Il tuo browser non supporta JavaScript!

La Vela (Viareggio)

Neofascismo e neoantifascismo

di Franco Cardini

Libro: Copertina morbida

editore: La Vela (Viareggio)

anno edizione: 2018

pagine: 192

Si può essere antiantifascisti? È un modo di dire che si è in realtà fascisti? È un attacco alle "idées reçues", ai luoghi comuni? Serve a darsi una pàtina di anticonformismo a buon mercato? Oppure... In questi anni di rapidi eclissi e di furiosi mutamenti, mentre a molti sembra sempre più vero che la democrazia è un sistema nel quale il popolo è sovrano ma la gente non conta nulla, vale la pena di riflettere sui vecchi "idola theatri", sulle "verità" che per troppo tempo non è costato nulla affermare mentre irragionevolmente scandaloso sembrava il metterle in discussione. L'antifascismo, come l'anticomunismo, è un valore generico - quindi inutile - perché vi sono infiniti modi e infinite ragioni di essere l'una e l'altra cosa, ma tanti di quelli e tante di queste sono ben peggiori del loro contrario; e i valori generici - quindi inutili - finiscono sempre col trasformarsi in disvalori, o in pseudovalori, o in antivalori. Queste pagine non vogliono né offendere, né scandalizzare nessuno. Servono solo a ricordare che quando si marcia contro il nemico bisogna essere ben sicuri che il nemico non marci alla nostra testa.
15,00

Il bisogno di un luogo per la cura

Libro

editore: La Vela (Viareggio)

anno edizione: 2018

pagine: 112

Se osserviamo i corsi e i ricorsi della storia recente, abbiamo avuto quarant'anni fa una riforma che, nell'arco di alcuni anni, ha chiuso tutti gli istituti psichiatrici... Oggi il pendolo, dopo aver compiuto la sua oscillazione verso il polo della difesa dei diritti di libertà di scelta di un paziente talora con limitata consapevolezza di malattia, torna a considerare, in chiave beneficiale, il polo del diritto a essere curato, accolto, protetto. Il dovere di proteggere è compito dello psichiatra, com'è oggi testimoniato dalla sensibilità della magistratura giudicante e del potere legislativo. In questo contesto devono iscriversi i diritti del malato, sul versante sia del rispetto della dignità della sua persona, sia del suo diritto alla cura e alla protezione.
12,00

Leo magazine. Una fuoriclasse in azione

Libro: Copertina morbida

editore: La Vela (Viareggio)

anno edizione: 2018

pagine: 232

Una fuoriclasse in azione: a distruggere aule? A "bullizzare" studenti o professori? Perché questa, purtroppo, è l'immagine mediatica del mondo della scuola. Bene, questo libro invece racconta una storia del tutto diversa: l'avventura di un prof di lettere giornalista con una classe che ha costruito un giornale, ormai regolarmente iscritto all'elenco periodici del tribunale di Firenze. Non un giornalino scolastico, ma un vero e proprio periodico online nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro. E così un gruppo di ragazzi si è messo a scrivere articoli, organizzare convegni, partecipare a conferenze stampa e organizzarne di proprie, monitorando la vita culturale, sociale e quant'altro di Firenze... ma non solo. Dimostrando, con umiltà e senza montarsi la testa, una professionalità che ha lasciato molti stupiti. Questo libro è dunque la testimonianza di come possa essere davvero buona la scuola, quando è veramente scuola. Come ha scritto nella sua prefazione Franco Cardini: "Il loro è un giornale diretto non solo a render conto dei problemi, ma soprattutto a suscitare la discussione".
15,00

