Editore Ledizioni - Ultime novità | P. 7

Ledizioni

L'Albania

di Antonio Baldacci

Libro: Copertina morbida

editore: Ledizioni

anno edizione: 2022

pagine: 604

Antonio Baldacci (1867-1950), geografo e botanico, dedicò all'Albania cinquant'anni di studi e ricerche sul campo. Nei primi decenni del XX secolo gli scavi condotti dall'archeologo Luigi Maria Ugolini portarono alla luce le rovine di Butrinto: proprio come Schliemann, che sulla base dell'epica omerica aveva individuato i resti di Troia e Micene, attraverso gli indizi disseminati nell'Eneide Ugolini identificò nell'Albania meridionale l'antica Buthrotum dove Enea avrebbe interrogato l'oracolo di Apollo. Nell'Albania di Baldacci, storia, scienze naturali e topografia s'intrecciano a creare sentieri sospesi fra storia e mito. La minuziosità dello scienziato si illumina di suggestioni narrative che lasciano trasparire l'essenza di un Paese dalle origini preomeriche, le cui tradizioni hanno incuriosito, sedotto e affascinato artisti e scrittori di tutta Europa. Il paese è descritto nelle superfici e nelle profondità, ponti, anfratti, scogli e fari compresi. Una sezione di questo volume contiene anche un piccolo portolano a uso dei naviganti per fornire indicazioni pratiche a navi mercantili e piroscafi che incrociavano in quelle acque. A rileggerlo oggi, l'immaginazione ci conduce ad altri tempi, quando viaggiatori d'ogni dove trovavano qui l'ultima Thule, la porta d'ingresso per mondi ancora inesplorati, in quella che Mary Edith Durham definì "la terra del passato vivente".
24,90

China's foreign policies today. Who is in charge of what

Libro: Copertina morbida

editore: Ledizioni

anno edizione: 2022

pagine: 129

12,00

Genere

di Paolo Bagni

Libro: Copertina morbida

editore: Ledizioni

anno edizione: 2022

pagine: 161

La riflessione sui generi letterari inizia con Platone e con Aristotele e si lega subito a quella sulla poesia o letteratura tout court. Paolo Bagni ne segue gli sviluppi nel Medioevo e nel Rinascimento, attraverso il Romanticismo e nella teoria letteraria del Novecento, mostrandone la complessità e le molteplici implicazioni teoriche. Nota introduttiva di Stefano Ballerio.
16,00

Il post-comunismo e le identità della transizione: prospettive est-europee

Libro: Copertina morbida

editore: Ledizioni

anno edizione: 2022

pagine: 197

Il presente volume prende l'avvio da un Convegno internazionale intitolato Post-Communism and Identities: East-European Perspectives, tenutosi all'Università di Padova tra il 4 e il 5 giugno del 2015, raccogliendo una parte degli interventi presentati in quell'occasione e aggiungendone altri sul medesimo tema, con l'intento di costituire un omaggio e insieme di tenere viva la memoria delle attività e degli interessi scientifici di Giorgia Bernardele. Il Convegno era stato ideato, progettato e organizzato da Giorgia durante il suo ultimo anno come studentessa della Laurea magistrale in Lingue e letterature europee e americane e come allieva della prestigiosa Scuola Galileiana di Studi Superiori dell'Università di Padova. Patrocinato dall'Associazione Alumni della Scuola Galileiana e dal Dipartimento di Studi linguistici e letterari, il Colloquio ebbe un'ottima riuscita, con due giorni intensi e partecipati, ricchi di interventi e discussioni, in cui alcuni tra i migliori specialisti italiani delle questioni storiche e culturali dell'Est europeo avevano dialogato con studiosi provenienti dalla Romania, dalla Repubblica Moldova, dall'Ungheria, dalla Russia, dalla Bulgaria, dalla Serbia. Nel frattempo, tra l'ideazione del colloquio e il suo svolgimento, Giorgia Bernardele si sarebbe laureata, con un eccellente lavoro di folclore comparato romeno e slavo-orientale, e sarebbe stata poi ammessa al XXI ciclo del Dottorato in Scienze linguistiche filologiche e letterarie dell'Università di Padova, prima classificata all'esame di ammissione con un progetto di ricerca dedicato, ancora una volta, al folclore romeno in prospettiva comparata. Nell'autunno del 2016, alla fine del suo primo anno di Dottorato, mentre si trovava a Mosca a compiere studi e ricerche presso il Centro di tipologia e semiotica del folclore dell'Università di Scienze umanistiche, Giorgia stava lavorando anche all'allestimento degli Atti del Convegno sul Post-comunismo. La sua improvvisa scomparsa avrebbe tragicamente interrotto tutto questo. L'auspicio è che questo volume contribuisca a mantenere vivo lo spirito di libertà e di intelligenza che ha sempre animato i pensieri e le ricerche di Giorgia.
19,90

