Editore La Vita Felice - Ultime novità

La Vita Felice

Schiaccianoci e il Re dei topi

di Ernst T. A. Hoffmann

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2021

pagine: 98

"Schiaccianoci e il Re dei topi" è, tra le creazioni fantastiche di Hoffmann, una tra le più fortunate, tanto da venire adattata da Alexandre Dumas padre e poi trasformata in un balletto di grande successo, musicato da ?ajkovskij. Al pari del Canto di Natale di Dickens, la storia di Schiaccianoci e il Re dei topi è un classico di grandissima forza nel suo carattere simbolico e quasi archetipico. Nel racconto della guerra tra giocattoli e topi durante i giorni del Natale, Hoffmann orchestra magistralmente, con il distacco ironico e l'umorismo che sono il suo marchio di fabbrica, il contrasto tra il mondo dell'infanzia e quello degli adulti, tra il mondo dell'immaginazione e quello comunemente considerato reale, tra forze del Bene e forze del Male, coinvolgendo il lettore nel ritmo incalzante di un avvicendarsi di colpi di scena e di estremi. La nuova traduzione di questa appassionante favola non solo per bambini è accompagnata dal contrappunto visivo spiritoso ed eccentrico dei disegni dell'artista Carla Della Beffa, che cercano di dare corpo alla potenza visionaria dello scrittore romantico.
12,00

L'altro mondo o Gli stati e imperi della luna. Testo francese a fronte

di H. S. Cyrano de Bergerac

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2021

pagine: 176

"Il Viaggio alla Luna è l'opera letterariamente più interessante di Cyrano de Bergerac. Assai più degli altri suoi scritti, per molti aspetti pregevoli nonché utili a suggerirci certo colore di un'epoca che prelude ai capolavori del gran secolo, il viaggio serba ancora oggi, pressoché inalterati, i motivi di un suo freschissimo brio, che otterrà - ne siamo certi - tutto l'assenso del lettore moderno. Ma questi non chieda al Bergerac più di quanto egli stesso potrebbe darci: riservi la propria sorpresa per la vena costante, per la sapiente misura, per il garbato senso di humour con cui troverà trattate le situazioni più strabilianti e paradossali, ma si guardi dal concedere eccessivo credito a certe "anticipazioni", nell'ordine scientifico e filosofico, delle quali ridonda il viaggio, che fu anche, nei confusi intenti dell'autore, un'opera a sfondo utopistico o avveniristico che sia." (Dall'introduzione di Luciano Erba)
14,00

Come fare poesia? Testo russo a fronte

di Vladimir Majakovskij

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2021

pagine: 156

"Come fare poesia?" fu composto tra marzo e maggio del 1926, esposto dall'autore in numerose conferenze e pubblicato in opuscolo nel luglio del 1927. Si tratta di un agile trattato a difesa della poesia come duro mestiere quotidiano e rigorosa dedizione al pubblico, un'utilissima finestra su quello che è il laboratorio creativo di chi fa versi. La poesia, come qualsiasi opera d'arte, è creazione e richiede un progetto architettonico ben preciso: studio continuo, innovazione del materiale letterario e un buon quaderno d'appunti sono alcuni degli strumenti che non devono mai mancare nell'arsenale del poeta.
12,00

La passione poetica. Un'autobiografia

di Maria Luisa Spaziani

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2021

pagine: 148

"Dettato a più riprese nel 2010 per servire di supporto alla Cronologia che Giancarlo Pontiggia andava elaborando per il "Meridiano" Mondadori (apparso nel 2012), questo testo di cui si è ritrovata, dieci anni dopo, l'unica e non riveduta stesura (qui proposta) acquista per sedimentazione, a quasi sette anni dalla scomparsa dell'autrice, il respiro e la compiutezza di un vero libro. L'Autobiografia di Maria Luisa Spaziani si apre e si chiude sul tema degli "affetti", che può essere tranquillamente inteso come la sua essenza a livello intuitivo. Tra questi due estremi di un'interiorità appena accennata, che va crescendo e maturandosi nel corso di un lungo tragitto nel mondo, ci si imbatte in una vicenda sovrabbondante di spazi, tempi, passioni, incontri, coinvolgimenti esteriori e insieme spirituali, e desideri. Una fine che non è una fine, come suol dirsi una chiusa interlocutoria, per uno scritto che nasceva in posizione "extravagante" ma che forse, fin dall'inizio, era già qualcos'altro." (Dall'introduzione di Riccardo Bertolotti)
15,00

