano lo sforzo di far emergere i diritti dei minori nel rapporto con la giustizia. La seconda riguarda l'infanzia, fascia d'età dove è più facile all'adulto usare violenza e dove compaiono i nuovi temi della procreazione medicalmente assistita e dell'omogenitorialità. La terza infine tratta dell'adolescenza, età difficile per la ricerca d'autonomia e i conflitti con i genitori, con la società o con la legge penale. Una seconda domanda segue la prima: dove stiamo andando? Qui la risposta è più difficile. Fare dei pronostici in Italia è compito arduo. Siamo a metà di un guado che molti cercavano di evitare. Molte certezze sono state abbandonate, altre se ne vanno cercando o si spera di trovare sull'altra riva. Ma si tratta di scrivere un nuovo patto generazionale in una scala dove manca un gradino, quello che si è ignorato trascurando le riforme proposte negli anni Ottanta. Colmare quella lacuna si è fatto molto più difficile, ma non per questo si deve rinunciare a pensare e proporre.
20,00

Salvare Robinson. La dimensione pedagogica del rischio nelle esperienze all'aperto

di Bertolino

Libro

editore: Junior

anno edizione: 2022

pagine: 176

Il rischio è intrinseco al discorso pedagogico, che necessita costantemente di tematizzarlo per definire il posizionamento delle proposte educative e scolastiche in merito a orientamenti, significati, valori e obiettivi. Le proposte educative all'aria aperta rappresentano un ambito privilegiato, poiché in esse il rischio - con le sue rappresentazioni, interpretazioni, implicazioni - è ulteriormente reso visibile, discusso, temuto o valorizzato. Il volume raccoglie esperienze eterogenee che presentano opportunità educative e contesti nei quali il rischio è stato assunto come dimensione pedagogica, così da permettere di esplorarne le possibilità, leggere le resistenze, considerarne le ricadute. Il quadro che ne emerge è un contributo alla riflessione sul valore delle proposte all'aperto e, insieme, su quello del rischio in educazione. Salvare Robinson è permettere ai bambini di vivere avventure fuori dall'ordinario con diverse incognite e alcuni rischi. Affrontare ciò che noi adulti apprensivi viviamo per lo più come pericoli rappresenta la miglior garanzia di sicurezza: i bambini intuiscono che la loro incolumità è legata alla loro attenzione e prudenza e dunque mettono in atto meccanismi di difesa spesso atrofizzati dal vivere in un ambiente artificiale, strutturato e apparentemente innocuo. Affrontare il rischio significa acquisire capacità di giudizio e quindi autonomia.
19,00

Educazione alla cittadinanza e didattica della storia

di Claudia Fredella

Libro

editore: Junior

anno edizione: 2022

pagine: 240

Quali questioni socialmente vive si possono affrontare attraverso lo studio della storia? Quale significato può avere per i bambini del terzo millennio l'incontro con un passato anche molto lontano dal loro vissuto? Quali sono le rappresentazioni degli insegnanti in formazione sul sapere storico? Il volume affronta i nessi tra educazione alla cittadinanza e didattica della storia da tre prospettive: il quadro teorico (la cittadinanza, l'utilità dell'insegnamento della storia), una ricerca esplorativa con insegnanti di scuola primaria e secondaria di primo grado e le pratiche didattiche disseminate tra scuola e territorio. Solo partendo dalle domande e dai ragionamenti profondi e genuini dei bambini e delle bambine lo studio della storia può diventare un viaggio affascinante, alla scoperta di un patrimonio comune e di se stessi.
21,00

Mario Lodi e la «Biblioteca di Lavoro» Una proposta didattica alternativa ancora attuale

di Maria Rosaria Di Santo

Libro: Copertina morbida

editore: Junior

anno edizione: 2022

pagine: 212

La "Biblioteca di Lavoro", ideata e realizzata da un gruppo coordinato da Mario Lodi e ispirato alle metodologie del Movimento di Cooperazione Educativa, fu edita da Manzuoli tra il 1971 e il 1979 con lo scopo di sostituire, al tradizionale libro di testo, una pluralità di pubblicazioni più idonee a stimolare il pensiero critico. Essa si collocava in un periodo di conquista di diritti democratici in differenti ambiti sociali cui non fece eccezione il contesto scolastico, attraversato da fermenti innovativi nella didattica, volti a sollecitare l'insegnante verso un modello cooperativo, non trasmissivo, promotore del protagonismo attivo degli alunni e del gruppo classe e alieno da intenti di selezione. Il libro ripercorre la storia dell'iniziativa, articolata in un centinaio di fascicoli, la sua costruzione, la sua struttura interna (suddivisa in "Documenti", "Letture" e "Guide") e i suoi contenuti e al contempo propone una riflessione su temi cruciali per l'oggi, anticipati dalla Biblioteca di Lavoro, in tema di apprendimento cooperativo e di organizzazione della classe: l'alternanza di attività di gruppo, individuali e collettive, capaci di valorizzare le diversità e di puntare sull'autonomia individuale e sulla costruzione di una comunità, nonché la ricerca di una pluralità di fonti come stimolo all'indagine critica e all'amore per la lettura.
19,00

