Il tuo browser non supporta JavaScript!

La Vita Felice

Dino Campana. La notte mistica e dintorni. Considerazioni a margine

di Aky Vetere

Libro

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2019

pagine: 84

La matrice nietzschiana del pensiero campaniano è fin troppo evidente: esistere è adesione orgiastica alla vita anche passando attraverso il dolore, condizione vera e perciò necessaria. Il crepuscolo si riconosce quindi come luogo reale dove l'esperienza materiale si inscena nel teatro tragico della vita. La realtà cromatica è trasferita su piani onirico-simbolici riverberanti il dolore elevato melodiosamente dentro la luminosità aurea dell'amore. Così il melos sostituisce il vessillo della morte baudeleriana sul cranio dell'angoscia e l'ascolto estasiato della voce infinita dello spirito dichiara l'esperienza vittoriosa della realtà come strumento necessario alla vita. È fondamentale per Campana trasmettere in poesia ciò che ha compreso in ambito filosofico; in arte si possono allargare all'infinito le corrispondenze tra la materia, la sua forma e l'Io cosciente. Dino Campana apre i "Canti orfici" con un poemetto in prosa poetica. È "La notte": un viaggio di andata e ritorno, un discendere e un risalire lungo un percorso di purificazione dello spirito umano per varcare il ponte della conoscenza. Il poeta ripercorre i sentieri tracciati dai grandi scrittori e filosofi della seconda metà dell'Ottocento e in particolare da Friedrich Nietzsche di cui raccoglie l'eredità lasciata nei suoi saggi sulla volontà di riscatto dalla natura istintiva e bestiale dell'uomo. Ma la poesia di Campana è soprattutto un inno all'arte celebrato per scongiurare la crisi esistenziale che la civiltà occidentale sta attraversando a causa della decadenza dei suoi valori costitutivi. Un linguaggio sperimentale nuovo orchestra in modo ascensionale e progressivo la sospensione del tempo materiale in immagini sempre più rarefatte che conducono il lettore a essere il Myste lungo la trasfigurazione oltredimensionale della realtà. L'epopteia è il tema di questo saggio: la notte mistica diventa traguardo pieno, coscienza volitiva e visionaria per portare l'uomo lungo un percorso iniziatico aldilà del bene e del male.
12,00

L'aur'amara (L'aria crudele). Testo provenzale a fronte

di Arnaut Daniel

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2019

pagine: 110

"È cosa nota, a chi si interessa veramente di poesia, che Arnaut Daniel appartenga a quella categoria di poeti 'indispensabili' alla poesia di tutti i tempi. A cominciare da Dante, che lo 'incontrerà' nel Canto XXVI del Purgatorio, e che lo immolerà con la definizione di 'miglior fabbro del parlar materno' che attraverserà i secoli per arrivare, con Eliot e Pound, fino a noi. Tuttavia, affrontando la traduzione di queste poesie, in verità più una 'rilettura", ho tralasciato di proposito l'aspetto strettamente filologico, senza dimenticarlo, chiedendo invece all'autore una ragione di poesia con cui confrontarsi e capace di offrire un 'aiuto", perché la grande poesia ha bisogno di se stessa per ripresentarsi sempre come nuova. Tradurre un poeta comporta la necessità sia di un 'rigore scientifico", sia di un 'rigore poetico". Quest'ultimo è il solo a resistere nel tempo anche dopo che sono mutate le condizioni storiche che l'hanno prodotto (nel caso di Arnaut Daniel, sono la civiltà feudale, i suoi riti e le sue particolarità)." (dall'introduzione di Piero Marelli)
10,00

