La Vita Felice

Il disprezzo del mondo. Testo latino a fronte

di Erasmo da Rotterdam

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 239

Durante gli anni di vita in convento, grazie ai quali Erasmo accrebbe la sua istruzione, perse, però, a poco a poco, l'affezione per la vita monastica. Nel carteggio di quel periodo non vi è traccia di argomenti religiosi e vi è insofferenza per i suoi superiori, che non comprendono e frenano la sua passione per la poesia. Nella sua prima opera, tuttavia, una Lettera sul disprezzo del mondo (De contemptu mundi), scritta intorno al 1489, egli loda la vita solitaria dei monaci come mezzo per realizzare l'ideale umanistico della formazione di uno spirito eletto, pur non giungendo mai a esaltare il ritiro conventuale quale espressione di una compiuta vita cristiana.
16,50

Pudore selvaggio. L'estate in Corsica di Sibilla Aleramo

di Luisella Veroli

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 144

Breve biografia romanzata sulla terza vita come errabunda et libera amante di Sibilla Aleramo. Si narra il viaggio della scrittrice nel 1912 in Corsica per iniziare a vivere del suo lavoro di poeta. Si racconta di come, dopo il successo del romanzo Una donna, Sibilla dia un taglio alla seconda fase della sua vita di scrittrice affermata, ma spiritualmente e carnalmente non appagata. Nella sua traversata dell'isola Sibilla incontra vari personaggi - tutti realmente esistiti - che la iniziano all'archeo-mitologia. Diventa amica di Marie-Anne Comnène, aspirante scrittrice. Giunta a Evisa, cade in depressione in seguito alla rottura della relazione con Giovanni Papini. Di Sibilla si innamora Joe, un ragazzo corso di 19 anni residente a Tunisi. Lei si lascia corteggiare e con lui raggiunge il piacere erotico condiviso. In ogni capitolo sono riportati in corsivo frammenti di diario, di articoli e di corrispondenza storicamente documentati che riportano all'ambiente laico e progressista della Belle Époque.
14,00

La morte deliziosa

di Amaru

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 72

In ogni singolo componimento, l'autore ha cercato di trasporre su un piano poetico gli aspetti sentimentali e fisici dell'amore. I poeti dell'India classica consideravano l'amore come la prima e la più profonda delle passioni. «Una sola strofa del poeta Amaru» ha dichiarato un critico della poesia del IX secolo, «può fornire il gusto dell'amore uguale a quello che si trova in interi volumi.» Grazioso, giocoso e appassionato, le strofe tradotte qui offrono scorci commoventi nei molti volti dell'amore erotico.
7,00

Poesie del mio rifugio. Testo giapponese a fronte

di Saigyo

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 168

Nel corso degli anni da monaco buddista, Saigyo trascorse diversi periodi sulle montagne attorno a Kyoto, a volte in un monastero, a volte come un eremita in una capanna tra i rami. Egli dedicò gran parte del suo tempo alla poesia, non solo componendo, ma anche prendendo parte a riunioni poetiche e facendo visita ad alcuni amici poeti. Dalla sua poesia deriva il profumo religioso dell'illuminazione silenziosa.
12,00

Poesie. Testo americano a fronte

di Herman Melville

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 100

In questa breve antologia poetica, che non ha la pretesa di essere esaustiva, viene presentata una scelta molto personale di alcune liriche di Herman Melville, caratterizzate da una ben accetta e una riconosciuta disciplina poetica. Le poesie sono state scelte dai tre volumi pubblicati in vita dallo scrittore: "Battle-Pieces and Aspects of the War" (1866), "John Marr and other Sailors with some Sea-pieces" (1888) e "Timoleon" (1891), gli ultimi in edizione privata di soli 25 esemplari. Gli ultimi tre testi sono stati selezionati dai manoscritti melvilliani studiati da Francis Otto Matthiessen e raccolti nella collana di «New Directions», The Poets of the Year.
10,00

Pensieri sulla musica. Testo latino a fronte

di Severino Boezio

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 84

Boezio compose il trattato in latino tra il 500 e il 507 circa, riprendendo fonti classiche greche come gli ormai perduti testi di Nicomaco e gli Armonici di Tolomeo. Consta di 5 libri e fonde in un'unica teoria il diverso pensiero musicale dei pitagorici, dei platonici e degli armonici. Fu un testo fondamentale per gli sviluppi successivi delle teorie musicali, oltre che mezzo di trasmissione di dottrine, che altrimenti per noi sarebbero oggi inconoscibili.
8,00

Urashima e altri racconti giapponesi. Testo giapponese a fronte

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 84

Il volume raccoglie quattro racconti tradizionali giapponesi, tramandati a partire dall'VIII secolo. Dopo la favola di Urashima che salvò una tartaruga e fu ricompensato con una visita al leggendario palazzo sottomarino del Drago Ry?g?j? è la volta di Peschino, La favola del vecchio Sbocciafiori e La storia dell'Imperatore Nintoku.
8,00

