Editore L'Ornitorinco - Ultime novità | P. 2

L'Ornitorinco

I diritti forzati. Conversazioni sulla follia a quarant'anni dalla Legge Basaglia

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2018

pagine: 207

Appare difficile per il giurista dominare la materia viva dell'esistenza, multiforme e cangiante, specie laddove si tratta di dare senso a ciò che un senso non sembra possedere. Eppure il diritto è un sapere incarnato, scritto sulla pelle degli uomini, il che consente alle norme giuridiche di cogliere e, al contempo, di essere influenzate dalla complessità e irregolarità dell'esistenza, trovando il modo di concettualizzarla senza cancellarla. In questa prospettiva si muovono i contributi ospitati in questo volume che, a quarant'anni dall'approvazione della legge "Basaglia", non hanno l'ambizione di fare il punto sui rapporti che intercorrono tra follia e diritto, ma di analizzarne virtualità, dissonanze e enigmi per cercare di ricomporre un'esperienza frammentata e complessa.
15,00

L'arte della smentita nella prima Repubblica

di Enzo Andreis

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2018

pagine: 108

La politica, in certe epoche, è lotta durissima o addirittura cruenta; in certe altre è adagiarsi nell'accettazione di un regime; in altre ancora è un'Arte raffinata e allo stesso tempo una strategia per prevalere sugli avversari con metodi che possono sembrare ancora tolleranti, ma in realtà spietati, e spesso ipocriti. L' "Arte della smentita nella prima Repubblica" ne fornisce un esempio, piccolo ma preciso. Una imperdibile occasione per rivivere avvenimenti, polemiche, scandali, momenti drammatici della nostra storia recente. In appendice due contributi di Johnatan Swift e John Arbuthnot.
12,00

Milano by phone. Appunti visivi urbani

di Mauro Terlizzi

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2018

pagine: 172

"Ciò che segue non è stato realizzato con lo scopo di farne una mostra o un libro. Alla base di questi scatti c'è solo la mia istintiva volontà di 'cogliere' ciò che Milano offre agli occhi e alla mente, come visioni, sensazioni e emozioni cromatiche e di forma. Un'offerta che, però, ho deciso di cogliere attraverso un mezzo di vita non finalizzato, cioè il mio iPhone, tenuto in tasca durante le mie giornate attraverso la città, vincolando la realizzazione alla pubblicazione sui miei profili personali di Facebook e Instagram. Da qui scatti sempre in formato 'quadrato', ottimizzati per gli standard di dimensione dei banner. Il taglio, ammetto, talvolta l'ho realizzato con qualche ingrandimento 'modifica immagine' di iPhone, ma solo per riprodurre ciò che il mio colpo d'occhio aveva colto, in un palazzo, come su un marciapiede o in una 'trama' di linee e materia casualmente incontrata. Così anche per la manipolazione di contrasti e saturazioni che rappresentano le mie sensazioni nell'incontrare un'emozione visiva donatami dalla mia città. Insomma, una sorta di 'selfie' del mio stato d'animo."
19,00

Storia delle tessere socialiste. Testimonianza di un impegno per il progresso e l'emancipazione sociale

di Angelo Molaioli

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2018

pagine: 83

"Chi non ha la tessera non é iscritto al Partito". Questa lapidaria frase compare sulle prime tessere socialiste, a riprova dell'importanza attribuita, fin dalle origini del socialismo, all'adesione formale alle strutture territoriali del Psi. La tessera, dunque, come adesione alle lotte e agli ideali socialisti, prova concreta e tangibile dell'essere socialista, primo segno distintivo, gelosamente conservato e spesso ostentato a dimostrazione della propria fede politica. In questa pubblicazione sono riportate tutte le tessere del Psi, con un commento per comprendere meglio il loro significato storico e politico.
12,00