Encomio di Elena. Testo greco a fronte

di Gorgia

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2021

pagine: 64

Poiché è la parola che persuade il cuore, e fu la parola a persuaderla, Elena venne costretta a prestar fede alle parole e a dare il suo consenso a ciò che veniva perpetrato. Dunque colui che la persuase operò ingiustamente come se l'avesse costretta con la forza, mentre Elena, che venne convinta, gode a torto di cattiva fama perché è come se vi fosse stata costretta con la forza del discorso.
7,00

Il diavolo nella bottiglia. Testo inglese a fronte

di Robert Louis Stevenson

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2021

pagine: 128

"Il diavolo nella bottiglia" ("The Bottle Imp") è un racconto del 1891 dell'autore scozzese, presente nella raccolta "Island Nights' Entertainments" ("Gli intrattenimenti delle notti sull'isola"). Keawe, giovane marinaio hawaiano, acquista per pochi dollari una magica bottiglia: in essa è rinchiuso un diavoletto che realizza ogni desiderio. L'importante è sbarazzarsene, perché il suo possesso in punto di morte condanna irrimediabilmente all'inferno. La condizione imposta per liberarsene è venderla a un prezzo più basso di quello d'acquisto. Nel racconto si riflettono le impressioni di Stevenson maturate durante il suo soggiorno alle Hawaii nel 1889, compresa la visita al lebbrosario sull'isola di Moloka'i. Tuttavia, ciò che mette alla prova il lettore occidentale è che la storia, la tradizione, la geografia e la società polinesiane, anche all'interno di una cornice fiabesca, sono evocate con precisione, dettaglio e realismo e, soprattutto, con il presupposto che il lettore abbia già una certa familiarità con essi: luoghi e persone sono sistematicamente presi dalla realtà (spesso con riferimenti a luoghi, case ed eventi che Stevenson ha davvero visitato o vissuto).
10,00

Lento ritorno

di Bruno Brunini

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2021

pagine: 112

"'Lento ritorno' è un viaggio nella memoria, acuito da un presente segnato dal dramma della pandemia e dai suoi dolorosi risvolti. È un ritorno nella casa d'infanzia che non esiste più, come le persone che la abitavano, e in altri spazi scomparsi, che l'autore ripercorre come stanze deserte, dove al di là del vuoto prevale un senso di inevitabile perdita e sgretolamento della realtà. Improvvisi cortocircuiti, rovesci originati dalla parola, attraversano il ritmo della composizione, in queste pagine di memoria ritrovata, dove lo sguardo osserva la vita nel suo mutare e nella sua fragilità. Tutto è fuggito, ma tutto ritorna nell'invenzione della poesia, che l'autore oppone al nulla, la poesia che trattiene ciò che rimane in ciò che trascorre, la poesia che cerca, illumina, trasforma e continua a vivere nel tempo." (dalla nota di Enrico Fabbri)
13,00

Il passeggero del suo destino. Testo spagnolo a fronte

di Vicente Huidobro

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2021

pagine: 176

"Piccolo dio, antipoeta e mago capace di scoprire - attraverso la vertigine del linguaggio, logos che possiede anche la sua carica viscerale e ludica - l'infinita circolarità dell'abisso cosmico e terrestre: questo è stato, questo è Vicente Huidobro, il vertiginoso che all'età di ventun anni ebbe la lucidità e il coraggio di dire: «La poesia deve essere una realtà in sé, non la copia di una realtà esteriore. Deve opporre la sua realtà interna alla realtà circostante». [...] Vicente Huidobro è il ponte fra il terreno e il celeste. La sua poesia è fame d'infinito, lotta contro gli dei - dolore per il loro abbandono -, orfanezza cosmica e desiderio di riconquistare il paradiso, la placenta lattea, per mezzo del linguaggio folgorante e liberissimo. L'antipoeta e mago riconosce nei dadaisti il primo seme o il ventaglio della creazione: ritmo delle parole in libertà, sviluppo, espansione verso il verso senza catene." (Dall'introduzione di Hernán Lavín Cerda) Selezione di Mario Meléndez, introduzione di Hernán Lavín Cerda.
13,00