Mitologia e monoteismo

di Raffaele Pettazzoni

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 260

Il libro "Mitologia e monoteismo" è nato dalle lezioni universitarie del corso tenuto a Roma nel 1950-51 e poi raccolte dagli studenti. In esso il celebre studioso trattava in forma sintetica gli argomenti poi sviluppati nelle opere successive. è una dispensa, ma testimonia quello che Pettazzoni trattò in quel corso, che aveva come titolo Miti delle origini e miti della fine. Creazione ed escatologia. Una seconda parte era dedicata al tema Origine e sviluppo delle teorie sul monoteismo e la sua formazione e trattava anche la critica delle opposte ipotesi sull'argomento. Insomma, un lavoro di sintesi che veniva dedicato agli studenti e che ora si rivela un libro ancora da meditare per meglio comprendere cosa sia il mito e perché di esso l'uomo abbia continuamente bisogno.
16,00

Piccola orchestra. Antifavole e dicerie

di Tiziano Rozzi

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 192

"Ogni pagina di questa nuova opera di Tiziano Rossi apre a un intreccio di voci, di vite e di pensieri, facendoci assistere a una prova d'orchestra capace di porci in ascolto. Piccole prose poetiche che si dipanano in sei sezioni dove una sorta di ragione kantiana (pura, pratica ed estetica) le renderà il luogo scritturale adatto a rivelare le più strabilianti e varie condizioni dell'umano. [...] Personaggi che diventano caratteri, animali che parlano pensando, situazioni che incarnano modi di mondi da vivere sono le traiettorie che Tiziano Rossi imposta per noi, offrendoci tratteggi di vite che, dalla loro ordinarietà, sanno come mostrarci spazi di straordinaria umanità. Ognuna di queste piccole storie sa regalarci, infatti, le sinfonie (armoniche e disarmoniche) che più ci appartengono per somiglianza, come a un nome proprio appartiene sempre un volto. L'Alterità apre all'incontro di un mondo possibile e da questi frammenti le esistenze sembrano raccontarci di antichi e consueti nomi propri; di paradossali e distopiche vicende umane che portano tutte il nostro nome: ognuna la sua veridicità." (dalla prefazione di Stefano Raimondi)
15,00

Numquid et tu? Testo francese a fronte

di André Gide

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 160

Sempre inquieta, l'anima del grande scrittore francese, pronta ad affrancarsi da ogni fede e ideologia per cercare ancora e ancora. Eppure, se mai fu vicino a un approdo, è in queste prose intitolate Numquid et tu?, una raccolta di frammenti del 1922 in cui, sia pure per breve stagione, André Gide sembra avvicinarsi a una vera e propria conversione, a seguito del periodo di crisi religiosa causato dalla Prima guerra mondiale, e sentire il Cristo con l'adorante intensità di un mistico.
12,00

Incontri d'amore. Storie reali e surreali

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 264

"Dopo la felice esperienza della curatela dell'antologia 'Sguardi di donne. Racconti autobiografici al femminile', l'indomita Silvana Ceruti tesse una nuova tela di inviti chiedendo la disponibilità di autrici/autori per raccontare una situazione indimenticabile della vita di ognuno: l'incontro d'amore. Anche se Jung asserisce che non esiste la casualità, bensì la sincronicità ovvero coincidenze significative come lo sono quei collegamenti tra persone, oggetti, entità varie che pare non abbiano alcuna attinenza tra loro ma assumono un significato e un senso per chi li vive, una specie di chiaroveggenza interiore che crea stupore ed emozione, gli incontri accadono e molto spesso ne scaturisce una magia di coinvolgimento. In molti hanno risposto all'invito di Silvana e l'antologia 'Incontri d'amore' raccoglie le testimonianze di ottanta autrici/autori con testi, in prosa e poesia, in cui il tema è stato interpretato in modi differenti e originali. Non tragga quindi in inganno il titolo che potrebbe suggerire unicamente l'incontro tra una "lei" e un "lui" con relativo e reciproco colpo di fulmine. Nei racconti si trovano rimandi a diadi inconsuete, nelle quali l'oggetto dell'innamoramento a prima vista può essere uno strumento musicale, la luna, la poesia, una quercia, un luogo, un gatto, un campione sportivo, una pala, il profumo di un vino o una canzone." (Dalla prefazione di Diana Battaggia)
18,00

Le più belle poesie sulla mamma

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2020

pagine: 168

L'antologia "Le più belle poesie sulla mamma" raccoglie le liriche che alcuni poeti, sia italiani che stranieri, presentati in rigoroso ordine cronologico di nascita, hanno dedicato alla propria madre. Si tratta di autori senza tempo, perché la loro opera è sopravvissuta alla loro esistenza. Sono i poeti che più sento miei o vicino a me, quelli che mi appartengono di più. Accanto a liriche più importanti se ne trovano alcune più allegre e divertenti, ma - quando la voce del poeta si rivolge alla propria madre -, troviamo sempre e solo voci di esperienze e sofferenze diverse, momenti a volte evocati da un banale particolare: una porta che si apre, un canto sommesso e lontano, una semplice carezza. Nelle poesie ispirate dalla madre si può trovare nostalgia, rimpianto, dolore, un vuoto del cuore che attende di essere riempito, difficilmente parole di letizia e gioia e, se affiorano, saranno sempre mescolate al rimpianto.
12,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.