Editore L'Ornitorinco - Ultime novità | P. 4

L'Ornitorinco

Storie di architetti e ingegneri. Variazioni su temi milanesi

di Augusto Rossari

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2013

pagine: 167

Con questa raccolta di scritti, frutto di venticinque anni di ricerca e insegnamento, Augusto Rossari ricostruisce un percorso attraverso le vicende culturali milanesi, passando dalla storia urbana tra la seconda metà dell'Ottocento e l'inizio del Novecento a temi di carattere più spiccatamente architettonico per quanto riguarda il "secolo breve". L'attenzione è posta sui "tecnici" - architetti, ingegneri, pubblici amministratori - di fronte ai problemi della industrializzazione, della nuova dimensione della città e delle ricostruzioni dopo i due conflitti mondiali. Vengono delineati i profili di alcuni architetti milanesi, non solo e non sempre per nascita, ma soprattutto per scelta elettiva, che li porta a vivere e lavorare nella nostra città, come Luca Beltrami, Gabriele Mucchi, Elio Frisia, Carlo De Carli, Franco Albini e Ernesto Nathan Rogers.
15,00

Chi ha governato in Lombardia (1970-2005). La formazione del ceto politico

di Giuseppe Nigro

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2013

pagine: 173

"Ecco, 'Chi ha governato in Lombardia (1970-2005)' di Giuseppe Nigro rientra per li rami in quelle ricerche volte ad approfondire la formazione e il ruolo della classe politica in una particolare istituzione politico amministrativa, la Regione Lombardia, ed in un preciso periodo storico, gli anni 1970-2010. L'opera documenta come con il trascorrere del tempo quel vento di rinnovamento del modo di fare politica e del reclutamento della classe dirigente auspicato dal primo presidente della Giunta regionale, Piero Bassetti, nel suo Discorso di insediamento come una lunga marcia attraverso le istituzioni per far sì che il cittadino non sia più amministrato, ma amministrante cioè protagonista attivo del vivere assieme, si sia sempre più affievolito nel non essere riuscito a cercare un ricambio generazionale duraturo e stabile né di mentalità né di cursus honorum della classe politica regionale, che si è quasi sempre adagiata a scimmiottare l'immobilità della classe politica nazionale. " (dalla Prefazione di Robertino Ghiringhelli)
20,00

Socialisti e terroristi 1978-1982. La lotta armata e il PSI: indagini e testimoni

di Chiara Zampieri

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2013

pagine: 232

"Il terrorismo di sinistra non è un fenomeno esclusivamente italiano. Alla fine degli anni Sessanta gruppi simili alle Brigate rosse (Br) e Prima linea (Pl) compaiono in altre democrazie industriali... Caratteristica esclusiva del nostro Paese, per altro, è l'aver dovuto registrare un terrorismo di sinistra che ha raggiunto capacità offensive di entità decisamente maggiore rispetto ad ogni altra situazione e assai più persistenti nel tempo (le "prime" Br durano per circa 15 anni); per di più con tendenza alla riemersione ciclica, quasi che la violenza terroristica sia un fiume carsico che non cessa mai di scorrere, neppure quando la storia sembra chiusa. Ben si comprende, allora, perché la letteratura sul terrorismo italiano di sinistra (dopo i primi anni di silenzio imbarazzato o negligente) vada sempre più arricchendosi, con saggi o lavori documentari-giornalistici nei quali la riflessione etico-politica si intreccia con la ricostruzione delle vicende legate alle principali organizzazioni clandestine. Questa ricerca di Chiara Zampieri arricchisce la bibliografia in materia, affrontando il tema dei rapporti intercorsi fra alcuni esponenti del Psi ed i movimenti della sinistra extraparlamentare nell'arco cronologico compreso fra il 1978 ed il 1982". (dalla Prefazione di Gian Carlo Caselli). Postfazione di Carlo Fumian.
15,00

I mastini della terra. La destra israeliana dalle origini all'egemonia

di Paolo Di Motoli

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2013

pagine: 367

Quando Menachem Begin vinse le elezioni del 17 maggio 1977 la storia di Israele giunse ad una svolta epocale. Per la prima volta una coalizione di destra (il Likud) avrebbe governato il paese rompendo tre decadi di potere laburista e inaugurando un'egemonia che, specie sulla questione dei confini dello stato, dura ancora oggi. Dopo Begin i leader della destra israeliana furono il falco Yitzhak Shamir, il giovane Benyamin Netanyahu e il vecchio generale Ariel Sharon. La storia di questa parte politica e dei suoi leader è poco conosciuta e studiata, ma aiuta a comprendere le continue tensioni della politica israeliana e la difficoltà per ogni primo ministro di "ritirarsi" da "Eretz Israel" consegnando "terra ebraica" al nemico palestinese. Prefazione di Sergio Romano.
20,00