Come abbiamo venduto l'America. L'incredibile storia dell'uomo che ha esportato l'ideale americano in ogni angolo del mondo

di George Creel

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2018

pagine: 458

"Era estremamente importante che, in questa guerra, l'America fosse percepita non come un uomo forte e ben armato, ma come un uomo forte e ben armato che crede nella causa per cui combatte. Era necessario l'aiuto di qualcuno che comprendesse perché eravamo in guerra, e, con queste parole, mi riferisco non solo a qualcuno che riuscisse a capire la difficile situazione internazionale, ma a qualcuno che cogliesse lo spirito che ci spingeva a entrare in guerra e ciò per cui combattevamo. Le guerre sono combattute talvolta per conquistare territori, talvolta per aspirazioni dinastiche e talvolta nel nome di idee e ideali. Noi combattevamo nel nome di idee e ideali, e qualcuno che ne fosse consapevole, e lo sapesse, doveva dirlo e continuare a dirlo finché tutti vi avrebbero creduto. Questa fu una delle funzioni del Comitato per l'informazione pubblica." (dalla Prefazione)
20,00

Nietzsche disintossicato. Temi e mitemi sulla verità negli scritti giovanili

di Richard Davies

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2018

pagine: 204

Il breve scritto di Nietzsche "Su verità e menzogna in senso morale" risale al 1873 ed è destinato a diventare uno dei suoi testi più influenti in una larga gamma delle discipline letterarie, umane e sociali nella seconda metà del Novecento per le sfide che lancia all'idea che il linguaggio possa essere portatore di verità. Mettendo alla gogna una serie di fraintendimenti sul funzionamento delle lingue naturali e sul ruolo della verità nelle nostre interazioni comunicative, Nietzsche mobilita una batteria di argomentazioni a sostegno di quella diffidenza nei confronti della mera nozione di oggettività che spesso si chiama "post-moderna". Il presente volume cerca di diagnosticare i nodi argomentativi ("mitemi") che hanno portato a questo atteggiamento tossico, e di toglierne il veleno.
18,00

Salute e medicina a Milano. Sette secoli all'avanguardia

di Giorgio Cosmacini

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2018

pagine: 233

"Si è già parlato di "Milano capitale sanitaria" con riferimento agli oltre centocinquant'anni decorsi dalla unificazione politico-territoriale d'Italia. Ora si può porre il quesito se, nel contesto della "idea di nazione" realizzata grazie a quanti dovettero farsi carico delle tante questioni dell'unità nazionale - ivi compresa la "questione sanitaria" -, sia giustificato ribadire la tesi per cui, accanto alle capitali della politica - Torino, Firenze, Roma -, Milano abbia titoli per meritare, oltre alla designazione di capitale economica e al "mito di capitale morale", il riconoscimento unanime di "capitale della salute". Questo libro propone una risposta al quesito, senza boria campanilistica e senza l'autoreferenzialità affermatasi nel ventennio più prossimo a noi. Esso esplora non un mito, ma le ragioni e le priorità che hanno fatto e fanno di Milano il polso sanitario del paese, il cuore pulsante delle risorse umanitarie, la mente pensosa dei problemi medici inerenti alla provvidenza-prevenzione-promozione della salute: una città, da sempre, all'avanguardia in Italia". (dalla Premessa)
15,00

Una prece, una lacrima. Le lapidi cimiteriali, specchi di pietra della società

di Paola Redemagni

Libro

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2017

"Come si vedono, in cosa credono, in quali valori si riconoscono gli uomini e le donne dell'Ottocento e del primo Novecento? Quale immagine vogliono lasciare di sé dopo la propria scomparsa? La struttura sociale, i ruoli, la cultura, le convenzioni dell'epoca si rispecchiano fedelmente nell'epigrafia del tempo: le lapidi divengono altrettanti specchi di pietra che rimandano con esattezza l'immagine che l'intera collettività intende tramandare e in cui si riconosce. Nel corso degli anni si costituisce uno standard di valori comuni, che si ripete con regolarità: il volto condiviso del ricordo, che dà vita a formule simili, declinate secondo il genere maschile o femminile. Più che i fatti reali, le iscrizioni riportano modelli ideali, copie conformi dei valori e delle convenzioni del tempo: abilità negli affari, onestà, religiosità, amore, rassegnazione al dolore." (alla Prefazione)
22,00