Studi ispanici. Fonti, topoi, intertesti

di Paolo Cherchi

Libro: Copertina morbida

editore: Ledizioni

anno edizione: 2022

pagine: 326

Il libro, annunciato come una raccolta di saggi, ha un principio unificatore che tali opere di solito non hanno. La sua organicità è data dall'attenzione alle fonti, ai topoi, agli intertesti. Le fonti sono un tema/problema che ha una presenza forte e discussa nella critica letteraria: in certe epoche sono state ritenute un valido strumento interpretativo, e in altre sono state svilite, considerate materia di erudizione e non di interpretazione. Sono sempre rimaste in vita nelle ricerche filologiche e hanno trovato nuova attualità nella teoria dei topoi e dell'intertestualità. L'introduzione ricostruisce questa storia che poi la raccolta illustra con sondaggi vari e diversificati sia in senso teorico che in senso diacronico. I saggi vertono tutti su argomenti di letteratura spagnola e ispanoamericana, scandagliati nei secoli dalle origini al Novecento.
28,00

La didattica del diritto. Paradigmi, casi ed esperienze

Libro: Copertina morbida

editore: Ledizioni

anno edizione: 2022

pagine: 273

Il tema della didattica del diritto è da sempre ineludibile nella riflessione sulla formazione delle nuove generazioni di giuristi e giuriste, perché incide sulla produzione di una società più giusta e democratica attraverso la diffusione di una conoscenza civica a tutti i livelli. Alla luce dei processi di mutamento delle fonti e del continuo naturale evolversi del sapere giuridico occorre interrogarsi sullo scopo dell'insegnamento del diritto, andando oltre il mero trasferimento di conoscenze tecniche o pensieri dogmatici. Il diritto è un fenomeno complesso e acquisire abilità e competenze in questa disciplina implica apprendere la capacità di affrontare situazioni nuove, giacché ognuna di quelle avrà anche aspetti che la differenziano da tutte le altre. Lungo questa linea di pensiero, il volume si propone di indagare e approfondire le modalità del trasferimento del sapere giuridico per un diritto in continuo mutamento. Prefazione di Susanna Pozzolo e Giacomo Viggiani.
20,00