L'infinito Sessantotto. Da Macondo e P38 alla II Repubblica

di Stenio Solinas

Libro

editore: La Vela (Viareggio)

anno edizione: 2018

pagine: 192

Nel mezzo secolo che ci separa dalla Contestazione, il reducismo si conferma la malattia endemica degli intellettuali italiani. Nel fiume delle rievocazioni e delle celebrazioni, nessuno però sembra chiedersi quanto e se "l'immaginazione al potere" contemplasse Berlusconi, Renzi, Grillo... Fra trionfalismo e vittimismo, si assiste alla curiosa identificazione nella gioventù studentesca e no fatta da settantenni pensionati, più o meno arzilli e nell'assoluto disinteresse di chi oggi ha vent'anni e un domani sarà senza pensione. In questo libro, che ha come appendice e controcanto un pamphlet scritto all'epoca, "Macondo e P38", appunto, Stenio Solinas cerca di capire in che modo l'Italia attuale, la sua crisi economica, il suo cortocircuito politico, la disaffezione per la cosa pubblica che va di pari passo con l'insipienza della classe dirigente, affondi in quella di ieri, ne sia l'amara conseguenza o la triste negazione.
14,00

Ratzinger. La rivoluzione interrotta

Libro: Copertina morbida

editore: La Vela (Viareggio)

anno edizione: 2018

pagine: 216

Perché il pontificato di Benedetto XVI si è interrotto? A detta del papa tedesco, il motivo è uno solo: "Ingravescentem aetatem", cioè l'età avanzata. Ma nel corso di questi anni, molti si sono chiesti se, oltre al motivo annunciato, si nascondessero altri perché. Il libro indaga questo aspetto, ma anche il pontificato di Ratzinger nella sua totalità. Quattordici interviste a personalità laiche, che interpretano e rileggono papa Benedetto attraverso una convinzione comune: i 2.864 giorni di Ratzinger al soglio di Pietro hanno rappresentato, data l'intensità teologica e culturale, una fase storica per la Chiesa cattolica. Tanto che il pensiero e l'opera di Ratzinger continuano a essere poste al centro del dibattito pubblico. Centinaia di domande e risposte sul papa che si è guadagnato una posizione emerita anche nel cuore dei fedeli. Interviste a Ettore Gotti Tedeschi, Gennaro Sangiuliano, Gaetano Rebecchini, Marco Tosatti, Giovanni Minnucci, Francesco Agnoli, Filippo Savarese, Maria Rachele Ruiu, Jacopo Coghe, Aldo Maria Valli, Marco Luscia, Assuntina Morresi, David Cantagalli, Fabio Marchese Ragona, Giuliano Guzzo, Aurelio Porfiri.
15,00

Ecco la (nostra) stampa, bellezza. Ritratti di giornalisti di oggi, alcuni di ieri, grandi e meno grandi

di Cesare Lanza

Libro: Copertina morbida

editore: La Vela (Viareggio)

anno edizione: 2017

pagine: 208

Chi sono io per giudicare i giornalisti di oggi, e alcuni di ieri, grandi e meno grandi? Non sono nessuno. Non ho autorevolezza particolare, né ruolo istituzionale, né significativa umiltà per scrivere di tanti giornalisti, in stragrande maggioranza tutti certamente più bravi di me, per di più con qualche malizia che mi può essere scappata battendo i tasti del computer...
12,00
12,00

Fake news. Manipolazione e propaganda mediatica, dalla guerra in Siria al Russiagate

di Roberto Vivaldelli

Libro: Copertina morbida

editore: La Vela (Viareggio)

anno edizione: 2017

Lo spettacolo come tecnica di guerra: immagini strumentali o manipolate diffuse al mero scopo di impietosire il fruitore dei mass media e fornire una versione dei fatti basata esclusivamente sui sentimenti e non su ciò che realmente accade. È il caso dell'invasione dell'Iraq del 2003 e delle (inesistenti) armi di distruzione di massa di Saddam Hussein; della "guerra umanitaria" condotta contro la Libia di Gheddafi nel 2011, decisa a tavolino sull'onda delle Primavere arabe allo scopo di eliminare un alleato scomodo; o del sanguinoso conflitto siriano, in cui la manipolazione ha raggiunto il suo apice. Senza dimenticare l'isteria del Russiagate e le presunte interferenze russe durante le ultime elezioni statunitensi. Questo libro analizza in modo dettagliato la compiacenza da parte della grande stampa occidentale nei confronti dell'establishment politico-militare. Un vero e proprio show mediatico che ha messo in ombra, o semplicemente ignorato, la verità.
12,00