Educazione e autorità nell'Italia moderna

di Lamberto Borghi

Libro: Copertina morbida

editore: Junior

anno edizione: 2021

pagine: 328

A settant'anni dalla prima edizione, riproponiamo questo testo, definito un riferimento nell'ambito degli studi storico-pedagogici. Ma perché tanta e così persistente attenzione? Come spiegano nelle loro presentazioni C. Betti e F. Cambi, che ne riepilogano e discutono il messaggio e il contesto di riferimento, esso si colloca fra i classici e dunque, in una dimensione metastorica, di autentica e perenne attualità. Borghi ripercorre qui cent'anni della nostra storia politico-educativa a partire dall'Unità, con alcuni rapidi ma cruciali sguardi retrospettivi. A renderlo così speciale è l'intento che lo anima: trovare indizi e chiavi di lettura per poter comprendere a fondo le ragioni che, nel nostro Paese, hanno consentito l'instaurarsi di un regime autoritario, repressivo e cruento, per oltre vent'anni. Rifiutando la definizione crociana del fascismo come parentesi, egli riesamina con occhio sereno ma penetrante le molte proposte e forme educativo-culturali, esplicite ma anche implicite, che hanno avuto un denotato autoritario. In virtù di un'analisi finissima, pervasa da un'elevata tensione libertaria che ne costituisce il motivo-guida, vengono così discusse le correnti di pensiero e i modelli pedagogici proposti nel corso di un secolo, fino alle forme resistenziali messe in atto sottotraccia già durante il fascismo e poi nel corso del secondo conflitto mondiale. Introduzione Carmen Betti e Franco Cambi.
27,00

L'outdoor education per la costruzione di una comunità educante. Esperienze e riflessioni

Libro: Copertina morbida

editore: Junior

anno edizione: 2021

pagine: 128

Il libro intende documentare il percorso e le esperienze che hanno condotto alla costruzione di una comunità educante a partire dal "Progetto 06", una cornice istituzionale attraverso la quale si è riusciti a stimolare, contaminare e diventare forza propulsiva per costruire, nell'ambito del territorio dei Comuni di Bertinoro, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Forlimpopoli, Meldola, Predappio e Santa Sofia (Fc), la promozione di un approccio all'outdoor education secondo un'ottica di rete. Il Progetto 06 ha messo al centro l'osservazione del contesto ambientale ove è collocata la comunità scolastica, un'attenta osservazione volta a integrare invece che separare, dove il condividere le esperienze educative è diventato sinonimo di prendersi cura dell'intero processo, che dal nido prosegue sino alla scuola dell'infanzia. A oltre dieci anni dall'avvio di esperienze centrate sull'outdoor education, il testo vuol essere uno strumento per ripensare alle relazioni, ai luoghi, ai bambini, alle educatrici, alle insegnanti e ai genitori, che si sono lasciati coinvolgere nello sperimentare questo nuovo approccio educativo, così importante e oramai necessario per il rispetto e la conoscenza dell'ambiente in cui viviamo, a maggior ragione durante e dopo l'emergenza costituita dalla pandemia da Covid-19.
13,00

La cooperazione educativa per una pedagogia popolare. Una storia del MCE

di Rinaldo Rizzi

Libro: Copertina morbida

editore: Junior

anno edizione: 2021

pagine: 345

Dal dopoguerra ad oggi l'Italia è profondamente cambiata. Non tutta la scuola è stata però all'altezza delle trasformazioni socioculturali; hanno fatto eccezione quella primaria e di base, dove fin dagli anni Cinquanta sono fiorite nuove esperienze e in cui, a partire dagli anni Settanta, c'è stato un progressivo cambiamento sia didattico che organizzativo. Spesso, ad anticipare questi cambiamenti è stata l'iniziativa dal basso, rivendicativa e sperimentale, sia di singoli che di gruppi d'insegnanti, a riprova della fattibilità di una diversa e produttiva impostazione scolastica. In quest'opera d'avanguardia un merito centrale va attribuito al movimento della "pedagogia popolare" che, fin dall'inizio, ha introdotto e sperimentato, a partire dalle "tecniche Freinet" e via via della "classe cooperativa", un modello alternativo alla scuola tradizionale, trasmissiva e selettiva. Questa pubblicazione recupera e ricostruisce dall'interno il percorso grazie al quale il Movimento di Cooperazione Educativa (MCE) ha diffuso in Italia nuove pratiche didattiche e organizzative: tecniche e relazioni d'impianto innovativo e cooperativo che, a partire dalla scuola primaria, hanno poi coinvolto la scuola media e dell'infanzia ma che, per la loro impostazione, potrebbero essere praticate pure nella scuola secondaria di secondo grado.
28,00