I quaderni di prassi ecdotiche della modernità letteraria. Volume 6

Libro: Copertina morbida

editore: Ledizioni

anno edizione: 2022

pagine: 384

La crescita di studi e ricerche nell'ambito della trasmissione dei testi nell'epoca della "Modernità Letteraria" - o dell'editoria moderna, per utilizzare una categoria appartenente alla storia del libro che introduce implicitamente le caratteristiche di pubblicazione di un'età compresa tra il secondo Settecento e il XXI secolo - richiede un'attenzione specifica che, dentro il vasto campo della filologia della letteratura italiana, si confronti con le trasformazioni introdotte negli ultimi due secoli e mezzo nell'edizione dei testi letterari, provenienti dal passato o contemporanei. Nuove prospettive di studio e di ricerca comportano inevitabilmente nuove riflessioni metodologiche e critiche, che vanno ad aggiungersi a quelle consolidate da tempo nelle pagine di critica testuale. Centro dell'attenzione è dunque l'approfondimento, attraverso le sollecitazioni della filologia dei testi a stampa e della filologia d'autore, delle modalità di trasmissione dei testi letterari attraverso le scelte degli editori, intesi sia nel più stretto senso della filologia, in quanto curatori di testi, sia in quello più ampio di produttori di libri. Questo centro di interesse può essere sintetizzato sotto l'espressione «prassi ecdotiche della modernità letteraria» e proprio muovendo dalle considerazioni fin qui esposte (sviluppate all'interno del Seminario annuale che, con il titolo «Prassi ecdotiche», si tiene dal 2008 all'Università degli Studi di Milano, e in particolare, oggi, nel dipartimento di Studi letterari, filologici e linguistici), nasce l'iniziativa di questa pubblicazione on line che porta - appunto - l'esplicito titolo Prassi Ecdotiche della Modernità Letteraria. L'obiettivo della rivista è quello di diventare sede di confronti e scambi tra coloro che con metodologie a volte diverse, ma con intenti sempre comuni, sono impegnati concretamente nello studio dei testi, in particolare degli ultimi secoli: dagli autografi con i loro diversi stati testuali, alla prima stampa e alle successive. Un confronto che necessariamente coinvolge le questioni che ogni edizione - critica, genetica, scientifica o destinata alla sola lettura - porta sempre con sé.
35,00

L'ultima comunità. I primi vent'anni di Wikipedia

di Oscar Ricci

Libro: Copertina morbida

editore: Ledizioni

anno edizione: 2022

pagine: 109

Nel 2021 Wikipedia ha compiuto vent'anni di vita. Dal 2001 a oggi è cresciuta costantemente, diventando uno degli attori più importanti che contribuiscono a definire quella che sarà considerata la verità storica di un avvenimento. Wikipedia rappresenta anche il successo di un ethos comunitario che ha alimentato le più importanti conquiste del web collaborativo e che ora sembra messo in crisi in uno scenario dove l'accesso alla rete è sempre più intermediato da piattaforme digitali commerciali. Nonostante la centralità complessiva di Wikipedia nella produzione e diffusione di informazioni, nella costruzione di significati condivisi e, quindi, nella sedimentazione di un sapere collettivo, le dinamiche sottese al suo funzionamento sono ancora in larga parte sconosciute al di fuori dalla cerchia dei suoi collaboratori. Chi decide quali voci si possono pubblicare? Chi fa parte della comunità wikipediana? Come si raggiunge un accordo sui contenuti delle voci? Questo libro è un tentativo di rispondere a queste domande e di ricostruire la genesi e la struttura del progetto wikipediano.
18,00

La regia lirica tra autonomia e retaggio storico. L'esempio del «Serse» di Händel

di Eleonora Calabrò

Libro: Copertina morbida

editore: Ledizioni

anno edizione: 2022

pagine: 151

Quanto e come la regia d'opera lirica è stata contaminata? E questa può dirsi autonoma e legittimamente caratterizzata da tratti peculiari e vincolanti? In che misura le contaminazioni e le ibridazioni provenienti da altri linguaggi artistici possono mettere in discussione l'originalità e la legittimità della disciplina? In questo libro si è cercato di rispondere a queste domande attraverso un lavoro di ricerca storica e di analisi diretta di una messa in scena emblematica come quella di Gabriele Vacis: Serse. «Il Serse è un'opera poco rappresentata, credo immeritatamente. Per questo l'abbiamo scelta. [...] Una trama così complicata da diventare nient'altro che traccia che tiene il filo non ad una storia ma ad una sequenza di stati d'animo, di sentimenti. [...] Nel Serse la storia, il plot narrativo, è talmente complesso che credo si possa "sospendere": le parole rimangono lì, come congelate, diventano organiche alla musica. [...] E questo libro di Eleonora Calabrò è una testimonianza diretta del percorso della sua messinscena.» (dalla prefazione di Gabriele Vacis)
18,00

America 2135. Trecento anni nel futuro

di Mary Griffith

Libro: Copertina morbida

editore: Ledizioni

anno edizione: 2022

pagine: 133

America 2135 è la prima utopia americana pubblicata nel 1836 da una donna. L'autrice, Mary Griffith, era una botanica e geologa del New Jersey. Che sia sogno o realtà, il protagonista, Edgar Hastings, si risveglia trecento anni nel futuro e visita, guidato dal pro-pro-nipote, Filadelfia e New York. L'utopia di Griffith riflette gli entusiasmi della società americana proiettata verso il futuro durante la presidenza di Andrew Jackson. I progressi tecnologici e le riforme costituzionali hanno reso più prospera e vivibile una nazione trasformata innanzitutto grazie al raggiungimento della parità di genere in ogni campo, ma neppure nel 2135 il sogno americano è stato realizzato. America 2135 utilizza molti espedienti della narrativa utopica, che verranno ripresi e sviluppati da autori come William Morris o Edward Bellamy e anche da scrittrici come Charlotte Perkins Gilman.
14,90

AOQU. Achilles Orlando Quixote Ulysses. Rivista di epica. Volume 2\2

Libro: Copertina morbida

editore: Ledizioni

anno edizione: 2022

pagine: 311

La rivista «AOQU» nasce da un progetto del gruppo di ricerca Ottava rima, avviato nel 2018, nel contesto di un Piano di Sostegno alla Ricerca del Dipartimento di Studi letterari, filologici e linguistici dell'Università degli Studi di Milano. Il gruppo, rivolto all'italianistica e in particolare all'ottava come ricettore di generi nel Rinascimento, ha pensato con la proposta di «AOQU» di aprire lo sguardo a un panorama più ampio in termini cronologici, geografici e disciplinari, per guardare all'epica non solo come genere, ma anche come registro e sistema valoriale che ha accompagnato l'uomo nel passato e tuttora lo accompagna nella lettura della realtà. Se il mondo marino è il luogo per eccellenza in cui l'eroe, e più in generale l'uomo, viene messo alla prova attraverso le sfide della fortuna, il fascino dell'ignoto e le prove del viaggio, l'epica che gli dà voce non soltanto fornisce un diverso sistema di scenari, episodi, imprese ed avversari rispetto a quello dell'epica militare di terra, ma impone anche una retorica differente e un campo metaforico altro: questioni che meritano una trattazione autonoma. Il secondo numero di «AOQU», dunque, percorre un viaggio non solo nei mari noti della letteratura occidentale, lungo rotte segnate da alcuni dei capolavori del passato, ma sperimenta anche più arditi pileggi in acque poco frequentate o lontane.
35,00

Un mondo cambiato all'improvviso. Il lungo iter per la partecipazione della Russia all'OMC, la crisi ucraina e il regime sanzionatorio alla luce del diritto internazionale

di Luana Apostoli

Libro: Copertina morbida

editore: Ledizioni

anno edizione: 2022

pagine: 165

In questo volume l'autrice tratta della partecipazione della Russia all'OMC e dei suoi lunghissimi negoziati per l'adesione (i più lunghi della storia). Tanti sono stati gli adattamenti del diritto interno russo alle norme del diritto internazionale e la politica commerciale russa ha deciso di uniformarsi agli standard del commercio internazionale, ma a che scopo? Quali i vantaggi e gli svantaggi? E ancora, possiamo dire che l'economia russa ha davvero tratto vantaggi in seguito alla sua partecipazione all'OMC alla luce del fatto che solo un paio di anni dopo tale economia è stata colpita dal regime sanziona-torio seguito alla crisi ucraina? Il regime sanzionatorio può essere considerato una violazione del diritto internazionale, come sostiene la governance russa? A distanza di otto anni dall'invasione della Crimea e di Sebastopoli da parte delle truppe di Mosca, dopo numerosi appelli della comunità internazionale rivolti al sordo governo di Mosca per una de-escalation e per il rispetto degli Accordi di Minsk, oggi gli equilibri internazionali stanno vacillando e nel cuore dell'Europa si sta consumando una guerra fratricida che ci fa pensare che il mondo sia cambiato all'improvviso.
28,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.