I segreti di Crewe House

di Stuart Campbell

Libro

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2017

"Ci vuole un certo coraggio per andare ad aggiungersi alla lista apparentemente senza fine dei libri sulla guerra. Questo volume, invero, trae la sua ragion d'essere dal racconto di un'operazione storica, sotto alcuni aspetti pioneristica: è la storia straordinaria della propaganda diretta ai paesi nemici nel 1918. [...] Molti fatti interessanti, addirittura drammatici, non potranno mai essere divulgati: sarebbero violati gli accordi con persone che hanno svolto un servizio di valore con sprezzo del pericolo, e potrebbero essere esposte a rappresaglie. Le attività di Crewe House supereranno ogni giudizio grazie ai risultati. I commenti tedeschi sul dipartimento del visconte di Northcliffe non lasciano spazio ad alcun dubbio rispetto al verdetto dei paesi nemici." Recita così la Prefazione dell'autore alla prima edizione nel 1920 di questa avvincente storia della propaganda britannica durante la Prima guerra mondiale. Altri libri erano usciti, altri ancora usciranno, ma sicuramente questo non passerà inosservato, e sarà parte di un'ampia polemica sull'uso della propaganda, per alcuni della menzogna, in tempo di guerra che lacererà l'opinione pubblica inglese ed europea.
10,00

Notti sul Carso

di Antonio Greppi

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2017

pagine: 244

Se la storia di Antonio Greppi sindaco della Liberazione è stata ampiamente analizzata, meno nota è la sua passione per il teatro e la letteratura. Fra le altre opere, Greppi fu autore di un intenso diario sull'esperienza della Prima Guerra mondiale, cui prese parte dal 1916 al 1918. Basato sugli appunti trascritti durante le lunghe giornate al fronte, il diario venne scritto solo nel 1937, quando Greppi era ormai padre di famiglia e avvocato, sorvegliato dal regime perché socialista. Prefazione di Barbara Bracco. Introduzione di Jacopo Perazzoli
18,00

La privacy nell'età dell'informazione. Concetti e problemi

Libro

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2016

pagine: 246

Se è corretta la definizione di privacy, recentemente riproposta, in termini di controllo individuale sul modo in cui si rappresenta sé stessi e ciò che è proprio, non c'è dubbio che la configurazione originaria di internet costituisse per la privacy una promessa senza precedenti. Ben presto tuttavia, in un quadro di crescente interesse dei governi e dei colossi commerciali per l'attività in rete delle persone, l'illusione di un pieno controllo degli individui sulle proprie identità "digitali" si è tramutata nella preoccupazione per il controllo sempre più penetrante sugli individui da parte di organizzazioni statali e private. L'importanza delle problematiche legate alla sempre più penetrante sorveglianza resa possibile dallo sviluppo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione è ampiamente documentata nei saggi raccolti in questo volume, che in una prospettiva giuridica, filosofica e sociologica si occupano di temi oggetto di vasto dibattito quali il diritto all'oblio, il controllo del lavoratore sul luogo di lavoro, il nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati personali, i nessi tra privacy e diritto d'autore, la consapevolezza dei costi in termini di riservatezza delle proprie azioni che le persone pagano accettando i servizi e le comodità offerti dalle attuali tecnologie. Saggi di Matteo Giacomo Jori, Luca Pelliccioli, Pierluigi Perri, Persio Tincani, Giovanni Ziccardi.
20,00

Memorie d'un cronista d'assalto

di John Cappelli

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2016

pagine: 222

Queste Memorie sono la narrazione di una straordinaria figura del giornalismo italiano e statunitense degli anni della Guerra fredda. Comunista della sinistra bordighiana, statunitense di nascita, legatissimo alla famiglia di origine e all'Italia, Cappelli fu per decenni bestia... rossa dell'FBI, che nulla poteva rimproverargli se non le sue idee. La biografia percorre l'infanzia newyorkese, gli anni di guerra tra Roma e Abruzzo, il rientro in America, il giornalismo militante e quello professionale in America e fuori, sino all'improvvisa malattia. Nella biografia il ritratto dell'Italia fascista e di quella liberata, la "presa diretta" dell'America profonda e dell'intimo italoamericano, il racconto di una vasta galleria di personaggi della cultura e della politica mondiali. Spirito giacobino, Cappelli non sfugge all'autocritica, chiamando le ideologie a tacere davanti ai rischi corsi dal pianeta.
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento