Editore Miraggi Edizioni - Ultime novità | P. 2

Miraggi Edizioni

Angolo nullo

di Jaime Andrés de Castro

Libro: Copertina morbida

editore: Miraggi Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 96

Dalle difficoltà dell'integrazione, alla volontà di crearsi un'identità. Dalle denunce contro gli interessi del mondo esterno, alla scoperta di territori interiori. Dal giorno come obbligo e affanno, alla notte come liberazione e sicurezza. Dall'amore, alla solitudine. "Angolo nullo" sono i versi di una vita che esiste, ma cerca di non mostrarsi per quello che è.
10,00

Onde lunghe. Testo russo a fronte

di Sergej Timoffev

Libro: Copertina morbida

editore: Miraggi Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 160

"Onde lunghe" è dedicato agli elementi dell'acqua e dell'etere radiofonico, e raccoglie i migliori testi di alcune delle raccolte poetiche pubblicate da Timofeev negli ultimi dieci anni. Che cosa potrete trovare in "Onde lunghe"? Troverete versioni alternative della realtà e dediche a icone pop semidimenticate; vi racconterà delle passeggiate di un padre e di un figlio e degli afterhour notturni per Riga. Quando prenderete in mano "Onde lunghe", andrete al mare, anche se non vi muoverete di un centimetro. Qui, dove si incontrano il mare e la terraferma, la prosa breve e la poesia, dove i loro ritmi si sferzano a vicenda come onde su una riva che si allunga fino all'orizzonte, qui c'è un punto di quiete. Quale? Trovatelo voi.
16,00

La capra di Chagall

di Mario E. Bianco

Libro: Copertina morbida

editore: Miraggi Edizioni

anno edizione: 2019

12,00

Pontescuro

di Luca Ragagnin

Libro: Copertina morbida

editore: Miraggi Edizioni

anno edizione: 2019

pagine: 160

C'era una volta, nella bassa padana, un pontescuro costruito con pietre, sangue e nebbia, in mezzo al vuoto dei campi. Intorno al ponte, sulle due rive che annoda, sono sorti poi un castello, dove abitano da sempre i padroni, e un villaggio, Pontescuro, dove abita da sempre la malora. Ovunque intorno, la nebbia, antica e onnisciente. Nel 1922, anno di marce e violenza, la bellissima Dafne Casadio, la figlia del padrone, viene trovata morta con un nastro rosso intorno al collo. La nebbia, il fiume, la ghiandaia, la blatta sanno chi è stato a stringere quel nastro rosso fino al buio; ma di tutte le anime che vivono a Pontescuro, sarà l'unica innocente a essere accusata del delitto. Pontescuro è il male dove abita l'uomo. Pontescuro è una storia sul male che abita l'uomo. Senza tempo, come la nebbia, senza ragione, come l'assassinio, senza salvezza, forse, se non per chi il male non ha mai abitato.
16,00

Quasi tutti. Microtensori e prose in prosa 2008-2010-2018

di Marco Giovenale

Libro: Copertina morbida

editore: Miraggi Edizioni

anno edizione: 2018

10,00

Primo amore. Testo russo a fronte

di Ivan Turgenev

Libro: Copertina morbida

editore: Miraggi Edizioni

anno edizione: 2017

pagine: 224

Primo amore, composto nel 1860, è una «povest' (racconto lungo), che però nella biografia artistica dell'autore ricopre un ruolo di primo piano», ci dice Massimo Maurizio nell'introduzione al volume. Il romanticismo, con tutto il suo mondo, è già anacronistico all'epoca della stesura, ma consente al grande scrittore russo di aprire una finestra critica - a tratti compiaciuta - sul progressivo disfacimento di una società. «Turgenev si fa beffa delle pose dei suoi personaggi», e anche dell'Amore, che è un inutile gioco di società, un capriccio non senza cattiveria. Ne fa le spese il più giovane, che al suo "primo amore" perde l'innocenza, venendo scavalcato nelle grazie della bella principessina di cui si innamora dal proprio padre (e con questo, probabilmente, fa un passo decisivo, per quanto sofferto, nel passaggio da ragazzo a uomo).«Lo scandalo seguito alla pubblicazione di Primo amore è spiegabile, ovviamente, con la visione moralistica e ipocritamente bigotta delle relazioni sociali, ma anche - forse - con il riconoscersi dei critici e dei lettori nella narrazione impietosamente realistica delle macerie di un tempo che non riuscì a fare mai davvero i conti con se stesso.»
18,00

Dura mater

di Ada Sirente

Libro: Copertina morbida

editore: Miraggi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 144

Mariella è nel letto numero 5 della terapia intensiva. Una cicatrice demarca il confine tra un limbo di visioni e la realtà che le sfugge. È in coma farmacologico: crede di aver tentato il suicidio per amore, ma l'hanno operata al cervello per una malattia rara che non sapeva di avere. Mariella dubita di sé, non riesce a ricostruire gli eventi; ma sarà quella della scienza, alla fine, la sola verità della consapevolezza ritrovata. Una cicatrice separa anche i due luoghi di Mariella: Roma, un fondale di carta, e l'Abruzzo, la sua terra antropologica, dove sopravvive la memoria della zia Elda, e dove talvolta la natura, offesa, porta morte e desolazione. Una cicatrice segna anche le due lingue di dura mater: l'affilato gergo medico e improvvisi tratti lirici con radici antiche. Alla fine, la strada da percorrere è una sola: quella del capetiempe dei contadini abruzzesi, il ripartire sempre da capo, superando il dolore delle sciagure, sia quelle individuali che collettive delle frane e dei terremoti. Postfazione di Sparajurij.
16,00