Il lato oscuro del centauro. 100 anni di Primo Levi

di Luca Artioli

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2019

pagine: 86

"L'opera di Luca Artioli è un pellegrinaggio poetico attraverso la vita di un uomo. Quest'uomo è Primo Levi. Il selciato di una simile strada è fatto di vetri rotti e va percorso a piedi nudi. Impossibile non ferirsi. Chi tenta di raccogliere tutti i vetri per ricomporli è un filosofo. Chi vi cammina a lato e li osserva è uno storico. Mentre chi vi passa sopra, consapevole di non potersi ferire mai abbastanza per arrivare fino in fondo al dolore, questi è un poeta. Coloro che nella propria incommensurabile sofferenza hanno detto «io là (ad Auschwitz) c'ero», hanno anche ammesso di non riuscire a comprendere. Perché, dunque, dovrebbe riuscirvi chi là non è mai stato? Né filosofo, né storico, né poeta possono spiegare l'inspiegabile. Ma qui non si tratta solo di comprendere, piuttosto di non dimenticare. Così il filosofo, lo storico e il poeta non possono tacere. Luca Artioli è tra coloro che non vogliono dimenticare i ricordi di chi là c'era. Ma di fronte a ciò che per la sua disumanità sfugge alla comprensione umana, vi sarà sempre qualcosa che non si può o non si sa dire. 'Il lato oscuro del centauro' è proprio ciò che Primo Levi non ha scritto. Né mai alcuna mano scriverà." (dalla premessa di Serse Cardellini)
12,00

La caserma dei pompieri

di Robert Munsch

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2019

pagine: 20

Michael e Sheila visitano una caserma dei pompieri. Mentre i due bambini stanno esplorando un camion dei pompieri, scatta un allarme, e via! Vanno Michael e Sheila in soccorso! Tra lo sgomento dei genitori e dei pompieri, i due bambini finiscono la loro avventura a casa, nella loro vasca, a fare un bel bagnetto e raccontando a mamma e papà cosa sono riusciti a fare... Età di lettura: da 3 anni.
12,00

Maialini

di Robert Munsch

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2019

pagine: 20

Quando il papà di Meghan le dice di non aprire il cancello dei maiali, la curiosità ha la meglio su di lei. Perché no? I maiali sono troppo stupidi per combinare qualcosa. Prima che lei se ne renda conto, i maiali stanno devastando la sua casa, la scuola e la città. Sta a lei capire come farli tornare a casa. Con sua grande sorpresa, scopre che gli animali sono molto più intelligenti di quanto non si rendesse conto... Età di lettura: da 3 anni.
12,00

Poesie del tempo che fu-Poésis d'antan

di Edith Dzieduszycka

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2018

pagine: 169

"Ci sono ancora (per fortuna, direi) nella scrittura poetica situazioni ineffabili che non si possono spiegare, un residuo di mistero, un qualcos'altro che non smette di mormorare alla coscienza insoddisfatta del poeta, alla verità incompleta della sua ragione. Questo qualcos'altro è la dimensione profonda della realtà, richiamata in diverse pagine di 'Poésies d'antan/Poesie del tempo che fu' da un'autrice capace di rendere l'absconditum manifesto, capace di inebriarci con una scia lunghissima di nostalgia per opporre la parola sostanziale alla parola vuota, al balbettio ripetuto, all'afasia congenita di questo mondo che corre da fermo. Gli intimi rimorsi dell'io, le sue inquietudini e dolenti cerebralità vengono rovesciati in in'aura diffusa e rarefatta, in una dialettica ascendente che non mancherà di attrarre e sedurre anche il lettore più sprovveduto e distratto." (Dalla prefazione di Donato Di Stasi)
13,50

L'aeroplano di Angela

di Robert Munsch

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2018

pagine: 20

Mentre cerca il padre perduto all'aeroporto, Angela finisce nella cabina di pilotaggio di un aereo. Decide di premere solo un pulsante, e poi un altro... e un altro... Età di lettura: da 5 anni.
10,00

Il compleanno di Moira

di Robert Munsch

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2018

pagine: 30

Per la festa di compleanno Moira vuole invitare tutti i bambini della sua scuola, ma i suoi genitori le hanno imposto il limite di 6 amici. Il desiderio di Moira diventa realtà quando centinaia di ragazzi si presentano alla festa. L'eccitazione e il divertimento dei bambini aumentano, così come lo sgomento dei genitori. Alla fine, quando anche Moira sembra scoraggiata dall'enorme mucchio di regali, ha un'idea: ogni bambino che aiuta a mettere ordine nella baraonda che hanno creato riceve un regalo. In cinque minuti tutto è in ordine e i genitori esausti guardano centinaia di bambini uscire di casa. Ma la pace è breve. Mentre l'ultimo ragazzino se ne va, arrivano due camion con 190 pizze e 190 torte di compleanno... Età di lettura: da 5 anni.
12,00