Radical chic. Conoscere e sconfiggere il pensiero unico globalista

di Alessandro Catto

Libro: Copertina morbida

editore: La Vela (Viareggio)

anno edizione: 2017

pagine: 176

Radical Chic è il libro ideale per capire il vero retroterra politico e culturale del pensiero unico politicamente corretto. Dall'istruzione all'economia, dalla storia all'attualità, dalla geopolitica alla cultura vengono sfatati in modo leggero e divertente tutti i miti pro-global ai quali siamo quotidianamente esposti e le loro pretestuose retoriche, sempre più incapaci di nascondere il distacco tra l'alto e il basso della nostra società, tra chi con il cosmopolitismo imperativo per tutti ci guadagna e chi, ogni giorno, perde diritti, spazi democratici e possibilità di emancipazione a casa propria.
12,00

Come fu che la Biennale diventò un circo. Corsi e ricorsi dell'era Baratta

di Maurizio Cecchetti

Libro

editore: La Vela (Viareggio)

anno edizione: 2019

pagine: 160

Alla fine del secolo scorso, quando Paolo Baratta ha preso le redini della Biennale di Venezia, un grande cambiamento era in atto: la società dello spettacolo stava impossessandosi della categoria "arte" per farne il testimone di un'idea dove ciò che conta nella creatività è divertire, stupire, ridurre la grande tradizione estetica a un suk della comunicazione dove tutto è in lotta con tutto. Ma così l'arte, quella che ha fatto grande l'Occidente nei secoli, si è lentamente perduta e il passaggio al nuovo millennio ha registrato proprio questo impoverimento estetico dove tutto diventa arte (concetto, boutade, déjà vu, plagio, pubblicità, oggetto comune). Non è così però che funziona l'arte propriamente intesa, e lo si è visto nelle edizioni della Biennale dal 1999 a oggi. Entrare alla Biennale anno dopo anno è stato come avventurarsi dentro una Horror House e i fantasmi che appaiono sono gli stessi del nostro mondo tormentato: distruzione dell'ambiente, violenza, incubi e meraviglia dell'intelligenza artificiale, fine del mito umanista del lavoro, trasgressioni e questioni di genere...
14,00

Ibn Khaldûn e la Muqaddima. Passato e futuro del mondo arabo

di Massimo Campanini

Libro: Copertina morbida

editore: La Vela (Viareggio)

anno edizione: 2019

pagine: 200

Coscienza critica della civiltà islamica classica al suo tramonto, uomo di corte e poliedrico studioso, Abd al-Rahman Ibn Khaldûn (1332-1406) è stato il maggior filosofo e sociologo della storia di tutto il "medioevo" euro-mediterraneo, da molti accostato a Hobbes, Vico, Marx. Percorrendo le tematiche fondamentali del potere e dello Stato, il libro studia come il pensiero khalduniano non solo getti le basi, in modo innovativo, di una interpretazione scientifica delle dinamiche del divenire delle civiltà umane, ma apra la strada al rinnovamento del pensiero arabo-islamico contemporaneo.
15,00

La voce della fogna. Giornale differente (1974-1983)

Libro: Copertina morbida

editore: La Vela (Viareggio)

anno edizione: 2019

pagine: 512

"Fascisti, carogne, tornate nelle fogne!" è uno degli slogan che meglio descrivono il clima arroventato e avvelenato degli anni di piombo. Stava a significare che chi non stava dalla parte dei gruppi che imperversavano nelle piazze reclamando l'avvento del comunismo non aveva diritto di cittadinanza. Né di espressione. Né, spesso, di esistenza: doveva "fare la fine di Mussolini" e stop. In quell'atmosfera di soffocante intolleranza, c'era però chi resisteva e non si arrendeva, coltivando nel ghetto in cui era stato costretto i propri sogni di una rivoluzione di diverso segno. Per costoro, le fogne in cui li si voleva ricacciare erano le nuove catacombe, da cui speravano di far sorgere un mondo nuovo, libero dalla tirannia del denaro e dei consumi ma anche dalle utopie egualitarie. "La voce della fogna" era, per molti di loro, un manuale di sopravvivenza: una rivistina che cercava di tracciare i contorni di una visione del mondo alternativa occupandosi di politica ma anche di cinema, di musica, di letteratura, di teatro, di fumetti, di satira, di etica. Ristampa completa.
38,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.