Novant'anni di socialismo. Scritti scelti

di Antonio Greppi

Libro

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2012

Antonio Greppi, il sindaco della Liberazione, è stato definito un socialista cristiano perché ha sempre messo l'uomo al centro delle sue attenzioni e delle sue cure. Allievo di Filippo Turati, dal 1919 fino alla propria morte partecipò alla vita politica italiana, sempre da socialista riformista. Direttore de "La libertà", settimanale della gioventù del PSU, collaboratore di "Critica sociale", negli anni del fascismo fu tra i protagonisti della ricostituzione del PSI, cosa che pagò con il carcere. Espatriato in Svizzera, fu raggiunto dalla notizia della uccisone del figlio Mario ad opera dei fascisti. Rientrato in Italia partecipò alla lotta partigiana nelle Brigate Matteotti e fu indicato dal CLNAI quale sindaco di Milano, incarico che assunse il 27 aprile del 1945. Impegnato nella ricostruzione di Milano, Greppi viene premiato dai milanesi con un risultato elettorale straordinario, che faceva del Partito socialista il primo partito. Dal 1951, lasciata la carica di sindaco, partecipò a tutte le vicende del socialismo italiano, schierandosi prima con Saragat e rientrando nel PSI dopo la battaglia contro la legge truffa. Parlamentare per due legislature, fu anche un brillante avvocato e un prolifico autore di drammi, saggi e racconti.
15,00
9,00

Primarie. Istruzioni per l'uso. Storia, modelli, casi e alcune considerazioni

di Mauro Terlizzi

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2012

pagine: 122

10,00

La seduzione del pavone. Quando Stati Uniti e Iran erano amici

di Valentina Vantaggio

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2012

pagine: 268

Le vicende della Seconda Guerra mondiale e l'inizio della Guerra fredda costituiscono lo sfondo sul quale si muovono i protagonisti dello studio di Valentina Vantaggio, Iran e Stati Uniti, in un percorso di avvicinamento che vede il "lento ma inesorabile coinvolgimento americano nel paese mediorientale". La Vantaggio prende in esame le relazioni bilaterali tra i due paesi dal 1941, anno in cui gli americani entrano in guerra e lo scià Muhammad Reza Pahlavi sale al trono del pavone per volere degli alleati, al 1949, data della prima visita di Stato del sovrano negli Stati Uniti. Se per Teheran gli Stati Uniti, che molti popoli del Terzo Mondo vedono come il principale alleato nella lotta contro il colonialismo, rappresentano una terza forza in grado di controbilanciare la presenza anglo-sovietica nel paese, per Washington l'Iran rappresenta invece un paese strategicamente importante nella nuova realtà internazionale. Si dovrà attendere però il 1953 per un coinvolgimento americano in Iran più risoluto. Prefazione di Farian Sabahi.
25,00

La sinistra arancione. Da Milano all'Italia?

di Tommaso Greco, Jacopo Perazzoli

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2012

pagine: 113

10,00

L'esercizio e le riforme. Filippo Turati e il socialismo

di Maurizio Punzo

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2011

pagine: 372

Quale senso ha oggi rileggere l'azione e il pensiero di Filippo Turati? E perché, per quanto misconosciute, le sue indicazioni sono state alla base del percorso politico della nostra storia repubblicana? Forse semplicemente perché la riflessione e l'opera di Turati, inscindibili da quelli di Anna Kuliscioff, compagna non solo di vita, costituiscono l'espressione più alta e matura del socialismo italiano. Un socialismo riformista che ha contribuito a fare dell'Italia un paese civile, fondato sul riconoscimento della libertà politica e dei diritti dei lavoratori (e delle lavoratrici). Un socialismo riformista che senza Turati, definito da tutti, uomini e donne, senza retorica e senza piaggeria, il Maestro, non sarebbe mai stato in grado di indicare la strada per lo sviluppo di una democrazia moderna e condivisa.
30,00

Meglio che noi stessi. Narrare il consumo al tempo della crisi

di Gian Paolo Parenti

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2011

pagine: 200

20,00

La ginnastica sale in cattedra. L'educazione fisica nell'ordinamento scolastico italiano dall'Unità ad oggi

di Enrico Landoni

Libro: Copertina morbida

editore: L'Ornitorinco

anno edizione: 2011

pagine: 172

Nel travagliato processo che ha condotto all'emergere di una nostra specifica identità nazionale, un ruolo davvero centrale è stato svolto dalla ginnastica e, più in generale, dal movimento sportivo. Ripercorrerne la storia significa quindi spingersi alle radici del nostro Stato.
20,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento