Il tuo browser non supporta JavaScript!

Nerosubianco

Ritorno al Polo Nord. La Tenda Rossa 2.0

di Gerardo Unia, Giuseppe Biagi

Libro: Copertina morbida

editore: Nerosubianco

anno edizione: 2019

pagine: 216

Il 25 maggio del 1928, dopo aver raggiunto il Polo Nord, l'aeronave Italia si schianta sul pack. Dieci uomini e la cagnetta Titina (mascotte della spedizione) sono sbalzati sui ghiacci, mentre altri sei restano nell'involucro che riprende il volo dopo l'urto e non sarà mai più ritrovato. Tra i nove uomini sopravvissuti sul pack, al riparo nella Tenda Rossa, oltre a Umberto Nobile, ci sono Adalberto Mariano, ufficiale di Marina e Giuseppe Biagi, radiotelegrafista. Biagi trasmette ripetutamente l'SOS con la sua piccola radio di emergenza, ma inutilmente. Tre uomini iniziano una marcia sui ghiacci in cerca di soccorso, ma pochi giorni dopo un radioamatore russo capta i segnali trasmessi da Biagi. Un aereo svedese porta in salvo il solo Umberto Nobile e torna per imbarcare gli altri, ma capotta atterrando. La pattuglia dei tre aveva vissuto una tragedia inenarrabile. Finn Malmgren, esausto e congelato, chiede e ottiene di essere lasciato sui ghiacci, lo stesso Mariano dovrà in seguito fermarsi. I due uomini sono avvistati da un aereo russo e il rompighiaccio Krassin li salva il 12 luglio e raggiunge la Tenda Rossa dopo poche ore...
26,00

Baffy. La Befana tecnologica

di Fiorenza Barbero

Libro: Copertina morbida

editore: Nerosubianco

anno edizione: 2018

pagine: 40

C'era una volta... Baffy, la Befana tecnologica con la sua inseparabile scopa. Una scopa sì, ma dalla caratteristica unica: non di quelle tradizionali, ma... elettrica. Volete conoscere la sua avvincente e singolare storia? Queste pagine ve la racconteranno. Scoprirete il suo mondo e quello della sua famiglia allargata: il marito Spaciafurnel, i sette gatti Bunèt, Profiterole, Chantilly, Crème Caramel, Strudel, Chiffon e Pavlova, il porcellino d'India Pinky Inky, le tre sorelle la Bionda, la Rossa e la Scura e Ana Paula la bimba brasiliana conosciuta sul web. E non ci crederete ma anche il Signore in Rosso, Babbo Natale, è tra i protagonisti. Come nella migliore delle favole "tutto è bene ciò che finisce bene" e allora scopriamo insieme se, tra numerose difficoltà e imprevisti, Baffy riuscirà a portare a termine la sua missione come da tradizione: recapitare, nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, piccoli doni e dolcetti ai suoi amati bambini. Età di lettura: da 6 anni.
10,00

L'idea che uccide. I romanzieri dell'anarchia tra fascino e sgomento

di Antonio Di Grado

Libro: Copertina morbida

editore: Nerosubianco

anno edizione: 2018

pagine: 108

Lo spettro dell'anarchia turba, tra Otto e Novecento, il borghese europeo e tanto più gli scrittori, indecisi tra fascinazione e avversione. L'idea che uccide esplora, lungo una rete di percorsi intrecciati, una varietà di trame e personaggi romanzeschi nei quali riversarono la loro ambivalente curiosità per il mondo anarchico scrittori come De Roberto e Oriani, Valera e De Amicis, Cena e Bacchelli, Turgenev e Dostoevskij, Zola e Bourget, Tolstoj e Léon Bloy, Conrad e Orwell, Pea e Vittorini, assieme a numerosi altri (di cui alcuni poco noti come Leda Rafanelli, o ignoti come Antonio Agresti), fino a Savinio e Sciascia, a Gianna Manzini e a Maurizio Maggiani. Emerge dalle loro pagine una ricca galleria di figure e situazioni, dalle quali ogni scrittore - anche quando appare intimorito - è segretamente stregato, affascinato dal miraggio di un paradiso in terra o di una catastrofe giustiziera, di un evangelo laico o di una praticabile utopia.
15,00

Foto e fotografi a Bra tra '800 e '900

di Fabio Bailo

Libro: Copertina morbida

editore: Nerosubianco

anno edizione: 2018

pagine: 104

Foto e fotografi braidesi. Questi i due temi che caratterizzano il volume che avete tra le mani. La prima parte del libro è un affresco corale che omaggia i professionisti che hanno immortalato Bra (CN) e i suoi cittadini dalla metà dell'Ottocento alla fine del Novecento. È a loro che si deve tanta parte della nostra memoria, di quella pubblica e di quella più intima e privata. La seconda parte, invece, è un album che riunisce scatti diversi per epoca e contesto che evidenziano quanto il lavoro dei fotografi abbia documentato la società braidese (e i cambiamenti intervenuti nel tempo). Ciò che il cantautore Gian Maria Testa con afflato romantico e minimalista aveva definito «il lampo, soltanto il lampo di una fotografia» qui dispiega appieno il suo valore, storico e affettivo al contempo. Storico perché la fotografia da tempo è una fonte storiografica a tutti gli effetti, affettivo perché tanta parte della nostra memoria individuale, famigliare, collettiva è ancorata, consolidata e costantemente rilanciata dalle foto che, dopo aver fatto bella mostra di sé sulle mensole o riposato a lungo nei cassetti, tornano in vita in queste pagine.
18,00

I prigionieri di guerra in provincia di Cuneo. 1915-1919

di Roberto Martelli

Libro: Copertina morbida

editore: Nerosubianco

anno edizione: 2018

pagine: 124

A fronte di una ricchissima letteratura sui nostri soldati fatti prigionieri nella Prima guerra mondiale, molto poco ancora si sa dei nemici reclusi nei campi di detenzione italiani. Chi erano? Quali erano i loro nomi? Da dove provenivano? Come trascorrevano il loro tempo? A quali mansioni erano adibiti? L'autore prende per mano il lettore e lo accompagna per le località della provincia di Cuneo dove erano stati allestiti i luoghi di detenzione, Colle di Tenda, Vinadio, Fossano e Savigliano, ma anche per altri centri dove gli internati ebbero un ruolo non indifferente. Tra fughe romanzesche, lavori più o meno gravosi, partite a bocce e a calcio, giornate eterne, malattie e decessi, viene affrontata la questione della reclusione degli austro-ungarici e di alcuni tedeschi in terra cuneese vista dalla prospettiva dei nemici di allora, senza disdegnare commenti, dichiarazioni ed invettive della stampa locale. Ne emerge un quadro nitido, preciso, obiettivo, senza retorica ed accurato su un fenomeno, come la prigionia di guerra in terra italiana, che, a 100 anni dalla fine del primo conflitto a livello mondiale, non è ancora stata sviscerata, approfondita e studiata del tutto.
13,00

Da Trotula a Vesalio. Itinerari della medicina in Italia

di Willy Burguet

Libro: Libro in brossura

editore: Nerosubianco

anno edizione: 2018

pagine: 168

"La medicina non sarà nata in Italia ma ha percorso tappe decisive del suo sviluppo in Occidente proprio nel Bel Paese, dall'anno mille al rinascimento quanto meno. Il volume di Willy Burguet, francofono poliglotta e amico tenace, prova a ricordarne alcune in seno a una brevità nutrita di divulgazione ma anche di avvertita passione per la cultura italiana tutta: l'opera di Trotula di Ruggiero, la prima ginecologa della storia della medicina, dottoressa della Scuola medica di Salerno; il funzionamento dell'ospedale quattrocentesco della Scala, a Siena; il manuale contro la peste del maestro fiorentino Buonagrazia; l'invenzione veneziana del lazzaretto e della quarantena; la vita straordinaria, a Padova e alla corte di Carlo Quinto, del primo anatomista moderno, Andrea Vesalio. Di più. Il libro tenta di cogliere finanche il significativo ruolo sociale delle confraternite di Firenze e delle scuole di Venezia, soprattutto quello della Venerabile Arciconfraternita della Misericordia e della Scuola Grande di San Marco. Sono, tutte queste, tappe di un particolare itinerario italiano, di un viaggio nel passato della Penisola compiuto da un umanista che è anche un medico dei nostri giorni; un medico che non esita a mettersi in gioco - linguisticamente e culturalmente - per comunicare qualcosa di più di un pur serio interesse, basato su una documentazione accumulata in tanti anni di onesti studi. Perché si tratta di invitare chi si interessa di medicina e d'Italia a un tuffo nel cuore della storia di una disciplina e di un paese, spesso disastrato dal punto di vista sanitario ma orgoglioso di aver dato un forte impulso a quell'Occidente che in un modo o nell'altro si prende cura degli altri e non li rinnega e annega per vili questioni di razze, di numeri, di lingue." (Luciano Curreri)
15,00

«Una espressione letteraria». L'Italia in versi da Petrarca a d'Annunzio

Libro: Copertina morbida

editore: Nerosubianco

anno edizione: 2016

pagine: 128

Se si volessero declinare con solerzia maniacale le occorrenze del tema 'Italia' nella tradizione letteraria italiana, si dovrebbe forse prevedere un esito borgesiano: pressoché tutta la letteratura italiana ha a che fare, pure in modi e misure difformi, con la questione nazionale. Più ragionevolmente e più modestamente, questa antologia propone un compendio di testi poetici che hanno contribuito a codificare e tramandare quella nozione di 'Italia' con la quale tutt'oggi, pur con qualche difficoltà, continuiamo ad avere a che fare. Dal repertorio vastissimo di liriche dedicate alla nazione, si è scelto di selezionarne alcune tra le meno frequentate, fatte salve quelle per così dire irrinunciabili (Petrarca, Leopardi, Mameli...). A presiedere alla loro organizzazione, oltre a un andamento diacronico per ciascuna delle tre sezioni, dal Trecento ai primi del Novecento, è stata l'idea di mettere in rilievo tre motivi frequenti quanto rilevanti: il compianto dell'Italia, la descrizione letteraria del "bel paese", l'esortazione al riscatto politico e civile.
12,00