L'ultima lettera di Einstein

di Daniela Cicchetta

Libro: Copertina morbida

editore: Miraggi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 156

Siamo certi che passato, presente e futuro non siano dimensioni temporali simultanee? Tre storie intersecate grazie a dei viaggi astrali, narrate da Dunia, una donna della nostra epoca che nasconde un segreto: fin dall'infanzia è in contatto con altre due realtà femminili in diverse rappresentazioni temporali: Dymfna e Deena. Durante un viaggio a Stonehenge nel 2019 riceve un forte messaggio e, finalmente, accetta di rivelare quello che sa. Il romanzo racconta i percorsi individuali delle tre donne, inevitabilmente interconnessi, anche dal senso di responsabilità del genere umano per la salvaguardia del Pianeta. Ogni azione comporta un'inevitabile conseguenza nelle altre fasi temporali e il messaggio è forte e urgente: solo comprendendo che siamo tutti Uno, Natura inclusa, e agendo tempestivamente animati da una coscienza collettiva, ci salveremo. Introduzione di Paolo Restuccia.
15,00

Wanderwoman. Monologhi, racconti e trallallà

di Arianna Dell'Arti

Libro: Copertina morbida

editore: Miraggi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 112

Mi chiamo Arianna Dell'Arti, sono nata un lunedì del 1977, sono miope e astigmatica. Mi vergogno di portare gli occhiali. Ho paura della velocità. Sono scaramantica. Non guido in autostrada. Lavoro nel mondo dello spettacolo dal 1999. Nel cinema come aiuto regista, nel teatro come autrice, regista e performer. Sono maniaca della puntualità. Pigra nella vita, operativa nel lavoro. Millanto di andare a correre con regolarità. Sono una falsa estroversa. Mi piace stare da sola, andare sola al ristorante, camminare, e proprio nei ristoranti, i bar, per strada, raccolgo alcune delle storie che racconto. Fumo molto. La mia famiglia di origine è da tutte le parti, nei miei scritti, nei miei pensieri. La mia famiglia acquisita, formata da amici, luoghi, quartieri, strade, la si trova tra le righe, nelle atmosfere, nelle voci di alcuni personaggi. Questo libro è una raccolta di alcuni monologhi, racconti, dialoghi che ho scritto nel corso degli anni e mette in evidenza la mia ossessione per l'osceno.
12,00

Stracci e ossa

di Giorgio Olmoti

Libro: Copertina morbida

editore: Miraggi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 224

Il protagonista è un cinquantenne che torna a Udine, sua città natale, insieme alla sua compagna e al loro cane, poco dopo aver perso l'impiego nel mondo editoriale, per nulla dorato. La sua famiglia si era trasferita nel Nord-Est al seguito del padre militare, di stanza in una delle basi poste a ridosso della "cortina di ferro" durante la guerra fredda. Inseguendo i suoi ricordi cerca il caseggiato dove abitava da ragazzo, una palazzina anni '60 come tante, dove vivevano le famiglie dei militari, e lo trova abbandonato. Mentre la relazione con la compagna si logora inizia a entrare di nascosto nella palazzina e alla fine ne occupa un appartamento in rovina, lo stesso in cui aveva abitato molti anni prima. La casa vuota in cui si rinchiude nel sinistro caseggiato disabitato diventa una macchina della memoria che stravolge le sue percezioni e il corso del tempo, quello della sua vita come quello della narrazione, mentre anche il mondo esterno assiste a un evento che investe subdolamente la vita di tutti...
18,00

Nell'armadio

di Tereza Semotamová

Libro: Copertina morbida

editore: Miraggi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 224

Hana, la giovane protagonista del romanzo, torna improvvisamente a Praga dall'estero, dove vive, nascondendo a tutti il vero motivo. Una volta a casa non ha un posto dove vivere e non ha la minima idea di che fare della sua vita. Sua sorella deve buttare via un armadio, e le si accende una lampadina. Sistema l'armadio in un angolo nascosto del cortile dello stesso caseggiato e... ci va a vivere. Questa surreale, deprimente e a tratti buffa situazione diventa la metafora della ricerca del proprio spazio nel mondo, ovvero del senso dell'esistenza e dell'incessante affannarsi per qualcosa. ...
18,00

Parigi anno zero

di Giorgio Pirazzini

Libro: Copertina morbida

editore: Miraggi Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 154

Quando la piccola Valentina contrae la difterite, il padre Fabrizio deve attraversare una Parigi precipitata in una guerra civile immaginaria (ma non troppo) per trovare i farmaci che la salveranno. Sullo sfondo, un'Europa devastata da una catastrofe finanziaria (anch'essa purtroppo molto plausibile) e dalla recrudescenza di vari nazionalismi. Il viaggio di Fabrizio dura una notte, attraverso le zone della città controllate da formazioni paramilitari, il brulicare dei campi profughi, fra i mercanti di esseri umani, l'indifferenza dei potenti e la violenza dei fanatici, perseguitato dai rimpianti di quanto era facile la vita in tempo di pace. Parigi anno zero è il viaggio notturno di un padre che cerca di salvare la figlia - il suo futuro, il futuro di tutti. È una storia che nasce da una premessa molto semplice: la pace in Europa è data per scontata, ma non abbiamo la consapevolezza di essere la prima generazione dell'Europa occidentale che, negli ultimi duemilacinquecento anni, non ha mai vissuto una guerra.
15,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.