Anime inquiete. Madame Pfeiffer e le altre viaggiatrici con la penna tra Seicento e Novecento

di Piero Borzini

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2021

pagine: 456

In "Anime inquiete" Piero Borzini dà voce a quelle donne che, tra la fine del Seicento e gli inizi del Novecento, contravvenendo alle norme sociali che pretendevano di relegarle alla vita domestica, intrapresero avventurosi viaggi in solitudine. La prima parte del saggio è dedicata a Ida Pfeiffer, esploratrice austriaca del Diciannovesimo secolo che realizzò per ben due volte il giro del mondo e si rese coautrice di travagliati intrighi politici. Al suo punto di vista si accostano altri sguardi, altre penne che attraversano secoli e continenti, vicende pubbliche e private di donne come Madame de Staël, Florence Nightingale, Henrietta Kingsley e Mary Shelley. Da Costantinopoli all'Italia, da Londra al Madagascar, passando per l'Egitto e l'India fino ai misteri degli harem e ai pericoli della giungla, il lettore salpa insieme alle protagoniste diventando loro compagno di peripezie. Unendo le testimonianze dirette dei diari delle viaggiatrici - alcuni tradotti in italiano per la prima volta - alle proprie considerazioni socio-antropologiche, Borzini ricostruisce storie di difficile reperibilità che consentono sia a studiosi sia ad appassionati di osservare questo suggestivo caleidoscopio femminile.
24,00

Ardore di vita. Francesco d'Assisi

di Fabio Grimaldi

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2021

pagine: 56

"In questo suo nuovo poemetto, Grimaldi è diventato egli stesso Francesco d'Assisi, come è nelle regole dell'amore. Stare con chi si ama, diventare l'amato per confondersi con lui, è la norma suprema dell'amore. Queste poesie ne sono la reale e più convincente testimonianza." (Dalla prefazione di Giampiero Neri). "Questo poemetto nasce come omaggio a Francesco d'Assisi [...] immagino che Francesco ricordi la sua infanzia, la giovinezza, la conversione e l'identificazione con la vita evangelica: prima che l'abbraccio con Cristo si completi con la morte." (dalla nota dell'autore)
12,00

Sofonisba alla corte del re. Intrigo spagnolo

di Luciana Benotto

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2021

pagine: 512

Sofonisba, a bordo della caracca che la porta a Barcellona, cerca di immaginare cosa l'attende alla corte di Filippo II, il sovrano più potente dell'epoca, che la vuole presso di sé come pittrice e dama di compagnia della giovane regina Elisabetta di Valois. Giunta in Spagna affronterà svariate peripezie e conoscerà persone e storie che la faranno entrare piano piano in un mondo su cui grava lo spirito della Controriforma. Non sono tempi facili per nessuno, e Sofonisba dovrà imparare a districarsi fra intrighi, amori impossibili, struggenti passioni e orribili eventi legati al fanatismo religioso e politico del re e dello spietato duca d'Alba. La spensieratezza degli anni cremonesi ormai è alle spalle: tra rigidi cerimoniali, complotti, balli, congiure, passatempi e sanguinose repressioni, saprà comunque destreggiarsi, ricevendo riconoscimenti per il suo grande talento, e saprà anche trovare persone che l'ameranno sinceramente e a cui lei si dedicherà anima e corpo, a sprezzo della sua stessa incolumità.
20,00

La principessa del sogno. Testo tedesco a fronte

di Karl Marx

Libro: Copertina morbida

editore: La Vita Felice

anno edizione: 2021

pagine: 294

Quel ritratto diventato un'icona, i suoi libri, dai Grundrisse al Capitale, e poi la sua militanza politica a tutto possono far pensare, tranne che Karl Marx sia stato, oltre che un grande filosofo, anche un simpatico guascone e un poeta. Eppure la figlia Eleanor, che ha avuto il merito di scovare e pubblicare il romanzo incompiuto del padre, Scorpione e Felice, così lo descrisse: «Per chi ha conosciuto Marx nessuna leggenda è più ridicola di quella che lo raffigura come un uomo scorbutico, amareggiato, inflessibile e inavvicinabile, una sorta di Giove tonante arroccato nell'Olimpo di una solitudine inaccessibile, perennemente intento a scagliare i suoi fulmini e senza mai un sorriso sulle labbra. Una simile descrizione del più allegro e giocondo degli uomini, dell'uomo dall'umorismo spumeggiante e dal riso irresistibilmente contagioso, del più gentile, tenero e simpatico dei compagni di gioco, è una fonte di perenne stupore e di spasso per chiunque lo abbia conosciuto». Prefazione di Paolo Barbieri.
14,50

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.