La scuola si racconta. Riflessioni pedagogiche per una scuola multiculturale inclusiva

Libro: Copertina morbida

editore: Junior

anno edizione: 2021

pagine: 226

Il volume raccoglie saggi di docenti sul tema delle pratiche educative e delle didattiche interculturali, con particolare riferimento al contesto scolastico italiano. La riflessione sulla complessità delle nuove sfide educative e sulle urgenze poste dalla contemporaneità evidenzia la necessità di valorizzare gli insegnanti nel loro ruolo cruciale di promotori di esperienze d'apprendimento dei giovani e degli adulti. La crescente necessità di progettare nuove strategie di formazione a distanza all'interno di contesti scolastici eterogenei e multiculturali offre importanti opportunità formative per insegnanti e dirigenti scolastici e nuovi punti di riflessione e di ricerca per il mondo accademico. Il testo offre una visione completa e originale dell'azione pedagogica sull'inclusione scolastica in una dimensione interculturale. A partire dalle attuali teorie sulle competenze interculturali, sui concetti di inclusione e integrazione e sulla dimensione interculturale del curricolo, esso delinea dapprima un quadro teorico che fa riferimento al contesto nazionale e internazionale, per affrontare poi, nella seconda parte, la questione delle metodologie dialogiche riflessive e narrative a scuola analizzando vari dispositivi e situazioni, per concludersi, nell'ultima parte, con le narrazioni di esperienze scolastiche di tale tipologia.
19,00

Tutela, diritti e protezione dei minori. Una lettura psico-socio-giuridica

Libro: Copertina morbida

editore: Junior

anno edizione: 2021

pagine: 496

È una polifonia di sguardi e voci, quella realizzata in questo volume: docenti universitari del Master "Tutela, diritti e protezione dei minori" dell'Università di Ferrara, grazie alla condivisione di studi ed esperienze e a partire da competenze pluridisciplinari, si rivolgono all'ampia platea delle professionalità che si occupano quotidianamente della crescita e della cura dei bambini e dei ragazzi nella pluralità dei contesti in cui possano realizzarsi interventi strutturati di salvaguardia dei loro diritti e del loro benessere. Ne emerge una cultura del progettare, del fare, dell'agire, sullo sfondo di un orientamento alla costruzione di una competenza umana che consenta la lettura dei bisogni dei minori alla luce delle loro storie familiari, della loro provenienza, dei contesti scolastici e educativi che abitano, dei servizi che gravitano intorno a loro. Ci sono sguardi che salvano, parole che curano e azioni che possono condurre la vita verso orizzonti in cui i concetti di autodeterminazione, uguaglianza e realizzazione trovino il loro pieno significato. L'esperienza ormai pluriennale del Master ha saputo interpretare tutto questo all'interno del lavoro di rete che assume una valenza dialogica che trascende il tempo e lo spazio, alla continua ricerca di nuove esistenze da toccare, per essere arricchiti dal potere trasformativo d'ogni incontro autentico.
30,00

Caldecott & Co. Note su libri e immagini

di Maurice Sendak

Libro

editore: Junior

anno edizione: 2021

pagine: 272

Nel corso della sua vita Maurice Sendak pubblicò con regolarità saggi e recensioni dedicate a una varietà sorprendente di scrittori e illustratori ai quali andava la sua ammirazione. Forse molti di questi nomi non dicono molto, ancora, al pubblico italiano dei non specialisti, ma indicano ineludibili punti di riferimento nella storia della letteratura per l'infanzia e dell'albo illustrato in particolare e i loro libri sono autentici e preziosi tesori da riscoprire: da Randolph Caldecott, George MacDonald e Beatrix Potter a Margot Zemach, Harriet Pincus e Edward Ardizzone, da Lothar Meggendorfer a Maxfield Parrish, passando per i più familiari Mamma Oca e Hans Christian Andersen. In un saggio della raccolta, "La forma della musica", Sendak esplora i modi sottili nei quali la musica ha influenzato le sue illustrazioni e l'opera di alcuni artisti «che raggiungono quell'autentica vitalità in cui consiste l'essenza del libro illustrato», diventando in qualche modo chiave di lettura rispetto al lavoro di tanti altri autori - del passato come del presente - e della natura dell'albo illustrato stesso come forma testuale. La seconda parte di "Caldecott & Co." raccoglie diversi saggi a carattere autobiografico e interviste, al pari dei memorabili discorsi di accettazione della Caldecott Medal del 1964, dell'Hans Christian Andersen Award del 1970 e del Laura Ingalls Wilder Award del 1983.
26,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.