Monte Università Parma

Giorni d'inverno

di Frediana Fornari

Libro: Copertina morbida

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2013

pagine: 149

15,00

A casa del diavolo

di Evgenij Zamjátin

Libro: Copertina morbida

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2012

pagine: 122

Una guarnigione annoiata al centro di un paesaggio desolato, sentimenti forti e taciuti, violenze esplicite e accettate. A casa del diavolo di E. Zamjatin conduce il lettore attraverso un viaggio infernale - "terrificante", lo definisce il traduttore R. Fontanella -, tra le vicende di un piccolo gruppo di ufficiali di stanza "a casa del diavolo", tra sogni e aspirazioni di civili e il loro scontrarsi con un mondo fatto di volgarità, di superficialità e di morte. Scritto nel 1914 e presto dimenticato, il racconto fonde la crudeltà dei fatti con momenti di intensa poesia. Zamjatin ci riporta alle emozioni più profonde di uomini e di donne destinati a perdere l'originaria purezza e a corrompersi - o arrendersi - in una inarrestabile omologazione verso la bestialità. Il linguaggio è asciutto, ruvido e frammentato.
13,00

Arandora Star. Dall'oblio alla memoria-From oblivion to memory

di M. Serena Balestracci

Libro: Copertina rigida

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2008

pagine: 392

2 luglio 1940, ore 6.58: il transatlantico inglese "Arandora Star" è silurato e affondato da un sottomarino tedesco nell'Atlantico. In una piccola cappella di un cimitero dell'Appennino parmense si commemorano le vittime di questa sciagura, in cui trovarono la morte anche 446 italiani civili, emigrati e residenti in Gran Bretagna da decenni, mentre venivano trasportati come prigionieri in Canada. Come è potuto accadere, e perché questa vicenda è così poco conosciuta in Italia?
19,00

Il traduttore visibile. In principio era la parola... poi qualcuno la tradusse

Libro: Copertina rigida

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2007

pagine: 348

15,00

Ponte De Gasperi dai bozzetti all'opera finita

Libro: Copertina rigida

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2006

pagine: 208

In questo libro, corredato da numerose fotografie e disegni di progetto, si ripercorrono le tappe che hanno portato alla realizzazione del ponte sul torrente "Alcide De Gasperi" di Parma e alla scelta della tipologia architettonica. Si analizzano i momenti più significativi della fase progettuale e di quella esecutiva. Il testo, a cura di Pier Giorgio Malerba, illustra le problematiche connesse alla costruzione del ponte, dagli aspetti più tecnici alla questione dell'inserimento paesaggistico nel contesto urbano. Fotografie di Luca Piola.
50,00

La storia dell'arte: secoli XI-XV

Libro

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2020

100,00

Cinque lezioni su Parma romana

di Pagliara, Vera

Libro

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2020

pagine: 164

Il volume raccoglie i testi del ciclo di conferenze tenutesi a Parma, tra novembre e dicembre 2017, per la ricorrenza dei 2200 anni dalla fondazione romana della città. I temi delle lezioni, a carattere di alta divulgazione, sono stati selezionati allo scopo di fornire al pubblico anche non specialistico un quadro della vicenda storica di Parma dalla deduzione della colonia romana nel 183 a.C. all'epoca tardoantica: in prima istanza si è inteso guardare alla storia antica della città "con gli occhi degli antichi"; l'indagine si è quindi estesa a ripercorrere le tracce di persistenza delle strutture istituzionali della colonia romana al di là della 'fine' del mondo antico; approdo di tale itinerario storico (e storiografico) è stata una considerazione retrospettiva della romanità di Parma dalla visuale ideologicamente orientata in chiave autocelebrativa ad opera del regime fascista.
10,00

La quinta magia

di Rosalia Zabelli

Libro

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2020

pagine: 112

Tredici favole, adatte a bambini e ragazzi dagli 8 ai 12 anni, per spiegare temi e situazioni difficili che ognuno può incontrare nel corso della vita. Le favole affrontano argomenti della vita di oggi, trattati con delicatezza, ma anche con senso della realtà. Si parla di bulimia, violenza domestica, anoressia, accudimento dei genitori e, argomento non meno importante, speranza di magia!
25,00

La rivoluzione e la città. L'Ottocento reggiano nelle memorie di un sarto reazionario

di Fabrizio Solieri

Libro: Copertina morbida

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2019

pagine: 165

Filippo Braglia è un testimone singolare della complicata stagione dell'unificazione nazionale a Reggio Emilia. Di professione sarto, ma non indigente, animato da un profondissimo spirito religioso, egli esprime nelle sue Memorie un profondo scetticismo nei confronti dei cambiamenti politici, sociali e urbanistici che caratterizzano il suo tempo. Braglia annota gli avvenimenti della città in una lingua popolare, fortemente contaminata dal dialetto, scorretta, eppure efficace ed espressiva. Nelle sue pagine le rivolte e le repressioni, le fiere e i mercati, le processioni religiose e le recite a teatro si sovrappongono come spettacoli sullo stesso palcoscenico. La sua voce, al contempo ingenua e sagace, ci permette di indagare non soltanto sui fatti, ma anche sulla mentalità e sulla visione del mondo degli uomini della sua epoca.
12,00