La bella di Amherst. Il racconto della vita di Emily Dickinson

di William Luce

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2018

pagine: 81

Basata sulla vita della poetessa Emily Dickinson dal 1830 al 1886 e ambientata nella sua casa di Amherst, nel Massachusetts, l'opera si avvale del suo lavoro, dei diari e delle lettere per ricordare i suoi incontri con le persone significative della sua vita - famiglia, vicini, amici e conoscenti. Riequilibra l'agonia della sua reclusione con gli intensi luminosi momenti di una ispirazione estatica e trascendentale. Il libro spinge il lettore a varcare la soglia delle mura domestiche di Emily Dickinson, la "Bella di Amherst", per addentrarsi nel nodo della sua vita familiare, nel quale individua una magmatica fonte della sua opera letteraria. La pièce di William Luce, tradotta da Silvio Raffo, ci racconta la storia di una figura femminile sensibile e innovativa nel suo modo di agire e pensare, un carattere umano che trovò nella poesia lo strumento più adeguato per esprimere il suo profondo sentire.
12,00

Lo specchio cieco. Testo tedesco a fronte

di Joseph Roth

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2018

pagine: 144

"Lo specchio cieco", un "piccolo romanzo", fu scritto da Joseph Roth nel 1925, negli anni tra prima e seconda guerra mondiale. In una sorta di storia di formazione all'incontrario, Roth narra di come la giovane Fini, poco più che bambina, fallisca nel tentativo di crescere, diventare adulta e sfuggire all'atmosfera opprimente della famiglia e di una Vienna cupa, in cui la vita appare senza prospettive, e si abbandoni a una serie di passioni infelici e infine fatali. In un racconto in cui la prosa ha la carica musicale, immaginifica e di penetrazione del reale della poesia, il naufragio di Fini diventa specchio di un mondo che, dopo l'inabissarsi dell'Impero asburgico con il suo crogiuolo di identità e culture diverse, non sa ritrovare un'immagine in cui riconoscersi e, in balia delle forze incontrollate della tecnica e di ideologie nazionaliste, si avvia al disastro del secondo conflitto mondiale.
10,50

Satire. Testo latino a fronte

di Quinto Orazio Flacco

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2018

pagine: 211

Nella versione d'autore di Angelo Pellegrino, traduttore della Lettera sulla felicità di Epicuro, proponiamo le Satire di Orazio liberate dalle incrostazioni classicheggianti che hanno allontanato il lettore da un'opera con cui s'inizia l'osservazione moderna dei costumi. Il mondo di Orazio, con i suoi tipi umani, i vizi, le passioni, i deliri, le assurdità, i paradossi, è uguale a quello di oggi. Orazio è riuscito a viverci mettendosi in gioco con un'autoironia talmente amabile da fare di lui un personaggio dalla simpatia universale, che ci aiuta a capire noi stessi senza perdere il gusto della vita. La presente traduzione integrale delle Satire è corredata da un ricco apparato di note e da un'introduzione che mette in luce l'uomo Orazio e non solo il raffinato poeta del circolo di Mecenate.
12,50

Vi affido alla Parola. Evangeli festivi dell'anno C secondo il rito ambrosiano

di Giuseppe Grampa

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2018

pagine: 204

"Il mistico è un contemporaneo del Signore che annuncia, vive di un contatto diretto, ne fa esperienza personale, è uno sperimentatore. Ed è proprio questa la figura che oggi risulta credibile: quella di chi parla di quanto veramente sa perché ha visto, sentito, toccato. Nell'epoca della sperimentazione scientifica non c'è più spazio per i meri portavoce dell'istituzione, per le persone che riferiscono cose riferite loro da altri, senza che ne abbiano fatto esperienza in prima persona. Oggi i testimoni credibili sono solo coloro che vivono nella vita quotidiana l'esperienza spirituale di esposizione al Mistero e che insegnano ad altri con il loro esempio a fare lo stesso. È esattamente quello che fa don Giuseppe Grampa con la sua vita e la sua predicazione, di cui questa raccolta di omelie è una bellissima, quanto sobria ed essenziale, testimonianza. Non a caso egli dichiara in un'omelia di provare grande simpatia per Tommaso, il discepolo che non crede a quanto gli altri gli dicono perché vuole toccare con mano, fidandosi più del suo sperimentare che delle parole altrui. E io ritengo che il frutto più bello per chi leggerà con attenzione queste pagine possa essere proprio il desiderio di giocarsi in prima persona, divenendo a sua volta un testimone credibile perché a diretto contatto con il fuoco della novità evangelica." (Dalla prefazione di Vito Mancuso)
12,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.