L'altra faccia dell'angelo o la mummia turca

di Mario Bianco

Libro: Copertina morbida

editore: Nerosubianco

anno edizione: 2015

pagine: 200

Una caccia ostinata alla ricerca del geniale ideatore del falso clamoroso di una mummia persiana, da parte di un medico legale torinese, studioso di resti umani antichi. Un lungo viaggio per luoghi mitici, città remote dell'Anatolia, sulle storiche vie degli Ittiti, di Dario e Alessandro Magno, nella speranza di trovare non solo il falsario ma una risposta, magari da una sibilla o un oracolo redivivo, che dia tregua ai tormenti interiori. Infine l'incontro fatale che cambierà la sua vita.
12,00

Il fuoco nella pineta

di Gabriele D'Annunzio

Libro

editore: Nerosubianco

anno edizione: 2013

pagine: 88

A 150 anni dalla nascita e 75 dalla morte di Gabriele d'Annunzio, la sua produzione artistica continua a riservare "sorprese" e scoperte che spaziano da carteggi, scritti e opere più o meno compiute. Fra queste, Il fuoco nella pineta, ripresentato qui nella sua veste originaria, rappresenta un affascinante esempio nel quale convergono, oltre agli elementi bibliografici, aspetti biografici e storici che concorsero prima a frenarne la pubblicazione per circa 10 anni e successivamente a dettarne la "riscrittura" nelle pagine del Notturno. Rileggere e addentrarsi nel manoscritto rappresenta una sorta di incursione nel laboratorio dannunziano, nel suo modus scribendi e al contempo nei complessi avvenimenti che segnarono gli anni fra il 1911 e il 1921. Filo rosso, la metamorfosi di una mancata, ma potenziale, favilla che, dopo un decennio, vide la luce fra le ombre del Notturno.
12,00

«Di eredi non vedo traccia». Storie di tani, mericani e tripolini

di Daniele Comberiati

Libro

editore: Nerosubianco

anno edizione: 2012

pagine: 88

In un grande boulevard del quartiere di Bruxelles dove vivo, Schaerbeek, mi sono imbattuto in un negozio di mobili "da Paola". La signora Paola ha una bisnonna italiana, ma di italiano non parla una parola e in Italia non c'è mai stata. "Ma i mobili che vende sono italiani?", le ho chiesto. "No", mi ha risposto, "ma la bandiera dell'Italia mi fa pubblicità. Così ci vengono gli emigranti a comprare. È un target ben definito". Le storie che seguono raccontano di viaggi, migrazioni e patrie abbandonate. Parlano di uomini che hanno lasciato tutto per necessità, idee politiche o senso dell'avventura. Ma anche di uomini che, solo perché l'insegna è in italiano, pagano un mobile due volte tanto. Come direbbe Paola, "un target ben definito".
10,00

Volti di donna. Ritratto plurale

di Maurizio Merlo

Libro: Copertina morbida

editore: Nerosubianco

anno edizione: 2020

pagine: 102

"La donna" è tema ricorrente e caro all'autore, sempre attento alla sensibilità femminea, sempre portato a leggere il mondo attraverso il sorriso e le lacrime di una donna. La donna è madre, è vita, è amore, ed è attraverso la donna che è possibile penetrare le contraddizioni più profonde e più intime delle cose. Con «Volti di donna. Ritratto plurale», l'autore propone cinque racconti, in ognuno una donna incontra l'amore e le sue vicende. Riflessioni appassionate sull'amore e sulle contraddizioni della condizione umana attraverso la testimonianza di donne comuni, protagoniste di storie di forza e fragilità, di prigionia e di libertà, elementi che sempre s'incontrano nel corso di una vita e che spesso coesistono.
10,00

Quaderni del Museo Civico di Cuneo. Vol. 7

Libro: Copertina morbida

editore: Nerosubianco

anno edizione: 2019

pagine: 60

Il settimo numero della rivista "Quaderni del Museo Civico di Cuneo" affronta, con contributi di grande caratura scientifica, le differenti tipologie di ben culturali delle collezioni civiche, con un occhio di riguardo ai progetti in corso. Si passa dall'analisi dei reperti "egittizzanti" delle raccolte archeologiche alla catalogazione dei beni etnografici e si propone un moderno affondo sui nuovi pubblici dei musei, portatori di disabilità o desiderosi di visitare anche il "dietro le quinte" delle istituzioni culturali, ovvero il deposito museale concepito quasi come un secondo museo.
25,00

Iscriviti alla nostra newsletter

Per restare aggiornato sulle novità in uscita, ricevere anteprime, contenuti aggiuntivi e promozioni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.