Bibbiano. La culla ideale del «Re dei formaggi»

Libro: Copertina morbida

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2019

pagine: 143

Nel lontano 1100 dalla villa benedettina dei cluniacensi di Marola in Corniano (Reggio Emilia) inizia l'avventura del "formadio", il formaggio antenato del Parmigiano Reggiano, oggi indiscusso e ineguagliabile protagonista sulle tavole dei buongustai di tutto il mondo. Attraverso una puntuale ricognizione storica che si avvale di documentazione in parte inedita, queste pagine restituiscono l'unicità del "Re dei formaggi", signore di un regno, quello di Bibbiano, dove natura e sapienza umana da circa un millennio concorrono alla sua creazione, dalla "culla", alla stagionatura, alla marchiatura finale. Quello che tiene unito questo libro è un prezioso filo verde, quello intrecciato con gli steli delle 100 erbe e i relativi 100 fiori e i 100 profumi dei secolari prati stabili bibbianesi; un filo che lega indissolubilmente le "anime" del Parmigiano Reggiano dop: storia, cultura, ambiente, bontà e salute.
15,00

Insegnare con piacere e studiare con profitto

di Enzo Tonti

Libro: Copertina morbida

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2019

pagine: 134

Enzo Tonti, professore universitario ora in pensione, è stato affascinato, fin da giovane, dall'esistenza di analogie tra le diverse teorie della fisica: anni di appassionato studio lo hanno portato a scoprire la ragione della loro esistenza, pervenendo così alla costruzione di un unico schema di classificazione delle loro variabili. Tale schema è oggi conosciuto come "Tonti diagram" Accanto alla ricerca scientifica, l'autore ha svolto con grande soddisfazione quasi cinquant'anni di insegnamento universitario. In queste pagine propone suggerimenti, riporta aneddoti e testimonianze di grandi uomini del passato per offrire spunti di riflessione a chiunque sia coinvolto nella formazione, insegnanti e studenti. Il libro si basa sull'esperienza didattica dell'autore, che qui consiglia ai docenti delle scuole, di qualunque ordine e grado, alcuni principi generali, ribadendo, prima di tutto, che l'insegnamento è una fonte di soddisfazione; e dall'altra parte, forte di una lunga esperienza come esaminatore, indica agli studenti importanti regole per un proficuo apprendimento. Il bellissimo aforisma "I giovani non sono vasi da riempire, ma fiaccole da accendere": attribuito a Plutarco, impone che l'insegnante riesca a suscitare l'interesse e possibilmente l'entusiasmo negli studenti, aiutandoli a esplorare le loro potenzialità. Questo è anche il monito dell'autore, la missione del docente, possibile solo se egli ha passione per la sua materia. Prefazione di Tullio De Mauro.
13,00

Giuseppe Moroni tra Novecento italiano e Scuola Romana. Catalogo della mostra (Cremona, 10 maggio-28 luglio 2019)

di Maurizia Bonatti Bacchini

Libro: Copertina morbida

editore: Monte Università Parma

anno edizione: 2019

pagine: 111

«Si inaugura al Museo Civico la mostra dedicata a Giuseppe Moroni, artista cremonese che, dopo avere frequentato il corso di arti ornamentali all'Istituto Ala Ponzone di Cremona, si trasferì prima a Milano e poi a Roma. L'artista mantenne comunque il suo legame con la città, come testimoniato dalla sua donazione nel 1931 di un quadro al Museo e successivamente, con disposizione testamentaria, altre cinque opere, rappresentative del suo percorso artistico. A questo importante nucleo, la mostra affianca una quarantina di opere che sono state realizzate negli anni Venti e Trenta del secolo scorso. Ancora un altro appuntamento dedicato al Novecento. Dalla mostra sul Premio Cremona è iniziato un percorso di conoscenza e riscoperta della nostra storia, che ha confermato il valore artistico del nostro Novecento. Moroni ha partecipato al Premio Cremona: in 'Colonie fluviali' rappresenta gruppi di giovani su una spiaggia su un'ansa del Po, in prossimità di Cremona. Ancora un legame con la sua città, la nostra città. [...].» (Gianluca Galimberti Sindaco e Assessore alla Cultura Comune di Cremona)
20,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.